Come migliorare le tue capacità di pensiero critico e fare scelte intelligenti

Lean Six Sigma Master Black Belt e Red Team Critical Thinker Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

In quanto esseri umani, in genere operiamo con il pilota automatico cognitivo. Raramente ci fermiamo a riflettere su come interpretiamo le informazioni e creiamo modelli mentali che replicano la nostra percezione della realtà.

Ma quando i nostri modelli mentali non riescono a corrispondere alla realtà, ignoriamo semplicemente la realtà e operiamo durante il giorno su presupposti impliciti. Queste non sono scelte consapevoli. I nostri modelli mentali ci consentono un modo semplice per affrontare la realtà, ma non riusciamo a confrontarci con la realtà quando è diversa dal nostro modello mentale. In sostanza, abbiamo inconsapevolmente creato un meccanismo predefinito già pronto. [1]

Allora, cosa possiamo fare?

Dobbiamo prima dedicare del tempo a riflettere sulle nostre capacità di pensiero critico. Capire semplicemente come interpreti e percepisci le informazioni in modo diverso da chiunque altro è un ottimo primo passo. Per migliorare veramente le tue capacità di pensiero critico, devi esaminare come i pensieri sorgono nella tua mente e come ci sono arrivati.

Il pensiero critico consiste nel chiedersi come si effettuano le scelte. Possiamo scegliere di credere a qualcosa che sentiamo o vediamo; tuttavia, perché scegliamo di credere a qualcosa che sentiamo o vediamo?

In qualità di membro del Red Team nell'esercito degli Stati Uniti, spiegherò come aggiorno le mie capacità di pensiero critico utilizzando il ciclo OODA del colonnello John Boyd come struttura per il pensiero critico. Dimostrerò quindi modi pratici per migliorare le tue capacità di pensiero critico per una mente più acuta utilizzando strumenti e tecniche del Center for Applied Critical Thinking (UFMCS) dell'Università degli studi militari e culturali stranieri (noto anche come scuola del Red Team) e The Applied Critical Thinking Handbook (noto anche come The Red Team Handbook). [2]

Sommario

  1. Che cos'è il pensiero critico?
  2. Framework di pensiero critico: ciclo OODA
  3. Il ciclo OODA del pensatore critico: semplici regole per guidarti
  4. Come applicare il ciclo OODA del pensatore critico
  5. Altre risorse per aumentare la potenza del cervello

Che cos'è il pensiero critico?

Il pensiero critico può essere spiegato in molti modi. Esaminiamo rapidamente alcune definizioni:

  • "Il pensiero critico è un processo il cui obiettivo è prendere decisioni ragionevoli su cosa credere e cosa fare." - Robert Enis
  • "Il pensiero critico significa sviluppare una visione del mondo sempre migliore e usarla bene in tutti gli aspetti della tua vita. L'essenza del pensiero critico è mettere in discussione e argomentare in modo logico ". - Gary Jason
  • "Il pensiero critico è cercare presupposti nascosti, rilevare vari aspetti, svelare diversi filoni e valutare ciò che è più significativo. Implica un'indagine cosciente e deliberata, e soprattutto implica l'adozione di uno stato mentale scettico. " - Sylvan Barnet e Hugo Bedau

Per me, il pensiero critico è il seguente:

"Il pensiero critico è osservare il mondo con una mentalità aperta e scettica con l'obiettivo di esplorare tutte le alternative in modo obiettivo (per quanto possibile). È la nostra capacità di orientare i nostri modelli mentali per vedere la realtà attraverso una lente priva di emozioni alla ricerca della verità mettendo in discussione le nostre ipotesi e decostruendo logicamente gli argomenti. È la nostra capacità di identificare le lacune e scoprire ciò che manca per migliorare la nostra qualità delle decisioni. Infine, è la nostra capacità di svelare diversi filoni di informazioni significative attraverso un flusso continuo di feedback in modo da distruggere e creare continuamente nuovi modelli mentali che ci permettano di agire più vicino alla realtà ". - Dr. Jamie Schwandt

Framework di pensiero critico: ciclo OODA

Uso il ciclo OODA di John Boyd come struttura per il pensiero critico. È simile a Swarm Intelligence, dove usiamo regole semplici per consentire all'intelligenza collettiva di emergere. Le semplici regole sono Osserva, Orienta, Decidi e Agisci.

Il ciclo OODA è un processo decisionale ad alta velocità e un processo di feedback in quattro fasi: osserva, orienta, decidi e agisci. [3] L'OODA Loop è un loop di feedback continuo in cui l'obiettivo è di attraversare il loop più velocemente del tuo avversario.

Uso semplici regole fornite all'interno del ciclo OODA per aiutarmi ad accelerare le mie capacità di pensiero critico e creativo. Tuttavia, non confondere la parola "semplice" con "semplicistico" poiché il ciclo OODA utilizza regole semplici all'interno di un sistema complesso (che è esattamente ciò che è il ciclo OODA).

La chiave del ciclo è il feedback. Il ciclo OODA è simile all'apprendimento a doppio ciclo, in cui l'obiettivo è modificare il processo decisionale alla luce della nuova esperienza.

L'apprendimento a doppio ciclo è il primo ciclo che utilizza obiettivi o regole decisionali, il secondo ciclo consente la loro modifica ... quindi, doppio ciclo. [4]

Chris Argyris scrive di Double-Loop Learning in Teaching Smart People How To Learn,

"Un termostato che accende automaticamente il riscaldamento ogni volta che la temperatura in una stanza scende sotto i 68 gradi è un buon esempio di apprendimento a ciclo singolo. Un termostato che potrebbe chiedere perché sono impostato a 68 gradi? e quindi esaminare se qualche altra temperatura potrebbe o meno raggiungere in modo più economico l'obiettivo di riscaldare la stanza sarebbe impegnata nell'apprendimento a doppio ciclo.

La guida generale per il mio utilizzo del ciclo OODA è la seguente:

Mentalità scout

Ne parlerò di più nella sezione Guida pratica: strumenti per applicare il ciclo OODA del pensatore critico di seguito.

Oggettività

Si tratta di cercare la verità. Qui dovremmo cercare di seguire un concetto introdotto da Immanuel Kant come un modo per valutare le motivazioni per le azioni - chiamato Imperativo categoriale. Kant definisce un imperativo categorico come un requisito assoluto o incondizionato che deve essere obbedito in tutte le circostanze ed è giustificato come fine a se stesso. Ad esempio, "Agisci solo secondo la massima secondo la quale puoi, allo stesso tempo, fare in modo che diventi una legge universale". Per ulteriori informazioni, visita l'imperativo categoriale.

Evita le emozioni

Immagina di poterti rimuovere fisicamente dal tuo corpo e vedere oggettivamente come prendi le decisioni. È come staccare la mente dal corpo.

Ragionare al contrario

Si tratta essenzialmente di risolvere i problemi lavorando all'indietro. Un semplice esempio di questo metodo è lavorare all'indietro per risolvere un problema di matematica.

Ad esempio, risolvi il seguente problema: "Penso a un numero e aggiungo tre ad esso, moltiplica il risultato per 2, sottrai 4 e divido per 7. Il numero con cui finisco è 2. Qual era il numero I primo pensiero? " Per risolvere, leggi il problema al contrario. Inizi con: 2 x 7 = 14. Quindi prendi 14 + 4 = 18. Da lì prendi 18/2 = 9. Quindi prendi 9 - 3 = 6. Infine, il numero a cui hai pensato prima era 6.

Inoltre, Ragionare al contrario può essere visto attraverso la lente della deduzione. Preferisco la deduzione all'induzione ed ecco perché:

Un esempio di ragionamento induttivo è: questo corvo è nero, quel corvo è nero, tutti i corvi sono neri.

Il ragionamento deduttivo è: tutti i corvi sono neri, quel corvo è nero, quindi è nero.

Facciamo deduzioni dalle leggi per vedere cosa dovrebbe accadere e poi sperimentiamo per vedere se la nostra previsione era giusta. Pensaci in questo modo ... per verificare se un bruciatore è caldo, dobbiamo prima toccare il bruciatore utilizzando il ragionamento induttivo; tuttavia, se dovessimo utilizzare il ragionamento deduttivo, dovremmo prima prevedere che il masterizzatore è caldo e ci renderemmo conto che non è necessario toccarlo.

Un ultimo vantaggio di Reasoning Backwards è che costringe la nostra mente lineare e logica a cogliere cose che normalmente non coglieremmo. Ad esempio, leggi la seguente frase:

Dopo aver letto questa frase, ti renderai conto che il cervello non riconosce un secondo "il".

Ora leggi di nuovo la frase, questa volta al contrario. Hai notato che ti sei perso il secondo "il"?

Pensa-Scrivi-Condividi

L'UFMCS usa questa come l'idea più importante per abilitare il pensiero critico. Ad esempio, prima di affrontare una questione, dovremmo prima pensare in modo indipendente e riflessivo, quindi scrivere i nostri pensieri (che ci aiuta a modellarli e perfezionarli), quindi condividerli in modo disciplinato. Questo ci porta dalla divergenza alla convergenza.

Metodo dialettico

Boyd ha descritto un esperimento mentale in una presentazione chiamata Strategic Game of? e ?. Attraverso il processo di Deduzione Distruttiva (analizzare e scomporre concetti mentali in parti discrete) e Induzione Creativa (utilizzando questi elementi per formare nuovi concetti mentali) possiamo creare un nuovo modello mentale che si allinea più strettamente con la realtà.

Parte 1 della sua domanda:

"Immagina di essere su una pista da sci con altri sciatori ... di essere in Florida a bordo di un motoscafo fuoribordo, magari trainando anche gli sciatori acquatici. Immagina di andare in bicicletta in una bella giornata primaverile. Immagina di essere un genitore che porta tuo figlio in un grande magazzino e di notare che è affascinato dai trattori giocattolo o dai carri armati con battistrada a cingoli di gomma. "

“Ora immagina di toglierti gli sci ma di essere ancora sulla pista da sci. Immagina anche di rimuovere il motore fuoribordo dal motoscafo e di non essere più in Florida. E dalla bicicletta togli il manubrio e scarti il ​​resto della bici. Infine, togli i battistrada in gomma dal trattore o dai serbatoi giocattolo. Ciò lascia solo i seguenti pezzi separati: sci, motore fuoribordo, manubrio e battistrada in gomma. "

Cosa immagina di poter creare utilizzando le parti rimanenti? Una motoslitta

Rivolgiamo ora la nostra attenzione alle quattro semplici regole all'interno del ciclo OODA.

Il ciclo dell'OODA del pensatore critico: semplici regole per guidarti

Osserva

Pensa a come utilizziamo i sensori e raccogliamo informazioni. In una colonia di formiche, è qui che le formiche sparano ai feromoni per segnalare agli altri quando hanno trovato del cibo.

Qui stiamo rilevando eventi all'interno del nostro ambiente e identificando il cambiamento (o la sua mancanza). Questo potrebbe anche essere identificato come Locate o Perceive (pensa a tattiche brulicanti o intelligenza artificiale).

Passaggi:

  • Scopri cosa c'è veramente.
  • Prima osserva e raccogli i dati.
  • Identifica le cose non comuni e comuni. Come ha detto Sherlock Holmes, "Ciò che è insolito è una guida". Un ottimo video su questo punto è La minaccia più improbabile del film di successo Men in Black: guarda il seguente video:

Domande chiave da porre:

  • Cos'è successo?
  • Cosa ci viene chiesto?
  • Cosa sappiamo?

Strumenti chiave da utilizzare:

  • 6 parole. Si tratta semplicemente di scrivere una frase breve e precisa che riassume il tuo pensiero in un determinato numero di parole.
  • Pensa-Scrivi-Condividi (vedi sopra)
  • Pensiero fuori-dentro
  • Controllo delle ipotesi chiave. Partiamo tutti da supposizioni ed è estremamente importante essere consapevoli delle nostre. Capire questo ci permetterà di spiegare la logica di un argomento ed esporre una logica difettosa. Ci aiuterà anche a simulare il pensiero su un problema e a scoprire i collegamenti nascosti tra i fattori. Esaminiamo alcune domande chiave da porre qui: 1) Quanta fiducia hai con questo assunto ?; 2) Cosa spiega la tua fiducia in questo presupposto ?; 3) Cosa deve esistere perché questa ipotesi sia valida ?; e 4) Se questa ipotesi si rivela errata, cambierà la tua linea di pensiero sulla questione?
  • Strutture grammaticali complesse

Orienta

Pensa a un cantiere in cui avvengono distruzione (analisi) e creazione (sintesi).

John Boyd ha identificato l'orientamento come il nostro modo per sopravvivere e crescere in un mondo complesso e in continua evoluzione. Questo potrebbe anche essere identificato come Converge o Understand.

Passaggi:

  • Identifica i tuoi pregiudizi e scopri come influiscono sul processo decisionale.
  • Sii consapevole della tua visione del mondo e di come plasma il mondo che vedi.
  • Sii consapevole delle molteplici prospettive e non solo della tua.
  • Colloca nuove osservazioni nel contesto di osservazioni precedenti.
  • Ragiona attentamente. Scopri cosa non possono fare gli altri.
  • Determina ciò che è vitale (pensa al principio di Pareto).
  • Cerca ciò che NON è giusto di fronte a te (determina cosa manca).
  • Ricorda quello che ha detto Sherlock Holmes: "Non fare mai eccezioni. Un'eccezione confuta la regola. "
  • Pensa in termini di metafore e analogie.

Domande chiave da porre:

  • Dove NON si trovano i fori dei proiettili?
  • Perché?
  • Cosa ci manca?
  • Dove sono le lacune?
  • Quali sono le relazioni?
  • Quali sono le diverse prospettive?

Strumenti chiave da utilizzare:

  • Leggi frasi e / o paragrafi al contrario. (vedi sopra)
  • Systems Thinking - vedere Systems Thinking V2.0.
  • Principio di Pareto e 5-perché

Decidi

Pensa a un'ipotesi come faresti quando metti insieme un puzzle, in cui stai facendo previsioni e poi testando quelle previsioni.

Qui dobbiamo decidere tra le alternative generate nella fase di orientamento. Potrebbe essere identificato come Attack o Predict.

Passaggi:

  • Identifica e seleziona la tua prossima azione in base all'orientamento e alla conoscenza locale.
  • Trova il cane che non abbaia (vedi sotto nella Guida pratica: Strumenti per applicare la sezione Loop OODA del pensatore critico).
  • Determina cosa dovrebbe esistere affinché qualcosa sia vero.
  • Pensa come Sherlock Holmes: elimina l'impossibile in modo che ciò che rimane (per quanto improbabile) sia la verità.
  • Pensa come un detective: individua quali sono le prove chiave rispetto all'artefatto (non importante).
  • Prova a dimostrare il contrario (strumento Devil's Advocacy Red Team).

Domande chiave da porre:

  • Quali prove non si vedono per dimostrare che l'ipotesi è vera?
  • Dove non sono localizzati i fori dei proiettili?
  • Quali sono le prove vitali e cos'è semplicemente un artefatto (che ti bloccherà nella tana del coniglio sbagliata)?
  • Dov'è il cane che non abbaia?

Strumenti chiave da utilizzare:

  • Pensiero algoritmico (SE - E - ALLORA).
  • Cynefin Framework
  • Lean Six Sigma
  • Devils Advocacy. Qui stai cercando di dimostrare il contrario e smentire l'ipotesi. In sostanza, stai cercando di dimostrare i limiti.
  • Analisi dei futures alternativi
  • Analisi delle ipotesi concorrenti (ACH) (vedi sotto)
  • Il valore del possibile. Ecco un sistema logico che incorpora elementi di linguaggio. In questo metodo, abbiamo tre valori di verità: False, True e Possible. Regole connettive logiche: True è p, Possible è q e False non ha valore. Ciò consente che qualcosa sia sfocato (non chiaramente bianco o nero ... vero o falso) ma potrebbe comunque essere vero.

Pensa a testare e ripetere il test di un'ipotesi.

Secondo Boyd, le azioni dovrebbero essere rapide, sorprendenti, ambigue e in continua evoluzione. Questo potrebbe essere identificato come Disperse o Learn.

Passaggi:

  • Esegui la tua decisione (o l'azione selezionata) mentre l'avversario sta ancora osservando l'ultima azione. [5]
  • Presenta le tue informazioni in modi semplici. Ad esempio, usa SEE-I e cosa? - E allora? - E adesso cosa? per descrivere la tua situazione / problema / scenario.
  • Come ha detto Sherlock Holmes, "Niente chiarisce un caso quanto il dichiararlo a un'altra persona."
  • Sviluppa reazioni rapide "simili a mosche".
  • Utilizza regole semplici per guidare le tue azioni o le azioni di un gruppo.
  • Trova il percorso desiderato. Ad esempio, guarda come si formano naturalmente i percorsi in un campus universitario. Non sarebbe interessante se permettessimo a questi di formarsi in modo naturale, quindi semplicemente pavimentare quei luoghi. Per ulteriori informazioni su questa idea, guarda il seguente video Trova e pavimenta il percorso desiderato:

Domande chiave da porre:

  • Cosa ho imparato?
  • Che tipo di feedback ho ricevuto?
  • Che tipo di feedback sto ancora ricevendo (riceviamo continuamente feedback)?
  • Cosa posso fare con queste nuove informazioni quando il mio ciclo OODA ricomincia?

Strumenti chiave da utilizzare:

  • Pensa-Scrivi-Condividi (vedi sopra)
  • <”Journaling
  • Teoria degli insiemi di Cantor.

Come applicare il ciclo OODA del pensatore critico

1. Decostruzione degli argomenti

L'UFMCS fornisce un potente framework per decostruire un argomento.

  • Qual è l'argomento? Qui l ' argomento = problema (o premessa) + ragioni + conclusione
  • Verifica che sia identificato il problema corretto ed esamina il punto di vista dell'altra persona.
  • Cerca e chiedi chiarimenti su parole ambigue.
  • Cerca i conflitti di valore e controlla i presupposti chiave. Più specificamente, cerca ipotesi prescrittive (dichiarazione fatta sul modo in cui le cose dovrebbero essere) e ipotesi descrittive (dichiarazione fatta sul modo in cui le cose > sono ).
  • Cerca errori logici.
  • La persona utilizza un'euristica o una regola pratica?
  • Controlla le prove fornite. La persona usa l'esperienza personale, statistiche potenzialmente ingannevoli (usa numeri senza percentuali - percentuali senza numeri), appello alle autorità, analogie errate, intuizione, ecc.
  • C'è un'altra ipotesi plausibile che potrebbe spiegare la situazione?
  • Ci sono altre conclusioni che puoi trarre dall'argomento?
  • Quali implicazioni pone l'accettazione dell'argomento?

2. I 4 accordi

Un altro ottimo modo in cui la comunità della squadra rossa dell'esercito americano migliora la propria capacità di pensiero critico è attraverso i seguenti quattro accordi:

  1. Non fare supposizioni.
  2. Non prendere nulla di personale.
  3. Sii impeccabile con le tue parole.
  4. Fai sempre del tuo meglio.

Infine, consiglio di utilizzare il seguente mnemonico. Ho creato questo strumento per aiutarmi mentre mi muovo attraverso il ciclo OODA del pensatore critico. Inoltre, ti consiglio di annotarlo su un biglietto e di tenerne sempre una copia con te.

3. SDWFAP

Scouting

Pensa come uno scout: la spinta a vedere cosa c'è veramente.

Nel seguente video Perché pensi di avere ragione, anche se hai torto, Julia Galef esamina la motivazione tra due mentalità (mentalità Scout vs mentalità Soldato) e come queste plasmano la strada interpretiamo le informazioni:

Galef spiega che gli scout sono curiosi e hanno maggiori probabilità di provare piacere quando apprendono nuove informazioni. Dice che è come una voglia di risolvere un puzzle. Dobbiamo sforzarci di sviluppare una mentalità scout. Esaminiamo le qualità che Scout possiede:

  • Il compito dello Scout non è attaccare o difendere, ma capire: uscire, mappare il terreno e identificare potenziali ostacoli.
  • Gli scout sono incuriositi quando incontrano qualcosa che contraddice le loro aspettative.
  • È più probabile che pensi che sia virtuoso mettere alla prova le proprie convinzioni.
  • Non dicono che qualcuno è debole semplicemente per aver cambiato idea.
  • Sono radicati; il che significa che la loro autostima non è legata a quanto siano giusti o sbagliati su un argomento.
  • Sono orgogliosi (e non si vergognano) quando si accorgono che potrebbero essersi sbagliati su qualcosa.
  • Sono incuriositi (e non sulla difensiva) quando incontrano informazioni che contraddicono le loro convinzioni.
  • Non desiderano più difendere le proprie convinzioni, ma vedere il mondo nel modo più chiaro possibile.
  • Soprattutto, lo Scout cerca di sapere cosa c'è veramente.

Trova il cane che non abbaia.

Nella storia di Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle Silver Blaze , ci viene presentato il mistero della scomparsa di un famoso cavallo da corsa la notte prima di una corsa e l'assassinio dell'allenatore del cavallo. Mike Skotnicki descrive la storia del cane che non abbaiava:

"Il cane che non ha abbaiato. Cosa possiamo imparare da Sir Arthur Conan Doyle sull'utilizzo dell'assenza di fatti attesi ". - Mike Skotnicki

Sherlock Holmes risolve il mistero in parte riconoscendo che nessuno con cui ha parlato durante la sua indagine ha osservato di aver sentito abbaiare dal cane da guardia durante la notte.

Gregory (detective di Scotland Yard), "C'è qualche altro punto su cui vorresti attirare la mia attenzione?"

Sherlock Holmes, "Al curioso incidente del cane durante la notte."

Gregory, "Il cane non ha fatto nulla di notte."

Sherlock Holmes, "Questo è stato il curioso incidente."

Il fatto che il cane non abbia abbaiato wh