Come affrontare i sentimenti di burnout sul lavoro

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Hai mai affrontato questo scenario? Il lavoro non sta andando bene per te. Nonostante i tuoi migliori sforzi negli ultimi mesi per completare tutte le tue attività e raggiungere i tuoi obiettivi, ti rendi conto che non solo fallirai su entrambi questi punti, ma ti sei esaurito nel processo.

Come ti senti?

Non eccezionale, immagino.

Tuttavia, sono solidale, poiché quando ho iniziato a lavorare come ingegnere del software presso Red Hat, pensavo che il segreto del successo fosse lavorare il più duramente e il più possibile. Ma mi sbagliavo. Questo approccio mi ha semplicemente portato a uno stato di esaurimento fisico, mentale ed emotivo.

E tu che ne dici? Soffri di esaurimento del lavoro?

Ecco alcuni segnali di avvertimento che potresti essere:

  • Disillusione per il tuo lavoro
  • Difficoltà a concentrarsi sui compiti da svolgere
  • Abusare di cibo, droghe o alcol per far fronte allo stress lavorativo
  • Interruzione delle tue abitudini di sonno
  • Mancanza di motivazione (hai problemi a iniziare i progetti?)
  • Atteggiamento cinico nei confronti del tuo lavoro
  • Irritabilità o impazienza con colleghi e clienti

Se stai riscontrando alcuni o tutti questi sintomi, ti consiglio di parlare con un professionista della salute delle tue preoccupazioni. Questo è importante perché, se non affrontato, il burnout può portare a problemi di salute come: ansia, ipertensione, diabete di tipo 2 e malattie cardiache.

Perché sperimentiamo il burnout

Secondo Psychology Today, il burnout non è solo il risultato di lunghe giornate e settimane di lavoro. Ha anche a che fare con quanto controllo sul proprio lavoro una persona sente di avere. [1] Se sentono di avere poco controllo, questo può, nel tempo, portare a stanchezza, cinismo, depressione e, infine, esaurimento.

Altri fattori che possono portare al burnout includono:

  • Lavorare per un obiettivo che non risuona con l'individuo.
  • Mancanza di supporto, a casa dell'ufficio (o in entrambi).
  • Mancanza di pause adeguate dal lavoro.
  • Aspettative poco chiare sul lavoro.
  • Estremi di attività (pensa a compiti monotoni o caotici).
  • Perdita di equilibrio tra lavoro e vita privata.

Come ho già sottolineato, se permetti a te stesso di esaurirsi, ti troverai di fronte a una montagna di problemi di salute fisica e mentale. Ecco perché è così importante affrontare questo problema a testa alta.

Ho istruito molte persone che hanno sofferto di esaurimento del lavoro e ho iniziato a notare alcuni tipici fattori di rischio:

  • Provano a fare tutto e accontentare tutti.
  • Hanno un enorme carico di lavoro.
  • Spesso fanno gli straordinari.
  • Lavorano in una professione di aiuto, come l'assistenza sanitaria o l'insegnamento.