8 clic eccessivi che i datori di lavoro sono stufi di vedere nei curriculum

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Cercare un nuovo lavoro non è facile e può essere difficile voler dare il meglio in ogni iterazione del curriculum e della lettera di presentazione. Ma ecco il punto: anche se l'economia sta migliorando, i tempi sono ancora duri. Molte persone stanno cercando e questo significa che per ogni apertura di lavoro che vedi, c'è qualche persona delle risorse umane là fuori che viene sommersa da un diluvio di curriculum.

Se vuoi essere sicuro che il tuo curriculum li farà effettivamente premere il pulsante di pausa (in senso figurato) e non il pulsante di eliminazione (letteralmente), devi evitare queste parole e frasi cliché che sembrano impressionanti ma in realtà non lo sono trasmettere molto significato.

"Sono un pensatore creativo"

A meno che non faccia letteralmente parte del tuo titolo professionale (ad es. Direttore creativo), "creativo" è un aggettivo che è diventato così abusato da essere completamente privo di significato per molti reclutatori. Pensa a quale sarebbe il contrario di questa affermazione: "Penso solo dentro la scatola". "Non riesco a trovare niente di nuovo." "Non ho idee mie per contribuire." Letteralmente nessuno lo dirà, quindi significa che affermare l'ovvio è bene, piuttosto ovvio.

Invece di dire che sei creativo, dimostra di essere creativo con una lettera di presentazione ben scritta. Fornisci un esempio specifico di un problema che hai superato, una soluzione che hai escogitato o come sei riuscito a espandere il tuo ruolo attuale.

"Sono orientato ai risultati."

Ancora una volta, chi non vuole esattamente ottenere risultati per il proprio datore di lavoro? (Una persona che non vogliono assumere, ecco chi!) Assumeranno che tu sia orientato ai risultati, quindi mostra loro i risultati effettivi.

I numeri possono aiutare qui: quantificare quante vendite hai realizzato nell'ultimo trimestre, il numero di persone che hai supervisionato come parte del tuo team o la quantità di traffico che la tua campagna pubblicitaria ha portato al tuo cliente.

"Sono un guru / ninja / esperto / ecc."

No, no, no. A meno che "Guru" o "Ninja" non sia il tuo attuale titolo professionale, salta gli eufemismi entusiasti. Sì, se uno dei tuoi riferimenti ti descrive in questo modo, è fantastico, ma se parli di te stesso in questo modo, è un po 'vuoto.

Se sei veramente super bravo in quello che fai, dimostralo elencando i tuoi risultati: sovvenzioni che hai vinto, conferenze a cui hai parlato, linguaggi di programmazione o software che hai imparato e così via. Se stai prendendo a calci in culo, i tuoi risultati te lo trasmetteranno.

"Ho eccellenti capacità di comunicazione orale e scritta."

Un altro caso di qualcosa che dovresti mostrare, non dire. Anche se lo vedrai spesso nelle descrizioni del lavoro, se compare nella tua lettera di presentazione o nel tuo curriculum sembra un riempitivo, perché lo è. Se hai davvero eccellenti capacità di comunicazione, avrai una lettera di presentazione scritta in modo chiaro, adattata in modo appropriato alla posizione e invitante per il lettore. Lo stesso vale per il tuo curriculum.

Elimina questa riga e dedica il tempo extra alla correzione di bozze per assicurarti di non avere errori di ortografia o gaffe grammaticali. (Se hai letto il tuo curriculum così tante volte da non notare nemmeno un errore, chiedi a un amico di provarlo per te.)

"I miei riferimenti sono disponibili su richiesta."

Beh, sì, dovrebbero esserlo! Anche se un potenziale datore di lavoro non ha ancora chiesto le tue referenze (e molti non lo fanno fino a quando non fai una domanda formale), è più che accettabile fargli presumere che ovviamente tu abbia referenze.

Se ti hanno chiesto referenze, nominali e fornisci le loro informazioni di contatto nella parte appropriata del modulo, in un documento separato o sotto la tua lettera di presentazione, se la stai inviando nel corpo di un'e-mail. (In questi casi, dì qualcosa come "In allegato, trova i miei riferimenti" o "Per favore, trova i miei riferimenti elencati di seguito"). Se non l'avessero chiesto? Solo per ora non parlarne. Usa lo spazio extra per dire qualcosa di utile su di te!

"Sono orientato ai dettagli."

Nessuno dirà "Sono un cadetto spaziale totale" o "Non mi preoccupo per le piccole cose". Ma dire che sei orientato ai dettagli è diventato un cliché del tutto privo di significato (non da ultimo perché così tanti reclutatori vedono curriculum pieni di errori di ortografia e lettere di presentazione personalizzate per l'azienda sbagliata da candidati che affermano di essere "dettagliati" orientata"). Ancora una volta, dimostralo assicurandoti che la lettera di presentazione e il curriculum siano privi di errori grammaticali e ortografici di base.

Puoi anche dimostrare la tua attenzione ai dettagli essendo specifico nella tua discussione di ciò che fai: Gestito uno staff di tre stagisti; Ha servito da collegamento tra il gruppo di laboratorio e il capo dipartimento; Ha guidato lo sviluppo di campagne di marketing pay-per-click per i clienti X, Y e Z.

"Doveri:"

Non limitarti a elencare! Il tuo curriculum deve raccontare una storia su di te, non solo ripensare all'annuncio di lavoro per il tuo concerto precedente. Invece di fare un semplice elenco che inizia con "doveri" o "responsabilità includono" (dai, sai che suona come uno snoozefest totale), usa i verbi attivi per comunicare i compiti specifici che hai portato a termine sul lavoro. Ha collaborato con il team interno e fornitori esterni per reperire prodotti, implementato un nuovo sistema per il monitoraggio dei lead, sito web aziendale rinnovato per riflettere la nuova strategia del marchio.

Anche se quello che fai non è molto elettrizzante, l'uso di verbi attivi e specifici può far risaltare il tuo curriculum. (Ad esempio, "Comunicazione con il cliente" rispetto a "Comunicato con i clienti per garantire che gli obiettivi siano stati raggiunti e i problemi siano stati risolti prontamente".)

"Sono appassionato di quello che faccio."

Lo sei? Sebbene oggi molti datori di lavoro desiderino un livello di impegno intenso (che è tutto un altro affare), ci sono dei limiti a quanto si possa essere “appassionati”, diciamo, di un lavoro in un call center. Allo stesso modo, se hai appena iniziato e ti stai candidando per lavori che sono in una vasta gamma di campi, probabilmente non hai una "passione" per ognuno di essi. Se ti piace davvero quello che fai, dovrebbe essere trasmesso non solo dalla tua lettera di presentazione e dal tuo curriculum, ma anche dalla tua presenza sul web (e sì, dovresti presumere che prima di ricevere una richiesta di colloquio, sarai googlato ).