Come diventare autodidatti in modo facile (la guida pratica)

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

La maggior parte delle abilità che uso per guadagnarmi da vivere sono abilità che ho imparato diventando autodidatta: web design, desktop publishing, marketing, capacità di produttività personale e persino insegnamento! E la maggior parte di ciò che so su scienza, politica, computer, arte, chitarra, storia del mondo, scrittura e una dozzina di altri argomenti, l'ho imparato al di fuori di qualsiasi istruzione formale.

È semplice sottolineare che se ti fermi a pensarci, gran parte di quello che sai fare lo hai capito da solo. Tuttavia, raramente pensiamo al processo per diventare autodidatti. Questo è un peccato, perché spesso evitiamo cose che non sappiamo come fare senza fermarci a pensare a come potremmo imparare insegnando a noi stessi.

Sommario

  1. Le chiavi per imparare facilmente qualsiasi cosa
  2. Come diventare autodidatti in modo efficace
  3. Considerazioni finali
  4. Altri suggerimenti per l'autoapprendimento

Le chiavi per imparare facilmente qualsiasi cosa

L'apprendimento continua e arriva facilmente alle persone che hanno sviluppato:

Curiosità

Essere curioso significa che non vedi l'ora di imparare cose nuove e sei turbato dalle lacune nella tua comprensione del mondo. Nuove parole e idee vengono ricevute come sfide e il lavoro per comprenderle è accettato.

Le persone a cui manca la curiosità vedono imparare cose nuove come un lavoro di routine o, peggio, come al di là delle loro capacità e probabilmente eviteranno di diventare autodidatti.

Pazienza

A seconda della complessità di un argomento, imparare qualcosa di nuovo può richiedere molto tempo ed è destinato a essere frustrante mentre affronti nuovi termini, nuovi modelli e informazioni apparentemente irrilevanti.

Quando impari qualcosa da solo, non c'è nessuno che controlli il flusso di informazioni, per assicurarti di passare dalla conoscenza di base a concetti intermedi e avanzati.

La pazienza con il tuo argomento e con te stesso è fondamentale: non esiste un campo di conoscenza che qualcuno al mondo non sia riuscito a imparare partendo esattamente da dove ti trovi.

Una sensazione di come le cose sono collegate

Questo è il talento più difficile da coltivare ed è il luogo in cui la maggior parte delle persone si scoraggia quando si avvicina a un nuovo argomento.

Un nuovo corpo di conoscenze è sempre più facile da imparare se riesci a capire il modo in cui si collega a ciò che già sai. Per anni ho lottato con il calcolo al college fino a quando un giorno il mio professore di chimica ha dimostrato come eseguire i calcoli dell'emivita usando gli integrali. Da quel momento in poi, il calcolo è diventato molto più facile, perché avevo stabilito una connessione tra un concetto che avevo capito bene (la chimica dell'emivita) e un campo in cui avevo sempre lottato (matematica superiore).

Più cerchi e presti attenzione alle connessioni tra i diversi campi, più prontamente la tua mente sarà in grado di attaccarsi a nuovi concetti.

Come diventare autodidatti in modo efficace

Con un atteggiamento di apprendimento in atto, entrare in un nuovo argomento è semplicemente una questione di ricerca, pratica, networking e programmazione:

1. Ricerca

Ovviamente, il passo più importante per imparare qualcosa di nuovo è in realtà scoprire cose al riguardo. Tendo a passare attraverso tre fasi distinte quando insegno a me stesso un nuovo argomento:

Imparare le basi

Inizia come tutte le cose iniziano oggi: cercalo su Google! In qualche modo le persone sono riuscite a imparare prima di Google (ho imparato l'HTML quando Altavista era il migliore che abbiamo ottenuto!), Ma oggigiorno una ricerca ben strutturata su Google o altre risorse online ti darà una grande quantità di informazioni su qualsiasi argomento in pochi secondi.

Quello che cerco sono le informazioni di base e poi il lavoro di esperti: blog di ricercatori in un determinato campo, forum su un argomento, siti web organizzativi, riviste. Mi iscrivo a molti feed RSS per tenere il passo con il nuovo materiale man mano che viene pubblicato, stampo articoli da leggere in modo approfondito in seguito e cerco i nomi dei migliori autori o dei migliori libri nel campo.

Colpire i libri

Una volta che ho una buona descrizione di un campo di conoscenza, vado in biblioteca per continuare il mio percorso per diventare autodidatta in un'area. Cerco i nomi chiave e i titoli che ho trovato online, quindi scorro gli scaffali intorno a quei titoli per altri libri che sembrano interessanti.

Quindi, vado alla sezione per bambini della biblioteca e cerco gli stessi numeri di telefono: una buona panoramica per gli adolescenti sarà probabilmente più chiara, più concisa e più orientata all'apprendimento rispetto a molti libri per adulti.

Riferimento a lungo termine

Mentre leggo la mia pila di libri dalla biblioteca, comincio a tenere gli occhi aperti per i libri che voglio dare un posto permanente sui miei scaffali. Controllo le librerie online e fisiche, ma cerco anche negozi dell'usato, librerie dell'usato, vendita di libri di biblioteche, vendite di garage, ovunque mi capiti di trovarmi in presenza di libri.

Il mio obiettivo è una raccolta di manuali di riferimento e libri importanti su cui tornerò, per rispondere a domande spinose o per aggiornare le mie conoscenze mentre metto in pratica nuove abilità, e per farlo in modo economico e rapido.

2. Fai pratica

Mettere in pratica le nuove conoscenze ci aiuta a sviluppare una migliore comprensione ora e a ricordare di più in seguito. Sebbene molti libri offrano esercizi e autotest, preferisco entrare subito e costruire qualcosa: un sito web, un saggio, una scrivania, qualunque cosa.

Un ottimo modo per mettere in atto qualsiasi nuovo corpus di conoscenze è aprire un blog su di esso, pubblicarlo in modo che il mondo lo possa vedere e commentare.

Non bloccare il tuo apprendimento nella tua testa dove nessuno vede mai quanto sai di qualcosa e non vedi mai quanto ancora non sai.

Dai un'occhiata a questa guida per tecniche utili per aiutarti a esercitarti in modo efficiente: Guida per principianti alla pratica deliberata

3. Rete

Una delle più potenti fonti di conoscenza e comprensione nella mia vita sono stati i social network in cui mi sono inserito nel corso degli anni: i siti web su cui scrivo, le comunità online a cui appartengo, le persone con cui parlo e che presento accanto alle conferenze, i miei colleghi del dipartimento in cui ho studiato, ecc. Mi hanno aiutato nel mio viaggio per diventare autodidatta.

Queste reti [1] sono fondamentali per estendere le mie conoscenze in aree in cui sono già coinvolto e per indirizzarmi a contatti in aree in cui non ho esperienza precedente. Entrare a far parte di una mailing list, inviare email a qualcuno che lavora sul campo e chiedere consigli ai colleghi, sono tutti modi utili per prendere piede in un nuovo campo.

Il networking ti consente anche di mettere alla prova le tue nuove conoscenze acquisite rispetto alle comprensioni degli altri, dandoti la possibilità di crescere e svilupparti ulteriormente.

4. Pianificazione

Per qualsiasi cosa più complessa di una semplice panoramica, vale la pena programmare del tempo da dedicare al processo di apprendimento. Avere i libri sullo scaffale, i migliori siti web aggiunti ai segnalibri e una serie di contatti non va bene se non ti dai il tempo di concentrarti sulla lettura, digerire e implementare le tue conoscenze per unirti ai ranghi degli autodidatti. < / p>

Stabilisci una scadenza, anche se non ci sono limiti di tempo imposti dall'esterno, e stabilisci un programma per raggiungerla.

Considerazioni finali

In un certo senso, anche la formazione e l'istruzione formale sono una forma di autoapprendimento: alla fine, un insegnante può solo suggerire e incoraggiare un percorso di apprendimento, nella migliore delle ipotesi eliminando parte del lavoro di ricerca di fonti affidabili per l'apprendimento a partire dal. In definitiva, devi imparare a insegnare a te stesso.

Se stai già lavorando o hai una serie di interessi oltre a quelli puramente accademici, l'istruzione formale potrebbe essere troppo scomoda o troppo costosa da intraprendere. Ciò non significa che devi mettere da parte la possibilità di imparare, però; la storia è piena di successi da autodidatta.

Nella migliore delle ipotesi, anche un'istruzione formale ha lo scopo di prepararti a una vita di apprendimento autoguidato; con la potenza di Internet e dei mass media a nostra disposizione, non c'è davvero alcun motivo per non seguire la tua musa ispiratrice, ovunque essa possa condurre.

Altri suggerimenti per l'autoapprendimento

  • 6 tecniche di apprendimento efficaci supportate dalla ricerca
  • 7 passaggi per rendere l'autoapprendimento efficace per te
  • 42 modi pratici per migliorare te stesso

Riferimento

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Dustin Wax

Tendenze nell'apprendimento

Altro di questo autore

Dustin Wax

Tendenze nell'apprendimento

Leggi avanti

Come creare reti in modo da essere sempre all'avanguardia nella vita professionale
Come utilizzare l'apprendimento osservazionale per apprendere in modo efficace
12 modi scientifici per apprendere qualcosa in modo più rapido e intelligente
Come leggere più velocemente: 10 modi per aumentare la velocità di lettura

Ultimo aggiornamento il 22 dicembre 2020

Come apprendere al lavoro nel modo più efficace possibile

Strategista sul posto di lavoro | Career Coach | Facilitatore del seminario | Scrittore | Altoparlante | Past Business Professor Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente quando si tratta di sviluppo professionale. È normale che i professionisti facciano di più con meno risorse. Questo è il motivo per cui è così importante essere in grado di apprendere al lavoro in modo efficiente ed efficace, in quanto ti aiuterà a evitare lo stress e il sopraffazione.

Al lavoro, soprattutto quando inizi un nuovo lavoro, non solo devi svolgere le attività a portata di mano, ma devi anche dotarti delle capacità e delle conoscenze per sostenere la tua carriera, avanzare e migliorare le tue prestazioni lavorative. Quando ti senti troppo impegnato per migliorare le tue capacità, come trovi il tempo per imparare al lavoro?

L'apprendimento continuo influisce sulla tua occupabilità. È essenziale mostrare ai datori di lavoro la tua volontà di rimanere aggiornato o addirittura anticipare le tendenze nella tua vita lavorativa. La tua capacità di pensare in modo critico, essere agile nell'apprendimento e applicare costantemente ciò che impari è fondamentale in un'economia in costante cambiamento.

In questo articolo scoprirai come imparare al lavoro in modo efficace.

1. Identifica i tuoi obiettivi di apprendimento

Ecco alcune domande per aiutarti a pensare ai tuoi obiettivi di apprendimento:

  • Perché vuoi imparare?
  • Cosa vuoi imparare?
  • Quali conoscenze o abilità possono aiutarti a far avanzare la tua carriera?
  • Quali conoscenze o abilità possono aiutarti a migliorare le tue prestazioni lavorative?
  • Di cosa hai bisogno per crescere nella tua carriera e come persona?

Considera il feedback o i commenti dei tuoi colleghi, manager e stakeholder. Non c'è limite a ciò che puoi imparare. L'apprendimento può variare dalle abilità tecniche alle abilità interpersonali.

2. Agisci concretamente

Devi assumere il controllo. Se non sei impegnato nel tuo apprendimento, nessun altro lo sarà. Ciò significa che dovrai prendere provvedimenti per realizzare il tuo apprendimento.

L'azione si presenta in forme diverse per studenti diversi. Ad esempio, chiedere al tuo manager di essere preso in considerazione per un progetto o chiedere consiglio al tuo mentore può essere un buon passo.

Le persone imparano di più quando prendono l'iniziativa. Quando mostri agli altri che sei uno studente continuo e disponibile, probabilmente vedranno la tua crescita e saranno più propensi a investire il loro tempo e le loro risorse in te.

3. Rendi l'apprendimento un'abitudine

Stabilisci obiettivi di apprendimento realistici e raggiungibili. Seleziona da uno a un massimo di tre obiettivi di apprendimento.

Impegnati a raggiungere il tuo obiettivo come faresti con cibi sani o esercizio fisico. Potresti trovare un partner responsabile o informare il tuo manager in modo da avere una rete di supporto per tenerti sulla buona strada per ogni opportunità di apprendimento.

Dai un'occhiata a questo articolo e scopri come farlo: Come sviluppare un'abitudine di apprendimento permanente

4. Budget del tempo per imparare al lavoro

Devi fare uno sforzo consapevole per imparare al lavoro. Ciò significa fare intenzionalmente tempo e spazio per farlo.

Assicurati di imparare in piccoli pezzi in modo che sia sostenibile a lungo termine. Ciò potrebbe significare bloccare 15 minuti al giorno nel tuo calendario o qualsiasi cosa si adatti al tuo stile di apprendimento. Ad esempio, se impari una nuova parola ogni giorno, imparerai 365 parole in un anno.

Sappiamo tutti che la vita accade e potresti sentirti troppo occupato per imparare. Tuttavia, essendo consapevoli del motivo per cui l'apprendimento è importante per te e rendendolo una priorità nel tuo calendario, ti viene ricordato di trasformare un'abitudine di apprendimento in una routine.

5. Impara sul lavoro

Una percezione comune è che la maggior parte dell'apprendimento avvenga in classe. Tuttavia, 30 anni di ricerca nello sviluppo della leadership hanno dimostrato che il 70% dell'apprendimento avviene sul lavoro. Ecco la ripartizione delle esperienze di apprendimento per lo sviluppo della leadership efficaci: [1]

  • 70% di incarichi impegnativi
  • 20% di relazioni di sviluppo
  • 10% di lavoro nel corso

Ecco 7 modi specifici per imparare sul lavoro:

Allunga le assegnazioni

Dopo aver identificato il tuo obiettivo di apprendimento, puoi trovare compiti o progetti estesi che possono facilitare il tuo apprendimento.

Ad esempio, se hai scoperto che costruire relazioni è un'abilità che vorresti migliorare, potresti voler cercare progetti che coinvolgano più parti interessate.

Crea nuove esperienze

Qualunque sia la base di conoscenza che stai cercando di espandere, cerca di uscire dalla tua routine e trova nuove esperienze correlate al tuo obiettivo di apprendimento. A volte, per imparare al lavoro, dovrai creare nuove esperienze.

Rivedi la direzione strategica della tua organizzazione per idee di sviluppo. Nuove esperienze possono comportare attività come nuove opportunità per i clienti, partnership più interfunzionali, affiancamento al lavoro, rotazioni di lavoro o lavoro di volontariato.

Impara dagli altri

Imparare dagli altri è un modo semplice e facile per raccogliere suggerimenti rapidi.

Migliora le tue capacità di osservazione

La prossima volta che partecipi a una riunione, cosa noti del relatore? Cosa vedi nel loro linguaggio del corpo? Cosa noti dei partecipanti alla riunione? Quali lezioni hai imparato dalla riunione che puoi applicare la prossima volta che ne esegui una?

Osserva qualcuno che ti ispira

Forse questa persona è uno sviluppatore di progetti efficace o sembra affrontare con facilità i conflitti sul posto di lavoro. Cos'è questa persona che ti ispira? Quali comportamenti di leadership mostra questa persona e come agisce quotidianamente?

Impara dal tuo manager

Abbiamo tutti avuto manager eccezionali e imperdonabili. Quali qualità vuoi mostrare? Quali qualità è meglio lasciarsi alle spalle?

Impara dai tuoi colleghi

Nota i punti di forza di tutti i colleghi del tuo team. Cosa fanno bene? Come contribuiscono alla squadra?

Fai domande

C'è molto da imparare in qualsiasi organizzazione. Impara al lavoro essendo curioso e facendo domande.

Quando fai domande, chiarisci e cerchi di comprendere meglio la situazione e le persone coinvolte. Le informazioni raccolte ampliano la tua mente e la tua base di conoscenze.

Prova a fare domande più aperte in modo da poter ottenere una narrazione più descrittiva dall'altra parte.