Come essere un genitore migliore: 11 cose da ricordare

Rossana è una terapista matrimoniale e familiare autorizzata. Lei aspira a motivare, ispirare e risvegliare il tuo sé migliore! Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Due dei lavori più impegnativi al mondo sono crescere un essere umano ed essere il miglior genitore possibile per lui. Tuttavia, allevare un figlio senza attuare regole specifiche non è sufficiente. Il lavoro deve essere svolto in modo tale che quando hai "finito", hai già creato una persona amorevole, responsabile, autosufficiente, di buon cuore, premuroso, empatico e rispettoso. Quindi, l'ideale è abbassare un po 'la barra e iniziare a imparare come essere un genitore migliore.

Non fraintendermi; si commetteranno errori lungo la strada. Non sarai perfetto, indipendentemente da quanto ci provi.

E non importa quanto sia ottimo il tuo lavoro, tuo figlio potrebbe avere problemi al di fuori del tuo controllo. Ricorda, nasceranno con una volontà propria che potrebbe essere in conflitto con la tua. Tuttavia, seguire i seguenti suggerimenti ti fornirà le migliori possibilità di creare un fantastico essere umano di cui essere orgoglioso.

1. Ascolta

Conoscevo una coppia che aveva una figlia. Era intelligente, dolce e carina come un bottone, ma i suoi genitori erano della vecchia scuola. Credevano nell'adagio che un bambino dovrebbe essere visto e non ascoltato. Avrebbe anche potuto essere una bambola in un armadietto di curiosità. Sfortunatamente, questa bambina aveva molte idee interessanti e cose da dire. Lo sapevo perché le avrebbe condivise con me nelle occasioni in cui eravamo soli.

I bambini sono interessanti, divertenti e curiosi e ti considerano i loro genitori come un eroe. Hanno una ricchezza di conoscenze e una grande prospettiva sulla vita. Ascoltare tuo figlio è uno dei più grandi doni che puoi offrire. Si sentiranno apprezzati e cresceranno sapendo di essere importanti.

Non è sempre facile ascoltare. A volte, i bambini vanno avanti senza dire nulla di profondo. Ma se credono che tu stia ascoltando, si sentiranno importanti e ti forniranno incredibili pepite di informazioni.

Nota: fai uno sforzo reale e onesto quando ascolti i tuoi figli. Non ascoltare mentre fai multitasking e mormori: "Hmm, è carino, caro!"

Purtroppo, ho visto molti genitori sui loro telefoni, con la testa sepolta nei feed di Facebook o Instagram, mentre il loro bambino cerca senza successo di attirare la loro attenzione. Nel suo libro The Road Less Traveled, M. Scott Peck, M. D., ha scritto: “Non puoi veramente ascoltare nessuno e fare nient'altro allo stesso tempo. Il vero ascolto, la totale concentrazione sull'altro, è sempre una manifestazione d'amore. "

2. Fornisci amore incondizionato

Conoscevo una madre che amava così tanto suo figlio, ma il suo amore ha avuto un prezzo elevato. Quando si è comportato come lei si aspettava, ottenendo il riconoscimento per essere un atleta di punta o per i risultati accademici, lo ha inondato d'amore. In verità, si vantava e pubblicava articoli di giornale incorniciati dei successi del figlio.

Quello stesso ragazzo, però, ha attraversato un periodo difficile quando era un anziano, diventando ribelle e ostile. Giù l'articolo incorniciato e su venne il silenzio.

Fornire amore incondizionato crea un legame sicuro e una persona sana. Sapere di avere l'amore dei tuoi genitori, non importa ciò che rende un fantastico ancoraggio per il bambino. Sanno che possono fare casino ed essere comunque amati. Sanno che possono venire da te con le loro peggiori offese e, sebbene tu possa arrabbiarti, il tuo amore rimarrà intatto.

3. Insegna con l'esempio

I bambini ti guardano e ti ascoltano da vicino. Potresti pensare che non stiano prestando attenzione, che siano nell'altra stanza, a giocare con i loro Lego, ma stanno ascoltando.

Se vuoi insegnare a tuo figlio, dai il buon esempio.

Ad esempio, se vuoi che mangino cibi sani, mangia cibi sani. Se non vuoi che prendano cattive abitudini, come fumare, non fumare. Se non vuoi che siano violenti, sii pacifico. Se desideri crescere un figlio degno di fiducia, mantieni la parola. [1]

Se vuoi insegnare a tuo figlio come comunicare, parla in modo gentile e ascolta con cuore aperto. Qualunque cosa tu voglia che tuo figlio impari, sii disposto a farlo da solo. Sei il miglior insegnante per il lavoro!

4. Trascorrete del tempo insieme spesso

La vita è piena di lavoro, commissioni, riunioni, appuntamenti, ecc. È facile perdersi nel trambusto e non lasciare abbastanza tempo ai propri figli. Conosco genitori impegnati che mettono i loro figli sul divano per guardare la TV o giocare con un iPad mentre lavorano.

A volte, non è una brutta cosa. Ma regolarmente, può creare un divario tra te e tuo figlio.

Puoi evitare di essere un genitore assente trascorrendo del tempo con i tuoi figli ogni giorno. Parla con loro di qualsiasi cosa; chiedi della loro giornata. Se puoi, consenti loro di aiutarti nelle faccende domestiche. Ad esempio, pulire, piegare il bucato o impilare i piatti in lavastoviglie.

Si sentiranno bene quando sapranno che hai bisogno di loro e puoi sfruttare questa opportunità come opportunità di legame familiare.

5. Segui attraverso

Seguire crea fiducia in tuo figlio. Crederanno che quello che dici che farai sarà davvero fatto.

I bambini sono molto perspicaci. Lo ripeto: guardano e ascoltano sempre.

Ad esempio, un pomeriggio stavo facendo una passeggiata con mia nipote e i suoi genitori. Alla bambina è stato chiesto se voleva andare sul passeggino e lei ha risposto: "No, voglio camminare".

Mia nuora ha risposto: "Va bene, ma se ti stanchi, non ti sto portando! Capito? "

Dopo circa 15 minuti, mia nipote si è lamentata che le facevano male le gambe. Ha iniziato a piagnucolare e lamentarsi. Quando mia nuora l'ha presa in braccio, ha commentato: "Pensavo avessi detto che non saresti venuta a prendermi?"

Mia nuora non ha seguito e sua figlia lo sapeva. Aveva solo quattro anni.

Vedi, quando i genitori dicono cose e finiscono per non farle, diventano minacce vuote - parole senza alcun sostegno.

Seguire è fondamentale per crescere un adulto responsabile. Devi essere gentile, chiaro e conciso.

Il bambino deve sapere che intendi affari. Se dici loro che non hanno un pigiama party a meno che non abbiano finito i compiti, allora è meglio che siano svolti. In caso contrario, non ci saranno pigiama party.

Non importa se avevi programmi con i tuoi amici o un appuntamento con tuo marito. Assicurati solo che qualunque siano le conseguenze per il cattivo comportamento dei tuoi figli, puoi sostenerlo con l'azione.

6. Concentrarsi sulle qualità positive

C'è un vecchio proverbio americano che dice: "La ruota che cigola ottiene il grasso / l'olio". Viene utilizzato per comunicare l'idea che i problemi più clamorosi sono quelli che molto probabilmente verranno notati.

Se tuo figlio si comporta bene e si occupa dei propri affari, potresti essere tentato di lasciarlo stare. D'altra parte, se recitano e fanno un rauco, potrebbero ricevere molta attenzione.

Questo invia il messaggio che i bambini devono comportarsi male prima che tu ti concentri su di loro. Una cattiva attenzione, dopotutto, è meglio di nessuna attenzione.

L'attenzione positiva è fondamentale. Se presti attenzione solo al comportamento negativo di tuo figlio ignorando le sue qualità positive, gli stai privando della possibilità di essere il meglio di sé.

Nota semplicemente tutte le cose che ami dei tuoi figli e minimizza le critiche. Ciò è particolarmente essenziale quando hai bambini di età compresa tra 0 e 5 anni. Dal momento che sono impressionabili, qualunque cosa tu dica spesso rimarrà con loro per il resto della loro vita.

Ecco altre idee su come pensare positivamente nonostante le circostanze: Passare al lato positivo: 10 modi per incoraggiare il pensiero positivo dopo un incidente

7. Chiedi scusa quando necessario

Tutti noi commettiamo errori. Ci sono alcuni genitori, tuttavia, che non si scusano per quanti errori commettono con i propri figli. Presumono erroneamente che chiedere scusa sia un segno di debolezza.

Bene, niente potrebbe essere più lontano dalla verità. Come abbiamo imparato in precedenza, [2]

"Chiedere scusa a tuo figlio è un segno di rispetto per il rapporto generale che hai con lui."

Fare errori è umano. Ti garantisco che tuo figlio non ti penserà meno. Se non riesci a scusarti, perdi un momento di insegnamento sull'importanza di assumersi la responsabilità. Dopo tutto, vuoi che tuo figlio si scusi quando fa qualcosa di sbagliato.

Se i bambini mentono, si scagliano contro un altro bambino o rompono qualcosa di valore, vuoi che se ne riconoscano e si scusino per quello che è successo. È durante questi momenti che insegni a tuo figlio che le scuse sono la giusta linea di condotta. Se non fai la stessa cosa, cosa stai insegnando loro esattamente?

Potresti trovare difficile chiedere scusa perché ti senti superiore o temi di perdere la tua autorità. In verità, tuo figlio ti vedrà come un essere umano e potrebbe sentirsi più vicino a te che mai.

Mostra a tuo figlio che nessuno è perfetto, che tutti voi commettete errori nella vita. Le scuse possono correggere tanti torti. Bastano poche semplici parole per curare le peggiori trasgressioni.

Una parola per il saggio: metti da parte il tuo ego. Dì che ti dispiace e vai avanti. Se riesci a farlo, costruirai una relazione forte, basata sull'amore e sul rispetto, con i tuoi figli.

8. Consenti ai bambini di essere chi vogliono essere

Mio nonno materno, Pánfilo D. Camacho, era un avvocato e scrittore a L'Avana, Cuba. [3] Si aspettava che mio zio, Jorge Camacho, seguisse le sue orme. [4] Mio zio, tuttavia, voleva diventare un artista e realizzare i suoi sogni a Parigi, in Francia.

A quel tempo, mio ​​nonno non vedeva l'arte come un "vero lavoro" o qualcosa che potesse fornire sicurezza. Nonostante sapesse come si sentiva suo padre, mio ​​zio lo ha incontrato e gli ha spiegato i suoi obiettivi. Per fortuna, mio ​​nonno ci ha pensato e ha dato al suo unico figlio la sua benedizione. Ha anche aiutato con tutte le spese necessarie per portare mio zio a Parigi e studiare con il meglio del meglio.

Mio zio è diventato un artista molto celebre in Francia. La straordinaria arte surrealista di Jorge Camacho è ancora in vendita oggi.

Questo scenario avrebbe potuto svolgersi in modo molto diverso se mio nonno gli avesse tirato le calcagna. Avrebbe potuto costringere mio zio a diventare un avvocato proprio come lui.

Fortunatamente, si è reso conto che permettere a mio zio di essere quello che voleva era la cosa giusta da fare. Ed esso era. Mio zio era grato e si è fatto un nome. Mio nonno era orgoglioso e il loro rapporto si è consolidato.

Consenti a tuo figlio di essere chi vuole essere, non chi pensi che dovrebbe essere. Dopotutto, è la loro vita, il loro viaggio. Sei lì solo per guardare e fornire indicazioni quando necessario.

9. Cresci insieme ai tuoi figli

I bambini crescono e si evolvono, proprio come noi. È importante crescere con loro e adattare il modo in cui disciplini e parli con loro.

Ad esempio, se tuo figlio di 4 anni si comporta male piegando la verità o piagnucolando, puoi ignorare le sue buffonate e mantenere la calma riguardo alle bugie. Questo è comune per questa fascia di età.

Se hai a che fare con un bambino di 8 anni, tuo figlio capisce la differenza tra giusto e sbagliato e si rivolge a te per avere una guida. [5]

Nel frattempo, gli adolescenti devono essere affrontati in un altro modo. Questa è una fascia d'età difficile e impegnativa, che merita grande cura e attenzione. Non puoi parlare con tuo figlio di 16 anni come se avesse ancora 9 anni!

10. Convalida i loro sentimenti

Durante la crescita accadono molte cose che generano una moltitudine di sentimenti. Come genitore, vuoi prenderti il ​​tempo per convalidare i sentimenti di tuo figlio. Non essere sprezzante e comportati come se i loro sentimenti non fossero importanti.

L'altro giorno è venuta mia nipote di 8,5 anni. Ho potuto vedere che aveva pianto. Quando le ho chiesto se lo era, mi ha guardato con occhi tristi. Mia nipote mi ha informato che le mancava la sua migliore amica che non vedeva da quasi sei mesi dall'inizio della quarantena della comunità.