Come cambiare un'abitudine con i quattro quadranti del cambiamento

Esperto nella costruzione delle abitudini Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Smettere di fumare è la cosa più facile al mondo. Alcune persone hanno smesso di fumare mille volte nella loro vita! Tutti conoscono qualcuno con questa mentalità.

Ma questo tipo di cambiamento è superficiale. Non dura. Affinché avvenga un cambiamento reale e duraturo, dobbiamo considerare i quadranti del cambiamento.

Il vero cambiamento, il cambiamento che è fondamentale, coerente e longitudinale (che dura nel tempo) deve avvenire in quattro quadranti della tua vita.

Non è necessario smettere di fumare; può essere qualsiasi abitudine che vuoi rompere: bere, mangiarti le unghie, mangiare troppo, giocare ai videogiochi, fare shopping e altro ancora.

La maggior parte degli esperti si concentra su una sola area di cambiamento, alcuni si concentrano su due aree, ma quasi nessuno si concentra su tutti e quattro i quadranti di cambiamento. Ecco perché gran parte della gestione del cambiamento fallisce.

Che sia nella vita personale di un singolo individuo attraverso azioni e abitudini, o in un ambiente aziendale, per quanto riguarda il modo in cui conducono la propria attività, mancano le attuali strategie di gestione del cambiamento.

Tutto deriva dall'ignorare almeno una parte dell'equazione.

Quindi, oggi copriremo tutti e quattro i quadranti del cambiamento e impareremo la formula per cambiare radicalmente e non tornare mai più al tuo "vecchio io".

Un avvertimento: è semplice da fare, ma non è facile. Chiunque ti dica che il cambiamento è facile o sta cercando di venderti qualcosa o non ha idea di cosa stia parlando.

Coloro che desiderano una soluzione immediata hanno lasciato l'articolo ora, quindi questo lascia te, me e il vero processo di cambiamento.

Sommario

  1. I quattro quadranti del cambiamento Primo quadrante - Individuale interno Secondo quadrante - Individuale esterno Terzo Quadrante - Collettivo Interno Quarto quadrante - Collettivo esterno
  2. Mettere tutto insieme
  3. Ulteriori informazioni su come apportare modifiche

I quattro quadranti del cambiamento

Ci sono quattro aree, o quadranti, in cui è necessario apportare una modifica affinché si attacchi. Se perdi o ignori uno solo di questi, la tua modifica non si attiverà e tornerai al tuo comportamento precedente.

I quattro quadranti sono:

  1. Individuo interno - mentalità
  2. Individuo esterno - comportamento
  3. Collettivo interno - cultura / sistema di supporto
  4. Collettivo esterno: leggi, regole, regolamenti, team, sistemi, stati

Tutti e quattro questi quadranti di cambiamento possono sembrare che potrebbero portare il cambiamento da soli, ma non possono. Quindi, assicurati di implementare il tuo cambiamento in tutti e quattro i quadranti. Altrimenti, sarà tutto vano.

Primo quadrante - Individuo interno

Questo quadrante si concentra sul mondo interno di un individuo e si occupa della mentalità di una persona.

Le nostre azioni derivano dai nostri pensieri (la maggior parte delle volte) e se cambiamo la nostra mentalità verso qualcosa, inizieremo a cambiare il modo in cui agiamo.

Le persone che usano la legge di attrazione rientrano in questa categoria, dove hanno riconosciuto la forza dei pensieri e come ci fanno cambiare noi stessi.

Anche Lao Tzu ha fatto un grande detto in merito:

"Guarda i tuoi pensieri. Diventano parole. Guarda le tue parole. Diventano fatti. Guarda le tue azioni. Diventano abitudini. Guarda le tue abitudini. Diventano carattere. Il carattere è tutto. " [1]

Uno dei modi più efficaci per apportare un cambiamento in questo quadrante è implementare ciò che James Clear chiama abitudini basate sull'identità. [2]

Invece di dare la priorità al risultato di un cambiamento (es .: voglio perdere 20 libbre), dai la priorità alla tua identità di persona (voglio diventare / rimanere una persona sana).

Ecco un paio di esempi per vedere la forza di questo tipo di risoluzione:

Voglio vedere molti film = Sono un amante del cinema Voglio pulire il mio appartamento = Sono una persona pulita Voglio raccogliere i miei raccolti = Sono un mietitore (contadino) Voglio nuotare = Sono un nuotatore

Questo quadrante riguarda la modifica dell'identità che attribuisci a una determinata azione. Una volta riformulato il tuo pensiero in questo modo, avrai completato il primo dei quadranti del cambiamento.

Secondo quadrante - Individuo esterno

Questo quadrante si concentra sul mondo esterno di un individuo e si occupa del comportamento di una persona.

È qui che risiedono persone come Darren Hardy, l'autore dell'Effetto Composto. Hardy consiste nel compiere piccole azioni coerenti che creeranno cambiamenti a lungo termine (l'effetto composto).

Vuoi perdere 30 libbre? Inizia mangiando solo 150 calorie (circa due fette di pane) in meno al giorno e in due anni e mezzo avrai perso 30 libbre.

Le stesse regole si applicano al business, agli investimenti, allo sport e a molte altre aree. Azioni piccole e coerenti possono creare grandi cambiamenti.

Funziona: ho letto 20 pagine in più al giorno negli ultimi due anni e si sono accumulate in 90 libri letti in due anni. [3]

Qui ci sono due modi per affrontare il cambiamento in modo comportamentale: progettazione ambientale negativa e progettazione ambientale positiva.

Progettazione ambientale negativa

Questo è il momento in cui elimini le cose dal tuo ambiente che ti riportano al vecchio comportamento. Se vuoi smettere di mangiare il gelato, non tenerlo nel congelatore.

Se vuoi smettere di guardare la TV, rimuovi le batterie dal telecomando e mettile dall'altra parte della casa (funziona!).

Progettazione ambientale positiva

Questo è quando metti le cose che vuoi fare con portata - letteralmente!

Vuoi imparare a suonare la chitarra? Metti la chitarra accanto al divano. Vuoi andare in palestra? Metti gli indumenti da palestra in uno zaino e mettili sopra le scarpe.

Vuoi leggere altri libri? Tieni un libro sul comodino, sul tavolo della cucina e sul divano.

Puoi persino combinare questo ultimo trucco con i miei primi consigli sulla rimozione delle batterie dal telecomando, combinando i design ambientali negativi e positivi per ottenere il massimo effetto.

Due facce della stessa moneta

Se modifichi il tuo comportamento e lasci intatte le tue intenzioni (pensieri), la tua disciplina fallirà e il vero cambiamento non avverrà.

Tornerai semplicemente al comportamento precedente perché non hai cambiato la radice fondamentale del motivo per cui questo problema si verifica in primo luogo.

Ecco perché è necessario creare cambiamento sia nel primo quadrante (individuo interno - mentalità) che nel secondo quadrante (individuo esterno - comportamento). Questi quadranti di cambiamento sono due facce della stessa medaglia.

La maggior parte della gestione del cambiamento si fermerebbe qui, ed è per questo che la maggior parte della gestione del cambiamento fallisce.

Non importa quanto ti concentri su te stesso, ci sono cose che influenzano le nostre vite che accadono al di fuori di noi. Questo è il fulcro dei due quadranti rimanenti.

Terzo quadrante - Collettivo interno

Questo quadrante si concentra sul mondo interno del collettivo in cui risiede l'individuo e si occupa della cultura di quel collettivo.

Ci sono due diverse distinzioni qui: l'anello interno e l'anello esterno.

L'anello interno

Questi sono i tuoi amici e la tua famiglia. L'Inner Ring è il luogo in cui governano le norme sociali e culturali dei tuoi amici e della tua famiglia.

Quindi, se tutti nella tua famiglia sono in sovrappeso e ogni pranzo è di 1.000 calorie a persona, puoi dire addio alla tua idea di diventare sano.

In questo caso, la cultura del tuo gruppo, le norme interne che guidano le decisioni, le azioni, i pensieri, le idee e i modelli di comportamento sono tutte incentrate sul mangiare il più possibile. [4]

Devi avere il supporto del tuo anello interno se vuoi ottenere il cambiamento. Se non hai questo supporto, il modo migliore per procedere è cambiare l'intero anello interno o allontanarti da esso.

Fai attenzione: la maggior parte degli anelli interni non accetterà il fatto che desideri cambiare e ti minerà in molte occasioni: alcune per abitudine, altre per gelosia e altre perché supportarti significherebbe che devono cambiare, troppo.

Non devi tagliare i legami con le persone, ma puoi decidere consapevolmente di trascorrere meno tempo con loro.

L'anello esterno

L'anello esterno è costituito dalla cultura della tua azienda, comunità, contea, regione e paese. Ad esempio, è piuttosto difficile essere una persona di mentalità aperta nel nord della Nigeria, indipendentemente da come pensate voi, i vostri amici e la vostra famiglia.

L'anello esterno è il motivo per cui i giovani si trasferiscono in luoghi che condividono i loro sistemi di valori invece di rimanere nella loro città, contea o Paese attuali.

A volte, devi cambiare anche il tuo anello esterno perché la sua cultura ti impedisce di cambiare.

Lo vedo ogni singolo giorno nel mio paese, dove la cultura può essere così tossica che non importa quanto sia bello il tuo lavoro o quanto sia bella la tua vita attualmente: la cultura ti cambierà, passo dopo passo , finché non diventi simile.

Quarto quadrante - Collettivo esterno

Questo quadrante si concentra sul mondo esterno del collettivo in cui risiede l'individuo e si occupa dei sistemi, dei team, delle leggi e delle regole di quel collettivo.

Questo quadrante riguarda le manifestazioni esterne della cultura collettiva. Se la maggior parte dell'ambiente pensa in un certo modo, creeranno istituzioni che implementeranno quel modo di pensare.

Le stesse regole si applicano alle aziende.

Un esempio per le aziende potrebbero essere quei manager che pensano che i dipendenti siano pigri, privi di responsabilità e necessitino di una supervisione costante (o quella che viene chiamata Teoria X nella gestione).

Quindi, quei manager implementano sistemi che riflettono quel tipo di cultura: nessun orario di lavoro flessibile, regole rigide sul lavoro di registrazione, nessun lavoro remoto, ecc.

I tuoi pensieri, tuttavia, potrebbero essere diversi. Potresti credere che le persone vogliano responsabilità, che siano capaci di autodirezione, che possano prendere buone decisioni e che i manager non abbiano bisogno di stare sulle loro spalle se vogliono che qualcosa venga fatto (questa è chiamata Teoria Y nella gestione) .

Quindi, vorresti avere orari di lavoro flessibili, diversi modi per misurare la tua produttività (ad esempio, non il tempo sul lavoro ma il lavoro prodotto) e il lavoro a distanza, se possibile, per la tua professione.

Questo è quando entri in conflitto con il quadrante collettivo esterno. Qui hai quattro opzioni: lasciare, perseverare, trascurare e dare voce.

Esci

Puoi semplicemente lasciare l'azienda / organizzazione / comunità / paese e andare in un luogo diverso. La maggior parte delle persone decide di farlo.

Persevera

Questo è il momento in cui vedi che la situazione non è buona, ma decidi di mantenerla e di aspettare il momento (o la posizione) perfetta in cui puoi implementare il cambiamento.

Trascuratezza

È qui che rinunci al cambiamento che vuoi vedere e segui il flusso, facendo il lavoro minimo necessario per mantenere lo status quo.

Queste sono le persone che sono disimpegnate al lavoro e stanno facendo solo il minimo necessario (che, negli Stati Uniti, rappresenta circa il 65% della forza lavoro).

L'ho fatto solo una volta e probabilmente è l'unica cosa di cui mi pento di aver fatto nella mia vita.

Voce

Qui è dove lavori attivamente per cambiare la situazione e i responsabili sanno che vuoi creare un cambiamento.

Non importa se si tratta della tua azienda, comunità o paese; stai chiedendo attivamente un cambiamento e non ti fermerai finché non sarà implementato.

Mettere tutto insieme

Quando si tiene conto di tutto, il cambiamento è semplice, in teoria, ma non è facile da eseguire. Ci vuole lavoro in tutti e quattro i quadranti:

  1. Individuo interno - mentalità
  2. Individuo esterno - comportamento
  3. Collettivo interno - cultura / sistema di supporto
  4. Collettivo esterno: leggi, regole, regolamenti, team, sistemi, stati