15 tecniche affidabili per prevenire problemi di relazione

Un life coach che aiuta le persone a scoprire come utilizzare al meglio le proprie passioni e talenti attraverso un processo collaudato. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Uno dei momenti più eccitanti è la sensazione di entrare in una nuova relazione romantica con qualcuno. Non ne hai mai abbastanza dell'altra persona dato che voi due state fluttuando sulla nuvola nove.

Sfortunatamente, questo periodo comunemente noto come fase della luna di miele è proprio questo. È una fase.

Le piccole cose iniziano a emergere dove noti che l'altra persona non è perfetta. E mentre la relazione continua, ti imbatti in disaccordi, discussioni e persino ti ferisci a vicenda sia intenzionalmente che involontariamente.

Allora, com'è che le coppie felici a lungo termine continuano a essere felici l'una con l'altra nonostante tutte queste sfide che arrivano con il tempo? Se hai incontrato battute d'arresto con la tua relazione, ecco 15 tecniche che puoi utilizzare con il tuo partner che le coppie più felici usano per prevenire problemi di relazione.

1. Coltiva la connessione creando uno spazio sicuro l'uno per l'altro

Quando una persona a cui tieni segnala un difetto o condivide qualcosa di cui non è soddisfatto, la tua paura di farti male ti rende incline a metterti sulla difensiva. Potresti sentire il bisogno di proteggerti, il che può portare a comportamenti come chiudere fuori il tuo partner, mantenere segreti e non essere autentico. Questo è il motivo per cui è importante durante i periodi di conflitto che entrambi vi sentiate al sicuro durante la conversazione.

Quando coltivi una relazione in cui tu e il tuo partner vi sentite al sicuro, voi due siete in grado di condividere cose sensibili tra loro senza alcun giudizio o condanna. Di conseguenza, si verifica una connessione autentica.

Cosa fare?

Non dimenticare di ricordare al tuo partner durante i periodi di conflitto che sei dalla stessa parte. Questo aiuta a inquadrare la conversazione che l'obiettivo è più di capire in modo collaborativo come risolvere la sfida insieme piuttosto che cercare di dimostrare chi ha ragione o torto. In questo modo le coppie possono abbattere i muri.

Quando il tuo partner condivide con te qualcosa di vulnerabile, non fare domande che iniziano con "Perché". Prova invece a porre le domande "Cosa è successo?". Le domande che iniziano con "Perché" fanno scattare automaticamente il tuo cervello sulla difensiva. Ad esempio, invece di chiedere "Perché dovresti farlo?" puoi chiedere "Che cosa ti ha spinto a farlo?"

Presta attenzione al tuo linguaggio non verbale che potrebbe impedire al tuo partner di sentirsi al sicuro per condividere con te. Evita di incrociare le braccia, di essere distratto guardando altrove o di accigliato. Invece, rilassa il corpo, mantieni il contatto visivo e presta la tua totale attenzione.

2. Impegnati sia nelle emozioni che nelle azioni durante i conflitti

Un evento comune visto in molte relazioni è che un partner di solito cerca di risolvere il conflitto offrendo soluzioni mentre l'altro vuole semplicemente essere confortato a causa dell'emozione che sta provando.

Un'illustrazione divertente ma accurata di questa situazione può essere vista in questa scenetta "Non si tratta del chiodo".

Molte relazioni faticano perché ogni partner tende a concentrarsi su metà dell'immagine quando si tratta di risoluzione dei conflitti.

C'è una parte del tuo cervello che ti aiuta a ragionare e usare il pensiero logico e c'è una parte del tuo cervello che prova emozioni. Ciò che è importante sapere è che quando si è coinvolti nel cervello emotivo, la parte pensante del cervello si spegne temporaneamente. Ciò significa che le capacità di risoluzione dei conflitti come il pensiero critico, il ragionamento logico e l'empatia vengono temporaneamente disattivate.

Questo è il motivo per cui spesso prendiamo decisioni irrazionali e facciamo cose di cui ci pentiamo quando siamo emotivi. È anche il motivo per cui è difficile ascoltare la ragione o le soluzioni che ti vengono lanciate quando provi emozioni intense.

Per risolvere efficacemente i problemi difficili con il tuo partner, devi prima connetterti con lo stato emotivo dell'altro per calmarlo e riattivare la parte pensante del suo cervello. In questo modo, entrambi ora siete sulla stessa lunghezza d'onda e in una posizione migliore per trovare soluzioni insieme.

Cosa fare?

I conflitti impegnativi iniziano quasi sempre nella parte emotiva del cervello. Quando il tuo partner condivide un problema sconvolgente con te, è importante rispondere prima con il tuo cervello emotivo.

Per prima cosa ascolta la tua partner e prendi l'abitudine di riflettere per confermare come si sente, facendo attenzione a non essere condiscendente o a non parlare.

Ad esempio, quando il tuo partner ti parla di qualcosa che l'ha turbata, prima di lasciare che i tuoi riflessi mentali sprigionino consigli, puoi semplicemente dire qualcosa come "Wow, che schifo, non ti biasimo per esserti arrabbiato per questo. Lo sarei anch'io se fosse successo a me. " Può sembrare strano dire cose del genere all'inizio, ma man mano che lo fai di più, ti sembrerà più naturale e confortante per il tuo partner.

Una volta che il tuo partner si sente sentito, allora è il momento di vedere se è disponibile a reindirizzare la conversazione per riflettere su come risolvere il problema usando il lato pensante del cervello.

3. Dai un nome alle tue emozioni quando parli tra loro

Per quanto possa sembrare semplice, è importante esprimere a parole come ti senti. La sfida, tuttavia, è che mentre il tuo partner può sentire i tuoi sentimenti quando parli, spesso è difficile farlo sentire davvero quello che stai provando. Per poter aiutare il tuo partner a provare le stesse emozioni, devi raccontare la storia che c'è dietro.

Le persone percepiscono ciò che provi tu attraverso le tue storie. Quando racconti onestamente gli eventi di quello che ti è successo quando hai avuto una brutta giornata o qualcosa di maleducato che qualcuno ti ha detto, aiuta il tuo partner a sentire quello che stai provando.

In realtà c'è un doppio vantaggio nel condividere apertamente le tue storie dietro i tuoi sentimenti. Ti aiuta anche ad attivare la parte pensante del tuo cervello e dare un senso a quello che è successo. Di conseguenza, hai una comprensione più profonda del motivo per cui ti senti come ti senti, il che in realtà ti dà più controllo per fare qualcosa per risolverlo.

Cosa fare?

Quando hai problemi a esprimere al tuo partner come ti senti, spacchetta semplicemente la storia di quello che ti è successo. Mentre condividi, prova a dare un nome alle sensazioni che hai provato durante le parti chiave della storia per aiutarti a dare più senso a quello che è successo.

Invece di dire qualcosa come "Il mio capo è stato un tale idiota oggi", espandi il discorso e dì "Il mio capo è stato un tale idiota oggi e mi ha fatto incazzare". Quindi procedi raccontando la storia di ciò che è accaduto.

4. Coinvolgi il tuo partner invece di farlo arrabbiare

Si verificano molte discussioni a causa di cose di cui il partner è un ripetuto offensore. Questo può essere particolarmente frustrante e spesso può portare a commenti rabbiosi che conducono al buco nero degli insulti offensivi l'un l'altro.

Quando sei infastidito o arrabbiato con il tuo partner, fare un commento critico o premere intenzionalmente i suoi pulsanti non risolverà il problema. Invece, peggiorerai le cose e finirai in un uragano emotivo l'uno con l'altro.

Quando hai un problema con il tuo partner, è importante utilizzare strategie che ti aiutino a mantenere la calma e a comunicare con lui in modo ponderato invece di scatenarti con rabbia.

Cosa fare?

Cerca di evitare di premere i pulsanti del tuo partner anche se sembra che ti stia intenzionalmente sconvolgendo. Invece, fai un respiro profondo e riporta la conversazione a una conversazione più produttiva ponendo domande che stimolano il pensiero invece di reagire.

Ad esempio, se il tuo partner non si ripulisce da solo, non importa quante volte glielo hai detto, invece di buttarti giù il solito "Sei un tale sciattone!" e sconvolgendo il tuo partner, puoi provare a coinvolgerlo per aiutarti a capire le cose. Puoi condividere attentamente la tua frustrazione e invitarlo ad aiutarti a risolvere il problema.

"Devo essere onesto. Sono stato davvero frustrato dal fatto che tu non aiuti in casa e mi sembra di solito di pulire dopo di te. Mi ritrovo a raccogliere i tuoi panni sporchi dal pavimento e a strofinare i banconi perché diventano così sporchi. Mi sento più come la tua cameriera che come tua moglie. Cosa pensi che possiamo fare al riguardo? Apprezzerei davvero il tuo aiuto. "

5. Non dominare la relazione

Una volta che un partner cerca di iniziare a controllare l'altro comandando e chiedendo cose da lei, diventa una relazione malsana.

Questi tipi di ambienti tossici impediscono ai partner di essere se stessi intorno a te. Spesso si sentiranno come se dovessero camminare sui gusci d'uovo con te perché hanno paura di sconvolgerti.

Il comportamento di controllo deriva da insicurezze e ansia, quindi se ti accorgi che te stesso o il tuo partner agiscono in questo modo, potrebbe essere importante parlarne e indagare sulla causa principale del problema.

Cosa fare?

Invece di dire al tuo partner di smettere di fare qualcosa o di fare le cose in un certo modo, cerca di incoraggiare le conversazioni al riguardo. Se non sono d'accordo, aprilo ad alternative e negoziazioni. Probabilmente hai sperimentato momenti in cui qualcuno ti comanda di fare le cose in un certo modo, spesso è più scoraggiante che utile.

Oppure, se è il contrario e tu sei quello a cui viene comandato, esprimi che non apprezzi il tuo partner che ti dice cosa fare e che apprezzeresti se ti chiedesse cose invece di chiedendoli.

Anche se sei una coppia, è importante avere dei limiti e rispettare i confini gli uni degli altri.

6. Non vergognatevi a vicenda

La vergogna è uno dei peggiori dolori emotivi da provare e spesso si verifica quando qualcuno ti fa sentire come se qualcosa non andasse in quello che sei.

Che si tratti di essere vittima di bullismo a scuola, di non soddisfare le aspettative di qualcuno o di essere trascurato quando ti stavi aprendo, la vergogna ti fa entrare in modalità difesa e costruire un muro intorno a te e non lasciare entrare nessuno.

L'esperta di vergogna e vulnerabilità, la dott.ssa Brene Brown, condivide:

“La vergogna, la colpa, la mancanza di rispetto, il tradimento e il rifiuto dell'affetto danneggiano le radici da cui nasce l'amore. L'amore può sopravvivere a queste ferite solo se vengono riconosciute, guarite e rare. "

Durante i periodi di intenso conflitto, alcuni possono ricorrere alla vergogna del proprio partner; così facendo si crea una relazione malsana. Invece, assicurati di differenziare il fatto che non sei soddisfatto delle azioni del tuo partner rispetto al suo carattere ed esprimilo attraverso le tue parole.

Cosa fare?

Non usare parole che fanno vergognare il tuo partner. Invece, quando sei arrabbiato con lui, assicurati di usare invece parole che si concentrano sulle sue azioni.

Ad esempio, dai un'occhiata alle seguenti due affermazioni:

  1. "Non posso credere che ti sei dimenticato di arrivare al gioco di nostro figlio! Sei il peggior padre di sempre! "
  2. "Sono davvero deluso e sconvolto dal fatto che ti sei dimenticato del gioco di nostro figlio."

La prima affermazione sta attaccando il suo personaggio, mentre la seconda espressione esprime i tuoi sentimenti riguardo alle sue azioni. La prima affermazione fa vergognare il tuo partner, il che probabilmente lo farà chiudere e entrare in modalità difesa, mentre la seconda apre la conversazione per discutere ulteriormente le cose e, si spera, riconciliare.

Questa sottile differenza ha un impatto enorme e apre un percorso verso la risoluzione del conflitto invece di ulteriori discussioni.

7. Muoviti durante i periodi di intenso conflitto

L'esperto di psicologia Dr. Daniel Siegel insegna che quando cambiamo il nostro stato fisico attraverso il movimento o il rilassamento, può effettivamente cambiare il nostro stato emotivo. [1]

Questo è il motivo per cui sorridere di più ti rende più felice o se fai respiri brevi e superficiali, può farti sentire più ansioso. [2]

Quando si tratta di aiutarti con un conflitto che stai avendo con il tuo partner, l'esercizio è un ottimo modo per calmare il tuo cervello emotivo e ti aiuta a riprendere il controllo del tuo cervello pensante. Quindi la prossima volta che ti senti bloccato in una situazione di stallo nella tua discussione, fai una pausa ed esci per una sessione di allenamento veloce.

Cosa fare?

Quando tu e il tuo partner state affrontando una discussione intensamente emotiva e accesa, prendi in considerazione una breve pausa per fare una passeggiata o salire su una bicicletta. Impegnarsi nel movimento fisico si rivelerà vantaggioso e produttivo per le tue conversazioni.

8. Scopri i ricordi impliciti che guidano comportamenti malsani

Esistono due categorie di memoria note come memorie esplicite e implicite:

  • Ricordi espliciti: eventi e informazioni che puoi ricordare consapevolmente
  • Ricordi impliciti: ricordi che puoi sentire e sperimentare.

Pensa alla prima volta che hai imparato ad andare in bicicletta. Ti ricordi di aver messo le mani sul manubrio e i piedi sui pedali. Ricordare queste informazioni è possibile a causa dei tuoi ricordi espliciti.

Ora diciamo che sono passati dieci anni da quando hai guidato una bicicletta, ma se salti su una oggi, sei in grado di guidare la moto proprio come facevi allora. Questo perché i tuoi ricordi impliciti sono entrati in gioco e ricordi la sensazione di com'era guidare. Puoi confrontarlo con qualcosa come la memoria muscolare.

Quando si tratta delle nostre relazioni, potremmo assumere comportamenti malsani a causa dei nostri ricordi impliciti. Possono indurci a reagire a certe cose in modo malsano.

Se sei stato tradito da un partner precedente, il tuo ricordo implicito del dolore può farti sviluppare un bisogno opprimente di sapere sempre dove si trova il tuo attuale partner. Potresti trovarti a perseguitarlo nel momento in cui non sei sicuro di dove si trovi.

Ricordo che durante una sessione di consulenza matrimoniale mi fu detto che "Se è isterico, è storico". Questo suona così vero quando si tratta dei comportamenti che abbiamo che possono danneggiare una relazione. Sono sempre causati da ricordi impliciti di esperienze passate.

È importante identificare questi comportamenti malsani e parlarne con il tuo partner e cercare di identificare la memoria implicita dietro di essi. In questo modo, dai un senso al motivo per cui si verifica tale comportamento e ti aiuta a riprendere il controllo su te stesso e a cambiare il comportamento negativo in uno positivo.

Cosa fare?

Se il tuo partner ha comportamenti anormali che ti preoccupano, introdurgli il concetto di ricordi impliciti. Verifica se è disponibile ad esplorare quali tipi di ricordi impliciti guidano determinati comportamenti che ti riguardano. Se la memoria implicita proviene da un evento traumatico grave a cui è difficile dare un senso, considera di affrontare questo processo con un terapista professionista.

9. Sii intenzionale a divertirti

Più a lungo hai una relazione, più routine e abitudini cadrai l'una con l'altra. Per mantenere le cose divertenti e piacevoli, è importante incorporare continuamente il gioco nella tua vita.

Il gioco aumenta la tua gioia ed è essenziale per migliorare la tua creatività, capacità di problem solving e relazioni.

Un medico e oratore che ha fondato il National Institute for Play, il dottor Bowen White, ha scoperto grazie a ricerche approfondite che giocare insieme ha aiutato le coppie a riaccendere le loro relazioni e ad esplorare altri modi per connettersi emotivamente. [3]

"Il gioco ci aiuta a entrare in contatto con altre persone perché siamo aperti in un modo che consente loro di sentire, forse, che questa è una persona sicura con cui stare e forse anche divertente."

Quando giochi, abbassi la guardia e allenti un po ', il che a sua volta ti consente di entrare in contatto meglio con gli altri ed essere più aperto all'essere vulnerabile.

Cosa fare?

Anche se hai un programma fitto di appuntamenti, assicurati di adattarsi ai tempi in cui puoi giocare con il tuo partner. Esplora e scopri nuove cose divertenti che puoi fare insieme o riprendi vecchie attività che ti piacevano fare insieme.

Ci sono molte opzioni che vanno da qualcosa di grande come un'elegante fuga romantica o piccolo come sorseggiare del vino e giocare insieme a un gioco da tavolo. Qualunque cosa ti aiuti a sorridere e ridere insieme, assicurati di incorporarne di più nella tua relazione perché è ciò che ti aiuterà a prosperare.

10. Impara a praticare la vulnerabilità

Proprio come può essere spaventoso essere fisicamente nudi per la prima volta di fronte a qualcuno, è ancora più spaventoso essere emotivamente nudi. Quando si tratta di relazioni, la maggior parte di noi trova spaventoso essere vulnerabile perché non abbiamo nulla con cui difenderci se qualcuno cerca di farci del male.

La sfortunata realtà è che quando inizi una relazione, a volte ti farai male. Più ci feriamo, più è difficile essere vulnerabili perché non vogliamo provare più questo dolore. Questo è il motivo per cui è una reazione naturale cercare di difendersi durante questo tipo di momenti.

Sebbene essere vulnerabile possa lasciarti aperto a farti male, è anche l'unico posto in cui possono mai verificarsi intimità e connessione genuina. Se ti metti sulla difensiva proiettandoti come qualcuno diverso da quello che sei veramente, non ti sentirai mai veramente connesso agli altri perché non permetti loro di vedere il vero te. Puoi trovare ulteriori vantaggi nel praticare la vulnerabilità qui: 5 motivi per abbracciare la vulnerabilità

Dr. Brene Brown ha condotto migliaia di interviste nella sua ricerca sulla vulnerabilità e i risultati hanno dimostrato che l'attributo chiave della connessione profonda era in effetti la vulnerabilità:

"Non può esserci intimità - intimità emotiva, intimità spirituale, intimità fisica - senza vulnerabilità. Uno dei motivi per cui oggi c'è un tale deficit di intimità è perché non sappiamo come essere vulnerabili. Si tratta di essere onesti su come ci sentiamo, sulle nostre paure, su ciò di cui abbiamo bisogno e chiedendo ciò di cui abbiamo bisogno. La vulnerabilità è il collante che tiene insieme le relazioni intime. "

Cosa fare?

Essere vulnerabili è più facile a dirsi che a farsi. Ecco alcune pratiche che puoi esercitare per aiutarti a creare lo spazio con il tuo partner per aiutarti a creare momenti intimi:

  • Quando soffri, chiedi ciò di cui hai bisogno.
  • Condividi i tuoi sentimenti quando comunichi.
  • Esprimi apertamente ciò che vuoi dal tuo partner piuttosto che parlare di cose che non vuoi.
  • Non girarci intorno e sii onesto con i tuoi pensieri.
  • Rallenta e prenditi il ​​tempo per essere presente.

11. Imposta regole di base per gli argomenti

Gli argomenti che vengono intensificati possono spesso portare a dichiarazioni offensive che spezzano la relazione piuttosto che costruirla. Le coppie felici sanno come discutere bene e incorporano abilità importanti per risolvere i loro conflitti come l'empatia, l'ascolto attivo e il parlarsi rispettosamente.

Il loro obiettivo in questi tempi è trovare insieme una soluzione valida piuttosto che provare a dimostrare di avere ragione. Entrambe le parti devono sforzarsi di trovare un terreno comune per trovare insieme soluzioni a problemi impegnativi.

Non esiste una formula magica che aiuti alcune coppie a gestire meglio i conflitti. Invece, è più uno sviluppo continuo sulla definizione di regole di base su come interagire tra loro durante le conversazioni difficili.

Cosa fare?

La prossima volta che hai una brutta lotta, aspetta di raffreddarti, quindi imposta alcune regole da stabilire per la prossima volta che le cose si surriscaldano. Eccone alcuni importanti per iniziare:

  • Quando la tua discussione inizia a intensificarsi e le emozioni iniziano a prendere il sopravvento, rallenta le cose, inizia le tue conversazioni con rispetto e dolcemente. Assicurati di parlare a turno.
  • Quando il tuo partner parla, non interromperlo e invece resta coinvolto e presta tutta la tua attenzione
  • Evita parole come "sempre" e "mai" quando descrivi il comportamento del tuo partner che non approvi.
  • Esprimi i tuoi sentimenti riguardo alle azioni del tuo partner piuttosto che criticare le azioni.

12. Scava più a fondo per sentire cosa sta davvero cercando di dirti

Se hai avuto una relazione a lungo termine, probabilmente hai avuto uno di quegli argomenti in cui va avanti e avanti fino al punto in cui non ricordi nemmeno più per cosa stavi litigando. Può arrivare a un punto in cui il tuo partner ti dice che è arrabbiato per una cosa, ma ciò di cui è veramente arrabbiato è qualcosa di completamente diverso. Di conseguenza, finirete entrambi esausti e frustrati.

Le coppie sane scavano più a fondo durante una discussione emotiva per ascoltare veramente ciò che l'altro sta effettivamente cercando di dire.

Ad esempio, supponiamo che il tuo partner ti sgridi all'improvviso per 10 minuti su come hai lasciato i calzini sporchi sul pavimento. È probabile che non sia tanto arrabbiato per i calzini quanto per il fatto che non apprezzi tutto il duro lavoro che fa per mantenere pulita la casa. Gli fa sentire come se non ti interessi abbastanza di lui / lei da notare le cose che fa per te.

È importante affrontare il problema di fondo perché supponiamo che tu abbia iniziato a pulire i tuoi calzini sporchi, ma ora potrebbe ancora aiutare con la sensazione che il tuo partner si senta come se non fosse apprezzato.

Cosa fare?

La prossima volta che il tuo partner inizia una discussione con te su qualcosa che sembra banale, chiediti "Qual è il vero problema qui che sta vivendo la mia partner e cosa sta davvero cercando di esprimermi?" Poni domande chiarificatrici che aiutano il partner a identificare e confermare ciò che sta realmente cercando di comunicare con te.

Puoi inquadrare le tue domande in un modo che inviti il ​​partner a condividere di più e ad approfondire.

"Mi dispiace non prendere i miei calzini sporchi e metterli nella cesta e farò del mio meglio per farlo d'ora in poi, ma sento che sta succedendo qualcosa di più. Cosa sta succedendo? "

13. Prendi l'abitudine di toccarti

Il tocco fisico rilascia ossitocina, [4] nota come "ormone dell'amore" e svolge un ruolo importante nel promuovere sentimenti di fiducia, devozione e legame. Altri studi sul motivo per cui devi toccarti di più qui: 6 motivi sorprendenti per cui devi essere toccato

Non sorprende che gli studi abbiano dimostrato che i residenti delle case di cura anziani di solito si sentono non amati a causa della mancanza di contatto fisico con gli altri. [5]

Esperti di amore e matrimonio, il dottor Charles e la dottoressa Elizabeth Schmitz hanno condiviso che il contatto è un fattore chiave per relazioni durature e che le coppie sposate con successo lo fanno spesso. La loro ricerca ha persino dimostrato che il tocco supera il sesso quando si tratta di fattori di un matrimonio di successo.

Attività semplici come lo scambio di abbracci, le coccole e il tenersi per mano sono tutti ottimi tipi di impegno fisico che aiuteranno a promuovere il benessere della tua relazione.

Cosa fare?

Prendi un'abitudine quotidiana che prevede il contatto fisico con il tuo coniuge. Ecco alcune idee per iniziare:

  • Abbraccia e bacia il tuo partner ogni mattina quando ti svegli e la sera prima di andare a letto.
  • Tieniti per mano quando esci a fare una passeggiata.
  • Rannicchiatevi insieme sul divano mentre guardate la TV.
  • Fai massaggi a sorpresa al tuo partner.

14. Impedisci a te stesso di dare per scontato il tuo partner

La gratitudine ha dimostrato di essere un fattore importante nello sviluppo di relazioni strette. [6] Può intensificare la sensazione di essere connesso, motivo per cui è così importante incorporarlo nella tua relazione. Sebbene tutti noi amiamo sentirci apprezzati, è importante apprezzare anche i nostri partner.

Puoi essere grato per qualcosa che il tuo partner fa per te, ma la gratitudine può cambiare la vita molto di più quando sei grato per il carattere del tuo partner. Ad esempio, potresti essere grato che lui / lei lavi i piatti dopo te e i tuoi figli, ma sei ancora più grato perché lo fa perché sa che odi lavare i piatti. Questo a sua volta potrebbe motivarti a pulire il bagno perché sai quanto odia pulire i bagni.

La gratitudine avvia un ciclo di generosità. È ciò che può renderti più disposto a fare di più per il tuo partner per esprimere quanto sei grato per lui / lei. Ti aiuta a vedere il valore nel tuo partner ed è ciò che ti motiva a impegnarti per mantenere quella relazione.

Uno studio ha rilevato che le persone hanno dichiarato di essere più premurose e reattive ai bisogni del proprio partner nei giorni in cui si sono sentite più grate per il proprio partner. [7]