Hai un esaurimento emotivo? 15 modi per ricentrarsi

Esperto di salute mentale, creatore della terapia della consapevolezza trascendentale. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il crollo emotivo può presentarsi sotto forma di crisi quando hai raggiunto il picco di stress nella tua vita.

I segni di un esaurimento nervoso possono presentarsi come attacchi di ansia, depressione o panico in piena regola. Questi sconvolgimenti emotivi possono portarti sulla strada sbagliata e farti pentire delle conseguenze dopo che è troppo tardi.

Per lo meno, saranno alcuni dei momenti più spiacevoli della tua vita.

La cosa buona è che puoi evitare di scappare dalla scogliera, perché oggi imparerai 15 soluzioni rapide che ti aiuteranno a ricentrarti in questi momenti.

1. Scegli i tuoi pensieri

Non devi accettare ogni pensiero che ti passa per la mente, specialmente quando hai un esaurimento emotivo. Molti di questi pensieri possono essere piuttosto difficili da digerire.

Forse nessuno te l'ha detto, ma in realtà puoi scegliere i tuoi pensieri.

Inizia tenendo conto di tutte le idee che hai. Non lasciarti coinvolgere da loro, semplicemente osservali.

Già che ci sei, impara a distinguere i pensieri buoni da quelli cattivi.

I buoni pensieri ti porteranno a qualcosa di meglio. I cattivi pensieri sono per lo più dolorosi o portano solo ad altri pensieri o emozioni indesiderabili.

Quando stai affrontando un esaurimento emotivo, la maggior parte dei pensieri che ti attraverseranno la mente saranno dolorosi e dannosi. Questi sono i pensieri di cui vuoi sbarazzarti.

Allora, come si fa?

Ti rifiuti di interagire con i cattivi pensieri.

Non c'è molto da fare una volta che hai "pensato un pensiero". Alla fine è già lì, nella tua mente. Ma puoi rifiutarti di partecipare con le conseguenze di avere quel pensiero.

Noterai come questi pensieri ti vengono in mente. Ma, dopo che ti rendi conto che non hanno presa su di te, se ne andranno semplicemente; e. riacquisterai rapidamente la stabilità emotiva.

2. Scendi dal tapis roulant

La vita è come un tapis roulant e, a volte, va più veloce di quanto possiamo gestire.

L'esaurimento emotivo è l'indicatore che ti dice che il tapis roulant sta andando troppo veloce. E poiché non possiamo utilizzare una manopola per ridurre la velocità, devi fare la cosa migliore da fare:

Scendi dal tapis roulant.

Ogni volta che inizi a sentire che le cose sono semplicemente "troppo da gestire", interrompi semplicemente ciò che stai facendo. Prenditi 5 minuti per te stesso e per quei 5 minuti non fare altro che stare con te stesso. Ignora tutto ciò che ti circonda e concentrati su di te.

Prendersi una piccola pausa dalla tensione non ha mai fatto male a nessuno ed è un ottimo modo per spezzare la spirale discendente.

Non attaccarti troppo a "scendere dal tapis roulant", perché sarebbe un'evasione.

3. Fai un passo indietro e respira

Un esaurimento nervoso è una conseguenza dell'essere troppo immersi nei tuoi problemi.

Ci attacciamo troppo ai nostri problemi e alle nostre circostanze; e questo è comprensibile, perché ci influenzano. Finiamo per credere che ci definiscano; ma non deve essere così.

Tutto cambia quando pratichi il distacco.

Come si fa? Respira profondamente, fai mentalmente un passo indietro e rifiuta di vedere i tuoi problemi come qualcosa che ti definisce o come parte di te stesso.

Con un atteggiamento rilassato, dai un nuovo sguardo ai tuoi problemi e noterai alcune cose:

  • A causa della tensione accumulata, hai una visione irrealistica dei tuoi problemi.
  • Tali problemi sono più semplici di quanto pensassi e c'è una risposta a tutto ciò che senti.
  • Se non vedi ancora la risposta, non attaccarti alla sensazione di disperazione; invece, rifiutati di accettare un no come risposta e continua a cercare.
  • Il trucco è fare un passo fuori dalle tue emozioni, perché offuscano il tuo giudizio.

Forse non l'hai notato, ma il tuo respiro cambia in base al tuo umore. Succede a tutti noi e diventa particolarmente superficiale quando stiamo attraversando un crollo emotivo.

La pratica del Pranayama (tecniche di respirazione nello Yoga) avrà un impatto immediato e positivo sulla tua mente e sulle tue emozioni.

Sebbene ci siano molte tecniche, devi solo ricordare un esercizio molto semplice:

  1. Per interrompere il tuo schema di pensiero, espira rapidamente finché i tuoi polmoni non sono "vuoti" senza sentire alcuna tensione.
  2. Prendi 6 secondi per inspirare, assicurandoti di espandere la pancia per consentire ai polmoni di assorbire quanta più aria possibile.
  3. Trattenere il respiro per 3 secondi.
  4. Quindi prenditi 6 secondi per espirare il più possibile senza sforzarti.
  5. Ripeti dal passaggio 2.

È così semplice.

Espira, 6 secondi per inspirare, trattieni la posizione per 3 secondi, 6 secondi per espirare e poi ripeti.

Continua a farlo per almeno 5 minuti e sia la tua mente che le tue emozioni saranno in uno stato completamente diverso.

Puoi anche guardare questo video su Pranayama:

Suggerimento: prova ad aumentare la durata delle tue inspirazioni ed espirazioni. Farai facilmente 10 in e 10 out, ma che ne dici di provare 15 o 20? Sperimenta con questo e lascia un commento su come ti sei sentito!

La bellezza del Pranayama è che non devi semplicemente credere che funzioni, perché sentirai immediatamente i risultati. Provalo subito!

4. Scrivilo

Se senti che la tensione si accumula, i pensieri corrono sempre più veloci e un esaurimento nervoso aleggia proprio dietro l'angolo ... ferma tutto quello che stai facendo, prendi un taccuino e scrivi.

Ma questa è solo una parte della soluzione. Ora dovrai capire di cosa scriverai.

Per prima cosa, scrivi tutto quello che vuoi sul modo in cui ti senti. Tiralo fuori, tutto. Quindi scrivi il motivo per cui sei sopraffatto, ma non senza una struttura adeguata. Scrivi un elenco dei problemi che ti stanno affliggendo.

A questo punto ti sentirai molto meglio, ma fai il possibile e per finire l'esercizio aggiungendo una possibile soluzione a ogni problema nella tua lista.

Molto probabilmente, questo richiederà circa cinque minuti e fa davvero la differenza.

5. Parlatene

Gli esseri umani sono come pentole a pressione. Più mantieni la tensione, più forte sarà l'esplosione.

Parlare con qualcuno non solo ti fornirà un prezioso punto di vista in più, verbalizzando come ti senti, ma ti allenterai anche dalla pressione e acquisirai una nuova prospettiva sulle cose.

Inoltre, a volte dobbiamo solo dirlo ad alta voce per capire il problema e sentirci meglio.

Parla delle cose che ti danno fastidio. Parla delle tue paure e frustrazioni. E, soprattutto, parla di cosa intendi fare al riguardo.

6. Parla a te stesso

Il dialogo interiore può davvero farti superare la gobba se sai come farlo nel modo giusto.

Perché cadiamo nella spirale discendente? Lo facciamo perché stiamo conducendo un "dialogo mentale" incontrollato. Questo è il dialogo interiore e può essere positivo o negativo.

Prenditi un momento per analizzare come è il tuo dialogo interiore quando stai affrontando un esaurimento emotivo.

Se è caotico, continuerà a esserlo se non fai qualcosa al riguardo.

Ogni volta che stai affrontando una crisi, presta attenzione al tuo dialogo mentale e metti ordine dove non ce n'è.

Invece di permettere alla tua mente di vagare in luoghi terribili e distruttivi "what-if", prendi il controllo e guidati verso un posto migliore.

Parla a te stesso ad alta voce, se necessario. Trattati come un amico e studia tutte le possibilità. Parla delle cose che ti preoccupano e poi, come amico, proponi qualcosa che ti aiuterà.

Per alcuni sarà insolito, ma è molto comune tra i creativi come inventori e artisti.

Ricorda: sei tuo amico; quindi datti una mano se ne hai bisogno!

7. Fallo ora, sentiti domani: un passo alla volta

Fai un respiro profondo e togli le tue emozioni dall'equazione. Decidi che domani avrai tutte le emozioni che vuoi, ma oggi hai bisogno solo di mente e azione. Ciò è particolarmente utile quando sei sopraffatto. Durante questo periodo avrai molte cose da fare, ma dovrai anche affrontare molte emozioni.

Cosa fai? Risolvi che per ora non hai bisogno di un lato emotivo e affronta l'esaurimento nervoso solo con una prospettiva logica.

Esamina attentamente i tuoi problemi e affrontali uno per uno finché non sarai uscito dalla crisi.

Non è che ti stai sforzando di non sentire; invece, stai solo assegnando una certa fascia oraria per affrontare l'altra faccia della medaglia: le tue emozioni.

Si tratta di dare la priorità. Pensare in questo modo ingannerà la tua mente assumendo un atteggiamento completamente produttivo ed efficace.

Nella maggior parte dei casi, il trucco funzionerà come previsto e in seguito sentirai tutta la tensione, solo diminuita dal modo in cui hai gestito le cose.

8. Fai pompare l'adrenalina

Vuoi una soluzione semplice? Fai una passeggiata.

I personaggi più illustri della storia sono stati colpiti dall'ispirazione parlando di una passeggiata. E non è solo storicamente provato. Uno studio condotto dall'American Psychology Association ha scoperto che le persone sono diventate più creative dopo aver fatto una passeggiata. [1]

La camminata e le attività fisiche aiutano a rompere il ciclo emotivo negativo e riformuleranno la tua realtà.

Non devi nemmeno uscire se non hai tempo per farlo, cammina semplicemente in tondo all'interno e avrà lo stesso effetto. Combina questo con il corretto dialogo interiore e le tue emozioni si calmeranno.

Impegnarsi in un esercizio più rigoroso porta le cose a un livello completamente nuovo. Cerca di fare esercizio regolarmente in modo da mantenerti centrato, poiché molte emozioni possono essere rilasciate attraverso l'esercizio. E non hai davvero bisogno di una palestra per allenarti, ti andrà bene fare squat e flessioni a casa.

L'importante è permettere alle emozioni di fluire insieme all'esercizio. Con ogni movimento, inspira ed espira consapevolmente e lascia che l'esercizio ti aiuti a liberare le emozioni negative.

9. Riportalo al presente

Un esaurimento emotivo è spesso il prodotto di un pensiero catastrofico. Può essere un prodotto di episodi intensi che diventano crisi o da intervalli prolungati di ripetizioni di scenari deprimenti nelle nostre teste. In ogni caso, devi rimanere consapevole del presente.

Pensare a come il passato ti ha influenzato appartiene al passato. Pensare a quanto possa essere preoccupante il futuro appartiene al futuro.

Quindi, smettila di rimangiare gli stessi vecchi problemi e smetti di pensare cosa-se. Ricorda a te stesso che l'unico momento in cui puoi fare qualcosa è il momento presente.

Chiediti: "Quali sono le cose che posso fare adesso per migliorare la mia situazione?"

Non deve essere la soluzione definitiva a tutti i tuoi problemi, ma ogni piccolo miglioramento che puoi fare nel presente ti aiuterà a superare un momento di crisi.

Accetta il tuo passato e abbraccialo. Riconosci che non puoi fare nulla per il passato. Più tempo impieghi ad accettare che non puoi cambiare il passato, più a lungo il passato avrà potere su di te.

Se l'incertezza del futuro ti crea problemi, sappi che fortunatamente hai il potere di influenzare i tuoi risultati.

Non pensare al futuro, pensa al tuo presente migliore di te e il futuro si svolgerà nel modo in cui lo desideri. Il passato è andato e il futuro che desideri non verrà mai a meno che tu non agisca nel presente.

10. Dividi e conquista

Essere sopraffatti può svolgere un ruolo importante nel determinare se dovrai affrontare o meno un esaurimento emotivo. Quando sono sopraffatti, i nostri problemi diventano un'enorme massa informe di fardelli. Alla fine questa massa diventa invincibile.

Spesso, questa massa può farci sentire sepolti sotto un mucchio di macerie, troppo pesanti anche per respirare. Questo perché vediamo i nostri problemi nel loro insieme.

Quindi, se sei sopraffatto, rifiuta di affrontare i tanti "mostri" contemporaneamente, quindi concentrati su uno solo.

Prendi un numero, solo uno. Non devi nemmeno selezionarlo con molta attenzione; affronta il primo che ti viene in mente.

È molto più semplice dividere i tuoi problemi uno per uno piuttosto che pensarci tutti in una volta ed essere schiacciato solo dal loro peso. Già che ci sei, non permettere agli altri problemi di influenzarti contemporaneamente. Dovrai affrontare il problema B in un secondo momento, ma per ora devi solo risolvere il problema A.

11. Scatena le tue emozioni

A volte, abbiamo solo bisogno di quel momento di pura emozione che ci guidi. Perché? Perché troppo spesso, le nostre emozioni negative finiscono per essere spazzate via sotto il tappeto, accumulandosi lentamente e diventando un fardello inconscio. Cioè, finché non scoppi!

Quindi vai avanti e urla, impreca, prendi a calci un sacco da boxe, piangi o qualsiasi altra cosa ... fai tutto ciò di cui hai bisogno per scaricare la tensione e lo stress. Finché nessuno si farà male, farai un favore a te stesso. Anche le tue emozioni negative hanno bisogno di espressione e rilascio.

Quando scateni le tue emozioni, molte cose inizieranno a venire a galla. Questi sono i problemi su cui devi davvero lavorare.

12. Attiva affermazioni

Per molti, le affermazioni sono solo sogni irrealizzabili con sfumature magiche. Se li hai già usati, però, sai che funzionano.

Ma sai una cosa? Non è necessario crederci per raccogliere i frutti.

Ripeti semplicemente le affermazioni ad alta voce o nella tua testa e, cosa più importante, diventa consapevole di ciò che senti quando reciti le affermazioni.

Nota che ho detto senti, non credere. Accetta solo come ci si sente. Sii consapevole a livello emotivo durante il momento in cui ripeti le tue affermazioni ... sarai semplicemente spazzato via. Ma non fidarti solo della mia parola; Provalo. In effetti, provalo subito.

Fai un respiro profondo e ripeti questo:

"Supererò tutti i miei problemi e troverò ogni risposta necessaria."

Ora leggilo di nuovo, chiudi gli occhi e presta molta attenzione ai tuoi sentimenti.

Non la tua mente, non i tuoi pensieri, non i tuoi dubbi ... sii consapevole dei tuoi sentimenti, tutto qui. Come ci si sente?

Ora fai tre respiri profondi e ripeti:

"Tutto è possibile per me, il mio potenziale è illimitato."

Crea le tue affermazioni in base alla tua situazione e ripetile a te stesso quando ti senti giù.

13. Dimentica le vulnerabilità, concentrati sui tuoi poteri

Potresti passare un periodo molto difficile e potenzialmente affrontare un esaurimento emotivo, ma questo non significa che non puoi fare nulla al riguardo.

In effetti, hai tutto ciò che serve per sconfiggerlo. Ma non sarai in grado di sconfiggere questi problemi se ti concentri solo sulle cose che ti trattengono.

"Non posso farlo" sconfiggerà sicuramente chiunque, non importa quanto forte e capace. Questo è un vicolo cieco! Pertanto, non ha senso restare lì.

Invece, devi concentrarti su tutto ciò che puoi fare, non sulle cose che non puoi cambiare.

Pensa ad almeno 10 cose che puoi fare per migliorare la tua situazione. 10 può sembrare molto, ma in realtà puoi inventarne molti altri: 10 è in realtà piuttosto conservativo.

Hai molto potenziale, non lasciarlo eclissare dalla tua situazione attuale, perché non c'è punto di confronto.

Smetti di pensare in termini di mancanze, pensa in termini di capacità.

14. Tutto ha una data di scadenza

Ricorda a te stesso che questa sensazione è temporanea. Attenersi a questo principio mi ha aiutato a superare gli attacchi di ansia più intensi. Perché è la verità assoluta.

Quando siamo immersi in un crollo emotivo, la nostra visione del futuro è distorta ... e piuttosto dolorosa. E il sovraccarico emotivo ci fa pensare che "è questo". Ma è solo un sottoprodotto delle emozioni che ci abbattono, non la realtà stessa.

Quindi, la prossima volta che l'ansia ti disegna un'immagine del tuo futuro, rifiuta semplicemente di prenderla come una visione reale. Riconosci quanto sia distorto. Inoltre, riconosci che l'esaurimento nervoso è solo uno stato temporaneo. E come tutto il resto, anche questo passerà.

Questa soluzione rapida potrebbe anche essere chiamata "aspetta che passi la tempesta", perché è quello che puoi fare.

Prendi ogni pensiero ed emozione che hai come qualcosa di fittizio. Doloroso, sì, ma solo temporaneo.

Stai solo attraversando un periodo molto brutto, ma presto tornerai alla tua linea di base e poi a uno stato mentale migliore. Passerà. Quindi stai fermo e sappi che sarà solo temporaneo.

15. Ricentra con la visualizzazione

Che cosa può fare di buono la visualizzazione se stai avendo un esaurimento emotivo !?

In realtà, può fare molto.

La visualizzazione ti porta fuori dallo stato emotivo che ti trattiene. Non è solo un pio desiderio, ma una visione chiara dell'obiettivo esatto a cui stai mirando, anche quando non lo sai ancora.

Forse non riesci a vedere dove stai andando perché in questo momento sei sommerso dalle emozioni. Ma questo è precisamente quando la visualizzazione è utile. Nella visualizzazione non ci sono barriere. Sei solo tu, il tuo desiderio e l'uso costruttivo dell'immaginazione.

Come si fa e come si fa a farlo funzionare?

Innanzitutto, quando dico visualizza, non intendo necessariamente dire che devi creare una visione nitida e cristallina nella tua mente. Basta pensare a quello che vuoi è sufficiente.

Alcune persone sono più visive di altre, ma questo non ha molta importanza. Ciò che conta è che inizi a immergerti nella visualizzazione e inizi a sentire gli effetti di questo pensiero positivo.

Metterlo in pratica

Chiudi gli occhi e immagina un momento nel futuro in cui ogni preoccupazione è sparita. Hai gestito tutte le avversità come un professionista e ora stai vivendo quel momento.

Come sarebbe? C'è qualcuno al tuo fianco? Cosa stai facendo? Perché ti senti così felice? Cosa è successo alle cose che ti preoccupavano così tanto?