In che modo il silenzio influisce positivamente sul nostro cervello, spiega la scienza

Nick è un multipotenziale, un imprenditore, un blogger e un viaggiatore. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

In un mondo sempre più frenetico e rumoroso, il silenzio vende. Come l'acqua pulita, il silenzio è una risorsa e può, infatti, essere utilizzato come punto vendita. Considera, il tuo laptop che funziona senza un pigolio, ritiri di meditazione, fughe di vacanza in luoghi remoti o quelle cuffie con cancellazione del rumore. Il silenzio è il collante che li lega insieme.

Il silenzio è stato studiato per caso

Nel corso degli anni, la ricerca ha sottolineato come il silenzio possa calmare i nostri corpi, migliorare la nostra connessione con il mondo e effettivamente aumentare il "rumore" dei nostri pensieri interiori, con la maggior parte della ricerca incentrata sul rumore quando si arriva a queste conclusioni, non silenzio.

Sì, la maggior parte dei ricercatori ha studiato il silenzio per caso. Ad esempio, in uno studio del 2006, in cui sono stati studiati gli effetti fisiologici della musica, Luciano Bernardi ha detto quanto segue in Nautilus:

"Non abbiamo pensato agli effetti del silenzio. Non è stato pensato per essere studiato in modo specifico. "

Tuttavia, quali sono stati gli effetti del silenzio sul nostro cervello in questi studi?

Due minuti di silenzio hanno accresciuto l'eccitazione

Nello studio di cui sopra, Bernardi ha osservato metriche fisiologiche per due dozzine di soggetti quando hanno ascoltato sei canzoni. Secondo Bernardi:

"Durante quasi tutti i tipi di musica, c'è stato un cambiamento fisiologico compatibile con una condizione di eccitazione."

Ma ciò che è stato ancora più sorprendente è stato quello che è successo quando c'erano pause silenziose: due minuti di silenzio si sono rivelati molto più rilassanti della musica pacifica o di un silenzio più lungo suonato prima dell'inizio dell'esperimento. Una delle sue scoperte principali - il silenzio è accentuato dai contrasti - è supportata dalla ricerca neurologica, in uno studio di Michael Wehr nel 2010.

Il silenzio influisce sulla nostra corteccia uditiva

Lo studio del 2010 di Michael Wehr che osservava il cervello dei topi durante brevi raffiche di suoni ha prodotto alcuni risultati sorprendenti. Mentre un'esplosione di suono fa illuminare la corteccia uditiva (quella parte del cervello responsabile dell'elaborazione delle informazioni sonore), anche il silenzio provoca un cambiamento. Si attiva una rete separata di neuroni nella corteccia uditiva. Wehr dice:

"Quando un suono si interrompe improvvisamente, è un evento altrettanto sicuro di quando inizia un suono."

Ma cosa succede nel momento in cui la corteccia uditiva si accende?

In che modo il silenzio influisce sulla nostra corteccia uditiva: sviluppo cellulare

Questa domanda è stata esaminata da un biologo rigenerativo della Duke University, Imke Kirste. Nello studio del 2013, stava analizzando gli effetti che il suono ha sul cervello dei topi adulti. Quattro gruppi di topi sono stati esposti a diversi stimoli uditivi: musica, rumori di topo, rumore bianco e silenzio.

Il silenzio era il controllo e, come per molti studi precedenti, il suo effetto era considerato trascurabile. Ancora una volta, però, i risultati hanno aperto gli occhi. Tutti i suoni hanno avuto un effetto neurologico a breve termine, ma per quanto riguarda il silenzio?

Due ore di silenzio al giorno hanno portato allo sviluppo delle cellule nell'ippocampo, l'area del cervello responsabile della formazione della memoria e delle emozioni. Questo ha sconcertato Kirste. Ma dopo un po 'di riflessione è giunta alla seguente conclusione: l'assenza di rumore era così artificiale e allarmante da causare iper-vigilanza nei topi.

Anche se lo sviluppo di nuove cellule non è sempre positivo per la salute, in questo caso le cellule stavano diventando neuroni funzionanti (una cellula specializzata che trasmette impulsi nervosi, nota anche come cellula nervosa). Kirste ha continuato dicendo:

"Abbiamo visto che il silenzio aiuta davvero le cellule appena generate a differenziarsi in neuroni e integrarsi nel sistema."

Il silenzio amplifica l'autoriflessione

Il silenzio non solo aiuta nella generazione delle cellule, ma aiuta anche l'auto-riflessione. Abbiamo tutti quella che è nota come la "modalità predefinita" della funzione cerebrale, che si trova nella corteccia prefrontale (situata nella parte anteriore del cervello e responsabile del pensiero astratto, dell'analisi del pensiero e della regolazione del pensiero).

La modalità predefinita è sempre attiva, riceve e analizza le informazioni. Ad esempio, la capacità di rilevare il pericolo avviene automaticamente in questa parte del cervello. Questa modalità predefinita è anche molto attiva durante l'auto-riflessione (capire noi stessi) secondo Joseph Moran che ha pubblicato un documento intitolato "Cosa può dirci l'organizzazione della rete della modalità predefinita del cervello sulla conoscenza di sé?"

Secondo Moran e colleghi, quando il cervello è in questa modalità di riposo, è in grado di integrare le informazioni interne ed esterne in uno spazio di lavoro consapevole. Quando c'è silenzio, il tuo spazio di lavoro cosciente ha una maggiore libertà di elaborare le informazioni interne ed esterne, permettendoti di scoprire meglio il tuo posto nel mondo. Il silenzio amplifica l'auto-riflessione.

E forse Noora Vikman, etnomusicologa (una persona che studia musica in un contesto culturale) e consulente del silenzio per gli operatori di marketing finlandesi, lo riassume meglio:

"Se vuoi conoscere te stesso devi stare con te stesso e discutere con te stesso, essere in grado di parlare con te stesso."

Il silenzio quindi è davvero d'oro. Cambia il tuo cervello. Ti cambia la vita.

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Nick Darlington

Nick è un multipotenziale, un imprenditore, un blogger e un viaggiatore.

Tendenze nel cervello

Altro di questo autore

Nick Darlington

Nick è un multipotenziale, un imprenditore, un blogger e un viaggiatore.

Tendenze nel cervello

Leggi avanti

Che cos'è il pensiero creativo e perché è importante?
In che modo il pensiero sistemico ti rende una persona più intelligente
15 alimenti per la mente che aumenteranno la tua potenza cerebrale
Che cos'è la creatività? Ne abbiamo tutti e ne abbiamo bisogno

Pubblicato il 23 novembre 2020

Come sviluppare un pensiero quadro generale e pensare in modo più chiaro

Fondatore di SocialNerd, Data Scientist presso startup tecnologiche e ballerino qualificato. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

I tuoi vicini di sotto stanno suonando musica ad alto volume. Ancora. Come fanno a non stancarsi di festeggiare? E perché scelgono canzoni con un ritmo così pesante che il vetro del tuo armadio vibra ogni due secondi? Cosa puoi fare per ottenere un po 'di pace che meriti? Cosa dovresti?

La mente umana tende a girare in tondo ogni volta che deve affrontare un problema senza una chiara soluzione. Diventa facile dimenticare il quadro generale e perdersi nella rabbia e nell'autocommiserazione, sprecando il nostro tempo prezioso, energia ed entusiasmo.

Non sarebbe bello se ci ricordassimo sempre di mettere le cose in prospettiva?

Non sarebbe più efficiente affrontare tutti i tipi di problemi, dai piccoli fastidi alle emergenze che cambiano la vita, con un comportamento calmo, una concentrazione acuta e una determinazione senza paura per intraprendere prontamente l'azione più efficiente possibile?

Ahimè, gli umani non sono così. Troppo spesso lasciamo che l'ansia o l'avidità abbiano la meglio su di noi e prendiamo una decisione affrettata o miope di cui presto ci pentiamo. Altre volte, passiamo settimane o mesi in un vicolo cieco, rimodellando gli stessi identici argomenti, incapaci di accettare il compromesso richiesto per andare avanti con una qualsiasi delle opzioni disponibili.

I buddisti parlano di perdersi nel "piccolo sé". In questo stato d'animo, dimentichiamo letteralmente il quadro generale e ci concentriamo su quello piccolo. Iniziamo a prendere troppo sul personale i nostri problemi quotidiani e, paradossalmente, diventiamo meno capaci di risolverli in modo efficiente. E questo è l'opposto del pensiero quadro generale.

Permettimi di condividere con te una storia relativa al pensiero quadro generale ...

Nel 1812, l'esercito francese di Napoleone Bonaparte invase la Russia. [1] Dopo una decisiva battaglia di Borodino, la cattura di Mosca e quindi la vittoria di Napoleone nella guerra sembrava inevitabile.

Inaspettatamente, il comandante in capo russo Mikhail Kutuzov ha preso la decisione molto controversa di ritirarsi e consentire ai francesi di catturare Mosca. Gran parte della popolazione era stata evacuata portando con sé rifornimenti. La città stessa è stata incendiata e gran parte di essa è stata bruciata nel terreno.

Dopo aver atteso invano che la Russia capitolasse, Napoleone dovette ritirarsi nel mezzo di un inverno gelido. Ha vinto la battaglia ma ha perso la guerra. La campagna si è conclusa con un disastro e la quasi distruzione dell'esercito francese.

Cosa possiamo imparare da questa lezione storica?

1. Concentrati sulle conseguenze

Napoleone si è concentrato sulla parte importante: catturare Mosca. Nessuno potrebbe accusarlo di pensare in piccolo. Tuttavia ha trascurato che l'esercito russo poteva ancora combattere anche dopo aver rinunciato alla città più importante del paese.

Quindi Mosca non era un obiettivo importante, dopotutto?

L'esperto di successo Brian Tracy ha una cartina di tornasole: le cose sono importanti nella misura in cui hanno conseguenze importanti. Le cose non sono importanti nella misura in cui non hanno conseguenze importanti. [2]

Di fronte a una scelta, chiediti, quali sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione?

  • Vuoi passare un'ora a studiare o guardare la nuova serie su Netflix? Quali sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione? Netflix a volte può essere una scelta migliore, ma aiuta a mettere le cose in prospettiva.
  • Vuoi mantenere il tuo appartamento da solo o pagare un servizio di pulizia? Sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione?
  • Vuoi incontrarti per un caffè con questo tuo conoscente o recuperare il ritardo sul tuo lavoro? Quali sarebbero le conseguenze di ciascuna opzione?

La scelta può essere diversa per persone diverse. Un aspirante regista potrebbe avere una ragione legittima per scegliere Netflix. Personalmente, pulire il proprio appartamento può essere rilassante e nutriente, anche se l'economia di assumere un addetto alle pulizie sembra convincente perché si guadagna una tariffa oraria elevata.

Qui è dove avrai bisogno di un'idea di base di chi sei: quali sono i tuoi obiettivi, valori e aspirazioni.

2. Capovolgi la sconfitta in vittoria

Kutuzov è riuscito a trasformare la sconfitta della Russia in una vittoria storica riformulando il problema in un contesto più ampio: perdere Mosca non significa necessariamente perdere la guerra.

Nonostante il significato simbolico attribuito al Cremlino, alle chiese, ai tesori inestimabili che erano stati conservati in città per secoli, il risultato della campagna fu determinato in ultima analisi dalla forza degli eserciti rimasti.

Se riesci ad adottare questa prospettiva orientata al risultato, molte delle tue sconfitte personali potrebbero anche trasformarsi in vittorie. Pochi eventi in una vita umana sono assolutamente buoni o assolutamente cattivi e di solito ci vogliono molti anni per riconoscere in retrospettiva, quale ruolo ha avuto un incontro particolare nella tua storia.

Pertanto abbiamo tutte le ragioni per cercare il bene nelle cose che ci accadono.

Questo è un atteggiamento molto pratico, lontano dal "pensiero positivo" senza fondamento. Dopotutto, se ti è successo qualcosa di sfortunato e trovi dei lati positivi in ​​questa circostanza, sarai in una posizione migliore per approfittare di quei lati positivi.

Supponiamo che i tuoi vicini rumorosi stiano compromettendo la tua produttività. E se fosse una benedizione sotto mentite spoglie? Come puoi trasformare questa sconfitta in una vittoria?

  • Forse prendi troppo sul serio la vita e potresti imparare a divertirti di più. Unisciti ai tuoi vicini o esci a fare una passeggiata invece di lavorare;
  • Forse volevi solo essere produttivo mentre invece procrastinavi sui social media. Ora che la tua procrastinazione è stata interrotta, fermati e riconosci questo ostacolo molto più grande alla tua produttività;
  • Forse sei troppo sensibile alle interferenze. Cogli l'occasione per esercitarti ignorando il rumore e facendo del tuo meglio comunque;
  • Forse hai una mentalità da vittima e la sensazione di ingiustizia ti prosciuga più di qualsiasi fastidio reale che i tuoi vicini potrebbero aver causato. Prova ad accettare questa interruzione della tua produttività come accetteresti il ​​maltempo.

Abituati a trovare opportunità nei tuoi problemi. Questa è la quintessenza del quadro generale.

3. Chiedi consiglio

Sia Napoleone che Kutuzov avevano consiglieri fidati con cui discutere i loro affari. In generale, avere una prospettiva diversa, o più, può solo aiutare a informare la tua comprensione e portare a decisioni migliori. Assicurati solo che le persone che ti danno consigli siano competenti nella particolare area in cui è necessaria esperienza.

Anche pagare per una consulenza può essere un saggio investimento. Avvocati, commercialisti fiscali e medici passano anni a imparare come aiutare persone come te a vivere una vita più soddisfacente e di successo.

Una rapida consulenza legale può farti risparmiare una fortuna o addirittura tenerti lontano da grossi guai. Un controllo medico può scoprire potenziali problemi e aiutarti a mantenerti sano e attivo per gli anni a venire.

Anche i dilemmi grandi e complessi sul tuo lavoro o nella tua relazione sentimentale possono essere affrontati in modo più efficace collaborando con un coach o un terapista o, ovviamente, con l'aiuto di un saggio amico.

4. Attenzione ai consigli di parte

Molte decisioni imperfette si verificano in risposta a un consiglio imperfetto su cui scegli di agire. Questo consiglio viene spesso da una parte di parte.

Ad esempio, siamo spesso incoraggiati ad acquistare qualcosa di cui presumibilmente abbiamo bisogno:

  • Proteggi la tua pelle dai dannosi raggi UV utilizzando una lozione speciale.
  • Rafforza la tua salute assumendo multivitaminici.
  • Connettiti con i tuoi amici inviando loro regali elaborati.
  • Illumina il tuo fine settimana consumando una deliziosa pasticceria.
  • Diventa più produttivo acquistando un computer più veloce.

Tuttavia, la maggior parte degli acquisti non è necessaria.

Alcuni, come la crema solare, hanno vantaggi legittimi se usati correttamente. [3] Altri, come i multivitaminici, fanno la differenza solo per un piccolo gruppo di persone. [4]

Gli inserzionisti di tali vantaggi vogliono inevitabilmente restringere la tua attenzione per esagerare l'importanza del loro prodotto. Spesso lo presentano come l'unica soluzione al tuo problema, reale o immaginario che sia.

  • La pelle può essere protetta dal sole anche indossando abiti appropriati.
  • La salute può essere rafforzata meglio seguendo una dieta equilibrata e facendo esercizio fisico regolare.
  • Passare del tempo o parlare al telefono con i tuoi amici è il modo principale per entrare in contatto con loro ed è praticamente gratuito.
  • Il tuo weekend può essere rallegrato facendo qualcosa che ami.
  • Puoi diventare più produttivo concentrandoti sulle attività che hanno le conseguenze più importanti. Un computer più veloce può, infatti, diminuire la produttività facilitando il multitasking e abilitando le tue distrazioni preferite.

Esistono altre fonti di consigli imperfetti. Anche i politici spesso vogliono che ci concentriamo su un particolare "quadro generale", escludendo le alternative.