Come il Tango ha cambiato per sempre la mia vita sia professionalmente che personalmente

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Tango: questo modo meravigliosamente avvincente per connettere perfetti sconosciuti, trasformandoli in artisti che dipingono una storia con le loro emozioni su una tela chiamata pista da ballo. Questo è più di un semplice ballo di società. Può facilmente trasformarsi in uno stile di vita. Può letteralmente riportarti in vita, portando anche gioia nel mondano. Quale modo migliore per disconnettersi dal tipico te? Quale modo migliore per lasciarsi andare? Quale modo più semplice per essere fedele a te stesso? In poche parole, il tango è vita.

Ti sfido a leggere questo articolo e ti sfido a provare il tango almeno per un mese. Sfida accettata?

Tango a colpo d'occhio o dovrei dire Mirada?

Mirada deriva dal termine spagnolo "sguardo" o "sguardo". Nel tango, implica stabilire un contatto visivo con un potenziale partner di ballo nella stessa stanza e invitarlo gentilmente (se sei un uomo) o accettarlo (se sei una donna). Quindi, i due si uniscono e iniziano a raccontare una storia attraverso i movimenti del corpo e le espressioni facciali. La "mirada" tradizionale viene anche chiamata "cabeceo". Questo è il modo vecchio stile di chiedere a una donna di ballare. È ancora ampiamente utilizzato nelle milonghe, feste di tango in cui le persone si vestono bene, si tolgono le maschere e si godono la musica e la compagnia degli altri, mentre ballano. Ma prendiamo tutto, passo dopo passo, ocho per ocho.

Il mio primo incontro con il tango è stato un paio di mesi fa. Dragos Roua, che è anche uno dei principali contributori qui su LifeHack, non smetterebbe di parlare di tango e di come è diventato un insegnante di tango. Mi ha introdotto alla magia del tango in un'epoca in cui avevo perso il senso dell'orientamento nella vita. Penso che ci siamo passati tutti. Allora avevo 24 anni. Avrei potuto avere 30, 40 o 50 anni - aveva ancora lo stesso effetto - il tango. Mi sono sentito trasformato ad ogni lezione. Ho provato gioia e beatitudine all'inizio della lezione e grande tristezza quando la lezione è finita.

Le mie prime lezioni di tango. La mia prima milonga. La mia prima lezione di vita

A differenza di altre scuole, queste classi si stavano sviluppando rapidamente: in due mesi ho imparato cosa insegnano gli altri in un anno. Se c'è eccitazione e tempo, perché non accelerare il processo? Non mi sono pentito di nulla: ha aperto un'esperienza completamente nuova.

Prime lezioni di tango

Entro la fine del primo mese, potevo già fare un paio di mosse di Tango Nuevo (abbraccio aperto, ganchos e mosse civettuole), che è più acrobatico del Tango argentino (la danza dell'abbraccio chiuso). Il mio compagno di tango allora era nuovo come me in questo. Era anche il mio compagno di vita. Avevamo lezioni due giorni alla settimana, due ore per classe. Quattro ore di tango a settimana sono semplicemente sufficienti per tenerti connesso con l'idea del tango. Non era abbastanza per farti innamorare del tango o per farti desiderare di più di quello che già avevi. E abbiamo fatto solo quattro ore a settimana perché era quello che poteva fare il mio partner. Dipendevo dal suo tempo e dalla sua voglia di tango. E volevo di più. Ho sempre voluto più di quello che avevo attualmente. Storia della mia vita.

La prima lezione che il tango mi ha insegnato è stata che non puoi avere tutto ciò che desideri dall'inizio: è un processo graduale, migliora con il passare del tempo. Finché lo vuoi veramente e finché pratichi. Quella volta ho fatto tutto il possibile. E così ...

La mia prima Milonga

Ho iniziato a settembre 2013. Ho partecipato alla mia prima Milonga, tradizionalmente un evento o luogo in cui si balla il tango, entro la fine di ottobre. Era una bellissima notte d'autunno, calda e deliziosa, come una tipica notte di ottobre a Bucarest. Mi sono vestita bene con un vestito nero, mi sono truccata e sono uscita. La mia compagna di vita e di tango non voleva partecipare alla Milonga. Non volevo arrendermi, quindi sono andato da solo. Avevo un caro amico che partecipava alla festa con me, ma non sapeva ballare il tango.

La milonga si è svolta in un vecchio edificio a Bucarest, probabilmente dei primi del '900. Tutti erano vestiti come in un eccezionale film degli anni '60. L'aria era affascinante. Ragazzi che indossano smoking e fiocchi virili, donne che indossano abiti eleganti, in attesa di essere invitate da uno sconosciuto di bell'aspetto. Un'orchestra ha suonato la migliore musica di tango che abbia mai sentito. Le melodie del piano interferivano, dolcemente, di tanto in tanto e passavano dal tango al valzer.

Ero un principiante, ma potevo sentire il tango tutto intorno a me. Ho ballato con due persone quella sera, entrambi principianti proprio come me. Mi sono sentito vivo. Mi sentivo come se avessi il senso dell'orientamento. E poi è arrivato:

La mia prima lezione di vita

Tango ti trasforma a tutti i livelli: personalmente, mentalmente, emotivamente, professionalmente. La mia prima lezione di vita è arrivata poco dopo aver terminato i corsi per principianti: ho iniziato ad innamorarmi del tango e ad innamorarmi della persona che presumibilmente era l '"amore della mia vita". Quando abbiamo iniziato a ballare il tango, ho pensato, "renderà il nostro rapporto più solido". Non mi aspettavo di allontanarmi da lui. Tango mi ha mostrato quanto fossimo incompatibili.

Ecco perché il tango non è per nessuno: devi essere pronto ad abbracciare la realtà che questo ballo rivela, anche se non si adatta alla "tua realtà".

Poiché ha deciso di non continuare con la classe intermedia. Ho deciso di provarci. Mi sono trovato circondato da amici, dalla musica, dalla magia del tango, da persone che condividevano prospettive simili e una profonda passione per questo ballo. Sono diventati una parte vivida del mio presente.

Non sono stato distrutto dalla realtà del tango come pensavo di essere. Avevo tango e amici che mi sostenevano.

(bella immagine da Storenvy.com)

Un'introspezione in 10 mesi di tango

Il tango non riguarda solo lo sviluppo personale, ma anche lo sviluppo professionale e l'eliminazione dei confini e dei limiti auto-stabiliti. Per le donne è un'occasione per entrare in contatto con la propria femminilità interiore; per gli uomini, un'opportunità per imparare a entrare in contatto con le donne e costruire momenti insieme.

Sviluppo personale in altri balli e nel tango

Suona come un cliché? Sicuramente no. Il tango è lo sviluppo personale nella sua forma più pura. Prima del tango ho fatto danza classica per molti anni. Volevo raggiungere il livello professionale. Alla fine ho rinunciato a ragioni indipendenti da me.

Il legame comune tra il tango e il balletto o altri balli è che ti insegna ad accettare te stesso. Le differenze? Bene, in altri balli, quando sei nel Momento, sei per lo più solo. Il partner deve lasciarti andare a un certo punto. Succede nel balletto, nella salsa, nel pattinaggio sul ghiaccio, ecc.

Ma con il tango è diverso. Non ti cambierà in un modo in cui non puoi riconoscere la persona che ti fissa attraverso lo specchio. Ti trasformerà. Il tango è come un amico che ami dal profondo del tuo cuore, ma non riesci a trovare le parole per esprimerlo. Lo accetti semplicemente così com'è, perché averlo nella tua vita ti rende una persona migliore.

Con il tango, la persona che vedi nello specchio sei ancora tu, solo più bella, più sensibile, più umana, più emotiva. All'improvviso ti rendi conto che non sei cambiato, sei solo migliorato in modo significativo. Con il tango impari a (a volte, letteralmente) chiudere un occhio e dimenticare il passato o il futuro: solo il Momento conta.

Nessuno ti applaudirà perché tutti sono impegnati a godersi il proprio Momento. Condividete la felicità con un altro essere umano, che sia un perfetto sconosciuto o un amico. La pista da ballo è questo luogo magico dove il tempo si ferma. Non è un palcoscenico vuoto: tutti dipingono la loro storia di amore e vulnerabilità, di emozioni ancestrali condivise. Il tuo cuore non sanguina. Il tuo cuore sorride.

Il tango ti insegna a sentire il presente con ogni muscolo del tuo corpo. Ti insegna che puoi essere aggraziato, puoi accettare altre persone nel tuo spazio personale, puoi lasciarti andare ed essere nel momento. E la cosa migliore? Non sei solo in quel momento. Condividete il momento con qualcun altro.

Quando il momento è finito, non sei perso: sei trovato dal prossimo partner, dalla prossima storia d'amore di 3 minuti. E c'è sempre qualcuno che ti prende per mano, per ringraziarti anche tu per essere stato parte del loro momento e per riportarti al tuo posto.

La cosa migliore del tango? Abbracci genuini gratuiti.

Sviluppo professionale nel tango

Credo che il tango possa insegnarci anche importanti lezioni di sviluppo professionale. Ecco cosa ho imparato dopo 10 mesi:

1. Molto competitivo? - Quando “lavori” con qualcuno e condividi il Momento, impari a essere meno competitivo con l'altra parte. Non c'è motivo per essere competitivi con la persona che è una presenza complementare nella tua vita. Potrebbe essere un semplice partner di tango o potrebbe essere facilmente un partner commerciale. Non ha senso essere competitivi con gli altri, davvero. Devi solo competere con te stesso. Ricorda: sei il tuo migliore amico e il tuo peggior nemico!

Tango mi ha insegnato a risparmiare tempo, denaro ed energia. E persino amicizie.

2. Ci vogliono due persone per ballare il tango: sì, l'idea che hai bisogno di supporto e non puoi fare tutto da solo è un'altra importante lezione appresa. Ad un certo punto, anche se inizi da solo, hai bisogno di un compagno di squadra, hai bisogno di una seconda opinione. Anche se sei un one-man show, hai comunque bisogno di amici e familiari al tuo fianco.

Il tango mi ha insegnato ad essere più gentile con la mia famiglia e ad apprezzare i miei amici: quelle persone che mi amano incondizionatamente, anche quando non sanno come dimostrarlo. Il tango mi ha insegnato a sentire il calore degli altri!

3. Non si tratta solo di affari: è necessaria l'interazione umana. Non puoi fare affari senza social. Il social è importante soprattutto al di fuori dei tuoi circoli professionali. Perché? Perché dopotutto, la tua attività si svolge con persone normali, quindi non devi circondarti di influencer. Anche le persone normali che non condividono la tua stessa esperienza professionale possono renderti giustizia. Imparerai come interagire con qualsiasi tipo di persona.

Tango mi ha insegnato come far entrare le persone e come comunicare meglio con gli altri.

4. La diversità è buona - nel senso che, proprio come aiuta a diventare una ballerina migliore se balli con persone diverse, aiuta anche a diventare un uomo d'affari migliore (o una donna, se è per questo) se diversifichi la tua vita professionale. Se hai un'attività e sta andando alla grande, prova ad aggiungere un prodotto, servizio diverso o anche ad avviare una seconda attività in un'altra nicchia / settore.

Il tango mi ha anche insegnato che la diversità non ti farà cadere nella noia.

5. Esci dalla tua zona di comfort: questa è la lezione più importante di tutte. Sì, il tango ti insegna a farlo. Credo che non esistano due seguaci che seguono lo stesso o due leader che guidano lo stesso. Ci sono tanti stili di tango là fuori quanti sono i ballerini. E ogni volta che balli con un nuovo partner, esci dalla tua zona di comfort. Ogni volta che provi una nuova mossa o un nuovo abbraccio, esci dalla tua zona di comfort.

In qualità di imprenditore, devi uscire dalla tua zona di comfort e sfidare te stesso. Questo è lo scopo dell'evoluzione. Abbiamo tutti i semi dell'evoluzione piantati in noi, perché uccidere la pianta prima ancora di darle la possibilità di crescere? Reinvenzione e trasformazione avvengono in un continuum pieno di sfide. Non esiste una zona di comfort sulla strada tra il punto A e il punto B, c'è sempre qualcosa di imprevedibile là fuori, anche se fai il viaggio 100 volte, ancora e ancora.

Cosa succede quando prendi una pausa dal tango?

Questa è dura. Non è mai facile prendersi una pausa dalle cose che ami, ma succede a tutti noi. Ho fatto tre pause nel corso di 10 mesi: 3 settimane dopo la fine dei corsi per principianti fino all'inizio dei corsi avanzati; 3 mesi di pausa in primavera e 3 settimane ora, durante le vacanze estive.

È una sensazione di solitudine non facile da descrivere. Non immaginare che io tango 40 ore a settimana. Attualmente ballo circa 10 ore a settimana, in pratiche (luoghi di pratica del tango, formato più casual della milonga) e una milonga a settimana. Ho una routine di ballo che pratico a casa o al parco di circa 60 minuti al giorno, combinando passi di tango (quelli che posso fare da solo), balletto e ginnastica. Nel momento in cui ti prendi una pausa da una routine di danza, si vedrà immediatamente sul tuo corpo e sul tuo stato emotivo.

Il ballo, e in particolare il tango, deve essere fatto regolarmente. Penso che lo stesso valga per gli affari e per la vita in generale: per avere successo nelle cose che fai, devi avere una certa etica e dei principi che mantieni regolarmente. Nessuna eccezione. Inoltre, la pratica e un programma regolare favoriscono la crescita.

Stabilire obiettivi e rimodellare la tua vita

Questi due sono tra le lezioni di vita più preziose che una danza mi abbia mai insegnato. Stabilire obiettivi non è mai stato il mio obiettivo e ho notato che le persone di solito hanno difficoltà a spezzare il loro percorso personale e professionale in traguardi raggiungibili.

Tango mi ha insegnato come rimodellare la mia vita e aggiungere valore ad essa, come conservare ciò che conta e lasciare andare tutti i bagagli inutili (che tendiamo a portare in ogni nuova relazione che iniziamo - personale o professionale). Ho iniziato a fissarmi degli obiettivi nella realtà fornita dal tango: quella dell'interazione umana. Ecco cosa è successo:

1. Mi sono reso conto che non posso vivere da solo, mi piace dire buongiorno o buona notte a qualcuno. Vivere in un appartamento da solo non era vantaggioso. Invece di uscire di più e socializzare di più, ho iniziato a isolarmi in tutti gli aspetti. La mia attività ha sofferto tanto quanto la mia vita sociale. Ha iniziato a diventare doloroso ballare il tango e interagire con le persone invece di essere felici e godersi il momento. Seguendo le lezioni fornite dal tango, mi sono trasferito nel centro della città in un appartamento condiviso. Con un coinquilino.

2. Ho capito di non essere troppo in contatto con il mio lato femminile. Lo attiverei solo di tanto in tanto durante il tango. Ciò è accaduto a causa della mia modalità di lavoro, in cui ero solo. Era difficile separare il lato degli affari dal lato vulnerabile del tango. Ad un certo punto, non riuscivo nemmeno a ballare correttamente e questo si è trasformato in grande frustrazione. Poi ho capito che avevo bisogno di una pausa per mettere ordine nella mia vita: trovare soci in affari, formare una squadra, non fare tutto da solo. L'idea di "portare due a tango" è diventata una chiara soluzione aziendale alle mie difficoltà.

3. Mi sono reso conto di essere troppo attratto dalla perfezione. Ricordo che un blogger - un mio amico - mi disse una volta che "Perfect è il nemico del fare le cose". Proprio come nel Tango, devi solo lasciarti andare e goderti il ​​momento: non balli per renderlo perfetto, balli per sentirti libero ed esprimere il tuo vero io. Ho smesso di cercare di plasmare la mia vita in modo da essere perfetto e ho fissato i miei obiettivi per essere il più imperfetto possibile.

Il tango ha cambiato la mia vita in modo personale e professionale, probabilmente più di ogni altro tipo di danza o arte. Mi ha sfidato e continua a sfidarmi a diventare una persona migliore, ad aprirmi, a non avere paura e a fare le cose al mio ritmo. Mi ha insegnato come tutto sia adattabile e ha riconfermato l'idea che le cose fatte con passione su base regolare possono creare momenti meravigliosi e aprire viaggi piacevoli. Tutto quello che devi fare è rimanere fedele a te stesso e vincere tutte le sfide con un cuore aperto.