15 segni che sei un pensatore eccessivo anche se non ti sembra di esserlo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Probabilmente ti è stato detto che il mondo è a portata di mano. Hai più scelte che mai e dovresti essere così fortunato che ci sono molte opportunità là fuori.

Questa idea può essere una benedizione per alcuni e una maledizione per altri.

Se sei un pensatore eccessivo come me, può essere estenuante attraversare ogni possibile scenario per ogni potenziale possibilità.

Il cosa succede se inizia a gestire la tua vita e puoi andare così in profondità nella tana del coniglio che puoi persino dimenticare qual era la tua intenzione originale.

È anche peggio quando non sei consapevole di farlo!

Ecco 15 segnali che dimostrano che sei un pensatore eccessivo, anche se non ti sembra di esserlo.

1. Trovi un significato in ogni cosa

Qualcuno che ti piace si arriccia i capelli due volte, invece che tre. Passi accanto a qualcuno e loro non ti guardano negli occhi, ma gli passi di nuovo e questa volta stabiliscono un contatto visivo, ma solo per un paio di secondi. Distolsero lo sguardo un po 'troppo velocemente. Che cosa significa tutto questo!? Quando sei un pensatore eccessivo, tendi a voler trovare un significato nel mondo che ti circonda. A volte, può consumarti e analizzare troppo tutto. È utile ricordare a te stesso che nulla ha un significato intrinseco, a parte il significato che gli dai.

2. Pensi più di quanto pensi

Hai mai sentito il termine paralisi da analisi? Pensi così tanto che non finisci per fare nulla. Pesa le tue opzioni. Decidi che potrebbe essere il miglior risultato, ma poi confronti il ​​miglior risultato con un nuovo miglior risultato possibile. Il ciclo continua finché non finisci per non fare nulla. Invece di pensare a ogni possibilità, trovo utile iniziare effettivamente a testarne alcune per vedere se sono effettivamente vere. Sebbene sia importante pensare, è altrettanto importante agire.

3. Ti emozioni quando finalmente hai capito qualcosa

Forse stai rimuginando su qualcosa da settimane. Un problema complesso che non hai ancora scoperto, ma che hai mantenuto. Oppure, un complesso interesse amoroso di cui sei ossessionato, finché non fanno qualcosa che dimostra la tua intera teoria su di loro. Ad ogni modo, salti di gioia esclamando: "Eureka!" quando hai finalmente trovato la risposta. Quindi, naturalmente, passi al problema successivo e inizi anche a chiederti se hai effettivamente capito o meno il problema originale.

4. Trovi difficile lasciare andare le cose

Poiché ti sei impegnato molto per trovare una soluzione, trovi difficile lasciarla andare. Ti attacchi facilmente alle cose che ritieni importanti. Non vuoi fallire. Quando hai investito molto tempo ed energia in qualcosa, può essere difficile lasciarlo andare quando non funziona. Puoi continuare a pensarci anche dopo aver creduto di averlo già lasciato andare. Più pensi a qualcosa, più ti può divorare.

5. Sei paziente

Apprezzi molto il tempo necessario per "mettere un puntino su tutte le i e incrociare tutte le t". Anche se ti ci vuole più tempo della maggior parte, sei felice quando esci in vantaggio perché hai impiegato il tempo per capirlo. Sei disposto ad aspettare finché non ti senti a tuo agio con le conoscenze che hai acquisito, il che ti consente di essere paziente mentre gli altri vogliono soluzioni rapide.

6. Vuoi mettere tutte le tue anatre in fila

Fai attenzione con questo. Questo spesso può essere una scusa per non intraprendere alcuna azione. Mentre trovi confortante aspettare finché non ti senti pronto, potresti non sentirti mai pronto e potresti solo ritardare l'inevitabile. Lo so perché lo dicevo. A volte non ci sarà mai un momento migliore e non avrai mai tanto tempo come ora. Tanto vale saltare in acqua e poi mettere in fila i tuoi paperotti.

7. Sei sempre alla ricerca di nuove informazioni

Un amico ti inoltra un articolo su un argomento che ti interessa. Ricevi una notifica da Facebook che sei stato taggato in una foto e nello stesso momento ricevi un messaggio da qualcuno che ti fa una domanda. Quindi, sei un compagno di cuccetta si alza e vuole provare questo nuovo ristorante per pranzo. Con così tante distrazioni, c'è la tendenza a voler sapere più informazioni su tutto ciò. Tante possibilità e così tanto da imparare su di loro.

8. Vuoi conoscere il "perché"

Ai bambini piace chiedere perché. Fa caldo oggi. Perché? Non parlare con gli estranei. Perché? Cammina non correre. Perché? I pensatori eccessivi tendono a tenere con sé questo bambino interiore per tutta la vita. Non sono così interessati al significato di livello superficiale, ma al perché dietro di esso. Questo può essere estremamente utile per risolvere problemi complessi, avere conversazioni profonde e riflettere sul significato della vita. A volte può essere dannoso, perché alcune cose hanno un significato a livello superficiale. Vogliamo semplicità, ma rendiamo le cose complesse.

9. Vuoi che tutto sia a posto

Potresti essere un perfezionista. Da un lato, sei orgoglioso di essere bravo in quello che fai e ti sforzi di fare del tuo meglio. Ma quando non riesci a fare tutto bene e non sei all'altezza, puoi diventare il tuo critico più duro. Riconoscendo che questo può essere un punto di forza oltre che una debolezza, puoi allentare un po 'sapendo che semplicemente non puoi fare tutto bene, nonostante i tuoi migliori sforzi. Tagliati un po 'di dosso.

10. Temi una risposta di una sola parola

Quando chiedi a qualcuno "Come stanno?" e tutto quello che ottieni è "Buono", rabbrividisci un po '. C'è molto di più in questa domanda che "buono". Volendo saperne di più, potresti fare leva un po 'di più e fare più domande perché vuoi capire come sono effettivamente. Quanto è buono? Veramente buono o solo un po 'buono? Bene oggi? Bene adesso? Sebbene tu possa essere in grado di continuare a parlare di come ti senti, potresti anche aspettarti che tutti gli altri vogliano fare lo stesso.

11. Presumi che gli altri sappiano cosa stai pensando