8 modi per superare la spesa impulsiva

Consulente di strategia di marketing Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Nel 2007, con la recessione economica incombente, il presidente George W. Bush ha offerto consigli discutibili ai suoi concittadini americani: "Andate a fare di più".

Ci sono molti comportamenti in cui tutti dovremmo impegnarci più spesso: fare esercizio, fare volontariato, mostrare gentilezza, ma fare clic su "Acquista ora" non è tra questi.

Eppure molti di noi seguono il consiglio "vai a fare di più" fin troppo prontamente. Acquistiamo in modo ricreativo, abituale, impulsivo e, in molti casi, incontrollabile. In effetti, dal 6 al 7% degli americani si qualifica come "acquirenti compulsivi", secondo una revisione di 20 anni di studi pubblicati sull'American Journal on Addictions.

"Quando facciamo acquisti impulsivi, potremmo sentire un temporaneo sballo, ma ci sono gravi conseguenze a lungo termine", afferma Koorosh Ostowari, autore di The Money Anxiety Cure.

I pericoli finanziari della spesa impulsiva sono evidenti: debito considerevole, un fondo universitario vuoto, un conto pensione saccheggiato, forse la perdita della casa, dei beni o delle vacanze da sogno. Come dimostrato dai vincitori della lotteria e dalle celebrità allo stesso modo, quanti soldi guadagni non garantisce la libertà finanziaria, ma dipende tutto da ciò che spendi.

Ma l'acquisto d'impulso mette in pericolo più del tuo conto bancario. Anche se sei benestante, le spese irragionevoli ingombrano la tua casa e la tua mente mentre ti costano energia e tempo.

Spendere d'impulso può far star bene temporaneamente, ma spesso innesca stress e ansia residui, che possono persino portare a una spesa maggiore. "Gli acquirenti impulsivi a volte cadono in un circolo vizioso di acquisto, si sentono male e poi acquistano di più per sentirsi meglio", afferma Koorosh.

Sei pronto a smettere di fare acquisti frettolosi e insensati? Il primo passo è capire perché lo stai facendo.

Hai mai acquistato un maglione nero da $ 200 nonostante a) non avessi $ 200 da spendere, b) possedessi già tre maglioni più neri o c) non avessi spazio nel tuo armadio?

Koorosh indica quattro possibili ragioni per cui hai detto: "Lo prendo!"

  1. Per riempire un vuoto emotivo. "Alcune persone usano lo shopping per contrastare un senso di vuoto, paura, senso di colpa, stress o noia", afferma Koorosh.
  2. Perché hai l'abitudine. Forse hai un'affinità per i maglioni neri e li acquisti con il pilota automatico. "A volte non siamo presenti durante un acquisto e non ci pensiamo."
  3. Per rafforzare la tua immagine di te stesso o il tuo status sociale. Un acquisto alla moda qua e là va bene, ma acquistare inconsciamente i nuovi modelli di ogni stagione per il bene dello status sociale può sembrare un obbligo implacabile.
  4. Per concludere un "affare" e dimostrare quanto sei esperto di affari. Ovviamente, dov'è il "valore" se non hai bisogno o non puoi permetterti il ​​maglione?

Che tu faccia acquisti da Costco o da Tiffany, le strategie per porre fine alla spesa impulsiva sono le stesse:

1. Sfoglia il tuo negozio preferito, senza acquistare

Nota quali pensieri ed emozioni affiorano mentre esplori gli scaffali. Hai quella sensazione di "volere, desiderare, afferrare"? Quindi nota come ti senti dopo essere uscito dal negozio a mani vuote.

"Dire di no è una sensazione che dà potere", afferma Koorosh. "Pensi, 'Oh mio Dio, mi sono beccato', e ricordi quella sensazione la prossima volta che fai shopping."

2. Esamina le cose in casa tua

Dai un'occhiata a cassetti, armadi e armadi. Sono pieni di oggetti che non usi mai? Cosa ti ha spinto a comprare quegli articoli e come ti sei sentito quando li hai portati a casa? Gli acquisti hanno soddisfatto le tue esigenze?

Come ti sentirai a possedere ancora più gadget, orecchini o saliera e pepiera vintage?

3. Non fare acquisti se non ti senti centrato e rilassato

Andare nei negozi quando sei triste, arrabbiato o stressato è come entrare in una panetteria quando sei affamato: un biglietto per l'eccessiva indulgenza e il rimorso.

Cerca altri modi per nutrire i tuoi bisogni emotivi. Quando ti senti triste, chiama un amico. Quando ti senti annoiato, inizia un nuovo libro. Quando ti senti arrabbiato, fai una passeggiata veloce.

4. Metti in pausa prima di ogni acquisto e fai il check-in con te stesso

Chiedi: ne ho davvero bisogno o lo voglio solo? Me lo posso permettere? Quante ore dovrò lavorare per coprire questo acquisto? Come mi sentirò se lo porto a casa? La mia casa ha spazio per questo?

Siamo costantemente sotto pressione, dai social media, dagli inserzionisti e persino dai nostri amici, per acquistare senza pensarci, quindi è fondamentale fare un passo indietro e riflettere. "A meno che non ci esercitiamo a costruire quel muscolo dell'indagine", dice Koorosh, "rimane debole. Anche solo fare una piccola pausa può fare un'enorme differenza. "

Per acquisti importanti, fai una pausa più lunga prima di impegnarti, almeno per alcune settimane. Quindi controlla se acquistare quel kayak, TV o minivan sembra ancora una buona idea.

5. Acquista con una lista e non comprare nulla che non sia presente

Se hai davvero bisogno di nuove scarpe da ginnastica, va bene, vai al negozio e comprane un paio. Ma non entrare in un negozio o andare online senza un'agenda che supera la tua adunata (vedi n. 4).

6. Per due settimane, acquista solo generi alimentari e generi di prima necessità

"È come fare una pulizia, come vedere come ci si sente ad eliminare le ciambelle dalla propria dieta", dice Koorosh. "Esplorare e vedere cosa succede".

Questa pratica è più un impegno, ma ti dimostrerà che puoi vivere senza quel Frappuccino pomeridiano o un nuovo cosmetico. In seguito, questo può aiutarti a sentirti più soddisfatto degli acquisti futuri.

7. Rendi la gratitudine una pratica quotidiana

Ogni giorno, elenca tre cose che apprezzi molto, che si tratti del pianoforte di tua figlia, della tua pratica quotidiana di yoga o del colibrì fuori dalla finestra. "Quando ricordi quello per cui sei grato, hai bisogno di meno cose per sentirti felice e soddisfatto", dice Koorosh. "Praticare la gratitudine apre percorsi neurologici, portandoci dalla modalità di sopravvivenza lotta o fuga a sentimenti di amore e soddisfazione."

8. Tieni traccia delle tue spese

Dedicare qualche minuto al giorno per monitorare e pensare a dove stanno andando i tuoi soldi è un'abitudine potente e illuminante. In un recente sondaggio condotto da Tiller Money, il 79% delle persone ha affermato che tenere traccia delle proprie spese con un semplice foglio di calcolo ha portato a una spesa meno impulsiva.

Se trovi una qualsiasi di queste strategie troppo difficile da implementare e pensi di avere una seria dipendenza dallo shopping, valuta la possibilità di chiedere aiuto a un terapista esperto o di iscriverti a Debitori anonimi.

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Sharen Ross

Consulente in strategia di marketing

Tendenze in Brain

Altro di questo autore

Sharen Ross

Consulente in strategia di marketing

Tendenze in Brain

Leggi avanti

Che cos'è il pensiero creativo e perché è importante?
In che modo il pensiero sistemico ti rende una persona più intelligente
15 alimenti per la mente che aumenteranno la tua potenza cerebrale
Che cos'è la creatività? Ne abbiamo tutti e ne abbiamo bisogno

Pubblicato il 23 novembre 2020

Come sviluppare un pensiero quadro generale e pensare in modo più chiaro

Fondatore di SocialNerd, Data Scientist presso startup tecnologiche e ballerino qualificato. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

I tuoi vicini di sotto stanno suonando musica ad alto volume. Ancora. Come fanno a non stancarsi di festeggiare? E perché scelgono canzoni con un ritmo così pesante che il vetro del tuo armadio vibra ogni due secondi? Cosa puoi fare per ottenere un po 'di pace che meriti? Cosa dovresti?

La mente umana tende a girare in tondo ogni volta che si trova di fronte a un problema senza una chiara soluzione. Diventa facile dimenticare il quadro generale e perdersi nella rabbia e nell'autocommiserazione, sprecando il nostro tempo prezioso, energia ed entusiasmo.

Non sarebbe bello se ci ricordassimo sempre di mettere le cose in prospettiva?

Non sarebbe più efficiente affrontare tutti i tipi di problemi, dai piccoli fastidi alle emergenze che cambiano la vita, con un comportamento calmo, una concentrazione acuta e una determinazione senza paura per intraprendere prontamente l'azione più efficiente possibile?

Ahimè, gli umani non sono così. Troppo spesso lasciamo che l'ansia o l'avidità abbiano la meglio su di noi e prendiamo una decisione affrettata o miope di cui presto ci pentiamo. Altre volte, trascorriamo settimane o mesi in un vicolo cieco, rimodellando gli stessi identici argomenti, incapaci di accettare il compromesso richiesto per andare avanti con nessuna delle opzioni disponibili.

I buddisti parlano di perdersi nel "piccolo sé". In questo stato d'animo, dimentichiamo letteralmente il quadro generale e ci concentriamo su quello piccolo. Cominciamo a prendere troppo sul personale i nostri problemi quotidiani e, paradossalmente, diventiamo meno capaci di risolverli in modo efficiente. E questo è l'opposto del pensiero quadro generale.

Consentitemi di condividere con voi una storia relativa al pensiero quadro generale ...

Nel 1812, l'esercito francese di Napoleone Bonaparte invase la Russia. [1] Dopo una decisiva battaglia di Borodino, la cattura di Mosca e quindi la vittoria di Napoleone nella guerra sembrava inevitabile.

Inaspettatamente, il comandante in capo russo Mikhail Kutuzov ha preso la decisione molto controversa di ritirarsi e consentire ai francesi di catturare Mosca. Gran parte della popolazione era stata evacuata portando con sé rifornimenti. La città stessa è stata incendiata e gran parte di essa è stata bruciata nel terreno.

Dopo aver atteso invano che la Russia capitolasse, Napoleone dovette ritirarsi nel mezzo di un inverno gelido. Ha vinto la battaglia ma ha perso la guerra. La campagna si concluse con un disastro e la quasi distruzione dell'esercito francese.

Cosa possiamo imparare da questa lezione storica?

1. Concentrati sulle conseguenze

Napoleone si è concentrato sulla parte importante: catturare Mosca. Nessuno potrebbe accusarlo di pensare in piccolo. Tuttavia ha trascurato che l'esercito russo poteva ancora combattere anche dopo aver rinunciato alla città più importante del paese.

Quindi Mosca non era un obiettivo importante, dopotutto?

L'esperto di successo Brian Tracy ha una cartina di tornasole: le cose sono importanti nella misura in cui hanno conseguenze importanti. Le cose non sono importanti nella misura in cui non hanno conseguenze importanti. [2]

Di fronte a una scelta, chiediti, quali sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione?

  • Vuoi passare un'ora a studiare o guardare la nuova serie su Netflix? Quali sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione? Netflix a volte può essere una scelta migliore, ma aiuta a mettere le cose in prospettiva.
  • Vuoi mantenere il tuo appartamento da solo o pagare un servizio di pulizia? Sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione?
  • Vuoi incontrarti per un caffè con questo tuo conoscente o recuperare il ritardo sul tuo lavoro? Quali sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione?

La scelta può essere diversa per persone diverse. Un aspirante regista potrebbe avere una ragione legittima per scegliere Netflix. Personalmente, pulire il proprio appartamento può essere rilassante e nutriente, anche se l'economia di assumere un addetto alle pulizie sembra convincente perché si guadagna una tariffa oraria elevata.

Qui è dove avrai bisogno di un'idea di base di chi sei: quali sono i tuoi obiettivi, valori e aspirazioni.

2. Capovolgi la sconfitta in vittoria

Kutuzov è riuscito a trasformare la sconfitta della Russia in una vittoria storica riformulando il problema in un contesto più ampio: perdere Mosca non significa necessariamente perdere la guerra.

Nonostante il significato simbolico attribuito al Cremlino, alle chiese, ai tesori inestimabili che erano stati conservati in città per secoli, il risultato della campagna fu determinato in ultima analisi dalla forza degli eserciti rimasti.

Se riesci ad adottare questa prospettiva orientata al risultato, molte delle tue sconfitte personali potrebbero anche trasformarsi in vittorie. Pochi eventi in una vita umana sono assolutamente buoni o assolutamente cattivi e di solito ci vogliono molti anni per riconoscere in retrospettiva, quale ruolo ha avuto un incontro particolare nella tua storia.

Pertanto abbiamo tutte le ragioni per cercare il bene nelle cose che ci accadono.

Questo è un atteggiamento molto pratico, lontano dal "pensiero positivo" senza fondamento. Dopotutto, se ti è successo qualcosa di sfortunato e trovi dei lati positivi in ​​questa circostanza, sarai in una posizione migliore per approfittare di quei lati positivi.

Supponiamo che i tuoi vicini rumorosi stiano compromettendo la tua produttività. E se fosse una benedizione sotto mentite spoglie? Come puoi trasformare questa sconfitta in una vittoria?

  • Forse prendi troppo sul serio la vita e potresti imparare a divertirti di più. Unisciti ai tuoi vicini o esci a fare una passeggiata invece di lavorare;
  • Forse volevi solo essere produttivo mentre invece procrastinavi sui social media. Ora che la tua procrastinazione è stata interrotta, fermati e riconosci questo ostacolo molto più grande alla tua produttività;
  • Forse sei troppo sensibile alle interferenze. Cogli l'occasione per esercitarti ignorando il rumore e facendo del tuo meglio comunque;
  • Forse hai una mentalità da vittima e la sensazione di ingiustizia ti prosciuga più di qualsiasi fastidio reale che i tuoi vicini potrebbero aver causato. Prova ad accettare questa interruzione della tua produttività come accetteresti il ​​maltempo.

Abituati a trovare opportunità nei tuoi problemi. Questa è la quintessenza del quadro generale.

3. Chiedi consiglio

Sia Napoleone che Kutuzov avevano consiglieri fidati con cui discutere i loro affari. In generale, avere una prospettiva diversa, o più, può solo aiutare a informare la tua comprensione e portare a decisioni migliori. Assicurati solo che le persone che ti danno consigli siano competenti nella particolare area in cui è necessaria esperienza.

Anche pagare per una consulenza può essere un saggio investimento. Avvocati, commercialisti fiscali e medici passano anni a imparare come aiutare persone come te a vivere una vita più soddisfacente e di successo.

Una rapida consulenza legale può farti risparmiare una fortuna o addirittura tenerti lontano da grossi guai. Un controllo medico può scoprire potenziali problemi e aiutarti a mantenerti sano e attivo per gli anni a venire.

Anche i dilemmi grandi e complessi sul tuo lavoro o nella tua relazione sentimentale possono essere affrontati in modo più efficace collaborando con un coach o un terapista o, ovviamente, con l'aiuto di un saggio amico.

4. Attenzione ai consigli di parte

Molte decisioni imperfette si verificano in risposta a un consiglio imperfetto su cui scegli di agire. Questo consiglio viene spesso da una parte di parte.

Ad esempio, siamo spesso incoraggiati ad acquistare qualcosa di cui presumibilmente abbiamo bisogno:

  • Proteggi la tua pelle dai dannosi raggi UV utilizzando una lozione speciale.
  • Rafforza la tua salute assumendo multivitaminici.
  • Connettiti con i tuoi amici inviando loro regali elaborati.
  • Illumina il tuo fine settimana consumando una deliziosa pasticceria.
  • Diventa più produttivo acquistando un computer più veloce.

Tuttavia, la maggior parte degli acquisti non è necessaria.