9 semplici suggerimenti per rendere il tuo blog WordPress più veloce

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

L'hai sperimentato. Digiti un URL o fai clic su un collegamento e il caricamento del sito impiega un'eternità. È frustrante. Infine, il sito inizia a caricarsi, a poco a poco, pezzo per pezzo. Vuoi davvero le informazioni che si trovano sul sito, ma hai fretta. Forse proverai più tardi. Sei un tipico consumatore digitale di oggi. Ci aspettiamo che la nostra navigazione sia veloce; infatti, il tempo di caricamento consigliato è inferiore a tre secondi per i proprietari del sito. [1] E altri, accedendo al tuo blog aspettano la stessa cosa. Ecco nove suggerimenti per offrire ai visitatori la velocità che desiderano.

1. Metti alla prova la velocità del tuo sito web in modo obiettivo

Se hai controllato il tuo blog e il tempo di caricamento non supera i tre secondi, tieni presente che i visitatori e anche quelli che erano lettori abituali probabilmente rimbalzano. Inoltre, a Google non piacciono i siti web a caricamento lento. Ecco cosa devi sapere per analizzare la tua velocità.

Il tuo blog potrebbe caricarsi più velocemente perché il tuo browser avrà immagini memorizzate nella cache che non è necessario caricare di nuovo. E se stai usando una connessione ad alta velocità, potrebbe caricarsi più velocemente di quelle sui dispositivi mobili. Controlla sempre il tempo di caricamento del cellulare dal telefono di qualcun altro, non dal tuo.

Per un controllo obiettivo delle prestazioni del tuo blog, puoi provare GTMetrix. È un ottimo strumento per analizzare la velocità delle pagine del sito web e generare un rapporto abbastanza facile da leggere. Inoltre spiegherà cosa significa la lettura. Puoi provarlo gratuitamente e vedere se ti piace. Questo è il tipo di rapporto che otterrai.

Riceverai anche alcuni consigli per accelerare il tempo di caricamento. Ad esempio, se non hai ottimizzato le tue immagini te lo dirà. Quindi, puoi imparare a farlo da solo o trovare qualcuno che possa farlo per te.

Questo non è l'unico strumento di analisi: Google dispone di PageSpeed ​​Insights e Pingdom è un altro strumento gratuito. La chiave è sceglierne uno e utilizzare lo stesso, in modo da poter verificare miglioramenti o nuovi suggerimenti.

2. Ottieni un ottimo host

No, non tutti i servizi di web hosting sono uguali. Potresti voler esplorare host diversi da quello che stai utilizzando, perché ciò può fare una grande differenza nel tempo di caricamento. Un ottimo servizio di hosting farà di più che affittarti spazio sul loro server. [2] Fornirà temi WordPress creati per velocità e prestazioni, avrà plug-in già integrati per questo scopo, fornirà larghezza di banda illimitata in modo che il traffico non sia limitato e farà tutto questo a un costo ragionevole. Controlla e confronta: l'hosting è importante. [3]

3. Scegli un buon plugin per la cache

Esistono diversi plugin di WordPress per la memorizzazione nella cache e ognuno di essi funzionerà per migliorare il tempo di caricamento della pagina. Fondamentalmente, la memorizzazione nella cache è l'archiviazione dei dati in un browser che ha avuto accesso al tuo blog in precedenza. Una volta che qualcuno ha effettuato l'accesso al tuo blog, gli elementi verranno memorizzati nella cache del browser e il tempo di caricamento sarà più rapido da quel momento in poi. Uno dei plugin preferiti per la cache di WordPress è W3 Total Cache. È gratuito (tutti i plug-in della cache lo sono, in realtà) ed è facile da installare.

4. Ottieni una rete per la distribuzione di contenuti (CDN)

Il tempo di caricamento è influenzato dalla distanza di un visitatore dal tuo server. Una CDN consente ai tuoi contenuti di essere serviti su server più vicini ai tuoi visitatori. La maggior parte dei CDN è a pagamento, come Max CDN Content Delivery Network, che è ottimo per i siti WordPress. Ma WordPress ne offre anche uno gratuito, Free-CDN, che molti dicono sia buono quanto quelli a pagamento.

5. Tutte le immagini devono essere ottimizzate

Se il tuo strumento di analisi ti ha consigliato di ottimizzare le immagini, devi farlo. Le immagini sono davvero importanti perché coinvolgeranno un visitatore molto più che semplici muri di testo. [4] Il problema è che ogni immagine che includi aumenta la dimensione del file delle tue pagine. Nel tempo, più immagini aggiungi al tuo blog, più lentamente verranno caricate le tue pagine, perché ogni immagine deve essere scaricata.

L'ottimizzazione delle immagini significa semplicemente comprimerle e ridurre le dimensioni del file. Puoi ottimizzare ogni immagine individualmente, il che è molto lavoro, oppure puoi farlo automaticamente (idea molto migliore). Yahoo ha un ottimizzatore di immagini, Smush.it che fa un ottimo lavoro senza compromettere la qualità dell'immagine. Ma devi farli uno alla volta. WordPress, tuttavia, ha un plug-in gratuito, WP-SmushIt, che ottimizzerà automaticamente tutte le tue immagini: cosa potrebbe essere più semplice? Ed è semplice da installare.

6. Ottimizza la home page del tuo blog

Non esiste un solo plug-in magic bullet per questo, ma ci sono diverse cose che puoi fare individualmente per velocizzare il caricamento della tua home page.

  • Fornisci solo "teaser" ai tuoi post più recenti o più popolari sulla home page, anziché ai post completi
  • Mostra meno post sulla home page
  • Sbarazzati di tutti i plugin che hai caricato pensando che li avresti usati ma non lo hai fatto. Ogni plugin che aggiungi ti rallenta solo un po '.
  • Rimuovi i widget di condivisione dalla home page. Inseriscili invece nei tuoi post individuali. (Probabilmente li hai già lì comunque - la maggior parte delle persone non "condividerà" l'intero blog con i propri amici - condivideranno i singoli post.)

Disordinare la tua home page non solo la velocizzerà di caricamento, ma apparirà più pulita e ordinata ai visitatori.

7. Installa LazyLoad

Se tutte le tue immagini devono essere caricate nell'istante in cui un visitatore accede al tuo sito, il tempo di caricamento sarà più lento. Invece, puoi installare il plugin jQuery Image Lazy Load e caricare le immagini mentre il visitatore naviga: verranno caricate quando il visitatore arriva in quel punto. E non verranno caricati se un visitatore non va oltre, ma resta a leggere uno dei tuoi post. Efficiente e molto migliore per il tempo di caricamento.

8. Riduci l'archiviazione di bozze e revisioni

Lavori su un post più di un giorno; lo rivedi, lo rivedi e hai così creato diverse bozze tutte memorizzate da WordPress. Non hai bisogno di queste bozze precedenti, quindi perché tenerle nei tuoi dati memorizzati? È solo più da caricare quando si accede al tuo blog.

Installa il plug-in Revision Control e salva forse solo l'ultima bozza prima di pubblicare la bozza finale. Salvare solo la bozza più recente ti consentirà di accedere se, per qualche errore enorme, elimini il tuo post. Hai un backup, ma ne hai solo bisogno.

9. Sbarazzarsi di plugin inutilizzati

Questo appartiene alla sua categoria. I blogger di WordPress hanno un numero incredibile di plugin disponibili, la maggior parte dei quali sono effettivamente gratuiti. Basta controllare il sito WordPress.org/plugins e vedrai. Ma quali scegliere? A volte gli host di WordPress avranno i plugin principali già aggiunti. Probabilmente ne aggiungerai altri man mano che procedi. Ma più plug-in aggiungi, più lento è il tempo di caricamento.

Ogni blogger di WordPress dovrebbe rivalutare i suoi plugin nel tempo. Quello che una volta pensavi sarebbe stato bello, non l'hai mai usato. Sbarazzati di loro e segui i plugin che sono i più importanti. [5]

Nessuno di questi suggerimenti, di per sé, ti darà una velocità vertiginosa. Ma se segui questo elenco di suggerimenti e analizzi regolarmente il tempo di caricamento, manterrai felici i tuoi visitatori / lettori.

Riferimento

[1] ^ Search Engine Land: 5 consigli SEO per aumentare la velocità della pagina [2] ^ LCN: WordPRess Hosting - UK WordPress Web Hosting [3] ^ Lifehack: Guida per principianti: avvia un blog, ottieni 100.000 pagine visualizzate e oltre $ 100 il tuo primo mese [4] ^ Hubspot: 19 motivi per cui dovresti includere contenuti visivi nel tuo marketing [dati] [5] ^ Lifehack: quali pluging di WordPress sono vitali per il successo del tuo blog?

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Dianna Labrien

Tendenza nei lavoratori autonomi

Altro di questo autore

Dianna Labrien

Tendenza nei lavoratori autonomi

Leggi avanti

7 passaggi per prendere una decisione per il nuovo anno e mantenerla
Come sviluppare muscoli velocemente: 5 trucchi per fitness e nutrizione
30 migliori citazioni per ispirarti a non smettere mai di imparare
9 esempi stimolanti di mentalità di crescita da applicare nella tua vita

Ultimo aggiornamento il 17 dicembre 2020

Rendi felici tutti in ufficio installando questo

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ammettiamolo, per quanto positivo e ottimista sia il tuo ambiente d'ufficio, i tuoi dipendenti continueranno a soffrire di stress di tanto in tanto. Questi stress possono derivare da una miriade di fonti, tra cui: superlavoro, pressione sulle scadenze e mancanza di pause adeguate.

Ad esempio, il tuo team di vendita potrebbe essere vicino alla fine del trimestre e si impegna a fornire i migliori risultati possibili. Sebbene questo sia un obiettivo degno, i membri del team corrono il rischio di spingersi troppo oltre e di lasciarsi privi di energia e pieni di tensione.

È in momenti come questi che tutti i tuoi dipendenti possono essere influenzati negativamente.

Non è una novità che lo stress possa ridurre la produttività o addirittura la qualità del lavoro

Uno dei sintomi dello stress è che può portare a una minore produttività. Ciò significa che se molti (o tutti) i tuoi dipendenti iniziano a mostrare segni di stress, puoi essere certo che la produttività complessiva della tua azienda ne risentirà.

Se ti rendi conto che i tuoi dipendenti soffrono di stress, allora è il momento di intraprendere un'azione per ridurre o eliminare questo peso. Un ottimo modo per farlo è presentare ai tuoi dipendenti i benefici positivi della meditazione. La ricerca mostra che le persone che meditano regolarmente potrebbero sperimentare i seguenti benefici:

  • Una maggiore capacità di concentrazione.
  • Un miglioramento della memoria.
  • Meno fatica.
  • Un aumento della percezione.
  • Una riduzione dello stress. [1]

Queste sono solo una piccola selezione dei benefici che la meditazione può offrire, ed è perfettamente logico che la meditazione sia un ottimo strumento per migliorare le prestazioni dei dipendenti. (E a sua volta, un aumento delle prestazioni complessive della tua azienda.)

Immagina per un momento che i tuoi dipendenti si prendano una pausa giornaliera di 5-10 minuti dal loro lavoro per praticare la meditazione. Non solo loro e la tua azienda vedrebbero un aumento della produttività, ma i tuoi dipendenti migliorerebbero anche la loro autodisciplina. Inoltre troverebbero più facile mantenere una mentalità positiva. [2]

Che cos'è esattamente l'app "Stop, Breathe & Think"?

Si spera di averti dato ragioni sufficienti per accendere il tuo interesse nel rendere la meditazione regolare parte del tuo ambiente d'ufficio. Ora potresti pensare: "Qual è il prossimo? Come posso presentare la meditazione ai miei dipendenti? "

Bene, qui a Lifehack, ci siamo imbattuti in una fantastica app chiamata Stop, Breathe & Think. Riteniamo che l'app sia il modo ideale per avviare sessioni di meditazione regolari in un ambiente d'ufficio.

Sebbene l'app sia disponibile come download per Android o iOS, questi sono principalmente per utenti personali. Quando si tratta di meditazione in ufficio, Stop, Breathe & Think è disponibile come pratico plug-in Slack.

Una volta attivato sul tuo account Slack, Stop, Breathe & Think consentirà a individui o gruppi di programmare attività di consapevolezza. Queste attività includono:

  • Brevi pause per facilitare il recupero della mente e del corpo.
  • Esercizi di respirazione per condizionare pensieri, emozioni e reazioni.
  • Meditazioni personalizzate per contribuire a portare pace e armonia generali.

In che modo l'app aiuterà i tuoi dipendenti a diventare più produttivi

Con l'enorme peso della ricerca che mostra i benefici della meditazione, il plug-in Slack è il modo perfetto per aiutare i tuoi dipendenti a iniziare con questa abitudine positiva.

Diamo ora un'occhiata ad alcune delle fantastiche funzioni offerte dall'app.

Gli utenti dell'app possono apprendere le basi della meditazione e provare diversi tipi.

Scegliendo come si sentono in quel momento, l'app guida gli utenti alla meditazione più adatta.

Le meditazioni sono programmate in modo che gli utenti possano rilassarsi completamente, sapendo che l'app li avviserà al termine del tempo di meditazione programmato.

L'app consente inoltre agli utenti di vedere come è andato il loro stato emotivo nel corso di una settimana, mese o oltre.