8 suggerimenti per affrontare l'ansia durante la crisi di mezza età

Autore di Tracking Happiness, inseguitore di felicità per tutta la vita e appassionato di tutto ciò che riguarda la salute mentale e il benessere. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ammettiamolo: avere l'ansia fa schifo. È stressante preoccuparsi costantemente di cose che potrebbero o meno accadere in futuro.

E se stai affrontando l'ansia mentre affronti anche una crisi di mezza età? Se ti trovi in ​​una situazione del genere, è molto importante sapere per cosa ti trovi. Affrontare uno di questi due problemi da solo è già abbastanza impegnativo, ma combinali insieme e avrai una tempesta piuttosto seria in arrivo.

Se sei qui e riesci già a vedere le nuvole scure avvicinarsi, allora vorrai sicuramente leggere questi 10 suggerimenti utili su come affrontare meglio la tua ansia durante la crisi di mezza età.

1. Renditi conto che avere una crisi di mezza età è normale

Hai mai sentito parlare della curva a U nella felicità?

Potrebbe effettivamente essere uno dei motivi per cui stai leggendo questo articolo in questo momento. Vedi, la felicità è stata oggetto di numerose ricerche e la curva a U è stata un'osservazione coerente in molti di questi studi.

Penso che il miglior esempio di questa curva a U sia stato osservato nei dati del sondaggio Gallup World Poll. Questa è la più grande indagine mondiale sulla felicità e viene pubblicata ogni anno. In un articolo del 2016, Carol Graham e Julia Ruiz Pozuelo hanno scoperto che la curva a U della felicità può essere osservata in quasi tutti i paesi. [1]

Questa curva a U è davvero semplice da capire. È probabile che la tua felicità raggiunga livelli estremamente bassi durante la tua crisi di mezza età:

Che cosa ha a che fare questa curva a U con la tua ansia o la tua crisi di mezza età?

Bene, è semplice:

Una crisi di mezza età è molto più comune di quanto potresti pensare. Detto questo, passiamo subito al secondo suggerimento.

2. Sappi che non sei l'unico che sta lottando

Siamo tutti i piloti della nostra vita. L'analogia è che stiamo pilotando un aereo pieno di passeggeri (pensa alla tua famiglia, ai tuoi amici e alla tua dolce metà).

Qual è il tuo obiettivo principale come pilota?

Per dare l'impressione ai tuoi passeggeri di avere il pieno controllo e che tutto stia andando liscio ed efficiente.

Il fatto è che siamo tutti piloti dei nostri stessi voli e ogni tanto subiamo delle turbolenze.

Da bravi piloti, ci viene insegnato a non far saltare l'allarme e ad avviare procedure di emergenza ogni volta che incontriamo delle turbolenze. In nessun modo, dobbiamo fornire ai nostri passeggeri un volo piacevole e rilassante. Pensiamo di dover creare l'impressione che tutto sia sotto controllo.

È importante sapere che tutti sono piloti e che tutti cercano di creare l'impressione che tutto sia sotto controllo. In realtà, tuttavia, è un dato di fatto che ogni pilota incapperà in qualche turbolenza durante i suoi voli (la sua vita). Questo è ciò che provoca questa forma a U nella felicità.

Proprio come te, anche gli altri esitano a mostrare al pubblico la loro ansia e le loro preoccupazioni. Sono pronto a scommettere che stai leggendo questo articolo in questo momento, senza aver detto a nessun altro che stai affrontando queste sfide.

Il fatto è che negare la tua crisi di mezza età non fa sparire la tua ansia.

Il mio consiglio è di sapere che non sei solo e che molte persone in tutto il mondo stanno affrontando gli stessi sentimenti di ansia durante una crisi di mezza età. Pertanto, è bene aprire la tua ansia alle persone che ti sono vicine.

3. Non confrontare te stesso con la persona che "dovresti essere"

Questo è estremamente importante. Alcune persone trascorrono tutta la vita cercando di soddisfare le aspettative, che provengano dai loro genitori, dai loro coetanei o dalla società. Fanno il culo ogni giorno e finiscono per sentirsi infelici.

Perché stanno cercando di soddisfare aspettative che non si adattano alle loro passioni o al loro scopo nella vita.

Un mio amico ha studiato medicina da 8 anni ormai. I suoi genitori l'hanno richiesta per studiare medicina e lei è andata avanti senza essere critica nei confronti di questa decisione. A questo punto, sta lentamente diventando consapevole che sta lavorando sodo solo perché è quello che gli altri si aspettano da lei.

Di recente mi ha detto di essere infelice.

Ti trovi su una barca simile? Quindi smetti di confrontarti con la persona che "dovresti essere" e inizia a essere la persona che vuoi essere.

4. Scopri cosa vuoi veramente nella vita

Cosa vuoi dalla vita?

Questa domanda è molto comune, ma ti fa pensare a ciò che desideri veramente. Le risposte sono generalmente una variazione o una combinazione delle seguenti:

  • Successo
  • Sentirsi amati
  • Avere un impatto positivo
  • Fortuna

Se stai leggendo questo, probabilmente stai pensando:

"Voglio tutto quello che hai appena detto!"

Ha senso, vero? Chi non vuole sentirsi amato o avere successo?

Voglio sfidarti a pensare oltre.

Perché vuoi che tutte queste cose finiscano nella vita? Sono pronto a scommettere che troverai una risposta del tipo: "Voglio solo essere felice".

Vedete, questi obiettivi nella nostra vita esistono solo perché abbiamo motivo di credere che saremo felici quando li raggiungeremo effettivamente.

Tuttavia, ciò che molte persone non capiscono è che dovresti già essere felice quando insegui questi obiettivi!

Seguo la mia felicità da oltre 5 anni ormai. Prima di iniziare a monitorare la mia felicità, volevo, tra gli altri, diventare ricco e finanziariamente libero. Perché? Perché stavo facendo un lavoro che odiavo assolutamente.

Negli ultimi 5 anni, la mia felicità si è spostata un po '(questo è un eufemismo).

In tutto questo tempo, mi sono costantemente imposto di pensare a queste domande:

Cosa voglio dalla vita? Cosa mi rende felice?

Ho imparato che non è tanto il fatto che volessi essere ricco. Volevo solo non dover svolgere un lavoro che non mi piaceva. Invece di concentrarmi su un vago sogno irrealizzabile (lasciare il mio orribile lavoro con abbastanza soldi in banca), mi sono concentrato subito a guidare attivamente la mia vita nella direzione migliore.

Ho indirizzato la mia carriera in una direzione diversa, nonostante la retribuzione più bassa. Mi sono concentrato sull'essere felice adesso, invece di pianificare solo la mia felicità futura.

Quello che sto cercando di dire è che è davvero il viaggio che conta molto più della destinazione. Puoi passare tutta la vita a lavorare per qualcosa che pensi di volere (essere ricco, avere successo o avere una grande carriera), mentre dovresti davvero concentrarti sull'essere felice ora!

La vita è troppo breve per concentrarsi solo sul raggiungimento della felicità. Devi iniziare ad amare quello che fai ADESSO. Non continuare a rimandare la tua felicità.

5 Esci dalla tua zona di comfort

Di solito è quando ci troviamo in una situazione difficile, senza essere in grado di ricadere nella tua solita vita, che scopriamo veramente chi siamo e cosa vogliamo.

È davvero semplice se ci pensi. Sai solo chi sei, di cosa sei capace e di che pasta sei fatto quando sei testato.

Molti di noi (me compreso) hanno speso la nostra carriera seguendo il flusso. Non mettiamo in discussione le scelte che facciamo o quelle che vengono fatte per noi. Semplicemente annuiamo e ci muoviamo nella direzione che i nostri manager, colleghi e amici vogliono che andiamo.

Di conseguenza, quasi tutti raggiungeranno una fase durante la quale scoprirai che ciò che hai fatto non è qualcosa che desideri continuare.

Il mio consiglio? Fai un passo fuori dalla tua zona di comfort e prova qualcosa che non hai mai fatto prima:

  • Imposta un obiettivo diverso. Invece di concentrarti sulla tua carriera, dedica del tempo a un nuovo hobby.
  • Fai un'escursione di più giorni da solo.
  • Se non l'hai già fatto, apri la tua ansia con amici o familiari.

È importante provare qualcosa che non hai mai fatto prima. Non deve essere qualcosa di drastico. Puoi trovare ciò che ti manca solo se provi qualcosa di nuovo. Questo articolo può anche aiutarti:

Questo condivide molti punti in comune con il suggerimento 3. Dobbiamo liberarci da chi "supponiamo" di essere.

6. Sii grato per ciò che hai già

Pensa a ciò che hai già realizzato, piuttosto che alle cose che vuoi ancora fare.

È importante rendersi conto di quali grandi cose hai già in corso nella tua vita. Pensa ai tuoi successi, alle persone con cui vivi, alle vite su cui hai un'influenza positiva. Sono tutte cose straordinarie per le quali dovresti sentirti grato.

La razza umana è difficile da accontentare. Cerchiamo sempre di più, senza apprezzare già quello che abbiamo. Questa "avidità" può impedirci di essere felici.

Il mio consiglio è di concentrarti sulle cose buone che stai facendo quando sei ansioso per la tua crisi di mezza età. Ricorda che un pessimista vede gli aspetti negativi o la difficoltà in ogni opportunità, mentre un ottimista vede l'opportunità in ogni difficoltà.

Devi cercare di affrontare questo momento impegnativo da un punto di vista positivo. Concentrati su ciò che hai già invece di ciò che ti manca al momento e parti da lì.

Ecco alcune ispirazioni per cui essere grato ogni giorno:

7. Tieni un diario del tuo viaggio

Se hai ancora l'opinione che l'inserimento nel diario sia per le bambine, dovresti svegliarti.

Scrivo nel diario da oltre 5 anni e la quantità di conoscenza che ho acquisito durante questo periodo non ha prezzo. Tenere un diario di ciò che mi sta mangiando mi ha dato molta più consapevolezza di sé, al punto in cui sono stato più in grado di navigare attraverso i tempi difficili. È successo più spesso di quanto possa ricordare.

L'inserimento nel journal è una delle cose più sottovalutate che puoi fare per conoscerti meglio. Quindi, quando hai finito di leggere questo articolo, ti consiglio davvero di scrivere con cosa hai a che fare.

  • Cosa ti preoccupa?
  • Di cosa non sei soddisfatto?
  • Cosa vuoi dalla vita?
  • Come vuoi arrivarci?

Queste sono tutte domande critiche a cui puoi rispondere nel tuo diario.

Ogni volta che ti senti di nuovo ansioso, puoi aprire il tuo diario e aggiungere anche i tuoi ultimi pensieri. Oppure puoi rileggere i tuoi vecchi pensieri per capire meglio cosa sta causando la tua ansia.

Iniziare con l'inserimento nel diario non è difficile. Presto scoprirai che molte persone diverse trovano valore e scopo inserendo nel diario. [2]

8. Consulta un terapista

Questo potrebbe non essere il suggerimento che speri di vedere qui, ma è semplicissimo:

La terapia può aiutarti ad affrontare la tua ansia durante una crisi di mezza età.

Non dovresti sentirti troppo orgoglioso per andare da un terapista. Lo stigma negativo di vedere un terapista non dovrebbe impedirti di trovare l'aiuto di cui hai bisogno.

Pensaci: non c'è tabù nel vedere un dottore quando hai dolori fisici, giusto? Allora non dovresti assolutamente essere ansioso di andare in terapia per qualcosa con cui stai lottando emotivamente.

Reprimere i tuoi sentimenti è l'ultima cosa che vuoi fare in questo momento.

Se trovi un terapista con cui puoi condividere apertamente i tuoi problemi e uno che ti capisce, allora fallo.

Considerazioni finali

La cosa più importante da ricordare quando si ha a che fare con l'ansia durante la crisi di mezza età è sapere che non sei solo. I sentimenti negativi che provi sono normali e anche molte altre persone li stanno vivendo. Per affrontare meglio questi sentimenti, voglio che tu:

  • Smettila di confrontarti con ciò che dovresti essere.
  • Scopri cosa vuoi veramente dalla vita.
  • Esci per un po 'dalla tua zona di comfort e prova qualcosa di diverso. Ad esempio, fai un viaggio di più giorni da solo o esponi la tua ansia alla tua famiglia o ai tuoi amici.
  • Affronta la tua ansia concentrandoti sulle cose positive che hai già intorno a te. Non limitarti a guardare il lato negativo della tua situazione.
  • Tieni un diario e scrivi i tuoi pensieri. Scopri cosa vuoi dalla vita e scrivi come vuoi arrivarci. Puoi quindi tornare al tuo diario in seguito quando sei di nuovo ansioso. Non reprimere le tue emozioni.
  • Quando continui ad essere ansioso per la tua crisi di mezza età, considera di parlare con un terapista.