Come essere il 10% dei migliori, indipendentemente da quello che fai

Health, Wellness & Productivity Writer Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il 90% delle persone cerca formule immediate per il successo, non rendendosi conto che quando si tratta del percorso del successo non ci sono scorciatoie. Il duro lavoro, una perseveranza dedicata verso un obiettivo e una pratica regolare delle abilità sono ciò che ti porterebbe lì. Potresti avere un talento intenso, ma per raggiungere effettivamente le vette, devi affinare quel talento con la pura pratica e con la pratica deliberata. [1]

Che tu sia un appassionato di sport o un appassionato di golf o no, devi aver sentito parlare dell'impeccabile record di Ben Hogan e della sua precisione da chirurgo nello swing, e lo ha fatto suddividendo il gioco dell'oro in piccole parti - ciascuna di cui ha analizzato e ripetutamente praticato fino a raggiungere la massima maestria. Questa è l'arte della pratica deliberata.

Come Ben Hogan ha giustamente osservato: "Mentre percorri il fairway della vita devi annusare le rose, perché puoi giocare solo un round". Dobbiamo tutti assicurarci di renderlo un buon round ...

Pratica deliberata: individua prima le tue debolezze

La chiave per la pratica deliberata è semplice e segue lo stesso schema, fino a quando non si raggiunge il successo. Il primo passo è suddividere il processo complessivo in parti, il secondo è identificare i tuoi punti deboli, il terzo è testare nuove strategie per ogni sezione e, infine, il quarto passo è integrare il tuo apprendimento nel processo generale. Il quinto passaggio è ripetere! [2]

La maggior parte delle persone cerca risultati immediati basati su nient'altro che il processo umano di crescita naturale. Ma affinché la nostra crescita sia deliberata, anche la nostra pratica deve essere altrettanto deliberata! Quindi la chiave per avere successo è padroneggiare le tue abilità.

Pensaci in questo modo, se hai mai iniziato seguendo il tuo cuore e imparando una nuova abilità, ad esempio ballando, sei stato in grado di padroneggiarla semplicemente supponendo che lo avresti fatto? Nessun diritto? Dovresti esercitarti con le tue mosse, consultare un insegnante, conoscerti e poi lavorare per correggere i tuoi errori in teoria e in pratica e poi probabilmente rifare tutto da capo finché non sarai in grado di padroneggiare i movimenti, la postura, l'espressione e, infine, il linguaggio del corpo!

In che modo la pratica deliberata porta a grandi risultati

Ricorda che la pratica deliberata non significa dedicare del tempo extra al lavoro o lavorare 60-80 ore settimanali. La pratica deliberata è quando ti concentri su un solo aspetto del tuo lavoro e poi inizi a migliorarlo - deliberatamente e ripetutamente, non importa quanto tempo ci vuole, e questo è l'aspetto più importante per avere successo. Ecco alcuni esempi di pratica deliberata che persone famose e di successo hanno impiegato per migliorare se stessi in quello che fanno.

I dieci anni di silenzio di Mozart

John Hayes, professore di psicologia cognitiva alla Carnegie Mellon University, voleva sapere quanta pratica ci voleva, in termini di tempo, prima di poter produrre un capolavoro. Così ha studiato oltre 500 brani musicali composti da 76 diversi compositori e ha scoperto che ci sono voluti almeno dieci anni di solida pratica prima che fossero in grado di sfornare un capolavoro musicale - Mozart compreso. [3]

Gli 800 scatti di Kobe Bryant

Una storia abbastanza nota nel circolo sportivo è quella della pratica deliberata di Kobe Bryant. Come ricorda l'allenatore della squadra Robert dopo averlo visto in prima persona, "Kobe Bryant ha iniziato il suo lavoro di condizionamento intorno alle 4:30 del mattino, ha continuato a correre e sprintare fino alle 6 del mattino, ha sollevato pesi dalle 6 del mattino alle 7 del mattino e infine ha proceduto a fare 800 tiri in salto tra le 7:00 e le 11:00. E poi il Team USA ha fatto pratica! " Per Kobe, il suo obiettivo era di 800 canestri, il tempo speso a farlo era irrilevante ... Per Kobe, la sua strada per avere successo era semplice: continuare ad allenarsi.

Un decennio di pratica sotto il Masterchef

Jiro Ono è uno chef e proprietario di un premiato ristorante di sushi a Tokyo e la sua tecnica è stata anche oggetto di un documentario. Jiro non è uno chef ordinario perché ha dedicato la sua vita a perfezionare l'arte di preparare il sushi. E si aspetta lo stesso anche dai suoi apprendisti se vogliono lavorare con lui. In effetti, ogni apprendista deve padroneggiare una piccola parte del processo di preparazione del sushi alla volta come strizzare un asciugamano, come usare un coltello, come tagliare il pesce! Tanto che un apprendista si è formato sotto Jiro per dieci anni prima di poter cucinare le uova! [4]

Come afferma un professore di psicologia alla Florida State University Anders Ericsson, "l'unica ragione per cui non sei un violinista virtuoso, o un atleta olimpico o un altro tipo di artista di livello mondiale, è che tu non sono stati coinvolti in un processo chiamato "pratica deliberata". "

Suggerimenti da tenere a mente per una pratica deliberata

Resta un po 'al di sopra delle tue capacità

Pensaci in questo modo, potresti sapere come scrivere una buona pagina o un saggio. Per andare un po 'al di là delle tue capacità attuali, prova a scrivere un racconto o anche un articolo di lunga data. Non cercare di passare da 0 a 100 in 60 secondi: l'allenamento intenzionale non è una corsa, è un viaggio che ti fa raggiungere il tuo obiettivo, il modo del perfezionista.

Rimani orientato agli obiettivi

Prima di provare a migliorare in qualcosa, devi sapere cosa stai cercando di fare. Un buon modo per guardare un maestro o un esperto al lavoro: quindi hai in mente un obiettivo che questo è il livello di competenza che anche tu vuoi raggiungere.

Suddividi

Roma, come si suol dire, non è stata costruita in un giorno e nemmeno la tua maestria in un'abilità. Ogni volta che provi qualcosa di nuovo o cerchi di migliorare ciò che già "sai", suddividilo in parti più piccole. Provalo parte per parte e padroneggia le basi prima di provare le parti più contorte.

Trova un buon insegnante

Non possiamo essere obiettivi con noi stessi, quindi se vogliamo migliorare noi stessi, abbiamo bisogno di un insegnante, una guida o un amico che possa evidenziare i nostri difetti o lacune mancanti in modo da poter migliorare ovunque ci manca. Chiedi a qualcuno, che sia il tuo insegnante o mentore, di continuare a darti feedback e ricordati di accettare le critiche in modo costruttivo. Questo è molto importante per la tua ricerca su come avere successo.