5 ottimi modi per prevenire la depressione in modo naturale

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

In un sondaggio su larga scala chiamato The National College Health Survey, anno dopo anno, circa il 45% degli studenti universitari dichiara di essere depresso al punto che è difficile funzionare e l'80% afferma di essere sopraffatto.

La depressione non discrimina tra giovani e anziani. Negli anni '60 l'età media per l'inizio della depressione era di 29 anni. Oggi l'età media per l'inizio della depressione è 14 anni.

La depressione è un problema che deve essere risolto. Fortunatamente ci sono sempre più ricerche che suggeriscono che può essere così, e senza l'uso di farmaci psichiatrici.

Di seguito ho elencato i cinque principali modi per prevenire la depressione in modo naturale secondo la ricerca scientifica.

1. Dormi

Perdere il sonno può portare a una spirale discendente di depressione. Secondo la National Sleep Foundation:

La relazione tra il sonno e la malattia depressiva è complessa: la depressione può causare problemi di sonno e i disturbi del sonno possono causare o contribuire a disturbi depressivi. "

Quando si perde il sonno, si diventa più depressi e quando si diventa più depressi, il sonno può essere interrotto. È un circolo vizioso che può culminare gradualmente nel corso di settimane e mesi.

La quantità corretta di sonno richiesta da una persona varia a seconda dello stile di vita e dell'età, ma una regola generale è di puntare dalle 7 alle 8 ore ogni notte. Se non riesci a dormire questa quantità, assicurati di dormire più a lungo il giorno successivo. Paga sempre i tuoi debiti di sonno.

2. Esercizio

Negli ultimi decenni c'è stata un'esplosione di ricerca nel campo dell'esercizio fisico e del benessere. Gli psicologi si stanno rendendo conto di quanto sia importante pensare al corpo quando si cerca di prevenire la depressione.

Michael Babyak e i suoi colleghi della Duke Medical School hanno condotto uno studio sull'efficacia dell'esercizio come intervento per la depressione.

Ha preso un gruppo di 156 pazienti con depressione maggiore. Molti avevano insonnia, disturbi alimentari e pensieri suicidi. Li ha divisi in modo casuale in tre gruppi e ha somministrato i seguenti trattamenti:

  1. Primo gruppo: 30 minuti di esercizio a bassa intensità tre volte a settimana.
  2. Secondo gruppo: farmaci psichiatrici standard.
  3. Terzo gruppo: esercizio e farmaci.

I risultati di questo esperimento sono stati scioccanti in due modi. Dopo quattro mesi di trattamento, il 60% dei pazienti ha mostrato un miglioramento. Tuttavia, non c'erano differenze significative nei tassi di recupero tra i gruppi. L'esercizio ha funzionato tanto quanto i farmaci.

Se ciò non bastasse, altri sei mesi dopo lo studio Babyak ha fatto un follow-up per vedere i tassi di ricaduta. Sul 60% dei pazienti guariti, questo è ciò che hanno trovato:

  1. Il 38% dei farmaci solo nel gruppo ha avuto una ricaduta.
  2. Il 31% del gruppo di farmaci e esercizi fisici ha avuto una ricaduta.
  3. Solo il 9% del solo gruppo di esercizi è ricaduto in depressione.

Non solo l'esercizio fisico ha funzionato così come i farmaci, ma ha funzionato più a lungo. Esistono migliaia di studi che dimostrano che gli effetti dell'esercizio sono estremamente benefici per la nostra salute fisica e psicologica. Potrebbe essere il trattamento più importante, ma sottovalutato, per prevenire la depressione.

3. Meditazione

La meditazione esiste da migliaia di anni, ma per la maggior parte del tempo è stata praticata principalmente da monaci in ambienti spirituali. Negli ultimi decenni, tuttavia, gli scienziati hanno iniziato a scoprire che la meditazione è uno degli interventi naturali più potenti per l'ansia e la depressione.

Grazie alla tecnologia moderna come gli scanner EEG e MRI, gli scienziati sono stati in grado di effettuare un'analisi approfondita del cervello di persone che meditano da decenni. In uno di questi studi, hanno preso gli uomini della mano destra del Dalai Lama ed hanno esaminato il rapporto della loro attività della corteccia prefrontale.

Le persone che hanno più attivazione sul lato sinistro della loro corteccia prefrontale tendono ad essere più felici, mentre quelle con più attivazione sul lato destro tendono ad essere più cupe e depresse. Se guardi una curva a campana, la maggior parte delle persone cade da qualche parte nel mezzo. Quando hanno guardato i meditatori, erano fuori dal diagramma.

I monaci avevano un rapporto estremamente elevato tra la corteccia prefrontale sinistra e quella destra. Avevano un'estrema suscettibilità alle emozioni positive e un'estrema resilienza di fronte alle emozioni negative.

Non abbiamo bisogno di studiare otto ore al giorno per ottenere i benefici della meditazione come i monaci. Gli studi hanno dimostrato che 15 minuti al giorno possono produrre risultati incredibili con sole otto settimane di pratica. La meditazione funziona.

4. Trova la tua passione

Le persone si adattano molto rapidamente ai piaceri e ai dolori della vita. Se vinciamo molti soldi, ci sentiamo in alto e poi ci abituiamo ad avere molti soldi. Se veniamo licenziati, ci sentiamo bassi e alla fine ci riprendiamo.

Tuttavia, ci sono alcune cose a cui non ci adattiamo: la passione. Scommetto che i migliori attori del mondo continuerebbero a recitare anche se diventassero le persone più ricche della Terra. Scommetto anche che i CEO più ricchi del mondo usano solo il denaro come misura del loro successo, non come mezzo per vivere in modo stravagante.

Devi trovare la tua passione. È una felicità che non si secca mai. Potrebbe essere scrivere, creare, aiutare le persone, migliorare se stessi, fare sport o qualsiasi cosa ti coinvolga e offra la giusta dose di sfida e stimolo.

Per vivere con passione, devi prima trovare la tua passione.

5. Regola la glicemia

La regolazione della glicemia può davvero aiutare a prevenire la depressione?

Potrebbe sorprendervi sapere che ci sono stati numerosi assassini e ladri prosciolti per i loro crimini perché soffrivano di iperglicemia, altrimenti nota come basso livello di zucchero nel sangue. Il corpo e la mente sono profondamente connessi. Se uno va storto, lo fa anche l'altro.

Un calo dello zucchero arriva dopo un alto livello di zucchero. Quindi il modo migliore per evitare un basso livello di zucchero nel sangue è evitare lo zucchero nel sangue alto. Farlo è facile, tutto ciò che devi fare è distribuire i carboidrati durante il giorno (non avere carichi in una sola seduta), mangiare molte fibre (almeno 12 g per ogni 1.000 calorie che consumi) e cercare di assumere proteine ​​e grassi nella dieta in modo che non siano prevalentemente carboidrati.