8 modi per smettere di lavorare per lunghe ore

Lou Macabasco aspira a diffondere una motivazione positiva. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Lavorare per lunghe ore può essere inevitabile quando si lavora in una struttura aziendale, soprattutto per le persone nelle operazioni e i professionisti, come contabili, avvocati, ingegneri e quelli della finanza. Ci sono scadenze costanti e un carico di lavoro infinito da superare.

In qualità di contabile professionista, spesso mi trovo a lavorare molte ore solo per completare i rapporti finanziari e le dichiarazioni dei redditi in modo che i miei clienti possano inviarle prima della scadenza. Ci saranno giorni in cui sarò il primo a entrare in ufficio e l'ultimo a uscire. Ciò è stato particolarmente vero durante i primi mesi di costituzione della mia società di revisione contabile.

All'inizio non avevo personale, quindi ho fatto tutto da solo: dal rispondere alle richieste, incontrare i clienti, chiudere gli impegni, raccogliere e smistare i documenti, la contabilità e la preparazione delle tasse, alla presentazione e al pagamento delle tasse ritorno in banca e negli uffici governativi. Con l'aumentare del numero di clienti, anche il carico di lavoro è aumentato proporzionalmente, il che mi ha portato a lavorare più ore.

Lavorare per lunghe ore alla fine mi ha reso esausto e stressato. Il pensiero di smettere è entrato nella mia mente. L'azienda ha iniziato a sembrare un peso invece che una benedizione. Tale emozione negativa è stata innescata dallo stress e dall'esaurimento.

Per aiutarmi a far fronte alla situazione ho parlato con mio marito per chiedergli consiglio e ho anche iniziato a leggere libri sulla gestione: tempo e lavoro. Da entrambe queste fonti ho imparato come interrompere (o almeno ridurre al minimo) le lunghe ore lavorative, senza sacrificare la produttività, la qualità del lavoro e, ovviamente, il reddito.

In questo articolo, condividerò con te 8 modi per aiutarti a ridurre o smettere di lavorare per lunghe ore.

1. Inizia con la fine in mente

Mio marito mi ha ricordato un importante principio che ho imparato dal libro, 7 abitudini di persone altamente efficaci. Cioè: inizia con la fine in mente. Questo principio significa semplicemente che prima di iniziare qualsiasi cosa, dovresti già pensare alla fine, come il risultato o l'output futuro. Assegna il tuo tempo e allinea le tue azioni a tal fine.

2. Identifica il valore aggiunto rispetto a quello non aggiunto

Ora che hai in mente la fine, il passaggio successivo è identificare le attività che aggiungono valore - attività di grande valore per il risultato finale - e attività che non aggiungono valore - attività che valgono meno per il risultato finale. Per aiutarti a farlo, elenca tutte le attività che svolgi, quindi classifica ciascuna attività come aggiunta di valore e non aggiunta di valore. Il tuo obiettivo è fare di più di quelle attività che aggiungono valore eliminando le attività che non aggiungono valore.

3. Dai la priorità

Dopo aver identificato le attività che aggiungono valore, è necessario impostare le priorità per determinare quale attività deve essere eseguita per prima e quale sarà l'ultima. Quando imposti le priorità, i tuoi criteri possono essere basati su valore, importanza, tempo e urgenza.