Avvio di un'attività: il "Perché?" È grande quanto il "Come?"

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Nel mio lavoro quotidiano, insegno e faccio da mentore a imprenditori digitali. Si tratta di persone che hanno preso la decisione di avviare e sviluppare le proprie attività che operano tramite Internet.

I tipi di attività sono molti e vari. Alcuni lavorano online a tempo pieno, altri part-time. Ma sono tutte persone normali che hanno una cosa in comune: avevano tutti il ​​desiderio di migliorare le loro vite e hanno agito per realizzarlo.

Mi posso riferire a questo. Ho fatto lo stesso anch'io. Ora, parlo con molte persone nelle prime fasi del processo - persone con un'ampia consapevolezza delle possibilità offerte dal lavoro autonomo, che vogliono saperne di più prima di saltare. Va bene. È normale. Siamo umani; siamo cauti per natura e resistiamo al cambiamento.

Le domande che fanno sono generalmente del "come?" varietà. Come inizio? Come trovo i clienti? Come effettuo le vendite? Con rispetto (e capisco la mentalità), mi stanno chiedendo, e soprattutto, si stanno facendo le domande sbagliate. La prima domanda dovrebbe essere sempre "perché?" - come in "perché dovrei farlo?"

Per me, la risposta è stata sorprendentemente facile da trovare. Ho lavorato per altre persone, formando le loro persone nelle arti della vendita e della negoziazione. Il lavoro è stato regolare ed è stato interessante. È stato gratificante, finanziariamente ed emotivamente. In breve, avevo il tipo di lavoro che la maggior parte delle persone si riteneva fortunata e riluttante a rinunciare. Semplicemente non mi eccitava.

Controlla la tua vita: i risultati non ti sorprenderanno

In fondo ho sempre saputo che stavo vivendo un lavoro piuttosto che uno stile di vita. La maggior parte del mio tempo su questa Terra è stato vissuto entro i limiti imposti da altri - altri che hanno fissato sia i miei obiettivi che i miei limiti e che hanno comandato la mia (quasi) ogni ora di veglia. Potevo fare il lavoro con gli occhi chiusi ma non riuscivo a ottenere un ronzio e non c'erano nuove sfide. Semplicemente non ero soddisfatto.

Quindi ora lavoro secondo le mie regole. Lavoro ancora per molte ore, ma posso scegliere quali ore ei miei orizzonti sono molto, molto più ampi. Sono un cittadino del mondo, vedi.

Per altri, i motivi saranno diversi. Alcuni vorranno sfuggire a una struttura di carriera ponderata contro di loro; alcuni vedranno la loro industria in declino o il loro lavoro insicuro. Alcuni vorranno, semplicemente, guadagnare di più e alcuni riconosceranno un'opportunità specifica che semplicemente non possono perdere. Le nostre scelte si basano sulla ricerca della felicità, ma possiamo definire la "felicità" come ci piace.

Per coloro che trovano una risposta soddisfacente alla domanda "perché", viviamo nell'età dell'oro delle opportunità. Non è mai stato così facile prendere il controllo del proprio futuro. Come mai? Perché il nuovo ambiente digitale offre un'universalità di opportunità prima non disponibili.

Lo fa in gran parte a causa di flessibilità intrinseche che sono analogamente senza precedenti. È possibile accedervi con poca o nessuna richiesta di capitale. Per ogni individuo, il ritmo e il grado di coinvolgimento è una questione di scelta personale.

Una carriera digitale può essere intrapresa part-time, parallelamente a una carriera esistente. Può essere ridimensionato. Soprattutto, offre, ma non richiede, un cambiamento significativo dello stile di vita. Anche la portata e l'effetto di tale cambiamento sono sotto il controllo dell'individuo.

Le competenze della "vecchia economia" sono interamente trasferibili alla nuova economia digitale. La rivoluzione digitale non ha cambiato il mercato di beni e servizi. Piuttosto, ha cambiato le metodologie con cui viene servito quel mercato. E le efficienze pratiche di un mondo altamente connesso non si limitano a potenziare le opportunità commerciali, ma offrono enormi possibilità di gestione dello stile di vita. La libertà di tempo è stato il driver più potente di mia scelta.

Se ti stai ponendo una domanda, devi una risposta a te stesso

Il corso della nostra vita è determinato dalle decisioni che prendiamo. Questi generalmente si riducono a una semplice domanda. Fallo o non farlo. Agisci o non agire. Se riesci a prendere queste decisioni da una chiara comprensione del motivo per cui le stai prendendo, il resto è facile. I "come" possono essere insegnati e appresi. E se decidi di non farlo, non passerai la vita a rimpiangere un'opportunità persa.

È una semplice verità che se stai cercando qualcosa di meglio nella tua vita, allora questo di per sé significa che manca qualcosa nella tua vita come è attualmente. Riconoscilo ed è una progressione naturale apportare il cambiamento. Naturale, sì, ma non è naturale. Ci vuole coraggio: siamo cauti per natura e resistenti al cambiamento.

Aspettiamo il momento perfetto o aspettiamo un segno. No. Il momento perfetto non arriva mai e il segno che stai aspettando è sempre stato lì: è il fatto che stai cercando qualcosa di meglio.

No, se capisci il "perché", fallo e fallo ora. Non ho mai incontrato nessuno che dicesse "Vorrei non aver cambiato la mia vita in meglio così presto". È sempre "Vorrei averlo fatto prima".

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Evan Mitchell

Tendenza imprenditoriale

Altro di questo autore

Evan Mitchell

Tendenza imprenditoriale

Leggi avanti

7 passaggi per prendere una decisione per il nuovo anno e mantenerla
Come sviluppare muscoli velocemente: 5 trucchi per fitness e nutrizione
30 migliori citazioni per ispirarti a non smettere mai di imparare
9 esempi stimolanti di mentalità di crescita da applicare nella tua vita

Ultimo aggiornamento il 17 dicembre 2020

Rendi felici tutti in ufficio installando questo

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ammettiamolo, per quanto positivo e ottimista sia il tuo ambiente d'ufficio, i tuoi dipendenti continueranno a soffrire di stress di tanto in tanto. Questi stress possono derivare da una miriade di fonti, tra cui: superlavoro, pressione sulle scadenze e mancanza di pause adeguate.

Ad esempio, il tuo team di vendita potrebbe essere vicino alla fine del trimestre e si impegna a fornire i migliori risultati possibili. Sebbene questo sia un obiettivo degno, i membri del team corrono il rischio di spingersi troppo oltre e di lasciarsi privi di energia e pieni di tensione.

È in momenti come questi che tutti i tuoi dipendenti possono essere influenzati negativamente.

Non è una novità che lo stress possa ridurre la produttività o addirittura la qualità del lavoro

Uno dei sintomi dello stress è che può portare a una minore produttività. Ciò significa che se molti (o tutti) i tuoi dipendenti iniziano a mostrare segni di stress, puoi essere certo che la produttività complessiva della tua azienda ne risentirà.

Se ti rendi conto che i tuoi dipendenti soffrono di stress, allora è il momento di intraprendere un'azione per ridurre o eliminare questo peso. Un ottimo modo per farlo è presentare ai tuoi dipendenti i benefici positivi della meditazione. La ricerca mostra che le persone che meditano regolarmente potrebbero sperimentare i seguenti benefici:

  • Una maggiore capacità di concentrazione.
  • Un miglioramento della memoria.
  • Meno fatica.
  • Un aumento della percezione.
  • Una riduzione dello stress. [1]

Queste sono solo una piccola selezione dei benefici che la meditazione può offrire, ed è perfettamente logico che la meditazione sia un ottimo strumento per migliorare le prestazioni dei dipendenti. (E a sua volta, un aumento delle prestazioni complessive della tua azienda.)

Immagina per un momento che i tuoi dipendenti si prendano una pausa giornaliera di 5-10 minuti dal loro lavoro per praticare la meditazione. Non solo loro e la tua azienda vedrebbero un aumento della produttività, ma i tuoi dipendenti migliorerebbero anche la loro autodisciplina. Inoltre troverebbero più facile mantenere una mentalità positiva. [2]

Che cos'è esattamente l'app "Stop, Breathe & Think"?

Si spera di averti dato ragioni sufficienti per accendere il tuo interesse nel rendere la meditazione regolare parte del tuo ambiente d'ufficio. Ora potresti pensare: "Qual è il prossimo? Come posso presentare la meditazione ai miei dipendenti? "

Bene, qui a Lifehack, ci siamo imbattuti in una fantastica app chiamata Stop, Breathe & Think. Riteniamo che l'app sia il modo ideale per avviare sessioni di meditazione regolari in un ambiente d'ufficio.

Sebbene l'app sia disponibile come download per Android o iOS, questi sono principalmente per utenti personali. Quando si tratta di meditazione in ufficio, Stop, Breathe & Think è disponibile come pratico plug-in Slack.

Una volta attivato sul tuo account Slack, Stop, Breathe & Think consentirà a individui o gruppi di programmare attività di consapevolezza. Queste attività includono: