Come essere assertivo e difendersi in modo intelligente

Leadership & Performance Edge Strategist Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Abbiamo tutti sperimentato quelle situazioni in cui viene detto qualcosa che sembra fuori turno e rasenta l'offensiva. I commenti dispregiativi, le provocazioni aggressive, i giudizi offensivi e le critiche possono stordirci come un cervo alla luce dei fari. Quella frazione di secondo in cui potremmo essere assertivi e difenderci passa fin troppo rapidamente, e dopo ci prendiamo a calci per quella arguta confutazione che arriva bene solo dopo che l'evento è passato. Doh!

Lasciate troppo a lungo, quelle irritazioni apparentemente minori possono aggravarsi fino a danneggiare in modo significativo la tua autostima e autostima. Ti convinci a ignorare gli insulti o gli insulti che il tuo capo fa a tue spese per essere professionale e resiliente. Potresti anche provare a giustificare il comportamento dicendo "Stava solo scherzando e non lo pensava", "Dici a te stesso:" Posso gestirlo "ma poi inizi a sperimentare e testimoniare quel comportamento in altre aree della tua vita .

Quell'ingiustizia irrisolta continuerà a peggiorare. Il danno a lungo termine può portare a esplosioni emotive, decisioni avventate e persino ansia e depressione.

Ci sono modi giusti e sbagliati per salire sul piatto e battersi per te stesso. Essere assertivi significa imparare a gestire la tua energia, pianificare il tuo approccio e creare il tuo messaggio in modo da massimizzare il potenziale dell'altra persona, essere aperto a riceverlo e accettarlo.

Non ti sentirai solo più forte. Diventerai più forte con una nuova fiducia che fiorirà in tutte le aree della tua vita. Utilizza questi processi e passaggi e imparerai il modo intelligente per farti valere.

1. Riconoscere l'ingiustizia e astenersi dal reagire

Riconosci ciò che è stato detto o fatto. Fai sapere che hai notato quell'insinuazione subdola facendo una pausa e dirigendo la tua attenzione su di essa.

Fermandoti e non reagendo, dimostri immediatamente di credere che ciò a cui hai appena assistito è ingiusto o subdolo. Il tuo linguaggio del corpo non verbale da solo può essere di per sé molto assertivo per trasmettere un messaggio più forte di quanto le parole possano trasmettere.

Se non sei completamente catatonico nell'incredulità shock, potresti tranquillamente affermare che rivisiterai ciò che hanno detto, l'azione che hanno intrapreso o la decisione che hanno preso in un altro momento. E non lo fai come domanda; fai una dichiarazione.

La parte offensiva si renderà conto che non può semplicemente avere la sua torta e mangiarla anche lei. La questione non è chiusa semplicemente perché pensano che lo sia.

Se sei vittima di bullismo aggressivo, può sembrare impossibile resistere al cedimento. Avere due o tre affermazioni che rispondi a ciascuna provocazione invierà rapidamente il messaggio che i loro continui tentativi di intimidirti incontreranno continuamente un blocco stradale. Alcuni esempi potrebbero essere:

  • Non risponderò adesso
  • È interessante che tu abbia detto che / l'ho fatto / deciso che
  • Rivedrò ciò che hai detto / fatto

Nessuna di queste affermazioni è passivo-aggressiva. Sono affermazioni emotivamente neutre. Hai semplicemente ottenuto rispetto e attenzione.

Qualsiasi dinamica di un gioco di potere che il tuo avversario ha su di te, sarà cambiata. Hai guadagnato tempo per pensare a cosa fare dopo.

2. Fermati e rifletti per sviluppare chiarezza su ciò su cui vuoi essere assertivo e per ciò che desideri

Quando sei sotto shock, è improbabile che il tuo cervello abbia la capacità di rispondere con il rapido ritorno che hai giurato di replicare l'ultima volta che hai sentito quell'osservazione sprezzante.

Dr. Joan Rosenberg descrive come dobbiamo darci spazio per venire a patti con ciò che abbiamo vissuto e come l'abbiamo vissuto prima di poter considerare quale azione intraprendere in seguito:

Man mano che l'intensità dello shock diminuisce dopo i primi 90 secondi del pugno emotivo, è tempo di entrare dentro e chiedersi:

  • Quali sentimenti spiacevoli sono stati scatenati per me?
  • Quale ingiustizia sento che sia avvenuta qui e perché mi importa così tanto?
  • Quali valori, etica e morale ho che vengono violati qui?
  • Cosa avrebbe dovuto / non avrebbe dovuto accadere?

Ricorda che l'ingiustizia che osservi e subisci proviene dalla tua prospettiva e dalla struttura attraverso la quale vedi il mondo.

L'impatto delle tue azioni assertive da qui dovrà includere la capacità di esprimere il tuo punto di vista. Dovrai essere in grado di spiegare perché non sei d'accordo con i metodi apparentemente nepotistici o sessisti di reclutamento del personale per l'azienda.

Sii chiaro sui tuoi valori. È fondamentale che tu capisca prima dentro di te, la natura e la ragione dietro la battaglia che scegli di combattere.

3. Cerca di capire prima di essere capito

Chiedersi cosa spinge l'altra persona a comportarsi e comunicare in modi che ritieni possano creare danni può aiutare notevolmente a ridurre il tuo calderone ribollente di rabbia, rabbia e umiliazione a un dolce sobbollire.

Entrare nella prospettiva dell'altra persona non significa ignorare i tuoi sentimenti o compromettere i tuoi valori e principi. Ti aiuta a comunicare in una lingua che l'altra persona capirà.

I tuoi sforzi per essere assertivi avranno un impatto molto maggiore se consideri attivamente cosa potrebbe succedere per loro. Il padre che desidera donare la maggior parte della sua eredità ai figli e non alle figlie potrebbe non derivare necessariamente da un'attitudine di favorire ciecamente un sesso. Potrebbe essere il prodotto di più generazioni che hanno visto il continuo successo dell'azienda di famiglia passare attraverso la linea di sangue maschile, e quindi ha ritenuto giusto seguirne l'esempio.

Potresti non essere d'accordo con questa prospettiva. Tuttavia, se questa è una spiegazione, devi trovare un modo per essere aperto a prenderla in considerazione. Considera anche cosa potrebbe accadere per loro e invitali a condividere la loro posizione. Diffonderai rapidamente energia o resistenza aggressiva tra di te e creerai lo spazio sicuro essenziale per te per scambiare in modo assertivo i tuoi punti di vista e le differenze.

Non invalidare mai il punto di vista dell'altra persona anche se per te non ha senso. Una volta fatto, ti ritroverai su un pendio scivoloso fino al fondo da dove hai iniziato. Risalire sarà almeno due volte più difficile.

4. Accetta di non essere d'accordo in quanto essere assertivi riguarda la definizione dei confini, non la vittoria

Non commettere l'errore di pensare che un'assertività efficace significhi convincere e convincere gli altri ad adottare i tuoi valori e il tuo punto di vista. Se lo fai, aspettati di incontrare resistenza. Rischi anche tu di diventare un bullo!

L'approccio più intelligente implica avere una genuina disponibilità a invitare e apprezzare il punto di vista degli altri. È molto probabile che in un modo o nell'altro possiate tutti avere valori contrastanti, che nessuno di voi è disposto a concedere.

Riconoscere e apprezzare queste differenze aiuta a uniformare il terreno di gioco. Rivela che anche se non sei d'accordo, hai la saggezza di mostrare comunque rispetto.

Parte dell'essere assertivi è quindi affermare i propri limiti e illustrare chiaramente la linea che non si desidera che le altre parti attraversino. Sii preparato che la tua rivelazione deve essere priva di ambiguità. Chiari esempi di ciò che è e non è consentito per te, devono essere riposti nella manica.

5. Pianifica la tua risposta e costruisci bene la tua argomentazione

Sappi che a volte non è necessario andare all'ennesima potenza per spiegare e giustificare le tue affermazioni. In questo modo potresti perdere rapidamente preziose alleanze.

La via più rapida per diventare la proverbiale spina nel fianco di tutti è smorzare l'aria con le tue invettive di ipocrisia.

Prima la sottigliezza

Affermare te stesso in modo intelligente implica valutare quanto deve essere sottile o esplicita la tua comunicazione.

Un semplice "quel commento non mi va bene" o "non apprezzo quello che hai detto" potrebbe essere sufficiente per stimolare e comunicare il tuo disgusto alla parte offensiva e ottenere il cambiamento nel comportamento che desideri.

Scegli il tuo tempismo con saggezza

La tempistica della tua risposta deve anche essere un buon adattamento tra ciò che lavori per te e anche quale tempismo avrà l'impatto più vantaggioso sull'altra parte o sulle altre parti.

Abbiamo lasciato tutti troppo tempo dopo per rispondere quando tutti hanno dimenticato cosa è realmente accaduto, ma la cicatrice è bruciata nella tua memoria come se fosse accaduta quella mattina presto. Non lasciare troppo tempo per rispondere.

Esempi e storie danno un messaggio più forte e chiaro

Inoltre, preparati ad avere esempi che supportano la tua argomentazione. Affermare semplicemente che meriti un aumento di stipendio "solo perché" è improbabile che venga accolto con una mente aperta o una considerazione disponibile.

Quando dimostri e mostri casi di recitazione oltre la descrizione del ruolo, mostri una chiara credibilità che meriti di essere considerato. Ove possibile, utilizza dati e fatti che non mentono.

Evita di incolpare

Non appena usi le parole: "Mi hai fatto questo", "È colpa tua" "Mi hai fatto sentire ...", riduci la disponibilità del tuo colpevole ad ascoltare il tuo caso.

Metti l'altra parte in modo che si metta sulla difensiva per attaccare perché è quello che fai quando usi questo linguaggio; stai attaccando.

Attieniti ai fatti e descrivi le emozioni e l'impatto su di te con diplomazia

Descrivi concretamente ciò che credi sia accaduto, come ti sei sentito di conseguenza, perché ritieni che ciò che è accaduto sia stata un'ingiustizia e poi indica il cambiamento che desideri sperimentare.

Se riesci a trovare un modo per spiegare, ci sono anche vantaggi per tutte le parti con questi cambiamenti; hai molte più probabilità che le tue affermazioni siano ben accolte e che si verifichino aggiustamenti dalla tua azione di difesa di te stesso.

6. Non sentirti mai obbligato a prestare attenzione ai tentativi di invalidare la tua esperienza

Nonostante ti sia stato detto "stai prendendo le cose fuori contesto" o "devi alleggerirti e accettare che stavo solo scherzando", non dimenticare mai che la tua esperienza è la tua esperienza. Quello che hai sentito e come sei stato influenzato, conta. Hai tutto il diritto di dissentire per provare di nuovo lo stesso impatto.

Per personalità tossiche difficili, arroganti e audaci, fai attenzione anche ai pericoli catastrofici di essere sottoposte a gaslight. Cercare di affermare le proprie opinioni, opinioni e limiti con un tipo di personalità narcisistica in cui il gaslighting è una caratteristica comune, è praticamente inutile.

Quando difendi te stesso inizia a ricevere ripetutamente il messaggio "sei tu quello con il problema. Sei davvero quello che ha bisogno di aiuto ”, ottieni supporto esterno. Parla con amici che possono essere obiettivi, non giudicanti e di supporto e prendere in considerazione la possibilità di consultare un professionista della salute mentale. Tali tratti narcisistici possono infliggere danni psicologici a lungo termine.

Pochissima parte della tua comunicazione assertiva sarà accolta con empatia. Se lo è, è probabile che venga calcolato e duri solo per un breve periodo prima che l'altra parte torni a considerare le cose solo dalla propria prospettiva.

Secondo lo psicologo clinico Dr. Ramani Durvasula, continuare i vari sforzi per affermare la propria posizione con tali individui da diverse angolazioni e prospettive è probabilmente un esercizio inutile. [1] Fai attenzione.

7. Gestisci e pratica l'energia del tuo scambio assertivo

Fai attenzione a non imbatterti in modo aggressivo e difensivo. A meno che tu non abbia la resistenza per combattere fino alla morte, è improbabile che combattere il fuoco con il fuoco fornisca una soluzione praticabile.

Mentre tutte le parti operano in modalità di attacco e difesa, le barriere sono alzate e le spade sono fuori, nessuna delle parti sarà ricettiva a qualsiasi suggerimento.

Combattere è inutile, figuriamoci un esercizio che spreca energia che potrebbe essere imbrigliata, trasformata e utilizzata in modo più saggio per mantenere un cambiamento più sano.

Prima che ti si presenti l'opportunità di sostenere il tuo caso, esercitati a mantenere la calma. Esercitati a sentire la tua energia, spazio emotivo e spazio mentale controllati. Prova le tue parole trasmettendo in modo significativo il tuo messaggio con equilibrio, chiarezza e passione.

Immagina e pratica il linguaggio del corpo e il tono della voce. Il tuo corpo e i percorsi neurali svilupperanno un modello per trasmettere con successo il tuo messaggio quando sarà necessario farlo per davvero.