Come sconfiggere la paura del rifiuto e accettare i fallimenti

Dr. Carol Morgan è la proprietaria di HerSideHisSide.com, professoressa di comunicazione, coach di incontri e relazioni, personaggio televisivo, oratore e autrice. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

A nessuno piace davvero essere rifiutato, giusto? Certo, alcune persone affrontano la cosa meglio di altre. Ad esempio, se sei un venditore e sentire "no" ti eccita e ti entusiasma di trovare un altro modo per arrivare a "sì". Ma quelle persone sono rare.

Per la stragrande maggioranza di noi, sentire "no" o "non sei abbastanza bravo" o qualsiasi altra cosa del genere può avere effetti che vanno dal lieve fastidio a pensieri catastrofici che alterano la vita.

Lo gestiamo tutti in modo diverso. Ma staremmo tutti meglio se imparassimo a sconfiggere la paura del rifiuto ed essere in grado di gestire qualunque cosa la vita ci metta sulla strada.

Ma prima, parliamo della parola "fallimento".

Sommario

  1. Che cosa significa veramente fallimento?
  2. Come sconfiggere la paura del rifiuto
  3. Considerazioni finali
  4. Altri articoli sulla forza mentale

Cosa significa veramente fallimento?

Per la maggior parte delle persone, "fallimento" è una parolaccia. È solo la parola peggiore a cui puoi essere associato. Perché chi vuole essere etichettato come un fallimento, giusto? O hai anche avuto un unico fallimento nella tua vita?

Ma siamo reali. TUTTI noi "falliamo" di tanto in tanto. E odio davvero la parola fallimento. È così negativo e implica che c'è qualcosa di sbagliato in te o che hai fatto qualcosa di sbagliato.

Non c'è niente di intrinsecamente sbagliato in nessuno di noi. Siamo tutti diversi e tutti abbiamo i nostri talenti.

Quindi, invece di definire il fallimento in termini di vergogna, consideralo un'esperienza di apprendimento.

Ad esempio, supponiamo che tu sia divorziato. Alcune persone lo etichetterebbero come un "fallimento". Sai ... un matrimonio "fallito".

Certo, è vero che il matrimonio è finito con il divorzio. Ma perché è automaticamente un fallimento? Si spera che tu abbia imparato qualcosa su te stesso, sul matrimonio e su cosa fare meglio la prossima volta.

Vedi? Il "fallimento" può davvero essere un'esperienza di apprendimento. E può migliorare la tua vita.

Ora, vediamo come puoi superare la paura del rifiuto, in modo da non vederti come un "fallimento".

Come sconfiggere la paura del rifiuto

Ora che si spera che ti rendi conto che il "fallimento" non è una condanna a morte e può effettivamente essere una buona cosa, diamo un'occhiata a come puoi sconfiggere la paura del rifiuto.

1. Ridefinire il significato di rifiuto

Proprio come abbiamo ridefinito il significato di "fallimento", dobbiamo ridefinire anche il significato di "rifiuto". La maggior parte delle persone pensa che significhi che "non sei abbastanza bravo". Ma cosa significa davvero? Non è un'affermazione obiettiva e veritiera. Invece, è completamente soggettivo.

Ad esempio, supponiamo che tu sia andato al primo appuntamento e non ti abbiano più chiamato. Certo, potresti considerarlo un rifiuto e che non sei abbastanza bravo per loro. Oppure potresti vederlo come una benedizione. Grazie a Dio non sei piaciuto a quella persona, perché ora ti libera per trovare qualcuno che lo fa davvero. Vedi la differenza?

2. Esamina la tua storia con rifiuto

Abbiamo tutti un passato e inizia con la nostra infanzia. Alcune persone sono fortunate e nascono in famiglie amorevoli che accrescono la tua autostima e ti fanno sentire bene con te stesso. Ma non tutto.

Molte persone nascono in famiglie che le abbattono e le fanno sentire "non abbastanza buone". E di conseguenza, probabilmente hanno una profezia che si autoavvera in corso nelle loro vite.

Che si tratti di non ottenere il lavoro che desidera o di accettare comportamenti scorretti da partner romantici, la tua storia con il rifiuto è direttamente correlata al modo in cui gestisci la cosa.

3. Guarda cosa stai facendo (o non facendo)

A volte giochiamo un ruolo nel rifiuto. Ciò non significa che siamo una persona cattiva, un perdente o un fallimento. Significa solo che possiamo esaminare il nostro comportamento per vedere come possiamo cambiarlo in modo da avere più successo.

Ad esempio, forse qualcuno ha rotto con te perché stavi inseguendo e agendo nel bisogno. Bene, puoi cambiarlo la prossima volta! Oppure non hai trovato un lavoro perché le tue capacità di colloquio non erano all'altezza. Bene, puoi cambiare anche quello!

Vedi cosa sto ottenendo?

4. Aspettatevi il rifiuto

Questo non è quello che sembra effettivamente. Non sto suggerendo che ti consideri un perdente che viene sempre rifiutato, quindi te lo aspetti sempre.

Quello che intendo veramente è che di solito mettiamo troppa energia negativa in ciò che temiamo. In altre parole, se immagini di essere rifiutato da qualcuno (o qualcosa), allora puoi "sentirti a tuo agio".

Se "te lo aspetti", quando accadrà, non sarai così devastato. Questo è difficile da fare mantenendo un atteggiamento positivo, ma può essere fatto.

5. Lascia andare la mentalità della vittima

"Perché io? Perché io? Perché mi accadono sempre cose brutte? " Questa è chiamata mentalità da vittima. Implica che sei impotente nella vita e che non hai il controllo su ciò che ti accade.

È totalmente sbagliato. Certo, non possiamo controllare tutto ciò che ci accade. Quello che POSSIAMO controllare è come reagiamo ad esso, come lo pensiamo, cosa ne faremo in futuro. È tutto sotto il nostro controllo.

Ma se hai una mentalità da vittima, non sarai mai felice.

6. Sviluppa aspettative realistiche

Supponi se ti sei appena laureato e hai fatto domanda per un lavoro a sei cifre che richiede dieci anni di esperienza. E non ottieni il lavoro. Ummm. Perchè vorresti? La tua esperienza non corrisponde ai requisiti. Quindi tecnicamente non sei stato rifiutato. Avevi solo aspettative irrealistiche.

Questo vale per qualsiasi altra cosa nella vita. Certo, vorremmo tutti uscire con una super modella milionaria, ma dai, quanti ne fai adesso? Esattamente il mio punto.

7. Considera la vita come una maratona, non come uno sprint

A volte diventiamo troppo ambiziosi o impazienti con le cose che vogliamo. Viviamo in una cultura di persone che vogliono una gratificazione immediata. Lo vogliamo ... e lo vogliamo ORA.

Beh, la vita non funziona in questo modo. Come dice il proverbio, "Le cose buone arrivano a coloro che aspettano". Solo perché ora vieni rifiutato, non significa che sarai sempre rifiutato. Significa solo che non è il momento giusto.

8. Accetta il rifiuto come parte della crescita personale

Puoi essere rifiutato, crogiolarti nei tuoi sentimenti negativi e non superarli mai. Oppure puoi considerare il rifiuto come un modo per crescere come persona.

Cosa hai imparato dall'essere stato rifiutato? Come puoi migliorare il tuo modo di pensare o quello che fai?

Se lasci che il rifiuto ti rovini e non usi l'esperienza per crescere come persona, probabilmente sei condannato a ripeterlo.

9. Il rifiuto ti avvicina a ciò che desideri

Solo perché qualcuno o qualcosa non ti voleva non significa che non ci sia qualcuno o qualcosa (o molti) che ti vuole!

Ripenso alla mia vita e mi rendo conto che tutto ciò da cui sono stato rifiutato stava conducendo su un percorso diverso, che si è rivelato molto migliore del mio piano originale.

Ma il problema è che puoi capire quanto sia stato grande il rifiuto solo in retrospettiva, una volta acquisito un po 'di conoscenza quando è diventato il passato.

Fidati di me, succede se hai l'atteggiamento giusto.

10. Abbi fiducia in te stesso abbastanza da sapere che sopravviverai

Ironia della sorte, a volte essere rifiutati non è la VERA paura. Sembra strano, vero?

La VERA paura è non essere in grado di far fronte al rifiuto. Pensi che il tuo mondo andrà in pezzi e ti sgretolerai come persona.

Ma pensaci. Se vieni rifiutato, in che modo la tua vita è diversa da quella di ieri? Non è! E sei sopravvissuto ieri bene, giusto? È solo che le tue aspettative sono state violate. Sei sopravvissuto prima, e così puoi sopravvivere anche a questo!

11. Niente azzardato, niente guadagnato

C'è una grande canzone di Garth Brooks che adoro assolutamente, Standing Outside the Fire. Se non l'hai mai sentito, alcuni dei testi sono così:

"La vita non è stanca, è semplicemente sopravvissuta se ti trovi fuori dal fuoco."

Sta parlando del fuoco della vita. Non tutto nella vita si sente bene. Abbiamo tutti delle sfide. Ma se scegli di non metterti "là fuori" perché temi il rifiuto, perdi anche tutte le cose buone.

Se non provi qualcosa per paura di essere rifiutato, non stai davvero vivendo. Stai solo sopravvivendo.

Considerazioni finali

Come spero che ormai possiate vedere, il rifiuto è tutto nella mente. Non puoi sentirti rifiutato se non permetti a te stesso di sentirti rifiutato. Sembra folle, ma è vero!

Quindi, non prendere sul personale il rifiuto o il cosiddetto "fallimento". Ci siamo passati tutti. E la differenza tra le persone che resistono e continuano ad andare avanti e quelle che non lo fanno, è semplicemente una differenza di prospettiva.