9 modi pratici per raggiungere l'equilibrio tra lavoro e vita familiare in un mondo frenetico

Educatore, autore, Guru del cambiamento di carriera e dell'equilibrio tra lavoro e vita privata Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Quando lavoravo negli alloggi universitari, mi trovavo in una posizione che mi metteva così a disagio, dovevo fare delle scelte importanti. Potrei continuare a fare le cose come voleva il mio supervisore, oppure potrei cercare un altro lavoro. A favore di un maggiore equilibrio, ho scelto quest'ultimo.

Questa è stata una grande scelta per me. Fondamentalmente stavo abbandonando un lavoro (piuttosto) stabile che mi rendeva infelice per l'ignoto.

E sai cosa? Concentrarsi sull'equilibrio era la cosa giusta da fare.

È stato anche l'impulso che mi ha portato a finire FINALMENTE il mio libro, Making 'Work' Work for You. Avevo assolutamente bisogno di prendere in considerazione il mio equilibrio tra lavoro e vita privata e apportare alcuni cambiamenti drastici. L'ho fatto. E ho scoperto che questo messaggio sta risuonando nel mondo dell'istruzione superiore e in molti altri campi.

Volevo condividere alcuni dei suggerimenti e degli hack che ho sviluppato e imparato nel corso degli anni. Queste sono le strategie che ho utilizzato per rendere la giornata lavorativa più appetibile e migliorare il mio atteggiamento nei confronti dell'equilibrio.

1. Sii intenzionale su come pianifichi il tuo tempo

Potresti avere uno di quei lavori in cui potresti facilmente essere in riunione per un'intera giornata, lasciando pochissimo tempo per portare a termine il tuo lavoro. Riunioni del personale, riunioni dell'alta dirigenza, riunioni del comitato, riunioni di supervisione (chiamate anche uno contro uno), riunioni disciplinari ... questo elenco potrebbe continuare all'infinito. Dov'è l'equilibrio?

Durante i miei anni come Manager e Senior Manager, partecipavo sempre a riunioni e sentivo troppa pressione per rimanere fino a tardi, lavorare nei fine settimana o Dio non voglia che tu provi a svolgere più compiti in quelle riunioni! Sono fortunato nella mia posizione attuale di non avere questo problema, ma penso che una persona possa essere molto più intenzionale riguardo al tempo programmato durante la giornata lavorativa.

In primo luogo, conosci il detto: "se non controlli il tuo calendario, ti controllerà". Quindi controllalo (ho un ottimo pianificatore per quello!). Hai bisogno di tempo per lavorare? Pianificalo. Chiamalo proprio così: TEMPO DI LAVORO.

Al momento tengo i blocchi di tempo come orario di lavoro e nella sezione "posizione" di Outlook, annoto ciò che voglio ottenere durante quel periodo di tempo:

  • lavora sulla borsa di studio per le scienze
  • ripulisci la casella di posta
  • modifiche al sito web
  • scrivania pulita

E cerco di farlo almeno una settimana intera prima in modo da non essere sovraccarico di riunioni prima di risparmiare tempo per me.

Tuttavia, non riempire l'intero calendario per non finire nei guai per non essere disponibile. Guardo prima le mie riunioni ricorrenti: quali sono i miei giorni di riunione più impegnativi e quali sono molto aperti. Di solito pianifico un blocco di 2 o 3 ore alla volta, almeno 2 o 3 volte a settimana. Al mio attuale supervisore piace davvero questa strategia e ha iniziato a provarla da sola.

Se lavori per un'azienda che pianifica un gran numero di riunioni, potresti dover parlare con il tuo supervisore in merito alla tua necessità di programmare più tempo di lavoro; soprattutto se quelle riunioni ricorrenti sono frequenti.

Concediti un mese per abituarti al programma delle riunioni, quindi puoi rivolgerti al tuo supervisore sulle opzioni a tua disposizione per delegare o rimuovere alcune di quelle riunioni dal tuo calendario.

2. Gestisci priorità e opportunità aggiuntive

Lavorando nell'istruzione superiore, non ho sempre avuto il lusso di decidere da solo cosa è importante. Ma nel considerare come trascorri il tuo tempo, pensa alle cose extra che intraprendi oltre al tuo lavoro regolare.

Sarò la prima persona a dirti che essere coinvolto al di fuori del tuo lavoro è estremamente importante: per lo sviluppo professionale, per fare amicizia, per fare networking, ecc. Ma potresti dover limitare tale coinvolgimento o considerare che è parte del tuo tempo libero invece del tuo tempo di lavoro. E fai delle scelte che lo sostengano.

Sono stato molto attivo nella mia associazione professionale una volta che mi sono trasferito in California, e l'ho portato molto con me. Ho scelto di avere gran parte della mia vita sociale connessa tramite quell'organizzazione ... e ho scelto di essere coinvolta piuttosto che andare al cinema o fare altre cose sociali nei fine settimana. Quando sono diventato un corridore, ho dovuto modificare ulteriormente alcune di queste scelte su come trascorrere il mio tempo fuori dal lavoro: ho visto meno film ed ero meno coinvolto nella mia associazione professionale. E poi, durante i periodi in cui il mio lavoro di volontariato era molto impegnato, non mi stavo allenando per le gare.

Ma a volte hai davvero bisogno di fare una scelta tra il lavoro / responsabilità extra e la tua vita familiare. Dire "no" significa che puoi dire "sì" più spesso.

"Invece di dire" Non ho tempo ", prova a dire" non è una priorità "e guarda come ci si sente". –Courtney Carver

Scopri quali sono i progetti più importanti per te. Quale responsabilità extra ti godrai di più? Quale progetto ti aiuterà nel progresso della tua carriera o ti aiuterà a lavorare con qualcuno di nuovo e influente? Consideralo davvero prima di intraprendere un nuovo progetto o comitato. È meglio fare un paio di cose davvero bene che avere prestazioni mediocri in un sacco di cose.

Ovviamente ... c'è sempre la clausola "altri compiti come assegnati" in molte delle nostre descrizioni dei lavori. Sai di cosa sto parlando, di solito sono in fondo alla pagina, quel "prendi tutto" che apparentemente dà al tuo supervisore o ad altri manager la possibilità di lanciarti progetti extra. Questo può essere difficile da navigare, specialmente nei periodi in cui hai poco personale e sopravvivi ai tagli di budget. Sii onesto con il tuo supervisore se ti senti sopraffatto. Ricorda che devi comunicare con colleghi e membri del comitato che condividono il carico di lavoro con te.

Dovrebbe anche essere ovvio che chiedi il permesso di assumere il lavoro del comitato di associazioni professionali prima di fare volontariato. È una cortesia comune. Offre al tuo supervisore la possibilità di assisterti con competenze e / o connessioni che potrebbero aiutarti nel tuo nuovo progetto o lavoro di comitato. Se sono stati nel tuo campo per un po 'di tempo, potrebbero persino darti ottimi suggerimenti e consigli.

3. Trova portali per flessibilità

Se hai il lusso di una giornata lavorativa flessibile, puoi fare spazio per pause più lunghe. Puoi essere creativo con l'ora del pranzo o entrare più tardi / partire prima quando è necessario.

Hai la possibilità di lavorare da casa di tanto in tanto? Il tuo supervisore lo consentirà? Sei abbastanza fortunato da avere uno di quei concerti? Assicurati di mantenerlo in prospettiva e di portare a termine le tue cose. Non approfittarne né dare per scontato, perché potresti perderlo!

Il rovescio della medaglia è l'assenza di flessibilità: zero, zero, nessuna. La tua giornata lavorativa è rigida e hai riunioni, riunioni, riunioni. È difficile. Potrebbe essere necessario creare buffer tra le riunioni. Non programmare riunioni consecutive. Avvia una riunione alle 9:00 e, se termina alle 10:30, non programmare un'altra riunione fino alle 11:00.

Non tornare in ufficio e lavorare prima della prossima riunione. Fai una passeggiata, prendi una tazza di caffè e respira. Controlla il tuo calendario o ti controllerà.

4. Metti in prospettiva la tua giornata lavorativa

Sai cosa? È solo lavoro. È significativo per te: ci metti il ​​tuo cuore e la tua anima. Ma è solo lavoro. Se non riesci a tracciare il confine tra il punto in cui finisce il tuo lavoro e quello in cui inizi ... potrebbe essere un problema.

La cosa più importante per me è stata riuscire a rendermi conto che non stavo più tornando a casa arrabbiato. È stata una cosa bellissima. Ho portato a casa il mio lavoro - in modo emotivo - per così tanto tempo. Sarei così frustrato dalla dura giornata e / o dagli studenti negativi e / o da una pessima riunione del personale ... Ne avevo interiorizzato così tanto e mi sono arrabbiato.

Quindi dovevo tracciare quella linea e dire: "Vado a casa e sarò me". Ecco fatto.

5. Trova un buffer

Potresti aver bisogno di un cuscinetto dalla tua giornata lavorativa alla vita domestica. Se sei un professionista residente, questo può essere difficile. Sono fortunato ad averlo capito per me nella mia attuale vocazione.

Per due anni sono stato un pendolare a piedi e ho ascoltato podcast mentre andavo e tornavo dal lavoro. Attualmente vado in macchina ma il tempo di percorrenza è più o meno lo stesso. Ascolto ancora i podcast, ma negli ultimi tre mesi sono stato in una fase pazza di audiolibri. Jen Sincero è semplicemente fantastico. Questo di solito mi libera la mente da ogni funk quotidiano e mi mette di umore più leggero quando torno a casa.

Alcuni di voi potrebbero avere tragitti molto lunghi e quindi il tempo nel traffico complica ulteriormente il tempo di transizione. La musica ad alto volume può trasformarsi in rabbia da strada, quindi consiglio podcast (di nuovo, sono un grande fan), audiolibri, musica comoda / lenta. Anche qualcosa che conosci e su cui puoi cantare. Ma qualsiasi viaggio verso casa può presentare queste cose e ti bastano solo pochi minuti per realizzarlo.

Durante quel periodo di transizione (altrimenti noto come il tuo tragitto giornaliero verso casa), lascia andare tutto ciò che è accaduto al lavoro quel giorno. La giornata di lavoro è finita. Cosa non vedi l'ora di fare una volta arrivato? Coniuge o altro significativo? Famiglia, bambini? Cani? Qualcuno ti prepara una cena fantastica? Un bel bicchiere di vino e un fuoco?

Concentrati su una di quelle cose a cui pensare mentre lasci andare la tua giornata lavorativa ... e SORRIDE, anche se devi sforzarti di sorridere. Perché anche solo sorridere rallegrerà il tuo umore.

6. Scollegamento dalla tecnologia

Anche mentre sto scrivendo questo, so bene e bene che faccio fatica a farlo io stesso. Io e mio marito abbiamo smartphone e tablet e spesso porto a casa il mio laptop da lavoro. Quindi io stesso non sono il modello per staccare la spina. Scrivendo per The Bulletin, Sarah Comstock affronta il fatto che la tecnologia è stata un'arma a doppio taglio. I progressi sono utili e convenienti, ma "hanno posto un enorme fardello di incessante pressione sulle persone poiché le aspettative aumentano parallelamente alla velocità del progresso tecnologico".

I computer e i gadget sono improvvisamente in grado di fare qualsiasi cosa; come esseri umani, dobbiamo riconoscere che non possiamo fare tutto. Essere in grado di allontanarsi dai nostri dispositivi e dalla nostra tecnologia è fondamentale per trovare l'equilibrio tra lavoro e vita privata.

In primo luogo, il motivo principale per cui aggiungiamo la nostra email di lavoro ai nostri telefoni è per comodità e flessibilità. Avere questa connessione ci consente di rispondere a determinate richieste magari tra le riunioni o mentre siamo occupati in altro modo. Certamente non ha lo scopo di tenerci lontani dalla nostra famiglia o dai nostri amici o per occupare il nostro tempo libero. Tiri fuori il laptop con l'intenzione di fare qualche ricerca personale o forse stai controllando il tuo conto bancario e la prossima cosa che sai che stai aprendo Outlook e rispondendo alle e-mail. All'improvviso un'attività di 15 minuti si trasforma in una o due ore. Successivamente, c'è il desiderio pruriginoso di "controllare rapidamente la posta elettronica" mentre sei al ristorante con la tua dolce metà o gli amici ed eccoti di nuovo: rimani coinvolto in una catena di posta elettronica di merda che chiaramente potrebbe aspettare fino al giorno successivo. < / p>

Qualcuno di questo suona come te? Sono anche io, la maggior parte delle volte. Alcune strategie differenti da considerare includono…

7. Fai una "disintossicazione" da alcune delle app sul tuo telefono che ti fanno perdere tempo

Queste app potrebbero includere social media, giochi, fitness o visualizzazione di sport. Sulla base di una sfida che ho appreso sul podcast Rich Roll, per l'intero mese di giugno 2015, ho rimosso tutti i social media dal mio telefono. Non ho fatto il check-in da nessuna parte, non ho twittato o pubblicato su Facebook, non c'erano nuovi scatti di Instagram nel mio feed.

Questo mi ha dato un po 'di equilibrio quando trascorrevo del tempo con la famiglia e gli amici: era bello stare solo con loro e non occuparmi altrimenti di distrazioni.

8. Affronta il tuo telefono cellulare

Considera se il tuo datore di lavoro richiede che tu abbia un telefono cellulare fornito dal dipartimento; e se la tua cultura istituzionale impone di avere sempre accesso alla tua posta elettronica. Una delle mie istituzioni precedenti richiedeva un telefono fornito dal dipartimento con l'e-mail di lavoro intatta. Ho ricevuto un risarcimento per questo, ma ci si aspettava che le notifiche email fossero attivate e che l'attenzione fosse concentrata sul rimanere aggiornato su tutte le comunicazioni.

Per fortuna, questa non è la cultura attuale per me. Ho l'email di lavoro sul mio telefono, ma le notifiche sono disattivate; e, infatti, di tanto in tanto penso di rimuovere l'email di lavoro dal mio telefono perché appena non dovrei preoccuparmene. Ma dato che il mio capo ha l'email di lavoro sul suo telefono, io modello questo esempio. E i membri del nostro personale classificato non sono tenuti ad avere la posta elettronica sul proprio telefono.

Se la cultura della tua istituzione o del tuo dipartimento lo richiede, non essere un dipendente disonesto per motivi di equilibrio. Ma considera altri modi per assicurarti che la tua email di lavoro non domini il tuo dispositivo. Riesci a spegnere il telefono di lavoro nei fine settimana o di notte? Puoi parlare con il tuo supervisore dei tempi di risposta previsti?

Nessuno può controllare la posta 24 ore al giorno e si aspetta comunque di avere gli occhi brillanti e la coda folta in ufficio. Questo NON è l'equilibrio tra lavoro e vita privata.

9. Imposta il tempo da dedicare al controllo delle email

Cerca di evitare che la posta in ufficio domini la tua giornata. Sto facendo del mio meglio per aprire, leggere e rispondere / eliminare le mie e-mail non appena entro in Outlook, quindi chiudere l'applicazione fino alla fine della giornata. Cerco di essere a "Inbox Zero" prima di tornare a casa. Questo assicura che non stia effettuando erroneamente il multitasking durante la giornata lavorativa (cosa che, a proposito, non esiste come multitasking) o che non passi troppo tempo inutile con la posta elettronica quando ci sono progetti da completare.

Una nuova strategia che sto impiegando è quella di non aprire la mia posta fino a quando non torno dalla pausa pranzo. Questo era qualcosa di cui il mio attuale supervisore ha letto in un articolo e adoro il ragionamento alla base. Quando inizi la giornata con la posta elettronica, lasci che siano gli altri a dettare le tue priorità piuttosto che controllarle tu stesso. Se l'email è davvero un'emergenza, quella persona ti chiamerà o verrà a trovarti.

Stabilisci le tue priorità principali al mattino e poi risolvi le domande dopo aver mangiato del cibo. Mi sto godendo la produttività della mia mattinata e la tranquillità che provo perché non lascio che siano gli altri a dettare la mia giornata lavorativa.

Essenziale per staccare la spina e trovare l'equilibrio è il concetto di separazione. Non multitasking il tuo lavoro e la tua vita. A meno che una parte del tuo lavoro non sia la pubblicazione giornaliera sui social media, lascia tutto a casa durante la giornata lavorativa. Hai bisogno che Facebook e Twitter siano aperti sul tuo computer mentre provi a scrivere quel rapporto (o ad inviare la tua email a “Inbox Zero”)? Nel suo libro Deep Work, Cal Newport suggerisce che "l'uso eccessivo dei social media paralizza inconsapevolmente la nostra capacità di avere successo nel mondo del lavoro basato sulla conoscenza".

I social media sono molto divertenti, ma in ufficio sono solo un diversivo che ti impedisce di portare a termine le tue attività vitali. Prima finisci le tue cose, prima torni a casa.

Se devi fare una chiamata personale, controlla la tua dolce metà o entra in contatto con la tua famiglia; puoi farlo facendo una breve pausa ed effettuando la chiamata dalla sala relax o dall'esterno.

La linea di fondo

Probabilmente ti stai già grattando la testa perché la maggior parte di questi suggerimenti sembra COSÌ facile. Loro sono! Devi solo prendere l'impegno con te stesso, fare lo sforzo e poi andare avanti. Puoi farlo!

Ulteriori informazioni sull'equilibrio tra lavoro e vita familiare

  • Abbandona l'equilibrio tra lavoro e vita familiare e abbraccia l'armonia tra vita e lavoro
  • Il mistero dell'equilibrio tra lavoro e vita familiare
  • L'equilibrio tra lavoro e vita familiare non esiste: come rimanere sani di mente se la vita è pazza
  • 13 consigli per l'equilibrio tra lavoro e vita familiare per una vita felice e produttiva
  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Kris McPeak

Educatore, autore, Guru del cambiamento di carriera e dell'equilibrio tra lavoro e vita privata

Di tendenza in primo piano

Altro di questo autore

Kris McPeak

Educatore, autore, Guru del cambiamento di carriera e dell'equilibrio tra lavoro e vita privata

Di tendenza in primo piano

Leggi avanti

13 consigli per l'equilibrio tra lavoro e vita familiare per una vita felice e produttiva
Abbandona l'equilibrio tra lavoro e vita familiare e abbraccia l'armonia tra vita lavorativa e vita privata
Per essere più produttivo, non farlo mai per iniziare la giornata
Come superare la procrastinazione e iniziare a fare ciò che conta veramente
  • Stile di vita
  • In primo piano

Ultimo aggiornamento il 18 novembre 2020

15 suggerimenti per riavviare l'abitudine all'esercizio (e come mantenerla)

Scott è ossessionato dallo sviluppo personale. Negli ultimi dieci anni ha sperimentato per scoprire come imparare e pensare meglio. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Va ​​bene, puoi finalmente ammetterlo. Sono passati due mesi da quando hai visto l'interno della palestra. L'ammalarsi, la crisi familiare, gli straordinari al lavoro e le carte scolastiche che dovevano finire, ti tenevano a fare esercizio. Ora, la domanda è: come si ricomincia? Una volta che hai l'abitudine di fare esercizio, diventa automatico. Vai in palestra, non c'è forza coinvolta. Ma dopo un mese, due mesi o forse un anno di ferie, può essere difficile ricominciare. Ecco alcuni suggerimenti per risalire su quel tapis roulant dopo essere caduto.

  1. Non rompere l'abitudine: il modo più semplice per far andare avanti le cose è semplicemente non fermarsi. Evitare lunghe pause nell'esercizio o ricostruire l'abitudine richiederà un certo sforzo. Questo potrebbe essere un consiglio un po 'troppo tardi per alcune persone. Ma se hai l'abitudine di fare esercizio, non abbandonarla al primo segno di guai.
  2. Ricompensa in arrivo - Woody Allen una volta ha detto che "Metà della vita si manifesta". Direi che il 90% di prendere un'abitudine è solo fare lo sforzo per arrivarci. Puoi preoccuparti del tuo peso, della quantità di giri che corri o di quanto puoi eseguire la distensione su panca in seguito.
  3. Impegnarsi per trenta giorni: impegnarsi a partecipare ogni giorno (anche solo per 20 minuti) per un mese. Questo rafforzerà l'abitudine all'esercizio. Prendendo un impegno, durante le prime settimane prima di decidere se andarci, allevi anche la pressione.
  4. Rendilo divertente - Se non ti diverti in palestra, sarà difficile mantenerla un'abitudine. Ci sono migliaia di modi in cui puoi muovere il tuo corpo e fare esercizio, quindi non arrenderti se hai deciso che sollevare pesi o fare crunch non fa per te. Molti grandi centri fitness offriranno una gamma di programmi che possono soddisfare i tuoi gusti.
  5. Programma durante le ore tranquille: non mettere il tempo di esercizio in un luogo in cui potrebbe essere facilmente messo da parte da qualcosa di più importante. Subito dopo il lavoro o la prima cosa al mattino sono spesso buoni posti dove metterlo. Gli allenamenti all'ora di pranzo potrebbero essere troppo facili da saltare se le richieste di lavoro iniziano a salire.
  6. Trova un amico: chiama un amico per unirti a te. Avere un aspetto sociale nell'esercizio può aumentare il tuo impegno per l'abitudine all'esercizio.
  7. X Il tuo calendario: una persona che conosco ha l'abitudine di disegnare una "X" rossa in qualsiasi giorno del calendario in cui va in palestra. Il vantaggio di questo è che mostra rapidamente quanto tempo è passato dall'ultima volta che sei andato in palestra. Mantenere una quantità costante di X sul tuo calendario è un modo semplice per motivarti.
  8. Divertimento prima dello sforzo - Dopo aver terminato qualsiasi allenamento, chiediti quali parti ti sono piaciute e quali no. Di norma, gli aspetti piacevoli del tuo allenamento saranno completati e il resto sarà evitato. Concentrandoti su come rendere gli allenamenti più piacevoli, puoi assicurarti di voler continuare ad andare in palestra.
  9. Crea un rituale: la tua routine di allenamento dovrebbe diventare così radicata da diventare un rituale. Ciò significa che l'ora del giorno, il luogo o il segnale ti avvia automaticamente verso l'afferrare la borsa e uscire. Se i tuoi tempi di allenamento sono completamente casuali, sarà più difficile beneficiare dello slancio di un rituale.
  10. Sollievo dallo stress: cosa fai quando sei stressato? È probabile che non funzioni. Ma l'esercizio può essere un ottimo modo per alleviare lo stress, rilasciando endorfine che miglioreranno il tuo umore. La prossima volta che ti senti stressato o stanco, prova a fare un esercizio che ti piace. Quando la riduzione dello stress è collegata all'esercizio fisico, è facile riacquistare l'abitudine anche dopo un congedo.
  11. Misura la forma fisica: il peso non è sempre il numero migliore da monitorare. L'aumento dei muscoli può compensare la diminuzione del grasso, quindi la scala non cambia anche se il tuo corpo lo è. Ma i miglioramenti della forma fisica sono un ottimo modo per rimanere motivati. Registrare numeri semplici come il numero di flessioni, addominali o velocità che puoi correre può aiutarti a vedere che l'esercizio è