Perché più minacce combattiamo ogni giorno, più riusciremo a ottenere risultati

Scrittore britannico che ama usare il potere delle parole per ispirare e motivare. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Il tuo capo ti ha chiesto di parlare alla conferenza annuale dei dipendenti della tua azienda. In effetti, ti ha scritto a matita per parlare per 15 minuti di fronte a una folla prevista di 800 persone. C'è solo un problema ... hai il terrore di parlare in pubblico!

Invece di goderti la possibilità di brillare di fronte ai tuoi colleghi, sei consumato dal cercare di trovare un modo per uscire dal discorso.

La paura di parlare in pubblico è comune. Tuttavia, invece di permettere a paure come questa di tenerti in ostaggio, puoi trasformarle in potenti trampolini di lancio per il successo.

Prima di rivelare come farlo, diamo prima un'occhiata ad alcune minacce comuni e alle nostre risposte tipiche.

Stai lottando per far fronte a situazioni minacciose?

Immagina per un momento che il viaggio nel tempo sia reale.

Decidi di tornare indietro di migliaia di anni per vedere come vivevano i nostri primi antenati. Una volta arrivato alla destinazione prescelta, scopri rapidamente che la vita in quel momento era piena di pericoli. Ci sono combattimenti fisici tra diverse comunità, predatori di animali da evitare e una costante minaccia di fame.

Fu durante questi tempi difficili e insidiosi che i primi esseri umani svilupparono una cosa chiamata risposta "combatti o fuggi". Questa risposta può essere descritta come una reazione fisiologica a una minaccia o a un attacco che induce il corpo a rilasciare immediatamente una cascata ormonale. Questo rilascio ormonale sposta il corpo in una prontezza fisica estrema, consentendo di montare una difesa o, in alternativa, una fuga veloce! (Passa un po 'di tempo a guardare cani e gatti e vedrai spesso questa risposta di lotta o fuga in azione.)

Sebbene la risposta al combattimento o alla fuga sia ovviamente utile in situazioni di vita o di morte, può essere una cosa negativa se innescata da eventi meno gravi. Ad esempio, potresti sentire che un collega subordinato sta tramando per accettare il tuo lavoro. Se permetti a questa situazione di innescare una reazione di rissa o fuga, è probabile che ti impegni in uno scontro fisico con il tuo collega o, se scegli di fuggire, potresti finire per consegnare la tua notifica.

Nessuna delle reazioni precedenti è razionale. In verità, uno di loro ti lascerà senza lavoro. Invece, faresti molto meglio a pensare a modi positivi per affrontare la situazione. Ad esempio, potresti sviluppare le tue capacità e la tua esperienza per tenerti al passo con i tuoi colleghi, oppure potresti parlare direttamente con loro per accertare quali fossero i loro obiettivi di carriera specifici.

È fondamentale che tu sia in grado di distinguere chiaramente tra situazioni potenzialmente letali o altamente pericolose e minacce quotidiane come litigi familiari e pressioni lavorative. Queste ultime situazioni non dovrebbero innescare una risposta di combattimento o fuga in te. Come abbiamo visto, è probabile che queste situazioni diventino ancora più negative. Cerca invece risoluzioni non aggressive e armoniose dei tuoi conflitti.

Queste 2 semplici intuizioni ti aiuteranno a rafforzare la tua crescita personale

Il miglioramento personale è importante per te?

Se sì, allora sei nel posto giusto, poiché ti fornirò due potenti intuizioni che potrebbero sicuramente cambiare la tua vita in meglio.

1. Le minacce quotidiane ti offrono la possibilità di spingere e sviluppare te stesso.

Immagina per un momento che ti sei appena laureato. Sei entusiasta di ciò che hai imparato e dei voti alti che hai ottenuto. Tuttavia, dopo alcune settimane di candidatura per lavori pertinenti, scopri che non stai nemmeno arrivando alla fase del colloquio.

Come neolaureato, potresti aver previsto che trovare un lavoro sarebbe stato semplice. Tuttavia, questa aspettativa non è stata abbinata alla realtà. Ora ti senti stressato e abbattuto.

Qual è il problema? C'è una soluzione? O dovresti semplicemente arrenderti?

La risposta a questo dilemma è scoprire dove stai sbagliando. Per fare ciò, è necessario eseguire un'analisi SWOT personale (SWOT sta per punti di forza, debolezza, opportunità e minacce). [1] Puoi completare questa analisi dedicando del tempo a pensare ai tuoi punti di forza e di debolezza personali, a quali opportunità hai a disposizione e a quali minacce esterne potresti dover affrontare.

Una volta completata l'analisi SWOT, dovresti essere in grado di identificare chiaramente i principali aspetti positivi e negativi. Per tornare all'esempio di ricerca di lavoro sopra, la tua analisi SWOT molto probabilmente indicherà che uno dei tuoi principali punti deboli è la mancanza di esperienza lavorativa. Per contrastare questo problema, potresti offrirti di lavorare gratuitamente per alcune settimane o forse accettare un ruolo di primo livello per iniziare la tua carriera.

Le minacce quotidiane dovrebbero essere viste per quello che sono: opportunità per farti avanzare nella vita.

2. La tua zona di comfort può essere sconfitta quando abbracci le minacce.

Sono sicuro che conosci il termine zona di comfort. Tuttavia, nel caso non lo siate, vi darò una breve spiegazione.

La tua zona di comfort è il luogo in cui ti senti mentalmente ed emotivamente a tuo agio e libero dal dolore.

Ad esempio, se sei single, potresti avere difficoltà a chiedere alle persone di uscire per un appuntamento. Per quanto ti piaccia un potenziale partner, qualcosa dentro ti trattiene. Sei imbarazzato a chiedere loro di uscire e ti sentiresti molto più a tuo agio se ti chiedessero di uscire.

Il problema con le zone di comfort è che abbiamo la tendenza a rimanere bloccati al loro interno.

Una volta che ciò accade, la nostra ambizione e la nostra motivazione svaniscono e i nostri processi mentali iniziano a deteriorarsi. Per questi motivi, il termine zona di comfort può anche essere interpretato come zona senza cervello!

Fortunatamente, puoi utilizzare le minacce per aiutarti a uscire dalla tua zona senza cervello.

Come esempio per te, pensa a una volta in cui hai avuto un problema con un vicino. Potrebbe essere stato che facessero costantemente rumore a tarda notte o che la loro auto bloccasse regolarmente il tuo vialetto. Per la maggior parte di noi, la nostra zona di comfort ci impedirebbe di parlare direttamente al nostro vicino di questi problemi. Tuttavia, abbracciando la questione, potresti scegliere di usarla come un'opportunità per aumentare la tua fiducia e audacia. In questo modo, usciresti dalla tua zona senza cervello e, allo stesso tempo, potresti risolvere il problema con il tuo vicino.