Come essere un buon ascoltatore (e un miglior comunicatore)

Transformational Life Coach, relatore TEDx, autore e fondatore Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Le capacità di ascolto non sono facili per molti di noi, soprattutto durante una pandemia globale, quando siamo particolarmente stressati e facilmente distratti. L'arte della comunicazione è più che parlare; richiede ascolto e attenzione. Devi imparare a essere un buon ascoltatore, poiché la maggior parte di noi non è nata con questo.

Ogni relazione che hai ha bisogno di comunicazione per sopravvivere e questo richiede lavoro. La buona notizia è che non è difficile imparare a essere un buon ascoltatore. In effetti, se sei qualcuno che sente di poter usare un rispolverare le tue capacità di comunicazione, ecco alcuni suggerimenti che puoi iniziare a utilizzare subito per aiutarti ad avere connessioni più significative in tutte le tue relazioni.

1. Convalida i sentimenti

Ti è mai capitato che qualcuno ti dicesse che stai reagendo in modo eccessivo o di smettere di piangere durante una conversazione? Sono abbastanza sicuro che l'abbiamo sentito tutti a un certo punto della nostra vita. Il fatto è che non è bello essere licenziato da qualcuno a cui tieni, specialmente in periodi di stress intenso o discussioni intense.

I sentimenti contano, indipendentemente dal fatto che tu sia d'accordo o meno. Una delle cose più grandi che puoi fare per qualcuno è convalidare i suoi sentimenti quando impari a essere un buon ascoltatore. Dì loro che li ascolti e che riconosci come si sentono [1]. Quando lo fai, crei un elemento di relatività dimostrando di comprendere i sentimenti dell'altra persona.

Quando puoi essere più vicino a qualcuno a cui tieni, aumenta il livello di fiducia nella tua relazione. A marzo, quando è iniziata la pandemia, mio ​​figlio di otto anni stava lottando con l'apprendimento virtuale lontano dai suoi amici e dalla scuola che amava così tanto. Non c'era chiusura per lui, ed era evidente nel modo in cui si avvicinava al giorno poiché si rifiutava di ammettere la scuola perché non era fisicamente nella sua classe.

La maggior parte dei giorni includeva un guasto di qualche tipo, che era molto stressante per tutti noi. Un giorno era sdraiato sul divano del nostro soggiorno, piangendo di quanto fosse orribile la situazione per lui. “Voglio andare a scuola e vedere i miei amici. Mi manca il mio insegnante. Questa è la cosa peggiore in assoluto ”, singhiozzò. Mentre lo osservavo in quel momento, mi resi conto che avevo due scelte: potevo dirgli di smetterla, succhiarlo e andare a scuola, oppure potevo entrare con lui e aiutarlo a capire che anch'io stavo provando le stesse identiche sensazioni.

Ho deciso di sedermi con lui e prenderlo tra le braccia, abbracciarlo e dirgli che mi sentivo allo stesso modo. Che volevo che fosse a scuola con i suoi amici, che volevo che potesse andare agli allenamenti di calcio e divertirsi, che mi mancavano anche i miei amici, e che sì, hai ragione, questo è il peggiore.

Dopo averlo fatto, qualcosa è cambiato. Mi ha guardato con la consapevolezza che ho capito quello che stava passando perché ho avuto un'esperienza simile. Dimostrare la relatività, convalidare i suoi sentimenti ed essere un buon ascoltatore dei suoi bisogni ci ha aiutato a fare una svolta nella nostra comunicazione.

2. Sii presente

La distrazione è ovunque intorno a noi. Con molte informazioni che ci vengono lanciate a un milione di miglia all'ora, non c'è da meravigliarsi che la comunicazione nelle relazioni possa soffrirne. Quando sei in una discussione con qualcuno a cui tieni veramente, che sia il tuo compagno di vita, un buon amico o tuo figlio, assicurati di essere libero da distrazioni durante la conversazione.

Avere poche o nessuna distrazione ti consente di essere un ascoltatore migliore. Ti consente di concentrarti sulla conversazione e digerire davvero la discussione. Inoltre, ti aiuta a essere premuroso e premuroso nella tua interazione.

Trovo che le mie conversazioni di maggior successo [2] avvengano su un terreno neutro. Aiuta a ridurre lo stress e rimuovere il giudizio dall'interazione. Alcune delle migliori conversazioni che ho avuto sono state passeggiando, mentre guidavo in macchina, o anche steso a letto con le luci spente. Posso essere pienamente presente e coinvolto con la capacità di assorbire la conversazione a portata di mano, soprattutto quando la conversazione riguarda un argomento delicato.

È difficile avere una conversazione scomoda seduti a un tavolo o non nel proprio territorio. Può farlo sembrare più un interrogatorio e spesso può iniziare con apprensione o alzando la guardia. Quando fai del tuo meglio per eliminarlo dalla situazione, offri il desiderio di trovare una soluzione creando uno spazio sicuro per ascoltare e comunicare con più successo.

Tendiamo a esporre noi stessi e i nostri sentimenti più facilmente quando sentiamo di non essere giudicati. Quando io e mio marito abbiamo bisogno di una conversazione difficile, spesso andiamo a fare una passeggiata o conversiamo nel cuore della notte al buio. L'assenza di distrazioni ci consente di ascoltare veramente i bisogni e i desideri degli altri e crea un legame più forte di rispetto e intimità.

3. Rispondi

Mentre stai cercando di imparare a essere un buon ascoltatore, rispondi, non reagire. Quante volte ti sei pentito di come hai reagito a una conversazione con qualcuno a cui tieni? Che si tratti di una relazione personale o professionale, il modo in cui rispondi è importante.

Poiché siamo umani ed è naturale mettersi sulla difensiva, soprattutto se la comunicazione non è qualcosa con cui siamo d'accordo, in genere reagiamo senza considerare il quadro generale. Questo non è utile quando stai cercando di fare progressi in una situazione.

Potresti pensare, come entra in gioco l'ascolto quando rispondi al coinvolgimento di qualcun altro con te? Non importa se stai facendo quella conversazione tramite SMS, email o di persona; il modo in cui assorbi le informazioni influenzerà direttamente il modo in cui hai il tuo dialogo interattivo.

Pensa a una volta in cui sei stato al lavoro e hai ricevuto un'email da un collega che ti ha attivato [3]. È successo a tutti noi. Molte volte, premiamo il pulsante di risposta e andiamo in città scaricando i nostri sentimenti e pensieri senza prenderci il tempo per digerire completamente e considerare il contenuto di fronte a noi. Non stiamo "ascoltando" ciò che il nostro collega richiede.