5 istinti istintivi da non ignorare se vuoi ottenere ciò che desideri

Daniel è uno scrittore specializzato nello sviluppo personale e nell'aiutare gli altri a diventare la versione migliore di se stessi. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Hai mai considerato che potrebbe esserci di più nella vita oltre alla tua mente pensante? Hai mai pensato a te stesso in uno stato di amore, gioia e beatitudine o è semplicemente successo? Una specie di venuto da qualche parte e poi di nuovo a sinistra?

Questa è la magia e l'intelligenza dei nostri corpi interiori. Sebbene viviamo in una cultura in cui la mente pensante e egoica è sempre al comando, dobbiamo solo guardare (senza pensare) dentro per trovare una parte completamente nuova del nostro essere.

Gli istinti intestinali sono una parte importante di questo mondo interno che parla in forma non verbale. Il tuo istinto ti dà suggerimenti, indicazioni e altri suggerimenti su cosa dovresti prestare attenzione, cosa devi fare per crescere e quali persone o situazioni dovresti evitare.

Sommario

  1. Da dove viene il tuo istinto?
  2. Dovresti fidarti dei tuoi sentimenti viscerali? Perché?
  3. 5 istinti intestinali che non dovresti ignorare
  4. Conclusione
  5. Ulteriori informazioni su come fidarsi del proprio istinto

Da dove viene il tuo istinto?

Il tuo intestino è spesso considerato il tuo secondo cervello. Secondo la psicoterapeuta basata sulla consapevolezza Lena Franklin, le cellule dell'intestino trasportano ricordi del tuo passato e inviano questi segnali al cervello, anche se la mente pensante non è in grado di identificare la memoria specifica. [1]

Per questo motivo, l'intestino è spesso ciò a cui le persone si riferiscono quando hanno un "sesto senso" su qualcosa o quando usano qualcosa chiamato "intuizione". Questi messaggi subliminali sul fatto che le cose siano giuste o sbagliate, che tu debba o meno andare avanti, spesso aggirano la logica del cervello e ricevi i segnali a un livello molto più profondo.

A seconda di quanto spirituale vuoi diventare, molte persone credono che l'universo, Dio, lo spirito (o qualsiasi altra terminologia tu voglia usare) comunichi attraverso il tuo corpo interiore, piuttosto che luoghi come la tua testa.

Dovresti fidarti dei tuoi sentimenti viscerali? Perché?

C'è sempre molto dibattito quando si tratta di fidarsi o meno del proprio istinto. Viviamo in una società in cui la mente e la logica governano tutto e il potere degli istinti istintivi è stato lasciato al passato o ai mistici pazzi che vivono in montagna.

Questo è uno dei motivi principali per cui dobbiamo anche chiederci se dovremmo fidarci o meno dei nostri sentimenti viscerali. Per la maggior parte di noi nel mondo occidentale, sono un concetto completamente estraneo, quindi non c'è da stupirsi che abbiamo problemi a sapere se dovremmo fidarci o meno di loro.

Questo punto è sottolineato dall'ex campione del mondo di scacchi Garry Kasparov. In uno dei giochi più analitici della vita, spiega che il numero totale possibile di mosse in una singola partita di scacchi è superiore al numero di secondi che sono trascorsi da quando il Big Bang ha creato l'universo! [2]

Poiché il gioco è così complicato, spiega che l'intuizione, piuttosto che l'analisi, è la chiave del successo. Questa idea si trasferisce al "gioco" più complicato che ci sia: la vita.

La verità è che i tuoi sentimenti viscerali sono importanti quanto la tua mente, se non di più. Se sai come usarli correttamente, i sentimenti viscerali raramente sono errati quanto la mente.

Il tuo istinto comunica in modi più sottili e più veri della tua mente, e parla più vicino a chi sei veramente, piuttosto che passare attraverso il filtro della tua negatività e dei pregiudizi eccessivi nella tua testa.

Come con qualsiasi abilità e abitudine che valga la pena allenarsi, ascoltare il tuo istinto può essere molto difficile da imparare all'inizio, soprattutto se è qualcosa su cui non ti sei mai veramente sintonizzato prima. Con un po 'di pratica, però, la tua mente e il tuo istinto possono lavorare in tandem per aiutarti a manifestare la tua migliore vita possibile.

5 istinti viscerali che non dovresti ignorare

Per padroneggiare l'ascolto del tuo istinto e del tuo intuito possono volerci mesi e persino anni di pratica, ma è certamente un percorso utile per una pace interiore e una felicità durature.

Tuttavia, per ora, ci sono cinque istinti viscerali che non dovresti ignorare e questi sono quelli che probabilmente conosci già:

1. L'ho fatto bene prima

Ognuno si imbatte in particolari ostacoli nella propria vita. A volte ci sono ostacoli che, se guardati in modo obiettivo e da una posizione ingrandita, non puoi credere che siano ostacoli perché sembrano così piccoli. Eppure eccoti qui al livello del suolo, cadendo ancora e ancora nello stesso punto.

Che tu sia un giocatore di basket che continua a sbagliare da tre punti, un calciatore che non può segnare un rigore o qualcuno che si preoccupa per qualcosa che ha fatto un sacco di volte prima, è tutto nella mente.

/ p>

La mente può sempre intromettersi e, ironia della sorte, più permetti alla mente di intervenire durante quei momenti cruciali, più potere ottiene ogni volta che rientri in quei momenti cruciali, portando a un ciclo negativo.

/ p>

L'unico modo per uscirne è fidarsi del proprio istinto. Sii consapevole che la tua mente vorrà intervenire e dirti che dovresti farlo e dovresti farlo. Potresti essere indotto a pensare che ti sta aiutando, ma non lo è.

Quante volte hai messo una pallina da golf da questa distanza? Un milione. Non hai bisogno che la tua mente ti dica come farlo.

Sii calmo. Sii consapevole. Lascia che il tuo corpo e il tuo istinto prendano il sopravvento.

2. Sono in pericolo

Questo è probabilmente uno dei più potenti istinti intestinali che avrai sperimentato. I nostri istinti di sopravvivenza sono probabilmente il nostro insieme più potente di istinti e sono sempre in attesa, aspettando che ne abbiamo bisogno.

Questi sentimenti spesso provengono dal profondo del tuo corpo e possono essere qualsiasi cosa, da un lieve formicolio che qualcosa non va a qualcosa di più estremo come un dolore acuto. In ogni caso, vale la pena sintonizzarsi con il proprio corpo e rendersi conto che probabilmente sta succedendo qualcosa.

Nel suo libro Intuitions: Its Power and Perils, l'autore e psicologo David Myers Ph.D. ritiene che la sensazione che si prova su una persona nei primi 10 secondi esprima una "antica saggezza biologica".

Collega questa idea alla storia di Jackie Larsen, che aveva un brutto presentimento per qualcuno che chiedeva il suo aiuto sul ciglio della strada. Si è scoperto che l'uomo era un criminale in fuga da una raccapricciante scena del crimine.

Tuttavia, è anche importante considerare l'altro lato di questo istinto intestinale. Poiché il pericolo spesso si riferisce a situazioni di vita e di morte, è estremamente importante che tu non prenda in considerazione solo le tue intuizioni. Questo è uno di quei casi in cui la mente dovrebbe essere ancora lì in background per assicurarsi che non ti manchi qualcosa di ovvio.

Ad esempio, la sparatoria a giovani uomini disarmati di solito deriva da questa intuizione "Sono in pericolo" che era completamente sbagliata. Questo spesso deriva dalla programmazione inconscia di ciò che è e cosa non è effettivamente pericoloso: la tua mente razionale dovrebbe intervenire qui.

Allo stesso modo, se la tua sensazione di 'Sono in pericolo' si spegne frequentemente dentro di te, probabilmente è difettosa. Il motivo per cui questa intuizione è così potente è che è riservata a quegli eventi molto rari (a volte mai) che possono verificarsi quando la tua vita è in pericolo

Se credi spesso che la tua vita sia in pericolo, potrebbe essere il momento di rivedere quanto ascolti questa intuizione e perché si spegne quando non è necessario.

3. Mi sento a disagio con questa persona

Una delle intuizioni più comuni che quasi tutti hanno sperimentato ad un certo punto è la sensazione viscerale di "sentirsi a disagio con qualcuno". È quel piccolo ma evidente cambiamento nel tuo campo energetico che ti dice che qualcosa non va quando stai interagendo con qualcuno.

Proprio come con la maggior parte dei sentimenti viscerali, questo in particolare è lì per essere notato, non immediatamente colto. Dopotutto, all'inizio può essere difficile distinguere tra uno spostamento interno che segnala qualcosa di positivo da uno che segnala qualcosa di negativo.

Se presumi che qualcosa non va ogni volta che senti un cambiamento, scapperai da così tante situazioni che potrebbero essere grandiose per te.

Nota la sensazione, ricorda la sensazione, guarda cosa ha da dire la tua mente e lascia che tutto si svolga per un po 'di tempo. Finché noterai inizialmente che qualcosa è "spento", sarai più consapevole e presente. In questo stato, il tuo giudizio è chiaro e puoi decidere se vuoi seguire il tuo istinto iniziale o meno.

4. Sento di dover mostrare empatia

Un istinto intestinale positivo che è prominente nelle nostre vite è l'istinto o l'intuizione che proviamo quando sentiamo che qualcuno potrebbe aver bisogno del nostro aiuto. Poiché mostrare sostegno e compassione per gli altri è sempre una buona cosa, questo è sicuramente un istinto che vorrai ascoltare.

Potresti sentirlo quando sei a una riunione di gruppo e vedi qualcuno timido ai margini. Il tuo intuito potrebbe dirti di invitarli a entrare. Potresti sentire un cambiamento quando vedi qualcuno a cui tieni affrontare un momento difficile. La tua intuizione potrebbe dirti di confortarli e vedere come stanno.