10 capacità di risoluzione dei conflitti di cui ogni manager ha bisogno

Un autore e formatore specializzato nell'aiutare imprenditori, celebrità e attivisti socialmente consapevoli. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Intellettualmente, molti di noi sanno che il conflitto fa parte della vita. Sappiamo che il conflitto può stimolare una comprensione più profonda e relazioni più forti. Tuttavia, ogni volta che sorge un conflitto, alcuni di noi sono alle calcagna. Quando emergono disaccordi, ci si chiede come affrontarli mantenendo intatta la relazione. È qui che entrano in gioco le capacità di risoluzione dei conflitti [1]

Se stai guidando un team o lavori a stretto contatto con altri, ecco 10 capacità di risoluzione dei conflitti di cui ogni manager ha bisogno.

1. Comunica presto e spesso

Per ridurre incomprensioni e ambiguità, comunica le tue intenzioni e i tuoi desideri. Chiedi di cosa hanno bisogno i tuoi colleghi per lavorare al meglio e fai la tua parte per soddisfare le loro esigenze o, come minimo, evita di fare ciò che sai potrebbe causare danni.

Se sospetti un conflitto nella relazione, affrontalo rapidamente. I problemi non vanno via da soli. Non riuscire ad agire quando vedi un potenziale problema può creare problemi su tutta la linea.

2. Ascolta attivamente

Tutti vogliono essere ascoltati. Tutti vogliono sapere che quando parlano, quando si prendono il tempo per condividere ciò che hanno in mente, la persona con cui stanno comunicando ascolta.

L'ascolto attivo è un passaggio obbligatorio per la risoluzione dei conflitti. L'ascolto attivo è ascoltare ciò che viene comunicato verbalmente e non verbalmente. È ascoltare per intento e per capire [2]. Spesso i conflitti sorgono perché due parti fraintendono o fraintendono ciò che l'altra persona sta dicendo. L'ascolto attivo aiuta a garantire che mittente e destinatario si capiscano a vicenda. Questa è metà della battaglia quando si tratta di risolvere i conflitti.

Data la prevalenza della posta elettronica e del lavoro a distanza, soprattutto considerando la crisi sanitaria del COVID-19, l'ascolto attivo è fondamentale. Le comunicazioni via e-mail e di testo sono complicate perché l'intento e il tono sono difficili da valutare in essi. I membri del team dovranno lavorare molto duramente per assicurarsi di ascoltare ciò che i loro colleghi stanno comunicando, riducendo così la possibilità di conflitto.

3. Utilizza le dichiarazioni in "I"

Per ridurre i conflitti, concentrati su come ti senti. Concentrati su come un'azione ti ha influenzato. Parla dalla tua esperienza e comprendi che la tua esperienza non è una verità universale. Solo perché ti senti in un certo modo non significa che lo facciano i tuoi colleghi.

Inoltre, quando usi le affermazioni in "I", riduci la possibilità di una generalizzazione eccessiva, che può aggiungere benzina al fuoco. Se sei in disaccordo e dici alla persona che ha causato il danno che ha avuto un impatto su tutti, invece di dirle che ha avuto un impatto su di te, potresti illecire una reazione difensiva da parte dell'individuo. Invece, concentrati su di te e su ciò che senti e di cui hai bisogno. Ciò ridurrà il conflitto mantenendo gli animi calmi.

4. Capire cosa è tuo

Ti è mai capitato di litigare e la fonte del tuo turbamento era qualcosa con cui hai lottato a lungo? Forse hai lottato per essere ascoltato. Ti sei sentito come se gli altri non ti sentissero quando comunichi. Indipendentemente da dove vai, porti con te questa sensibilità. E indovina cosa? Non ci vuole molto perché gli altri suscitino la tua rabbia se sospetti che non ti stiano ascoltando.

Quando ciò accade e ti ritrovi arrabbiato per i tuoi sentimenti di non essere ascoltato, fai un passo indietro e chiediti se è davvero così o se la tua storia sta influenzando la tua reazione in questo momento. Chiediti se la persona con cui hai un conflitto sei te stesso e la tua storia o l'apparente parte offensiva.

A volte ci arrabbiamo con le persone per cose che in realtà non le riguardano. Vai alla radice di ciò che infastidisce te o l'altra persona. A volte il conflitto non ha nulla a che fare con il problema attuale: deriva da qualcosa che è accaduto a casa, cattive notizie o un turbamento interpersonale non correlato.

5. Non prendere le cose personalmente

Quando Don Miguel Ruiz ha scritto "I quattro accordi" [3], ci ha messo in guardia dal prendere le cose sul personale. Per quanto ammiri il suo lavoro, devo ammettere che questo consiglio è difficile da seguire. Tuttavia, è imperativo imparare a non prendere le cose sul personale.

Nello stesso modo in cui le nostre vite ci stanno consumando, le altre persone hanno abbastanza nella loro vita per tenerle occupate. Quando le persone si comportano male, può ferirci e deluderci, ma il loro comportamento riflette dove si trovano. Non ha davvero nulla a che fare con noi.

Un mio amico sta attraversando un periodo difficile. Si sente isolata e sopraffatta come una madre single. L'ho invitata a una festa e inizialmente sono rimasta turbata quando non ha risposto. Ho pensato tra me: "Non è da lei". Ci ho pensato per alcuni giorni prima di decidere di contattarla e controllarla. Quando ha risposto, ha condiviso l'essere nella nebbia della depressione e lottare per completare anche le attività quotidiane più elementari. Indovina un po? Stava a malapena vivendo, figuriamoci pensando all'invito che poteva o non poteva aver visto. La sua reazione non aveva niente a che fare con me. Era radicato nelle sue stesse lotte in quel momento.

6. Abbandona la necessità di avere ragione

L'ego ha un appetito insaziabile. Vuole avere ragione il 100% delle volte. Quando sorgono conflitti, rinuncia alla necessità di avere ragione. Sii disposto a sbagliare. Se lotti per avere ragione, potresti essere incentivato a mantenere vivo il conflitto. Inoltre, se hai bisogno di avere ragione, il tuo obiettivo diventa difendere la tua posizione invece di arrivare alla radice del conflitto. Se vuoi ridurre o risolvere i conflitti, non avere la certezza di avere ragione.

7. Parla con persone che possono apportare un cambiamento

Capisco che lo sfogo sia piacevole. Capisco che tutti vogliono essere affermati. Ma quando sorgono conflitti, è meglio comunicare esclusivamente con persone che hanno il potere di influenzare il cambiamento. Ciò garantirà un'azione significativa verso la risoluzione e impedirà il fiorire del pettegolezzo.