Breaking Bad: cosa fare se la malattia mentale ti fa vivere nel lato oscuro

Consulente professionista autorizzato Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il finale di Breaking Bad inizia ad agosto e per quelli di noi appassionati della serie di successo di Vince Gilligan, aspettare di vedere il destino di Walter White (Brian Cranston) e Jesse Pinkman (Aaron Paul) è snervante quanto essere un parte della malavita narcotica.

Nel caso in cui tu non abbia familiarità, la trama circonda Craston, un insegnante di chimica del liceo, che dopo essere stato diagnosticato un cancro polmonare terminale prende letteralmente una svolta verso il lato oscuro. Preoccupato per come la sua famiglia sopravviverà finanziariamente dopo la sua morte, Walt fa quello che qualsiasi altro maschio americano a sangue rosso farebbe per fornire: inizia un secondo lavoro, solo questo lavoro è produrre metanfetamina!

Walter White passa da un essere umano apparentemente dignitoso a qualcuno che non riconosciamo nemmeno entro la fine della quinta stagione. Gilligan ha spesso affermato che il suo spettacolo è uno studio del personaggio della trasformazione di Walter White da "Mr. Chip in Scarface. "

Come avviene questo? Come fa un bravo ragazzo improvvisamente a diventare cattivo? Allo stesso modo in cui una persona perfettamente normale improvvisamente esce dal profondo con un disturbo di salute mentale. Dove i semi del disordine sono sempre lì? Non abbiamo notato i segni? Cosa succede a spingere una persona oltre il limite?

Date le giuste circostanze, siamo tutti in grado di essere Walter White. Questa è la natura della Caduta dell'Uomo, ma ci sono punti in comune in ciò che ha portato Walt al lato oscuro e cosa succede a coloro che sviluppano una malattia mentale? Ci sono cose che li predispongono? Le cose che hanno spinto Walt oltre il limite in Breaking Bad sono in qualche modo simili a ciò che accade alla persona che sembra sviluppare disturbo bipolare, agorafobia o narcisismo durante la notte?

Credo che ci possano essere alcuni thread comuni.

Vulnerabilità biologica

Se siamo vulnerabili a qualcosa, è più probabile che ne siamo influenzati. Ad esempio, alcune persone potrebbero essere biologicamente vulnerabili a determinate malattie fisiche come il cancro o il diabete. La malattia può essere in famiglia o possiamo essere predisposti per essa da qualcosa che si è verificato nella nostra prima infanzia.

Allo stesso modo in cui le persone sono predisposte a contrarre determinate malattie fisiche, possono essere anche biologicamente vulnerabili a determinati disturbi psichiatrici. Alcuni comuni sono disturbi depressivi, schizofrenia o disturbi d'ansia. Questa vulnerabilità è determinata all'inizio della vita da una combinazione di fattori, tra cui genetica, nutrizione prenatale, vulnerabilità allo stress e prime esperienze nell'infanzia.

Il nostro personaggio immaginario in Breaking Bad potrebbe essere stato geneticamente predisposto a sviluppare il cancro ai polmoni, ma era biologicamente predisposto a diventare un sociopatico narcisista? Solo una scansione del cervello lo saprebbe.

Vulnerabilità allo stress

Lo stress può peggiorare la vulnerabilità biologica ed è definito come qualsiasi cosa che metta in discussione la capacità di una persona di farcela. Quando lo stress si verifica per periodi di tempo prolungati, la nostra resistenza si indebolisce. La nostra capacità di far fronte in modo adattivo diminuisce e talvolta siamo spinti alla disperazione, persino al suicidio. Walter White era fisicamente stressato per come la sua famiglia se la sarebbe cavata quando sarebbe morto. Ciò lo ha portato a prendere misure drastiche per far fronte al fine di ridurre le sue paure sul benessere della sua famiglia.