7 modi pratici per perdonare e andare avanti

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Con la giusta mentalità e buone intenzioni, è possibile perdonare e andare avanti. Che si tratti di metterti nel giusto stato d'animo o di riconoscere che il perdono è difficile, ci sono diversi modi pratici per muoverti sulla via del perdono. Lascia che ti aiutiamo a fare un cambiamento nella tua vita che ripagherà per gli anni a venire.

1. Riconosci la difficoltà

"Ho imparato molto tempo fa che alcune persone preferiscono morire piuttosto che perdonare. È una strana verità, ma il perdono è un processo doloroso e difficile. Non è qualcosa che accade dall'oggi al domani. È un'evoluzione del cuore. " Sue Monk Kidd

La lotta è reale. Ho sentito molte volte che l'amarezza è come bere un veleno e aspettare che l'altra persona muoia. Anche se questo può essere vero, l'amarezza si sente efficace in questo momento. Sembra l'unica giusta punizione per quello che ti è stato fatto. Credo che i sentimenti siano uno strumento potente che può darci intuizioni e aiutarci a prendere decisioni, ma quando si tratta di perdono i nostri sentimenti non possono portarci in battaglia. La realtà è che probabilmente non avrai mai voglia di perdonare qualcuno. Potrebbe accadere più tardi, ma se stai aspettando di sentire il perdono per qualcuno non succederà.

Un passo cruciale nel perdono è riconoscere che scegliere di perdonare qualcuno è incredibilmente difficile. Andrà contro tutti i tuoi istinti. Se ti sembra difficile, probabilmente sei sulla strada giusta, quindi continua! Preparati al successo riconoscendo che sarà difficile e che non sarai solo in questa sfida.

"Il primo passo verso il perdono è la disponibilità a perdonare." Marianne Williamson

2. Racconta la tua storia

"Quando perdoniamo il male non lo scusiamo, non lo tolleriamo, non lo soffociamo. Guardiamo il male in faccia, chiamiamolo per quello che è, lasciamo che il suo orrore ci sconvolga, ci stordisca e ci faccia arrabbiare, e solo allora lo perdoniamo ". Lewis Smedes

Uno dei modi più efficaci per avanzare verso il perdono è raccontare la tua storia. Contrariamente alla credenza popolare, il semplice sfogo è raramente efficace. Ciò che fa la differenza è avere qualcuno che testimonia la tua storia e convalida la tua esperienza. Prenditi il ​​tempo per condividere ciò che ti è successo con qualcuno di cui si fidano. La guarigione inizia quando affrontiamo il nostro dolore in presenza di un'altra persona.

Considera attentamente chi ascolterà la tua storia. Come cultura non siamo ben addestrati a rispondere al dolore di un altro. Condividere il tuo cuore con qualcuno è una scelta vulnerabile che può portare alla guarigione, ma se non adeguatamente curato può anche causare più danni. Quindi prenditi cura di te stesso e scegli saggiamente il tuo confidente!

3. Addolorati per le tue perdite

"Se dico: 'Ti perdono', ho implicitamente detto che mi hai fatto qualcosa di sbagliato. Ma ciò che sta alla base del perdono è sia dire che la giustizia è stata violata, sia non lasciare che tale violazione valga per l'autore del reato ". Miroslav Volf

Alcune persone vorrebbero che fasciassimo le nostre ferite in un bel pacchetto e andassimo avanti con le nostre vite. Molti di noi soccombono a questa pressione sociale e raccolgono rapidamente i nostri pezzi rotti insieme con un sorriso forzato, lasciando il dolore non affrontato depositato come una scheggia in una ferita incrinata. Può sembrare che le tue ferite stiano guarendo, ma con una spina conficcata sotto la pelle ci sarà sempre dolore. L'unico modo per superare il dolore è sperimentare e rattristare le tue perdite. Il perdono riguarda quasi sempre il riconoscimento delle perdite. Quello che ti è stato fatto deve essere portato alla luce e visto per quello che era: una terribile perdita di qualche forma. Non puoi spazzarlo sotto il tappeto o renderlo inferiore a quello che era. Quando affronti il ​​dolore che un'altra persona ti ha causato, sarai in grado di compiere i passi verso la guarigione e il perdono.

"Un'offesa personale è come un graffio su un disco fonografico. Non riuscivo a spostare i miei pensieri oltre il mio dolore. Continuava a ripetersi, come se fossi bloccato nei suoi solchi. C'era solo un modo per giocare oltre. Ho dovuto perdonarli, in modo che il mio cuore potesse riprendere la sua forma. " Laurel Lea

4. Identifica le abitudini apprese

"Ho cercato di manipolare e controllare le persone e nutrivo risentimento. Volevo essere perdonato, ma non perdonerei gli altri ". Lauryn Hill

Parte del perdono è essere completamente onesti riguardo a ciò che ti è stato fatto. Ciò include il riconoscimento delle abitudini e dei modelli che hai adottato per compensare il tuo dolore. Il corpo umano non è destinato a nutrire amarezza. Il trauma, non affrontato, vive nei nostri corpi. Come si manifesta il tuo dolore? Cosa fai per recitare quotidianamente il messaggio che ti è stato inviato quando hai subito un torto? È difficile rispondere a questa domanda perché ci mette in una situazione frustrante. È facile protestare che il modo in cui agiamo è il risultato del danno che ci è stato fatto, il che è vero. È più difficile scrutare nei nostri cuori, avere compassione di noi stessi e scegliere di portare le nostre vite su un percorso diverso. Non abbiamo bisogno di essere definiti da ciò che ci è stato fatto. Finché recitiamo quel messaggio erroneamente inviato a noi, permettiamo a noi stessi di essere controllati dall'autore. Un grande passo verso il perdono è ammettere che (probabilmente) abbiamo anche sbagliato a causa di un torto e di non aver perdonato.

5. Pratica l'empatia

“Chi non può perdonare gli altri rompe il ponte sul quale deve passare lui stesso; perché ogni uomo ha bisogno di essere perdonato. " Thomas Fuller

Un grande passo per perdonare qualcuno è umanizzarlo. Questo non significa trovare scuse per quello che hanno fatto, ma piuttosto riconoscere che sono imperfetti e portano danni propri. Riconoscere l'umanità in un'altra persona ti permette di rompere alcuni di quei messaggi che ti legavano. Ad esempio, il rifiuto è un'esperienza dolorosa che potrebbe averti portato a dubitare e persino a odiarti. L'empatia ci aiuta a capire che essere rifiutati non era un riflesso del nostro valore, ma un riflesso della natura umana imperfetta di chi rifiuta. Praticare l'empatia distoglie l'attenzione dannosa da noi e portala al vero problema: la persona che causa dolore. Il perdono è un viaggio difficile reso più agevole dalla ricerca di comprensione ed empatia.