Come allevare bambini sani e felici dopo aver subito un divorzio

Un dottore in psicologia con specialità che includono bambini, relazioni familiari, violenza domestica e aggressioni sessuali. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ho promesso a diversi amici di non sposarmi mai nella vita perché erano rimasti così traumatizzati dal divorzio dei loro genitori.

Il divorzio può essere estremamente difficile per i bambini. Molte volte non capiscono perché il divorzio sia dovuto avvenire o possono incolpare se stessi come causa del divorzio. Possono anche sviluppare un profondo disprezzo per l'alleanza del matrimonio a causa dell'amaro divorzio dei loro genitori o del cattivo comportamento di uno o di entrambi i genitori dopo il divorzio.

È importante che i genitori facciano determinate cose per aiutare i bambini a elaborare il divorzio, non incolpano se stessi e continuano a svilupparsi in modo sano mentalmente, socialmente ed emotivamente. Vuoi che un giorno i tuoi figli abbiano vite e relazioni sane e felici, quindi aiutali dopo il divorzio facendo alcune cose molto specifiche, che descriverò di seguito.

1. Vai d'accordo per il bene dei bambini

Tieni i tuoi argomenti lontani dagli occhi e dalle orecchie dei tuoi figli. Non è necessario che siano soggetti alle tue battaglie in corso dopo un divorzio.

Alcune coppie riferiscono di andare d'accordo con il loro ex dopo un divorzio. Sfortunatamente, questo non è ciò che sperimenta la maggior parte delle coppie. Attraverserai il tuo processo di lutto dopo lo scioglimento di un matrimonio. Non usare i tuoi figli come consiglieri personali e confidenti. Cerca un aiuto professionale, in modo da avere qualcuno di cui fidarti per sfogarti che può anche fornirti saggi consigli.

Tieni le conversazioni sul tuo ex lontano dalla vista e dalla portata d'orecchio dei tuoi figli. Può solo danneggiarli. Pensala in questo modo, sono il 50% di quell'altra persona che ora rifiuti. Possono prendere sul personale quel rifiuto poiché sono la metà di quella persona. Soprattutto se parli del tuo disprezzo per il tuo ex. Il tuo ex è ancora il loro genitore e se non vengono adottati, sono il 50% del DNA di quella persona. Possono temere il tuo rifiuto e anche pensare che ci sono parti di loro che non ti piacciono tanto quanto non ti piace il tuo ex.

Ci sono situazioni in cui potresti non essere in grado di evitare il tuo ex un giorno, come conferenze genitori / insegnanti, matrimoni e lauree. Impara a fare bella figura e mantieni le tue conversazioni in superficie se è necessaria l'interazione. Usa semplici convenevoli come se fossi in fila al supermercato e vedessi un collega di lavoro. "Come stai" e "bel tempo che abbiamo avuto" sono sufficienti per superare il silenzio imbarazzante e mantenere comunque una buona immagine dei tuoi figli.

Puoi quindi sfogare le tue frustrazioni riguardo al tuo ex con il tuo consulente. C'è un tempo e un luogo per tutto. Dare sfogo al tuo ex di fronte ai tuoi figli non è mai accettabile. Inveire con il tuo consulente sul tuo ex nella privacy del loro ufficio è una soluzione molto migliore. Non è che devi imbottigliare le cose per sempre, è semplicemente aggrapparti alle cose finché non sarà il momento giusto per rilasciare quelle emozioni in un ambiente che non danneggerà i tuoi figli.

La vita è già abbastanza dura dover vivere in due case, per avere tempo lontano da un genitore mentre si è con l'altro. Non era una loro scelta né una loro preferenza. Semplifica la transizione cercando di andare d'accordo con il tuo ex quando sei faccia a faccia. Se ciò è di grande difficoltà, mantenere le interazioni al minimo. Questo può essere qualcosa che viene aggiunto in un secondo momento al tuo contratto di custodia, se necessario.

Scambi di custodia

Gli scambi di custodia avvengono in genere quando la maggior parte dei genitori deve vedersi di più. Pertanto, ha scelto un luogo neutrale per lo scambio che consenta che lo scambio dei figli da un genitore all'altro avvenga con facilità e poca interazione.

Seleziona un luogo in cui siano presenti molte persone, in modo che sia meno probabile che si verifichino sfoghi o linguaggio non necessario da parte di uno dei genitori. Tieni presente che ci sono occhi e orecchie che guardano. I più importanti sono quelli dei tuoi figli, quindi tienilo a mente quando vedi il tuo ex e le emozioni divampare dentro di te.

Sono stata la matrigna di due figli in un precedente matrimonio. Sono stato nelle loro vite per otto anni. La mia esperienza sia con la mamma che con il papà mi ha dimostrato che anche i genitori intelligenti e ben intenzionati possono scollarsi nei momenti sbagliati e nel posto sbagliato se provocati dal loro ex. A volte la sola presenza dell'ex può essere sufficiente per spingere una persona oltre il limite.

Pertanto, lo scambio di custodia, se non può essere fatto faccia a faccia, può essere fatto da un veicolo all'altro ei genitori rimangono nei rispettivi veicoli. Solo i bambini scendono dal veicolo e si spostano nel veicolo dell'altro genitore. Questo può aiutare a ridurre al minimo i contatti e le interazioni potenzialmente negative che potrebbero influire negativamente sui bambini. Ovviamente, i bambini devono essere abbastanza grandi per spostarsi indipendentemente da un veicolo all'altro.

Nei casi in cui ciò non è possibile, ci sono luoghi associati ad alcune agenzie di servizi sociali che consentono lo scambio dei genitori, dove un genitore scende con un caregiver presso l'agenzia e gli altri genitori arrivano 15 minuti dopo per prendere il bambino . A volte vengono chiamati centri di risorse per la famiglia. Verificare con la propria agenzia di servizi sociali locale se si necessita di tale servizio.

2. Dì loro la verità ma filtra in base alla loro età

Non mentire a tuo figlio e dire che uno dei genitori si trasferirà solo per un po '. Se stai per divorziare, devi dirlo ai tuoi figli.

Tuttavia, non è necessario conoscere tutte le specifiche o i dettagli. Ciò che di solito è sufficiente è una spiegazione che sebbene mamma e papà non si sposeranno più, amano comunque i bambini al 100%. I bambini hanno bisogno di essere rassicurati sul fatto che non è colpa loro e hanno bisogno di sentirsi dire che sono amati. Non solo una volta, ma spesso, soprattutto dopo un divorzio quando la situazione può essere nuova, stimolante e diversa dalla loro vecchia vita.

Se non hai detto ai tuoi figli che stai per divorziare o che sono già divorziati (sì, succede), ecco un video da Parents.com con suggerimenti su come raccontare ai tuoi figli il tuo divorzio:

3. Consenti a tuo figlio di piangere

Il dolore è il normale processo di attraversare fasi di emozioni a causa di un intenso cambiamento di vita. Il dolore accade non solo agli sposi quando il matrimonio finisce, ma accade anche ai figli.

L'intensità delle emozioni varia da un bambino all'altro. Le fasi del dolore sono negazione, rabbia, contrattazione, tristezza e accettazione. Queste fasi possono essere sperimentate in diversi ordini e alcune fasi vengono talvolta ripetute.

È importante riconoscere che questi sentimenti sono una parte normale dell'elaborazione del divorzio da parte di tuo figlio. Consenti loro di parlarti apertamente dei loro sentimenti. Far emergere i propri sentimenti tramite parole o parole scritte li aiuterà a superare queste fasi.

Incoraggia tuo figlio a usare affermazioni "Mi sento" ea discutere con te i suoi sentimenti riguardo al divorzio. Evita di metterti sulla difensiva o di cercare di "aggiustare" i loro sentimenti. Consenti loro di parlare apertamente, entrare in empatia con loro e lasciare che riconoscano i loro sentimenti dicendoti ad alta voce.

4. Fagli consigliare

Ci sono alcuni ragazzi che passano senza problemi nella vita dopo un divorzio. Tuttavia, ci sono alcuni ragazzi che non se la passano altrettanto bene.

Tu, come genitore, devi essere consapevole del comportamento di tuo figlio e di qualsiasi comportamento anormale che meriti un aiuto professionale. Di seguito sono riportati alcuni comportamenti di cui essere consapevoli e da tenere d'occhio:

  • Aumento degli scoppi d'ira e degli scoppi d'ira
  • Difficoltà a scuola come i voti che sono diminuiti
  • Le difficoltà / discussioni con i loro coetanei sono aumentate
  • Mettersi nei guai a scuola
  • Sviluppo di un disturbo alimentare
  • Autolesionismo
  • Difficoltà a dormire
  • Comportamenti depressi: mancanza di interesse per la vita e / o sentimenti di disperazione. Consulta questo articolo per dettagli più specifici su come riconoscere la depressione nei bambini: segni di depressione nei bambini e come aiutarli a superarla
  • Uso di droghe o alcol

Se tuo figlio presenta uno o più di questi problemi, devi prendere seriamente in considerazione l'idea di ottenere un aiuto professionale. Soprattutto nel caso di disturbi mentali o emotivi come depressione e disturbi alimentari, l'aiuto professionale è nel migliore interesse del bambino e del suo sviluppo.

Se hai dubbi sul fatto che tuo figlio abbia bisogno di consulenza, è meglio sbagliare sul lato di essere proattivo e di chiedere aiuto. Potresti aiutare a prevenire lo sviluppo di un disturbo mentale o emotivo lungo la strada. La consulenza è particolarmente utile nell'insegnare ai bambini le abilità di coping, aiutandoli a elaborare i loro pensieri ed emozioni e responsabilizzandoli a vivere con sicurezza, indipendentemente dallo stato civile dei loro genitori.

Consulenza di gruppo

Un'opzione che viene spesso trascurata è la consulenza di gruppo o i gruppi di supporto. Questi gruppi possono essere particolarmente utili per i bambini perché possono aiutarli a sentire che non sono soli. Possono vedere e incontrare altri bambini che stanno vivendo la loro stessa esperienza.

Esiste un'organizzazione chiamata DivorceCare for Kids. Questa organizzazione fornisce ai leader formazione e risorse per facilitare i gruppi di supporto per i bambini che stanno attraversando o hanno attraversato una situazione di divorzio dei genitori. Ecco cosa dice il loro sito web su questa organizzazione:

I tuoi figli sono arrabbiati, feriti e confusi riguardo alla tua separazione o divorzio? Un gruppo DivorceCare for Kids (DC4K) è un luogo sicuro e divertente dove i tuoi figli possono apprendere abilità che li aiuteranno a guarire. I gruppi DC4K si fondono, giochi, musica, storie, video e discussioni per aiutare i bambini a elaborare il divorzio e ad andare avanti. I gruppi si incontrano settimanalmente e sono pensati per bambini dai 5 ai 12 anni.

Ecco il loro sito web, dove puoi digitare la tua posizione e trovare un gruppo vicino a te: https://www.dc4k.org/. Questo gruppo settimanale si riunisce per 13 settimane consecutive. Coprono un argomento diverso ogni settimana, inclusi questi argomenti insieme ad altri 8:

  • Che cosa sta succedendo alla mia famiglia?
  • Non sono solo
  • Sviluppo di nuove relazioni
  • Non è colpa mia
  • Dire ai miei genitori come mi sento

Iscrivere tuo figlio a un gruppo DivorceCare for Kids può aiutarlo immensamente durante questo momento difficile della sua vita. Anche se non mostrano segni di problemi emotivi o mentali a seguito di un divorzio, ciò non significa che non ci siano problemi. Alcuni bambini reprimeranno le loro emozioni fino a un momento successivo.

Farli aiutare prima li aiuterà a elaborare la realtà della loro situazione. Usare un gruppo professionale come DivorceCare aiuta tuo figlio, più di quanto tu possa aiutarlo tu stesso. Questa è una buona genitorialità.

5. Non dire niente di negativo sull'altro genitore

Resisti alla tentazione di dire qualcosa di negativo sull'altro genitore a tuo figlio.

Anche se quel genitore ha abbandonato la famiglia e ti ha lasciato come un genitore single, evita la tentazione di parlare male dell'altro genitore. Perché? Perché quel bambino ha ancora nel cuore l'amore per il genitore. Sono inoltre costituiti per il 50% da te e per il 50% dall'altro genitore. Non parlare male dell'altro genitore perché tuo figlio può prenderlo molto sul personale.

Vuoi anche che tuo figlio abbia rapporti sani con entrambi i genitori a lungo termine. Se un genitore parla male dell'altro genitore, diventa molto confuso ed emotivamente faticoso per il bambino. Usa il vecchio detto come motto "se non puoi dire niente di carino, non dire niente".

6. Mantieni la coerenza e una routine

I bambini amano la struttura e la routine. Devono mantenere le loro routine il più possibile in entrambe le famiglie. Entrambi i genitori dovrebbero lavorare insieme per raggiungere un punto comune su alcuni obiettivi di routine di base come l'ora di andare a letto, le regole dei compiti a casa, i tipi di videogiochi e film consentiti (decisione basata sulla valutazione) e le regole di condotta di base per i bambini.

Nessuno dei due genitori ha il controllo sull'altro genitore o sulla propria famiglia, né le cose saranno esattamente le stesse in entrambe le famiglie. L'obiettivo è stabilire alcune linee guida di base per entrambe le famiglie in modo che le routine per i bambini possano rimanere intatte. Ciò aiuterà i bambini a passare più facilmente da una casa all'altra. Aiuterà anche i bambini a vedere che i genitori stanno lavorando insieme e che mettono al primo posto l'interesse dei bambini.

Può essere molto allettante perdere le regole dopo un divorzio perché ti senti male che i bambini siano soggetti a questa situazione. Tuttavia, questo è il momento in cui i bambini hanno più bisogno di struttura e guida. Devono sapere che sei ancora il loro genitore e la loro roccia. Non lasciarti andare e non lasciare che il loro mondo si sgretoli consentendo comportamenti che torneranno a morderti più tardi.

Ad esempio, se permetti a tuo figlio di rimanere sveglio a giocare ai videogiochi fino alle 21:00 ogni sera quando l'ora di andare a letto è effettivamente le 20:00, nel tempo avrai un bambino molto stanco, privato del sonno e irritabile. Tenere a mente i loro migliori interessi significa mantenere la loro routine e la loro disciplina uguali, non più rilassati perché ti senti male.

7. Procurati dei libri per bambini su come affrontare il divorzio

Sul mercato esiste una miriade di libri destinati ai bambini che stanno affrontando il divorzio. Sono disponibili anche per tutte le età dei bambini.

Una semplice ricerca su Amazon nella categoria dei libri per bambini ti offrirà molte opzioni. Leggi le descrizioni dei libri per trovare ciò che potrebbe adattarsi meglio a tuo figlio. Leggi anche le recensioni per trovare un libro che altri genitori hanno trovato utile per aiutare i loro figli. Ci sono anche cartelle di lavoro di una varietà di autori a disposizione dei bambini che sono in grado di leggere e scrivere.

Assicurati solo di guardare le linee guida sull'età per i materiali che stai acquistando per assicurarti di investire i tuoi soldi nelle migliori opzioni per i tuoi figli.

8. Risolvi i conflitti genitoriali pensando ai bambini

Ci saranno problemi genitoriali che sorgeranno nel tempo. È inevitabile. La chiave è risolverli lavorando come partner. Potresti non essere più partner nel matrimonio, ma sei ancora partner nel crescere i tuoi figli.

Metti i bambini al primo posto. Quando sorgono problemi, prendi decisioni in base a ciò che è nel migliore interesse dei bambini. Può sembrare così semplice e facile, ma non sarà sempre facile.

Ad esempio, potresti pensare di risposarti e fare una luna di miele di due settimane. Il tuo ex, tuttavia, non vuole cambiare il programma di custodia per accogliere la tua luna di miele. Se ti discosti dal programma, violerai il tuo accordo, il che potrebbe mettere a repentaglio il tuo stato di affidamento congiunto.

Quindi, invece di prendere quella bella luna di miele di due settimane, vai via per un lungo weekend con il tuo nuovo coniuge in modo da poter tornare in tempo per lo scambio di custodia programmato per mantenere la tua custodia congiunta e le vite dei bambini rimangono senza interruzioni.

A proposito, questa è una storia vera. Succede. Alla fine della giornata la tua responsabilità nei confronti dei tuoi figli è la priorità. Il tuo precedente matrimonio non esiste più ma i bambini e il loro benessere sono ancora in gioco.

Quando sorgono problemi genitoriali difficili, prendi decisioni in base a ciò che è meglio per il bambino. Non si tratta di vincere o perdere. Non si tratta del tuo ex che fa a modo suo o di te che fai a modo tuo. L'obiettivo è crescere i bambini nel miglior modo possibile per la situazione in cui ti trovi in ​​questo momento.