Come ho sconfitto l'alcolismo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Mio caro lettore,

Sto scrivendo intenzionalmente questo articolo senza fare riferimento a fonti esterne come A.A. o altri "esperti", perché voglio che sia una lettera dal mio cuore direttamente al tuo. È così che mi sono ripreso dall'alcolismo. Se posso farlo io, chiunque può. Se anche un'altra persona si ispira alla mia storia e raggiunge la sobrietà, sarò stato ripagato cento volte per i miei sforzi.

Ecco un breve riassunto della mia storia con l'alcolismo. Ho iniziato a bere quando avevo 23 anni, circa un anno dopo il mio primo putrido matrimonio. Sono stato un insonne cronico per molti anni e, dopo aver provato tutti i rimedi per dormire sotto il sole, ho scoperto che l'alcol era l'unica cosa che calmava la mia mente in modo abbastanza affidabile da permettermi di dormire.

Un'abitudine che è iniziata con una o due birre o un bicchiere di vino a notte è rapidamente sbocciata in quattro, cinque, sei ... al mio apice, potevo facilmente pulire la maggior parte di un quinto di vodka ogni singola notte. La metà mi ha fatto addormentare, e l'altra metà mi ha fatto riaddormentare dopo aver "rimbalzato" a metà della notte. Verso la fine della mia carriera di bevitore, ho tenuto una bottiglietta nascosta nel cassetto della scrivania al lavoro come cura per i postumi di una sbornia "capelli del cane" e per aiutarmi a far fronte allo stress. Non ho mai perso una giornata di lavoro, anche se c'erano momenti che probabilmente avrei dovuto. Non ho mai bevuto più di un bicchiere di vino con gli altri, e anche se verso l'ultima ho sicuramente guidato un paio di volte quando non avrei dovuto, fortunatamente non ho mai distrutto la mia macchina o fatto fermare per un DUI. Sono stato fortunato.

Ho bevuto il mio ultimo drink il 16 aprile 2011 e non ho mai guardato indietro. Avevo 43 anni. Ecco come ho fatto.

1. Mi sono perdonato.

Bere è in realtà una cosa abbastanza onorevole da fare. Vogliamo tutti sentirci bene e, se stiamo soffrendo, vogliamo sentirci meglio. Questa è semplicemente la natura umana; non c'è niente di sbagliato in questo.

2. Mi sono reso conto che nessun altro lo avrebbe fatto per me.

L'assunzione di pillole non ha funzionato. Andare in terapia non lo ha fatto. Andando ad A.A. non l'ho fatto. Il fatto che i miei altri significativi nascondessero l'alcol non lo ha fatto. Chiedere ai miei partner di sostenermi smettendo di bere da soli non lo ha fatto - dopotutto, non avevano problemi con l'alcol, quindi perché avrebbero dovuto smettere solo perché volevo? No, ho dovuto farlo da solo.

3. Ho deciso che volevo smettere di bere più di ogni altra cosa al mondo e avrei fatto tutto il necessario per smettere.

Dovevo voler smettere più di quanto volevo dormire, più di quanto volessi intorpidire dal mio lavoro stressante, più di quanto volessi essere nella mia relazione romantica tutt'altro che meravigliosa. Avevo bisogno di ogni grammo di desiderio che avevo per affrontare i tempi difficili che mi aspettavano.

4. * QUESTO È ENORME *: ho smesso di aggiungere "spin" all'argomento della dipendenza.

Se hai familiarità con la Legge di Attrazione, potresti esserti imbattuto nell'analogia delle piastre su bastoncini. Ricordi gli atti di giocoleria in cui il giocoliere faceva girare i piatti della cena sulle estremità superiori di lunghi bastoncini? Il giocoliere doveva continuare a muovere i bastoncini per far girare i piatti e, se si fermava, cadeva tutto.