Sai che questa potente polvere gialla è ciò di cui hai bisogno nella tua dieta sana?

Consulente di social media, stratega di marketing online, copywriter, CEO e co-fondatore di Growato Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

La curcuma, la curcuma longa o lo "zafferano indiano" fanno parte della tendenza di una dieta sana da un bel po 'di tempo e non senza una buona ragione. Tradizionalmente asiatica, la pianta appartiene alla famiglia dello zenzero e conferisce al curry il suo colore giallastro e il suo sapore caldo e amaro. Con una straordinaria gamma di benefici per la salute che offre, non c'è da meravigliarsi che sia stato rapidamente adottato dai mangiatori attenti alla salute di tutto il mondo.

Originaria dell'Asia meridionale, tradizionalmente, la radice di curcuma (solitamente essiccata, cotta e trasformata in polvere) è stata utilizzata come spezia per i piatti della cucina tradizionale, per i effetto infiammatorio e grande aiuto nella cura di contusioni, sangue nelle urine e mal di denti. Con numerosi studi clinici che testano il suo composto attivo curcumina, è stato dimostrato che la curcuma migliora la salute del cervello, la salute cardiovascolare e la salute dei tessuti. [1] [2]

Principali nutrienti della curcuma

Porzione: 1 cucchiaio (7 grammi)

  • Calorie 24
  • Calorie dai grassi 6
  • Grasso totale 1 g 1%
  • Grassi saturi 0 g 1%
  • Trans Fat
  • Colesterolo 0 mg 0%
  • Sodio 3 mg 0%
  • Carboidrati totali 4 g 4%
  • Fibra alimentare 1 g 6%
  • Vitamina C 3%

Senza zucchero, 16% di ferro e 1 g di proteine ​​per 7 grammi, la curcuma è un valido aiuto nell'alimentazione quotidiana.

Benefici per la salute della curcuma

La curcuma migliora la digestione

La curcuma ha un effetto positivo sulla digestione. Come mostra la ricerca del 2015 [3], la curcuma e lo zenzero aiutano a curare l'ulcera allo stomaco. L'ulcera allo stomaco si sviluppa a seguito di uno squilibrio tra i fluidi digestivi nello stomaco e nel duodeno e un batterio Helicobacter pylori che causa dolore nel rivestimento dello stomaco. Secondo la ricerca la curcuma "ha inibito l'ulcera dell'84,7%" aggiungendo che "le lesioni indotte dall'etanolo come necrosi, erosione ed emorragia della parete dello stomaco sono state significativamente ridotte dopo la somministrazione orale di oli essenziali".

La curcuma aiuta nel trattamento della depressione

Uno studio [4] pubblicato sul Journal of Affective Disorders mostra che la curcuma ha il potenziale per il trattamento del disturbo depressivo maggiore. Uno studio randomizzato e controllato con placebo ha rilevato un significativo effetto antidepressivo della curcuma su persone con disturbo depressivo maggiore. Uno studio del 2007 [5] ha anche scoperto che la curcuma potrebbe essere un efficace agente antidepressivo.

La curcuma tratta l'artrite reumatoide

In uno studio pilota randomizzato del 2012 [6] sono stati testati gli effetti della curcuma sull'artrite reumatoide e hanno mostrato risultati sorprendentemente ottimi. La curcuma ha effettivamente mostrato risultati migliori di miglioramento della condizione rispetto al farmaco tradizionalmente usato diclofenac sodico.

La curcuma regola i livelli lipidici

Uno studio del 1992 [7] mostra che il composto attivo della curcuma, la curcumina, assunto quotidianamente, può aiutare a regolare i livelli di lipidi negli esseri umani aumentando il colesterolo "buono" e diminuendo il colesterolo "cattivo". Vale a dire, "una significativa diminuzione del livello di perossidi lipidici sierici (33%), aumento del colesterolo HDL (29%) e una diminuzione del colesterolo sierico totale (11,63%) sono state osservate" dopo che volontari sani assumevano 500 mg di curcumina al giorno per 7 giorni. Inoltre, è stato dimostrato che la curcumina della curcuma ha un effetto migliore sulla regolazione dei lipidi rispetto alla vitamina E, come mostra lo studio [8].

La curcuma migliora i meccanismi antiossidanti

La capacità della curcumina di stimolare i meccanismi antiossidanti è stata testata e dimostrata in numerosi studi. [9]

Ciò significa che la curcumina aiuta nel processo di lotta contro i radicali liberi che causano l'invecchiamento e molte malattie.

La curcuma aiuta nella prevenzione e nel trattamento della malattia di Alzheimer

È necessario condurre ulteriori studi per testare la capacità della curcumina di prevenire e curare il morbo di Alzheimer, ma uno studio [10] ha scoperto che la curcumina può aiutare a eliminare l'accumulo di grovigli di proteine ​​chiamati placche amiloidi che sono una delle le principali cause della malattia.

La curcuma accelera il processo di guarigione delle ferite

Uno studio del 2006 [11] e uno del 2014 [12] hanno scoperto che la curcumina nella curcuma ha un grande potenziale per accelerare il processo di guarigione delle ferite. Vale a dire, i composti attivi della curcuma possono aiutare a lenire l'irritazione e l'ossidazione, migliorare la contrazione della ferita e aumentare la forza dei tessuti e la proliferazione cellulare intorno alla ferita.

Effetti collaterali della curcuma

Come con qualsiasi tipo di cibo, è importante consumare la curcuma con moderazione, poiché un uso eccessivo può portare a possibili effetti collaterali. Gli effetti collaterali della curcuma includono

  • Nausea e diarrea: la curcumina nella curcuma può causare irritazione nel tratto intestinale [13]
  • Aumento del rischio di sanguinamento: la curcuma può rallentare gli indumenti sanguigni e, in combinazione con alcuni medicinali, può persino causare sanguinamento eccessivo
  • Contrazioni iperattive della colecisti: la curcuma ha il potenziale di aumentare i livelli di ossalato nelle urine
  • Ipotensione (abbassamento della pressione sanguigna): dosi elevate di curcuma possono abbassare significativamente la pressione sanguigna
  • Contrazioni uterine nelle donne in gravidanza: le donne in gravidanza e che allattano non dovrebbero assumere curcuma oltre alle spezie nel cibo, poiché l'integrazione di curcuma può causare gravi effetti collaterali

Reazioni allergiche - Possibili reazioni allergiche alla curcuma includono eruzione cutanea lieve e pruriginosa dopo l'esposizione alla pelle

Curcuma in polvere fresca o secca

Esistono due forme in cui puoi trovare e utilizzare la curcuma, quindi, ci sono alcuni suggerimenti su come scegliere quella giusta per le tue esigenze.

La curcuma fresca è una radice di curcuma che ricorda lo zenzero. Uno studio del 2015 [14] ha dimostrato che la curcuma fresca ha una maggiore biodisponibilità, il che significa che il corpo utilizzerà i suoi composti più efficaci più facilmente. La curcuma fresca può essere utilizzata per preparare il tè; puoi grattugiarlo in zuppe, insalate o verdure prima di arrostirlo; può essere miscelato in frullati e spremuto in succhi.