Come essere più creativi e inventare idee incredibili

Presentatore del podcast Creative Introvert, che aiuta gli introversi di tutto il mondo a vivere una vita che amano alle loro condizioni Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Indipendentemente da quanto ti consideri già creativo, ci sono buone probabilità che tu voglia aumentare di livello le tue capacità creative.

Potresti scrivere una canzone migliore, pensare a soluzioni migliori ai problemi al lavoro o in casa o magari dipingere un quadro.

In ogni caso, la buona notizia è che la creatività non nasce: è fatta e ognuno di noi ha il potenziale per essere più creativo e inventare idee incredibili.

"La creatività è qualsiasi atto, idea o prodotto che modifica un dominio esistente o che trasforma un dominio esistente in uno nuovo." - Mihaly Csikszentmihalyi

La definizione di creatività è ampia e ci ricorda che la creatività non è limitata agli artisti o ai musicisti. Tuttavia, è necessario che abbiamo un qualche tipo di impatto sul dominio in cui creiamo.

La creatività sottolinea anche i valori.

"Il processo per avere idee originali che hanno valore" - Ken Robinson

Questo compensa ciò che Csikszentmihalyi perde. Ad esempio, possiamo apportare un cambiamento nel mondo senza aggiungere valore significativo. Qualsiasi atto distruttivo, come rompere una finestra, crea cambiamento, ma non crea necessariamente un cambiamento prezioso.

In breve, non esiste un'unica definizione di creatività. Sta a noi trovare una definizione che sembri vera e utile. Quando sai qual è il tuo standard, è molto più facile abbracciare la creatività e iniziare a coltivarla.

In questo articolo imparerai come essere più creativo e dare un'occhiata a ciò che riguarda l'abilità creativa:

1. Coltiva la concentrazione

Per creare, è necessario concentrarsi sulla creazione di qualcosa, che si tratti di una canzone, una teoria, un prodotto o una scultura.

Potresti anche chiamarlo "unità": è la scintilla iniziale che guida la soluzione a un problema o la volontà di salire sul tuo laptop e iniziare a digitare.

Tuttavia, vale la pena notare che ci sono diverse fasi del processo creativo: la fase divergente e la fase convergente.

Nella fase divergente, vogliamo un focus ampio: vogliamo essere disposti a far entrare molti input, idee e intuizioni diversi. Questo è il momento per fare un brainstorming su tutte le possibili idee e soluzioni.

Nella fase di convergenza, iniziamo a restringere la nostra messa a fuoco, come l'obiettivo di una fotocamera. In questa fase, iniziamo a esaminare una manciata di idee o soluzioni, discriminando durante tutto il processo.

Come coltivare la concentrazione?

Fai una passeggiata di 20 minuti

Allontanarsi e aumentare la frequenza cardiaca è il miglior strumento gratuito che hai per ritrovare la concentrazione.

So che potrebbe sembrare controintuitivo prendersi una pausa proprio quando sei più impegnato, e specialmente quando stai annegando nella tua enorme lista di cose da fare, ma gli effetti che avrà sulla tua chiarezza e capacità di concentrazione sono innegabile.

Camminare è fisiologicamente dimostrato di alleviare lo stress e liberare la mente. In effetti, la maggior parte delle mie idee più brillanti (e anche alcune piuttosto terribili) sono avvenute durante le mie passeggiate quotidiane.

Se provi questa tecnica, scoprirai che sei molto più produttivo di quanto non fossi prima di prendere una pausa.

Nel tempo, se fai queste passeggiate quotidianamente, scoprirai rapidamente che la tua lista di cose da fare inizia a sembrare molto meno significativa e molto più fattibile. Si tratta di mantenere la concentrazione sul rasoio, ed è questo che ti regaleranno brevi passeggiate quotidiane.

2. Costruisci una struttura

Quando mi sveglio la mattina, inizio la giornata con una struttura in mente. So che 15 minuti saranno dedicati alla meditazione, 30 minuti al caffè e alla lettura, 20 minuti allo yoga e così via.

La struttura di questa routine mattutina potrebbe essere noiosa, ma l'azione di ciascuna attività in sé ha il potenziale per essere, a un certo livello, "creativa".

Il punto della struttura è che ti dà lo spazio per trovare il tempo per qualcosa che vuoi fare. Ti aiuta a ritagliarti il ​​tempo per svolgere il tuo lavoro creativo. Una volta che inizi quella cosa in sé, sei libero di procedere come preferisci.

Senza struttura, possiamo perdere la concentrazione e sentirci sopraffatti dalle possibilità. Se hai mai guardato una pagina bianca e ti sei sentito troppo sopraffatto dalla possibilità di lasciare un segno su di essa, saprai cosa intendo. Quanto diventa più facile quando ti vengono fornite alcune linee guida o una scadenza?

Il trucco sta nel trovare la giusta quantità di struttura per te e per le tue esigenze creative. Troppa poca struttura e ci sentiamo sopraffatti. Troppa struttura e rischiamo di sentirci limitati e soffocati.

Ancora una volta, vale la pena pensare alla creazione in queste due fasi: divergente (meno struttura) e convergente (più struttura).

Come costruire una struttura?

Crea una routine mattutina

La tua routine mattutina non deve essere rigida o così ardua da far paura al risveglio. In effetti, dovrebbe sembrare l'opposto. Quando ottieni una routine che funziona per te, non vedi l'ora di iniziare la giornata.

Abbiamo tutti esigenze e preferenze diverse che possono plasmare la nostra routine ideale. Nel libro Daily Rituals: How Artists Work di Mason Currey, puoi essere ispirato da oltre 160 routine quotidiane di creatori diversi, da Charles Darwin a Pablo Picasso.

Sperimenta con quelli che ti piacciono e guarda come ti senti con un po 'più di struttura per iniziare la giornata.

Puoi anche dare un'occhiata a questo articolo sulla routine mattutina per trarre ispirazione: la routine mattutina definitiva per renderti felice e produttivo tutto il giorno

3. Trova motivazione

C'è una teoria che suggerisce: le persone saranno più creative quando si sentiranno motivate principalmente dall'interesse, dalla soddisfazione e dalla sfida del lavoro stesso, non da pressioni esterne. Questo è noto anche come motivazione intrinseca; una spinta che viene dall'interno.

Pensa a una volta in cui hai svolto alcuni dei tuoi lavori migliori: è probabile che fossi totalmente assorbito da ciò che stavi facendo, escludendo tutto il resto. Eri completamente concentrato sul lavoro stesso, notando a malapena il tempo che volava.

Ora pensa a un momento in cui ti sei sentito sotto pressione per esibirti. Forse era un esame o una commissione per un cliente importante, o forse il tuo capo ti aveva detto "c'è molto da fare su questo argomento".

Notate la differenza? Nel primo ricordo, eri guidato da una motivazione intrinseca, che rendeva relativamente facile, persino divertente, essere altamente creativi.

Nella seconda memoria, tuttavia, la motivazione estrinseca era il tuo respiro sul collo, che ti distraeva sussurrando sui premi per il successo e sulle orribili conseguenze del fallimento: probabilmente rendeva più difficile concentrarsi sul compito da svolgere.

Per questo motivo, la motivazione intrinseca, se riesci a trovarla, è ciò che separa il bene dal grande lavoro creativo.

Questo non vuol dire che solo le motivazioni interne aiutano. Personalmente mi motivano ad attirarmi a lavorare con un buon cappuccino nel mio bar preferito. Questo mi renderà pronto a scrivere o modificare o qualunque cosa stia evitando.

Come trovare la motivazione?

Connettiti al tuo "perché"

Il tuo "perché" è il tuo carburante: ciò che ti spinge avanti, che ti dà una ragione per fare quello che stai facendo.

"Chi ha un perché per vivere può sopportare quasi ogni come." - Friedrich Nietzche

Quando hai un motivo per fare qualcosa, uno scopo o un obiettivo che ti interessa, puoi collegare le tue azioni quotidiane ad esso. Quindi, ogni atto diventa intriso di significato e scopri che la motivazione intrinseca viene naturale.

Il trucco sta nel ricordare il tuo "perché" e connetterti con esso regolarmente.

Pensa a come vorresti sentirti ogni giorno. Cosa ti piacerebbe realizzare nel prossimo anno? Cosa vorresti per te nei prossimi cinque anni? E nella tua vita?

In definitiva, le attività che affronti quotidianamente, o almeno alcune di esse, si collegheranno a uno scopo più grande se segui questo percorso e ti sentirai più motivato a creare e meno resistenza.

Se non sai da dove iniziare a cercare la motivazione, questo ti aiuterà: Come essere motivato ed essere felice ogni giorno quando ti svegli

4. Diventa un esperto in un dominio scelto

La ricerca ha dimostrato che, proprio come la competenza in un dominio non prevede la competenza in altri domini non correlati; la creatività in un dominio non prevede la creatività in altri domini non correlati. [1]

Quindi, solo perché puoi dipingere un bel quadro, non significa che puoi risolvere in modo creativo un problema matematico.

Se hai sostenuto uno di quei test come i Torrance Tests of Creative Thinking, che ti chiederanno di pensare a un miliardo di usi per una matita, e hai ottenuto un buon punteggio, purtroppo questo è solo un indicatore di capacità di pensiero divergenti. Non è un indicatore della creatività a tutto tondo.

La buona notizia è che puoi allenare la tua creatività nel dominio che hai scelto. Proprio come un muscolo, puoi isolare esercizi per rafforzarlo.

Ovviamente puoi ancora fare un allenamento total body - o un "allenamento della creatività totale" - ma significa che i tuoi esercizi di allenamento della creatività devono provenire da un'ampia varietà di domini; non solo pensare agli usi di una matita.

Come diventare un esperto?

Prepara un piano di addestramento per la padronanza

Seguendo la nostra analogia con l'allenamento fisico, vale la pena applicare le abitudini dei grandi atleti al dominio creativo scelto. Ad esempio:

1. Decidi su quali aree vuoi lavorare

Proprio come un tennista che decide di dover migliorare la propria tecnica di servizio, puoi decidere in quale area del tuo dominio creativo desideri migliorare. Diventa specifico.

2. Decidi quanto tempo puoi dedicare

La maggior parte di noi non ha tutto il giorno per allenarsi come potrebbe fare un tennista professionista, ma è probabile che tu possa spremere dai 20 ai 30 minuti in un giorno, se lo desideri. Qualunque sia il tempo che puoi concedere, decidi di dedicartici.

3. Controlla i tuoi progressi

Infine, per controllare i tuoi progressi, puoi eseguire revisioni periodiche. Decidi quali sono le tue metriche e dedica del tempo ogni settimana a controllare te stesso.

Quanti giorni ti sei esercitato? Come ti sei confrontato con la settimana precedente? Questo tipo di revisione può aiutarti a rimanere in pista e in realtà crea una motivazione più intrinseca man mano che ti vedi crescere.

5. Crea un ambiente favorevole

Uno psicologo nel 1943 propose che il comportamento fosse: [2]

"una funzione sia della persona che dell'ambiente fisico in cui si trova".

Suggerirei che l'atto di creare è un comportamento e che, anche se inizia come un processo interno, è molto influenzato e persino dipendente dall'ambiente in cui ci troviamo.

Ho iniziato a notare come l'ambiente mi influenza quando lavoravo in un ufficio. Nel corso del tempo, mi sono reso conto che più persone erano presenti o che stavano parlando, più ero distratto. Se arrivavo in ufficio prima dell'arrivo dei miei colleghi, ero due volte più efficiente.

Ero ancora più efficace se fossi stato a casa. Ora che lavoro da casa, so di essere ancora più efficiente quando sono in certi bar. Idealmente, luoghi con soffitti alti, illuminazione delicata, musica di sottofondo appena percettibile e caffè eccellente.

Sono queste piccole variazioni nel nostro ambiente che possono davvero plasmare la nostra produzione creativa.

Se sei un introverso, probabilmente fai del tuo meglio da solo. Se sei un estroverso, probabilmente fai del tuo meglio in compagnia di altri.

Questo non vuol dire che dovresti trovare un modo di fare le cose e rispettarlo: infatti, variare il tuo ambiente di volta in volta è un ottimo modo per alimentare anche il fuoco creativo, che toccheremo di più in seguito.

Come creare un ambiente favorevole?

Aggiungi o sottrai stimoli

È stato dimostrato che le novità nel nostro ambiente stimolano il rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che aumenta il nostro desiderio di cercare una ricompensa. [3]

Se stai cercando una motivazione creativa, aggiungere qualche novità al tuo ambiente può essere proprio ciò di cui hai bisogno.

D'altra parte, alcune persone sono molto sensibili e quando si tratta di avere troppa stimolazione nel loro ambiente, trovano difficile concentrarsi.