Come diventare un imprenditore (consigli di un imprenditore seriale)

Imprenditore e imprenditore per tutta la vita che aiuta gli altri a realizzare il sogno americano della proprietà aziendale Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il sogno dell'imprenditorialità è condiviso da molti. Si tratta di essere il capo di se stessi, avere sicurezza finanziaria e creare qualcosa dal nulla attraverso il duro lavoro, la dedizione e l'abilità. È la rara persona che non ha riflettuto su come diventare un imprenditore.

Sicuramente l'ho fatto, e sin dalla giovane età. Vengo da una lunga stirpe di imprenditori: il mio bisnonno era un commerciante di bestiame e un allevatore di bestiame. Mio nonno e mio padre lavoravano nell'industria del petrolio e del gas e io sono stato coinvolto in tutto, dal petrolio e gas alla produzione, al settore immobiliare e alla cura della pelle. In breve, sono stato un imprenditore seriale negli ultimi 35 anni.

Nel percorso per imparare a diventare un imprenditore, ho guadagnato e perso milioni di dollari, gestito centinaia di dipendenti e soffrivo di ansia, depressione, insonnia, stress e altri problemi di salute.

Ho imparato lezioni da alcune delle più grandi menti del mondo degli affari, nonché dai miei spettacolari fallimenti. Ma una cosa che non ho mai fatto è smettere, e questa è la prima lezione su come diventare un imprenditore e avere successo mentre lo fai.

Sommario

  1. Cosa sbagliano le persone sull'imprenditorialità
  2. 6 tratti di un imprenditore di successo
  3. 8 passaggi pratici su come diventare un imprenditore
  4. Considerazioni finali
  5. Ulteriori informazioni su come diventare un imprenditore

Cosa sbagliano le persone sull'imprenditorialità

Quando parlo alle persone dell'imprenditorialità e di come diventare un imprenditore, ci sono idee sbagliate comuni che sorgono sempre.

Si basano quasi sempre su stereotipi che sono penetrati nella cultura nel tempo. Li vediamo nei film, in televisione e persino dagli stessi imprenditori. Ma come tutti gli stereotipi, sono generalizzazioni eccessive che non ci consentono di vedere il quadro vero e approfondito dell'imprenditore. Quindi, ecco i miti più comuni che sento sugli imprenditori.

Esistono imprenditori "nati"

È vero che se provieni da una lunga stirpe di imprenditori (come ho fatto io), è più probabile che tu lo diventi, ma non è geneticamente ereditato. È molto più una funzione dell'avere imprenditori come modelli di ruolo nella tua vita. Dopo tutto, i college e le università insegnano da decenni competenze imprenditoriali e imprenditoriali a tutti i tipi di persone.

Ora, questo non vuol dire che non ci siano vantaggi "nati dentro" che possono aiutare con l'imprenditorialità. Il denaro ne è un ottimo esempio. Se sei stato abbastanza fortunato da nascere in una famiglia con soldi, renderà l'imprenditorialità una proposta molto più semplice. Dopo tutto, il finanziamento è una parte importante di qualsiasi start-up.

Detto questo, la maggior parte degli imprenditori non è nata nel mondo del denaro e ha comunque avuto successo. Maggiori informazioni su come farlo in seguito.

Gli imprenditori non hanno una vita sociale

Questo è piuttosto comune e talvolta perpetuato dagli stessi imprenditori. All'immagine di un maniaco del lavoro può esserci una sorta di maschilismo: qualcuno che è risoluto e completamente concentrato nell'esclusione di altre cose.

Sebbene l'imprenditorialità richieda molto tempo, impegno e dedizione, gli imprenditori, per necessità, devono essere creature sociali. Nessuno sale al vertice senza un'ampia rete di amici e conoscenti.

Sono estremamente portatori di rischi

Non c'è modo di correre rischi come imprenditore. Tuttavia, gli imprenditori di successo sono esperti nell'assumersi rischi calcolati: esplorano attentamente tutte le opzioni e i potenziali alti e bassi prima di prendere una decisione.

La persona che è disposta a rischiare tutto con un lancio di dadi non rimarrà in affari per molto tempo.

Sono super intelligenti

In effetti, solo il 26% circa degli imprenditori ha una laurea [1]. Anche se ricevere o avere un'istruzione non può (o non dovrebbe) far male, non è affatto un prerequisito per diventare un imprenditore di successo.

Raccolgono fondi tramite prestiti bancari e società di capitali di rischio

Tanto di cappello per te se riesci a farcela, specialmente un prestito bancario. Scoprirai che le banche sono più che disposte a prestarti denaro una volta che avrai raggiunto il successo, ma prima di allora sei fortunato se ne prendi una tazza di caffè [2].

No, la maggior parte dei nuovi imprenditori sta raccogliendo fondi personalmente o tramite amici e familiari [3].

Chiunque può essere un imprenditore

Tutto ciò di cui hai bisogno è una grande idea e un duro lavoro. Dopotutto, se costruisci una trappola per topi migliore, il mondo batterà un sentiero fino alla tua porta.

Mi spiace, ma non è vero.

C'è molto da fare per lanciare una startup di successo. Non tutti hanno il tempo, le capacità o l'inclinazione per farlo. La verità è che gli imprenditori di successo condividono alcuni tratti e abitudini simili. Esamineremo quelli successivi.

6 tratti di un imprenditore di successo

Quanto vale una nuova fantastica idea? Beh, dipende. Se sei Steve Jobs, vale miliardi di dollari. Se sei Steve Jones, il cui contenuto lavora da nove a cinque giorni per 30 anni, allora non vale nulla.

La verità è che ci sono sempre grandi idee intorno a noi, ma è l'imprenditore che dà valore all'idea.

Allora come fai a sapere se hai quello che serve per imparare a diventare un imprenditore? Di seguito è riportato un elenco di alcuni tratti comuni degli imprenditori di successo.

1. Passione

Lo sentiamo spesso, ma cosa significa veramente?

Per gli imprenditori, la passione è una sovrabbondanza di entusiasmo per il proprio lavoro. Non stiamo parlando di una passione per fare soldi o diventare ricchi. Dovrebbe essere un sottoprodotto della passione.

Il tipo di passione di cui parliamo è la completa convinzione di come l'attività, il prodotto o il servizio aggiungano valore al consumatore. Le persone con questo tipo di passione sono disposte a fare tutto il necessario per realizzare quella visione.

2. Tenacia

Raramente gli sforzi umani vanno esattamente come previsto. Ciò è particolarmente vero in una situazione di avvio. Non importa quanto sei bravo o quante volte l'hai fatto, le cose usciranno dal campo sinistro e ti daranno uno schiaffo in testa.

Ora, non ti dirò che è divertente quando qualcosa di inaspettato esce dal nulla e capovolge il tuo mondo, ma dirò che se hai la tenacia per risolvere il problema, servirà come una lezione di intraprendenza sia per te che per il tuo team.

3. Flessibilità

Lo metto subito dopo la tenacia perché a volte le soluzioni non sono una questione di risolvere un problema ma di aggirarlo.

Negli anni '30, avere la carta da parati era la cosa "in". Il problema era che letteralmente era carta. Quando si è sporcato, pulendolo con acqua e altri prodotti domestici si è rapidamente inzuppato e degradato la carta. La soluzione era usare una sostanza simile all'argilla per pulire la carta da parati senza bagnarla.

Poi, negli anni '50, i bambini in età prescolare a Cincinnati iniziarono a usare la stessa argilla per realizzare decorazioni natalizie. Ben presto, è stato riconfezionato in Play-Doh [4].

Gli imprenditori di maggior successo sono abbastanza flessibili da cambiare direzione quando necessario.

4. Fiducia

Come imprenditore in fase di avvio, è estremamente importante che trasmetta fiducia nella tua attività, prodotto / servizio e soprattutto nelle tue capacità. Dopo tutto, devi ispirare investitori, dipendenti e clienti se intendi imparare come diventare un imprenditore.

L'arroganza, d'altra parte, può essere altrettanto dannosa per la tua attività quanto la mancanza di fiducia. Per gli investitori, l'arroganza è un segnale di avvertimento che non ascolterai il loro contributo o consiglio. Per i dipendenti, può impostare uno stile di gestione rigido e autocratico che soffoca la creatività. E per i clienti, può segnalare una mancanza di apprezzamento per la loro attività.

In breve, la fiducia è un must e l'arroganza è un no.

5. Essere un motivato self-starter

Non ho mai incontrato un imprenditore di successo che non fosse un autodidatta altamente motivato. Parte di ciò deriva dalla passione che hanno per la loro attività. Gli piace molto quello che fanno e non vedono l'ora che arrivi lunedì per poter ricominciare da capo.

Un'altra parte di questo è la disciplina. Tendono ad affrontare tutto nella vita con disciplina. Il lavoro è l'esempio ovvio, ma anche le attività del tempo libero sono un esercizio di disciplina.

Ad esempio, hanno promesso al coniuge che avrebbero portato a termine dei lavori in giardino, ma il loro bambino ha un gioco. La loro risposta è di non saltare nessuno dei due; è programmare entrambe le attività nella giornata.

6. Essere una persona che prende il rischio calcolato

Ne abbiamo parlato un po 'prima e la parola "calcolato" è molto importante qui. Abbiamo tutti sentito il detto che "Con un grande rischio arriva una grande ricompensa". Ma troppe persone confondono "grande rischio" con "rischio sciocco".

Un modo semplice per pensare a questo è acquistare 100.000 biglietti della lotteria. Sicuramente soddisfa i criteri di una grande ricompensa derivante da un grande rischio. Ma è un rischio intelligente (calcolato)? Se sei abbastanza intelligente da leggere questo articolo, conosci la risposta.

Quindi, ecco come un imprenditore pensa a questa situazione. Invece di spendere soldi per 100.000 biglietti della lotteria, che ne dici di prendere quei soldi, usa il 50% come acconto su una proprietà che necessita di un piccolo aggiustamento; e usare l'altra metà per aggiustarlo e poi venderlo per un profitto di $ 50.000? Questo è un rischio calcolato.

8 passaggi pratici su come diventare un imprenditore

Quando consulto le persone su come diventare un imprenditore, le incoraggio a fare una valutazione onesta di se stesse. Questo è sempre molto più difficile di quanto si pensi.

In quanto esseri umani, siamo notoriamente pessimi nell'autovalutazione. Tendiamo a sopravvalutare le nostre capacità e abilità. Ecco perché quasi tutti pensano di essere un guidatore sopra la media [5].

Anche così, se stai considerando la vita come aspirante imprenditore, è importante essere il più onesti possibile quando fai queste autovalutazioni. Una volta che hai un'idea chiara dei tuoi punti di forza e di debolezza, puoi utilizzare questi suggerimenti per costruire la tua attività.

1. Sviluppa la tua idea

Non deve essere un'idea di business totalmente unica o rivoluzionaria per avere successo. La famosa compagnia di passaggi in auto Lyft è stata fondata tre anni dopo l'introduzione di Uber. Hanno ripreso il modello di business di Uber e lo hanno appena modificato un po '.

Solo perché c'è concorrenza in un campo non significa che non si possa avere molto successo anche quando si avvia un'attività.

Procedi e utilizza il modello di business del concorrente di maggior successo, ma fallo tuo identificando carenze e punti deboli che puoi sfruttare per il tuo successo.

2. Ricerca, ricerca, ricerca

Fai ricerche nel settore e conosci gli attori, le associazioni di categoria e le convenzioni. Ricerca i prodotti e i servizi coinvolti. Non è raro che la parte più redditizia di un'azienda non sia il prodotto "principale", ma un prodotto aggiuntivo accessorio.

Ad esempio, non è raro che un ristorante vada in pareggio con il cibo e guadagni solo con le bevande. Il motivo per cui possono offrire un piatto pieno di cibo per $ 5,00 è in realtà il $ 2,00 Coca-Cola o $ 5,00 bicchiere di vino che ordini con esso.

Infine, cerca il cliente. Cose come l'età media, il sesso, le abitudini di acquisto, gli interessi, gli atteggiamenti verso la salute, la ricchezza, i social media e lo stato sociale sono tutti utili per le tue iniziative di targeting e marketing.

3. Crea un piano aziendale formale

Questo passaggio viene spesso trascurato e non dovrebbe esserlo. Come spettacolo di una o due persone, probabilmente puoi andare d'accordo senza uno, ma una volta che inizi ad assumere dipendenti, è essenziale avere un piano aziendale formale [6].