8 cose che nessuno dovrebbe trascurare quando si ha successo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

L'eccellenza è qualcosa che ci viene insegnato a perseguire al massimo. Molte piattaforme multimediali hanno classificato i livelli di successo per la società moderna, ad es. Forbes 30 under 30, la persona più potente / influente del tempo, l'uomo più ricco in (inserire industria). E sebbene queste siano tutte ragioni importanti e degne per perseguire il successo, è molto facile lasciarsi coinvolgere dall'obiettivo finale e trascurare le cose che contano di più.

La filosofia new age è quella di essere ossessionati e pazzi per avere successo. Oggi il successo si misura più dal guadagno finanziario che da qualsiasi altra cosa. Molti CEO di aziende Fortune 500 sono autoproclamati maniaci del lavoro e YAHOO! L'amministratore delegato Marissa Mayer afferma di lavorare più di 90 ore a settimana con 3-4 ore di sonno. Il successo di Mayer come ingegnere donna è notevole e vale la pena aspirare. Di seguito sono elencate otto cose che non dovremmo mai trascurare quando lo facciamo.

1. La tua salute

Questo non può essere abbastanza sopravvalutato. Dice un famoso proverbio: "trascorriamo la prima metà della nostra vita usando la nostra salute per acquisire ricchezza e l'ultima metà usando la nostra ricchezza per mantenere la salute".

Sia che tu voglia essere sulla copertina della rivista Times o gestire la tua attività di successo, devi essere in grado di farlo. Trascurare la tua salute mentre sei alla ricerca del successo o della prossima promozione sul lavoro è solo dannoso per la tua vita. Adottare uno stile di vita in cui si lavora per 2-3 ore di sonno, si mangia da asporto e si beve bevande energetiche è un percorso di medio ritmo per ictus, attacchi di cuore e futuri problemi di salute.

Organizzare la nostra vita e cercare di trovare modi migliori per curare il nostro corpo dovrebbe essere una priorità per tutti.

2. Le tue origini

Troppo spesso le persone tendono a dimenticare da dove vengono alla ricerca di dove stanno andando. Non importa quanto tu voglia dimenticare la tua infanzia o le esperienze / i fallimenti passati e gli errori, capire da dove vieni e come questo ha contribuito direttamente o indirettamente alla persona che sei diventato oggi è fondamentale.

I fallimenti passati, gli errori e il cattivo giudizio non sono cose di cui vergognarsi né eccessivamente rimpianti. Se puoi prenderti il ​​tempo e capire le lezioni che la vita ti sta insegnando, la percezione cambia e porta luce agli eventi che si verificano. Non tutte le cose cattive percepite sono effettivamente cattive; possono portarci fuori dalla nostra zona di comfort, ma sono anche una benedizione sotto mentite spoglie. Pensa a dove sei oggi e prova a immaginare dove saresti se non fosse per le difficoltà che ti hanno reso più forte.

3. La tua autostima

Dicono che non c'è mai stata una generazione più egocentrica e vanitosa come Gen-Y e parole come selfie sono diventate una delle più usate nella lingua inglese. Forse siamo più egoisti delle persone prima di noi, ma apprezziamo davvero chi siamo?

È molto comune idolatrare qualcuno di successo e aspirare a essere come loro. I media puntano a ricordarci ogni giorno a chi dovremmo aspirare a somigliare di più, ma il problema nel mettere qualcuno su un piedistallo è che automaticamente ci compromettiamo. Sminuiamo le nostre capacità e ci chiediamo se potremo mai essere bravi come la prossima persona. Forse è il miglior venditore nel tuo ufficio o Oprah Winfrey, ma troppo spesso in mezzo ai grandi tendiamo a trattenerci per paura di essere derisi, fallimento pubblico o per mancanza di fiducia nella nostra capacità di svolgere determinati compiti.

È normale sentirsi inferiori tra le persone più qualificate, più intelligenti o anche più belle. Ma la vita richiede una cosa da te: cercare sempre il meglio con qualunque carta ti sia stata data. Non sei stato chiamato qui sulla terra per mettere le persone su piedistalli, non più di quanto sei stato chiamato a sminuire gli altri. Ricorda cosa ti rende quello che sei.

4. Il tuo aspetto

Questo non è solo aspetto fisico (ma aiuta anche). Riguarda più il tipo di persona che ritiri di essere. Che percezione hanno le persone di te? Non predico mai che si piaccia alle persone perché sappiamo tutti che non puoi accontentare tutte le persone tutto il tempo. Ora, naturalmente, alcune persone semplicemente odieranno. Questa è la loro missione nella vita personale ed è quello che sono. Le possibilità di essere colpiti da un'illuminazione due volte sono più alte delle possibilità che cambino, e va bene così.

Abbiamo tutti un lavoro da fare. La morale non è piacere ma essere piacevoli. A volte, le persone con un rendimento elevato e le persone intelligenti tendono ad avere un minimo di pazienza quando si tratta di altre persone perché le percepiscono come lente e pigre.

Puoi rientrare in una delle due categorie. Sei la persona a cui nessuno viene in cerca di aiuto perché ha paura che tu li indichi come idioti, o sei il tipo di persona di cui nessuno si fida con compiti perché dai sempre risultati mediocri e produci un lavoro mediocre?

A volte, la percezione che le persone hanno di te è sbagliata, ma dove c'è fumo potrebbe esserci fuoco. Cerca di non essere una persona di drammi e scandali. Sii gentile con le persone, anche con quelle con cui non sei sempre d'accordo. Questo è ciò di cui sono fatti i veri atti di classe. Più sei gentile, più le persone e le situazioni diventano piacevoli.

5. La tua sicurezza in te stesso

Autostima, come definita da Merriam Webster: grande fiducia in se stessi o nelle proprie capacità. Spesso confuso con questa parola.

Esiste questo malinteso secondo cui le persone sicure di sé sono persone che fanno miracoli e possiedono abilità innate oltre la comprensione umana. In realtà, la fiducia deriva dalla fiducia nelle proprie capacità, indipendentemente da chi nella stanza è più qualificato. Alcuni dei leader più memorabili del mondo non erano affatto eccezionali. Sono appena riusciti a mantenere un senso di serenità nel mezzo della crisi e portare le persone nella terra promessa, leader come Nelson Mandela, Winston Churchill, Mahatma Gandhi, Nehemiah, Joshua e Martin Luther King per citarne alcuni.

6. I tuoi valori

Queste sono le cose in cui credi e ti hanno reso quello che sei. Ti sei mai chiesto il fatto che un uomo ruberà perché gli manca e che un altro perseguirà una vita onesta nonostante si trovi in ​​circostanze simili? Sono i nostri valori fondamentali che ci modellano. Pensi che qualcuno che sta sveglio tutta la notte per lavoro sia impegnato o potrebbe usare una migliore gestione del tempo?

Le opinioni che ci formiamo sugli altri e le decisioni che prendiamo sono dovute ai nostri valori. Non scendere a compromessi o tradire le tue convinzioni per andare avanti. Il successo non dipende tanto dalla quantità di ricchezza che puoi accumulare, ma piuttosto dal diventare una persona di carattere nonostante i tuoi risultati e la ricchezza materiale. La crescita e lo sviluppo sono una parte essenziale della vita, ma quel processo è significativo solo quanto le fondamenta su cui sono costruiti.