5 convinzioni auto-limitanti che rovinano la nostra vita sociale

Lidiya è la fondatrice di Let's Reach Success, un blog sulla crescita personale, spirituale e aziendale. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Tutti hanno problemi e problemi, ma non tutti fanno qualcosa al riguardo.

In effetti, la maggior parte delle persone non vuole nemmeno ammettere di averli, per non parlare di averli definiti.

Viviamo in un mondo in cui domina la saggezza convenzionale ed essere felici significa essere nella media. Ma è terribilmente sbagliato.

In realtà la maggior parte delle volte sentiamo che qualcosa non va bene e le cose potrebbero andare meglio. Abbiamo i nostri momenti e le nostre realizzazioni forti quando siamo consapevoli del nostro potenziale e delle cose che possiamo fare con la nostra vita. Sfortunatamente, non dura a lungo.

Il problema principale sono le nostre convinzioni auto-limitanti.

Definiscono i nostri pensieri, che definiscono le nostre azioni. Quindi, da quando possiamo ricordare, viviamo con gli stessi risultati.

Queste convinzioni non hanno una spiegazione effettiva, non possono essere dimostrate e di solito sono negative. Ci fanno pensare che non possiamo fare certe cose e che sono impossibili, quindi non ha senso nemmeno provarci.

Alcuni si applicano alla nostra vita sociale e definiscono cose come se ci sentiremo o meno a nostro agio nel conversare con estranei, trovare il partner giusto, impressionare gli altri, avere relazioni che durano, essere amati, essere rispettati, attirare l'attenzione e così via.

Qui proverò a menzionare quelli che sono una parte importante della nostra vita quotidiana ma che rovinano la nostra performance davanti alle persone.

1. Non sarà interessato a me.

Non puoi mai saperlo. Eppure, abbiamo pensato tutti in questo modo e di conseguenza non ci siamo nemmeno avvicinati alle persone che ci piacciono così tante volte. E, naturalmente, ha perso molte opportunità per questo motivo. Chissà, forse la nostra anima gemella era tra loro?

Il fatto è che le persone non pensano a niente di noi prima che ci siamo avvicinati. Possono aver formato una vaga impressione, ma questo non significa nulla. Anche quando vuoi avvicinarti a persone che conosci da anni ma senti che non gli piaci, quindi non parli nemmeno con loro, ti sbagli.

Non ti hanno mai conosciuto sin dall'inizio, quindi puoi fare una buona impressione per meno di 5 minuti se sei abbastanza sicuro di te e hai qualcosa di interessante da dire e mostrare.

2. Alcune persone sono appena nate estroverse e hanno grandi capacità sociali.

No, sono semplicemente diventati così.

Ogni abilità in questo mondo viene appresa e tutti sono in grado di padroneggiarla attraverso la pratica.

Pensare che le persone socievoli che vedi tutto il tempo possano coinvolgere chiunque incontrino in una conversazione unica significa che credi anche che non potrai mai essere come loro. E quel pensiero stesso è un forte limite che ti impedisce di diventare effettivamente più aperto e di parlare liberamente con gli altri.

Fino a quando non lo elimini e lo sostituisci con uno positivo (come "Ci vorrà del tempo ma posso acquisire più fiducia in me stesso e avvicinarmi alle persone e renderle come me subito"), non farai alcun progresso .

3. Non sono abbastanza ___ ed è per questo che non gli piacerò mai.

Così sbagliato! Questa convinzione è ciò che distingue le persone spaventate e antisociali che non lasciano mai la loro zona di comfort da quelle che ottengono tutto ciò che vogliono, compreso l'uomo / donna che amano.

Lo spazio vuoto in quella convinzione autolimitante può essere riempito con qualsiasi parola. Potresti pensare di non essere abbastanza bello, non ricco, in forma, intelligente o abbastanza esperto. Qualunque cosa credi, cerca di eliminarla e pensa invece di essere abbastanza bravo.

So che non è una cosa facile da fare ma è assolutamente possibile. Solo questo piccolo miglioramento cambierà il corso della tua vita.

4. Sarò solo me stesso e alla fine la persona giusta per me mi troverà.

In "The Secret Code" - un grande libro sull'arte della seduzione - gli autori dicono:

"Questo (essere te stesso) funziona solo se sai esattamente chi sei, quali sono i tuoi punti di forza e come trasmetterli con successo. Molto spesso, questa affermazione viene utilizzata come scusa per non migliorare. Ciò che la maggior parte di noi presenta al mondo non è necessariamente il nostro vero sé, è una combinazione di anni di cattive abitudini e comportamenti basati sulla paura. Il nostro vero sé giace sepolto sotto tutte le insicurezze e le inibizioni. Quindi, invece di essere semplicemente te stesso, concentrati sulla scoperta e sul portare in superficie in modo permanente il tuo sé migliore. "

Quindi non puoi semplicemente sederti lì, non cambiare nulla e aspettare che la persona giusta ti trovi. Devi lavorare costantemente su te stesso, fare piccoli passi che alla fine ti trasformeranno in una versione migliore di te stesso e ti aiuteranno a vivere la vita che dovevi.

5. Stanno parlando male di me.

Questo è solo un esempio e può rappresentare ogni volta che pensi che le persone stiano parlando male di te, ti guardino, ridendo di qualcosa che hai fatto, detto o del tuo aspetto.

Questa convinzione è ridicola e tuttavia una delle più comuni. L'ho sentito io stesso molte volte.

Ma poi ho capito quanto fosse divertente. Perché questo ci fa pensare che è tutto su di noi e le persone - anche se non abbiamo mai parlato con loro - parlano di noi. Ciò significa che ci sentiamo così speciali che ovunque andiamo, attiriamo l'attenzione e tutte le persone intorno a noi interrompono la conversazione che stanno avendo e iniziano a parlare di noi. Siamo anche sicuri che sia una cosa negativa e di conseguenza ci sentiamo tristi e depressi e la nostra autostima diminuisce in modo significativo.

Bene, la verità è che il 99% delle volte ci sbagliamo. Le persone sono meno interessate a noi di quanto pensiamo e rendere tutto personale danneggia la nostra comprensione di noi stessi e rovina la nostra vita sociale.

Dobbiamo smetterla di essere così egocentrici, smettere di prendere le cose sul personale e renderci conto che non si tratta solo di noi.

Alcune volte le persone potrebbero effettivamente parlare di noi, ma chi ha detto che è qualcosa di negativo. Negli altri casi, beh, possiamo avere la loro attenzione ma dovremo lavorarci un po 'più che presentarci da qualche parte.