Come raggiungere l'autorealizzazione (guida passo passo)

Un life coach che aiuta le persone a scoprire come utilizzare al meglio le proprie passioni e talenti attraverso un processo collaudato. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

È probabile che tu sia impegnato a spaccare tra le 40 ore settimanali di cui hai bisogno per lavorare, la famiglia di cui devi provvedere e le bollette che devono essere pagate.

Con il passare degli anni, hai iniziato a sentire l'esaurimento di tutte le esigenze e le aspettative che ti vengono richieste. Non ti senti come se avessi il controllo della tua vita. In effetti, sembra che le circostanze della tua vita ti stiano controllando.

E se ci fosse un modo per poter avere un migliore controllo della tua vita e creare tutti i cambiamenti positivi per cui stavi soffrendo?

Questo può essere fatto attraverso l'auto-realizzazione.

Probabilmente hai già sentito parlare di questo concetto, ma non sei veramente sicuro di cosa sia veramente o di come possa aiutarti.

Mi immergerò in cosa sia esattamente l'autorealizzazione e nei passi esatti che puoi compiere per ottenerla da solo. Continua a leggere se vuoi imparare come sbloccare il tuo potenziale e trovare un modo per ridurre lo stress e l'ansia e ottenere una chiarezza cristallina su chi sei e di cosa sei capace.

Sommario

  1. Cos'è l'autorealizzazione? Come gli psicologi definiscono l'autorealizzazione Come le religioni definiscono l'autorealizzazione
  2. Perché la realizzazione di sé è importante per te
  3. Come iniziare a sviluppare l'autorealizzazione
  4. Considerazioni finali
  5. Ulteriori informazioni sull'autorealizzazione

Cos'è l'autorealizzazione?

La realizzazione del sé ha alcune grandi definizioni. Nel mondo occidentale, è generalmente definito come l'attivazione del pieno potenziale di talenti e abilità.

Come gli psicologi definiscono l'autorealizzazione

Anche la psicologia umanistica segue una simile linea di pensiero sull'autorealizzazione.

Lo psicologo Abraham Maslow ha nominato persone che riteneva abbiano raggiunto l'autorealizzazione come Albert Einstein, Abraham Lincoln ed Eleanor Roosevelt per citarne alcune. La sua famosa teoria della gerarchia dei bisogni afferma che per ottenere l'autorealizzazione (o in questo caso, Maslow usa il termine "auto-realizzazione"), [1] è necessario soddisfare un certo insieme di bisogni prima di raggiungerlo: [2 ]

Ad esempio, l'autorealizzazione non può essere raggiunta se stai lottando finanziariamente e troppo preso dalle preoccupazioni su come pagare l'affitto e fornire cibo alla tua famiglia. Sfortunatamente, questo di solito è il caso di molte persone, il che lascia loro poche opportunità di massimizzare le proprie capacità.

Come le religioni definiscono l'autorealizzazione

Nelle religioni, il concetto di autorealizzazione è preso da una prospettiva completamente diversa. Connettersi con il tuo sé più vero ha molto a che fare con il trascendere la tua mente e il tuo corpo. Questo sé è spesso considerato un essere eterno che non è limitato allo spazio fisico che la tua mente e il tuo corpo occupano. Molti riconoscono questa parte di te stesso come l'anima.

Per mettere insieme tutte queste definizioni, l'autorealizzazione è in definitiva l'apprendimento della risposta alla domanda fondamentale: "Chi sono io?"

La risposta sta nel capire che non sei le tue emozioni o i tuoi pensieri. Chi sei veramente non è nemmeno il tuo corpo o la tua mente. Queste sono tutte cose che tu come esperienza personale, ma non sei tu.

E quando sei troppo preso da queste cose che non sono tue, è allora che sei vittima e rimani bloccato nelle tue esperienze negative come stress, ansia e paura.

Anche se i tuoi pensieri, sentimenti e corpo fisico cambiano sempre, tu no.

So che questo concetto può essere un po 'confuso da capire, quindi ecco un ottimo video che esplora chi sei veramente spiegato da Prince EA. Era un video realizzato in risposta a una bizzarra sessione di intervista con il comico Jim Carrey durante l'intervista sul red carpet della settimana della moda di New York 2017.

Ecco il video:

Perché la realizzazione di sé è importante per te

Quante volte sei distratto, perso nei tuoi pensieri o sopraffatto da emozioni difficili?

Essere nel presente è più difficile che mai con la tecnologia odierna. Le persone sono spesso sepolte nei loro smartphone o laptop mentre gli altri in giro bramano la loro attenzione.

La maggior parte delle persone trascorre così poco tempo nel presente. Di solito sono feriti e hanno problemi a lasciare andare il loro passato, oppure sono impegnati a preoccuparsi del loro futuro: [3]

"Le persone trascorrono il 46,9% delle loro ore di veglia pensando a qualcosa di diverso da quello che stanno facendo, e questo vagabondare la mente in genere le rende infelici."

Ecco alcuni incredibili vantaggi per la realizzazione personale:

  • La capacità di monitorare le tue emozioni. Invece di essere controllato dalle tue emozioni, ora puoi usare le tue osservazioni su di esse durante l'esperienza per imparare come gestire efficacemente cose come paura, ansia e stress. L'autorealizzazione ti aiuta a farlo dandoti la capacità di lasciar andare i sentimenti debilitanti e di afferrare invece quelli che danno potere.
  • Messa a fuoco e concentrazione migliorate. Guidata dai tuoi obiettivi e valori interiori, l'autorealizzazione ti aiuta a identificare facilmente quando stai entrando in distrazioni ed eliminarle. Eliminando le cose prive di significato nella tua vita, rimani impegnato in ciò che conta di più e inizi a vedere risultati reali mentre raggiungi il tuo massimo potenziale.
  • Maggiore fiducia, consapevolezza di sé e autostima. Essendo connesso profondamente al tuo sé più vero, l'autorealizzazione ti libera da ogni insicurezza, preoccupazione e basso senso di autostima in cui ti senti aggrovigliato, aiutandoti a cogliere davvero la verità che non sei definito da loro.
  • Diventare più accettabili nei confronti di se stessi e degli altri. Sei in grado di essere più autentico ed esprimere le emozioni in modo libero e chiaro. Di conseguenza, sei in grado di formare relazioni più profonde e trascorrere più tempo a connetterti con le persone piuttosto che cercare di impressionarle.

Quando le persone non hanno un forte senso di sé, vengono facilmente spinte a vivere la vita nel modo in cui le altre persone dicono loro di viverla.

La verità di ciò è stata dimostrata dal famoso lavoro di Bronnie Ware, che ha dimostrato che uno dei principali rimpianti delle persone che stanno morendo era: [4]

"Vorrei aver avuto il coraggio di vivere una vita fedele a me stesso, non la vita che gli altri si aspettavano da me."

Ci possono essere tonnellate di pressioni sia dal lavoro, dalla società e persino dagli amici e dalla famiglia affinché tu sia in un certo modo. Forse la tua educazione rude ha instillato in te un forte bisogno dell'approvazione degli altri, così fai quello che gli altri si aspettano da te. Forse hai smesso di fidarti delle persone a causa delle tue difficoltà nel lasciar andare i pensieri e le esperienze che ti feriscono.

Qualunque sia la situazione, l'autorealizzazione ti offre lo spazio sicuro di cui hai bisogno per guarire e crescere.

Come iniziare a sviluppare l'autorealizzazione

1. Inizia a meditare regolarmente

A parte tutte le prove scientifiche che mostrano i benefici per la salute della meditazione, è anche un modo privilegiato per raggiungere l'autorealizzazione.

Una delle mie app preferite che ti guida attraverso la meditazione è Headspace.

Mi piace particolarmente questa app perché è molto semplice senza tutti i tipi di cose woo-woo che normalmente associ alla meditazione. Fa un ottimo lavoro nel demistificare cosa sia veramente la meditazione e come può essere utile per raggiungere l'autorealizzazione.

Ecco un'ottima spiegazione di ciò che la meditazione fa per te:

Puoi ottenere la guida alla meditazione di base gratuitamente o pagare una versione premium per accedere a meditazioni più specifiche che migliorano cose come l'autostima, la creatività e le relazioni.

Nel caso in cui non desideri scaricare l'app, ecco la semplice pratica di meditazione che puoi fare subito:

  1. Siediti comodamente su una sedia.
  2. Inizia lasciando gli occhi aperti con un soft focus rilassato.
  3. Dedica circa un minuto a inspirare profondamente dal naso ed espirare dalla bocca.
  4. Dopo alcuni respiri profondi, chiudi delicatamente gli occhi mentre espiri.
  5. Riprendi la respirazione normale.
  6. Prenditi un momento per fermarti e goderti il ​​momento in cui non hai niente da fare, nessun posto dove andare, niente da controllare.
  7. Prenditi un momento per sentire la pressione del tuo corpo sulla sedia sotto di te, i piedi sul pavimento e le mani e le braccia appena appoggiate sulle gambe.
  8. Riporta delicatamente l'attenzione sul tuo respiro.
  9. Mentre ti siedi lì cominciando a notare il respiro e il corpo con la sua sensazione di salire e scendere, non cercare di fermare i tuoi pensieri. Consenti semplicemente loro di andare e venire.
  10. A questo punto, l'unica cosa che devi fare è quando ti rendi conto che la tua mente ha vagato, riportare delicatamente l'attenzione sul tuo respiro.
  11. Riporta delicatamente l'attenzione sul tuo corpo, torna a quella sensazione di contatto con la tua sedia e lo spazio intorno a te e quando sei pronto, riapri delicatamente gli occhi.