Cosa devi veramente controllare quando utilizzi contenitori di plastica

Insegnante EFL, scrittore Lifehack, traduttore inglese / spagnolo, MPA Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

La nostra vita quotidiana è piena di plastica, dai tupperware alle bottiglie d'acqua. Alcuni contenitori di plastica sono sicuri per il consumo umano mentre altri sono potenzialmente pericolosi per la salute.

Dai un'occhiata alla tua cucina. Sei sicuro che la tua plastica sia sicura e non tossica? Per evitare di mettere a rischio la tua salute, assicurati di avere familiarità con i diversi tipi di plastica oggi sul mercato.

Basta una semplice occhiata, solitamente in fondo al contenitore, per identificare il materiale. La plastica è contrassegnata da un numero, da 1 a 7, e / o da una serie di lettere che ne etichettano la composizione chimica. In questo modo:

Dai un'occhiata di seguito per scoprire cosa significa ciascuno di essi.

Tipo 1: PETE o PET

La plastica PET è trasparente, riciclabile al 100% e più comunemente utilizzata per bevande, collutorio e vassoi per alimenti microonde. In generale, questa plastica è considerata sicura per la conservazione di alimenti e bevande, anche se i consumatori dovrebbero prendere alcune precauzioni.

Dovrebbe essere conservato a temperatura ambiente. Le alte temperature possono aumentare i livelli di antimonio chimico, che è un materiale potenzialmente cancerogeno. La regola pratica con questa plastica è usarla una sola volta, poiché il riutilizzo può portare alla formazione di batteri.

Tipo 2: HDPE o HDP

La plastica HDPE è leggermente più dura del PET e ha un rapporto resistenza / densità molto elevato. La plastica di tipo 2 non è trasparente e ha aggiunto colorante per scopi di marketing, il che significa che può essere disponibile in molti colori diversi. Viene utilizzato per produrre bottiglie di detersivo, brocche per il latte e sacchetti per congelatore. Finora, gli esperti non hanno trovato sostanze chimiche tossiche nella sua composizione. È improbabile che l'HDPE penetri nei liquidi, rendendolo sicuro per la conservazione di alimenti e bevande.

Tipo 3: PVC o 3V

La plastica in PVC è potenzialmente dannosa per la salute umana. Viene utilizzato per realizzare involucri di plastica e alcuni giocattoli per bambini e animali domestici. La plastica di tipo 3 contiene ftalati che possono essere correlati a complicazioni riproduttive nell'uomo e negli animali a causa di sostanze chimiche che possono influenzare la produzione ormonale. Queste sostanze chimiche possono facilmente filtrare in sostanze contenenti lipidi e sono state anche collegate all'asma nei bambini.

Tipo 4: LDPE

La plastica LDPE è flessibile e resistente ai solventi. Spesso utilizzato in alimenti surgelati, pane e sacchetti della spazzatura, nonché bottiglie di condimenti spremibili, non è noto per filtrare sostanze chimiche negli alimenti. Può anche essere trovato nel rivestimento dei cartoni del latte di carta. La sua produzione è considerata pericolosa ma il suo utilizzo è considerato a basso rischio. Molte persone si sentono più a loro agio a evitarlo.

Tipo 5: PP

La plastica PP è più dura di altre plastiche e semitrasparente. Gli usi comuni di questa plastica includono bottiglie di yogurt, contenitori di medicinali e vaschette di margarina e burro. Questa plastica può essere messa nel microonde e raggiungere temperature elevate senza sciogliersi. Ciò significa che i contenitori in plastica PP non rischiano di lisciviare nel loro contenuto e sono quindi sicuri per la conservazione di cibi e bevande per il consumo umano.