Come trovare in modo efficace lo scopo della tua vita

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Siamo tutti bloccati in un circolo vizioso di vivere la vita senza mai concentrarci sullo scopo della nostra vita. Siamo sempre alla ricerca di modi per migliorare la qualità dei pochi decenni che dobbiamo vivere in questo mondo.

E se ti dicessi che per tutto questo tempo hai cercato nel posto sbagliato?

Nella vita c'è di più oltre alla routine quotidiana. Eppure, siamo così coinvolti nel tradizionale modo di vivere che ci dimentichiamo di guardare oltre.

Di solito è quando le persone hanno vissuto i loro primi 3 decenni di vita e hanno soddisfatto i soliti "requisiti" della loro società che iniziano a sentire il vuoto. Bene, hai avuto la tua istruzione, costruito una carriera, sposato, creato una famiglia, ma ora cosa? Qual è lo scopo di tutto questo?

Se il dilemma ti ha colpito duramente, sei nel posto giusto. Prendi un bicchiere d'acqua, fai un respiro profondo e leggi questo articolo con attenzione.

Capire lo scopo della vita

Per comprendere lo scopo della TUA vita, devi prima capire qual è lo scopo della vita.

Sii molto chiaro su una cosa:

Lo scopo della vita non è un chiaro manuale di istruzioni fornito che troverai in una caccia al tesoro. Non è una verità universale che si applica a tutti.

La vita di tutti ha un significato diverso. In effetti, anche lo scopo della vita di un essere umano si evolve con il tempo. Forse quando raggiungi un trampolino di lancio, ti condurrà a un altro e in questo modo il tuo obiettivo e il tuo scopo continuano a cambiare nel tempo.

Quindi, se ti aspetti di trovare una lunga spiegazione di cosa dovresti fare esattamente nella vita, devi cambiare la tua mentalità. Devi lasciare che la tua mente inconscia prenda l'iniziativa. Lascia che ti dia una spinta nella giusta direzione in modo che tu possa fare sforzi consapevoli per raggiungere il tuo scopo.

Detto questo, non dovresti esimerti dal fare tutti gli sforzi possibili per capire perché sei nato in questo mondo. Non è mai troppo tardi per capire il significato della vita.

La cosa ancora migliore è che non devi andare lontano per ottenere le tue risposte. Non è necessario leggere un centinaio di libri di ispirazione o ascoltare lezioni spirituali (a meno che non lo si desideri).

La risposta è dentro di te.

Tutto quello che devi fare è rispondere ad alcune semplici domande su di te. Presta attenzione a ciò che la tua mente, il tuo cuore e il tuo corpo stanno cercando di comunicare. Questo semplice sforzo può aiutarti a trovare lo scopo che stai cercando.

Cosa ti spinge a cercare uno scopo nella vita?

Non hai semplicemente fatto clic su questo post senza meta. Eri incuriosito. Il tuo interesse ti ha fatto continuare a leggere fino a qui. Quindi non si può dire che sia stata una coincidenza o una lettura priva di significato.

Avresti potuto vivere la tua vita normale leggendo o ascoltando qualcos'altro. Ma cosa ti ha fatto desiderare di saperne di più sullo scopo della tua vita? Cosa ti ha spinto a prestare attenzione a questo problema?

In superficie, il clic su questo post è stato un atto casuale. Ma non è così che funziona la tua mente. Siediti e pensa al percorso che ti ha portato a questo punto.

Passa in rassegna tutti gli eventi, le occasioni, i discorsi, i pensieri e gli eventi che ti hanno fatto riflettere sul significato della vita, anche per una frazione di secondo. Dovrai pensare bene, ovviamente, ma una volta che una traccia inizia a svilupparsi nella tua testa, troverai tu stesso la connessione.

Anche se pensi che questa sia stata la prima volta che hai pensato a questo problema, forse è il tuo stato mentale che ti ha incoraggiato a saperne di più.

Quando inizi a spingere il tuo cervello a pensare in questa direzione, non solo sarai in grado di trovare i collegamenti richiesti, ma inizierai anche gradualmente a dare un significato a queste connessioni. Questo servirà come il più grande punto di ancoraggio per trovare la risposta finale.

Che cosa ti appassiona di più?

Tutti sono appassionati di qualcosa nella vita. Scopri cos'è per te questa cosa.

Non è affatto difficile da fare. Devi solo notare le cose che non vedi l'ora di fare. Ad esempio, se sei sempre entusiasta del viaggio annuale di famiglia, la tua passione può essere viaggiare o il tuo rapporto con la tua famiglia.

Presta attenzione per capire perché sei appassionato di queste cose.

Di cosa vuoi appassionarti di più?

Puoi o meno avere una passione nella vita. Indipendentemente da ciò, c'è sempre qualcosa che vorresti dedicare più tempo a fare.

Pensa a quali cose vuoi essere più impaziente. Lo scopo della tua vita è nascosto da qualche parte in queste cose [1].

Cosa ti prosciuga?

È ora di concentrarsi su alcuni aspetti negativi. Ciò su cui devi concentrarti qui sono le cose che ti esauriscono fisicamente o mentalmente. Non devono essere necessariamente faccende o compiti che non ti piacciono. Potresti apprezzarli, ma, di conseguenza, ti senti svuotato. A causa di questa sensazione finale di un minimo estremo, la piccola quantità di felicità che hai provato durante l'attività viene ignorata.

Questi minimi non sono solo minimi. Ognuno attraversa alti e bassi. Ciascuno di questi sentimenti svanisce con il tempo. Tuttavia, i minimi sembrano portarti via tutta la tua energia e motivazione.

Questa categoria può includere attività lavorative, faccende domestiche, determinate persone e praticamente qualsiasi altra cosa. Una volta che puoi mettere il dito su queste parti drenanti della tua vita, è tempo di allontanarti da loro. Questo senso di stanchezza che provi è un segno dal tuo corpo, mente e cuore che questa non è la cosa giusta per te.

Cosa accetta di fare il tuo cuore?

Non stai cercando l'opposto dei minimi bassi qui. Questa domanda si collega alle tue convinzioni, ai tuoi valori e alla tua morale.

Siamo tutti cresciuti con determinati valori che restano con noi per tutta la vita. Nonostante siano profondamente radicati nelle nostre vite, alcuni di loro si sentono semplicemente sbagliati.

Prima di tutto, tieni presente che va bene se hai fatto qualcosa di "sbagliato" per tutta la vita. Ciò che conta è che tu lo risolva quando impari l'errore.

Quindi, inizia a tenere traccia di tutte le cose su cui il tuo cuore non è d'accordo. Oltre a ciò, prendi nota delle cose che ritieni siano giuste. Puoi persino creare un elenco a lungo termine. Alcuni punti sembrano spostare le categorie? Sono i loro punti su cui ti senti molto forte?

Ancora una volta, questi sono segni del tuo cuore e della tua mente di cui dovrai trovare il significato.

Quali sono le cose a cui pensi di più?

Le cose che hai sempre in mente hanno sicuramente uno scopo. Prendi l'abitudine di annotare le tue preoccupazioni e i tuoi pensieri ogni giorno in modo che tu possa guardarli indietro per trovare uno schema.

Se non riesci a mettere il dito su quello che esattamente ti è passato per la mente, c'è un semplice trucco per aiutarti qui.

Apri il tuo Twitter o qualsiasi altro social media che utilizzi di più. Guarda cosa hai pubblicato [2].

Cerca di ricordare cosa ti è passato per la testa che ti ha fatto pubblicare tutto quello che hai. Dove hai preso l'ispirazione per scrivere la didascalia che hai scelto? Esamina i commenti per ricordare cosa e come ti sei sentito riguardo alla risposta che hai ricevuto.

Tempo di ritorno al passato

Quando trovi le risposte a tutte le suddette domande, non dimenticare di guardare indietro alla vita che hai vissuto. Troverai sempre una connessione nascosta tra le tue passioni, i bassi e tutto il resto con il tuo passato.

Coinvolgi i tuoi genitori e altri membri della famiglia ad ascoltare storie del tuo passato per saperne di più su te stesso. Pesa i tuoi sentimenti esistenti con il tuo passato per scoprire come sei cresciuto emotivamente.

Come utilizzare queste informazioni per trovare lo scopo della tua vita

Una volta raccolte tutte le informazioni dalle risposte a queste domande, tutto inizierà ad avere un senso.

Naturalmente, le cose che ti appassionano, su cui il tuo cuore è d'accordo e su cui trovi uno schema ricorrente sono legate allo scopo della tua vita. Allo stesso modo, gli opposti sono ciò che ti allontana dal percorso su cui dovresti essere.

Potresti non trovare risposte chiarissime e va bene così. Finché il tuo cervello è indotto a pensare in una certa direzione, non è necessaria una risposta esplicita.

Assicurati solo di raccogliere tutte le informazioni per quante settimane o mesi sono necessarie. Alla fine, sarai in grado di mettere insieme due più due.

La linea di fondo

Alla fine della giornata, nessuno al mondo può dirti qual è lo scopo della tua vita. Non dovresti mai permettere a nessuno di definirlo per te.

Sì, richiede tempo e ci vorrà sicuramente una riflessione approfondita. Ma alla fine, quando ti sentirai completo e in pace con le risposte giuste al tuo fianco, ne varrà la pena!

Altri suggerimenti per trovare lo scopo della tua vita

  • Come vivere una vita significativa: 10 idee stimolanti per trovare un significato
  • Come trovare uno scopo nella vita e diventare una persona migliore
  • 3 passaggi per alimentare la tua creatività e il tuo scopo con l'esercizio

Riferimento

[1] ^ The Telegraph: otto modi per trovare la vera passione nella vita che ti ha eluso [2] ^ Forbes: sei modi per scoprire lo scopo della tua vita

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Leon Ho

Fondatore e CEO di Lifehack

Tendenze nel senso della vita

Altro di questo autore

Leon Ho

Fondatore e CEO di Lifehack

Tendenze nel senso della vita

Leggi avanti

7 passaggi per prendere una decisione per il nuovo anno e mantenerla
Come sviluppare muscoli velocemente: 5 trucchi per fitness e nutrizione
30 migliori citazioni per ispirarti a non smettere mai di imparare
9 esempi stimolanti di mentalità di crescita da applicare nella tua vita

Ultimo aggiornamento il 14 dicembre 2020

Come essere fedele a te stesso e vivere la vita che desideri

Sarah è un'oratrice, scrittrice e attivista Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Viviamo in un mondo che ci dice costantemente cosa fare, come agire, cosa essere. Sapere come essere fedele a te stesso e vivere la vita che desideri può essere una sfida.

Quando qualcuno chiede come stiamo, diamo per scontato che la persona non intenda sinceramente la domanda, perché porterebbe a una conversazione approfondita. Quindi dire loro che stai bene o bene, anche se non lo sei, è la solita risposta.

In un mondo ideale, ci fermeremmo ad ascoltare veramente. Non avremmo paura di essere noi stessi. Invece, quando rispondiamo su come stiamo andando, la nostra maschera, la persona che mostriamo al mondo, si irrigidisce. A volte anche più di quanto avrebbe potuto essere prima. Alla fine, diventa difficile decollare, anche quando sei solo.

Immagina un mondo in cui abbiamo chiesto come stava qualcuno e loro ce l'hanno detto davvero. Immagina un mondo in cui non ci fossero maschere, ma solo trasparenza quando ci parlavamo.

Se vuoi vivere in un mondo che celebra chi sei, gli errori e tutto il resto, togliti la maschera. Non significa che devi essere positivo o stare bene tutto il tempo.

Secondo uno psicologo danese, Svend Brinkman, ci aspettiamo che l'un l'altro sia felice e stia bene ogni secondo, e ce lo aspettiamo da noi stessi. E questo "ha un lato oscuro". [1] La psicologia positiva può avere i suoi vantaggi, ma non a scapito di nascondere come ti senti veramente per rimanere apparentemente positivo agli altri.

Nessuno può sentirsi sempre positivo eppure, questo è ciò che la nostra cultura ci insegna ad abbracciare. Dobbiamo disimpararlo. Detto questo, dire agli altri che stai "bene" tutto il tempo è effettivamente dannoso per il tuo benessere, perché ti impedisce di essere assertivo, di essere autentico o di te stesso.

Quando riconosci una sensazione, ti porta al problema che sta causando quella sensazione; e una volta identificato il problema, puoi trovare una soluzione. Quando nascondi quella sensazione, la riempi in modo che nessuno possa aiutarti, non puoi nemmeno aiutare te stesso.

I sentimenti esistono per una ragione: essere sentiti. Ciò non significa che devi agire in base a quella sensazione. Significa solo che inizi il processo di risoluzione dei problemi in modo da poter vivere la vita che desideri.

1. Abbraccia la tua vulnerabilità

Quando sei veramente te stesso, puoi difenderti meglio da solo o difendere ciò di cui hai bisogno. La tua espressione di sé è importante e dovresti valutare la tua voce. Va bene avere bisogno di cose, va bene parlare e va bene non stare bene.

Dire a qualcuno che stai semplicemente "bene" quando non lo sei, rende la tua storia e il tuo viaggio un grande disservizio. Essere fedeli a te stesso implica abbracciare tutti gli aspetti della tua esistenza.

Quando porti tutto te stesso al tavolo, non c'è niente che non puoi battere. Ecco 7 vantaggi dell'essere vulnerabili che dovresti imparare.

Puoi toglierti la maschera? Questa è la cosa più difficile che chiunque possa fare. Abbiamo imparato ad aspettare di essere al sicuro prima di iniziare a essere autentici.

Soprattutto nelle relazioni, questo può essere difficile. Alcune persone evitano la vulnerabilità ad ogni costo. E nel nostro rapporto con noi stessi, possiamo guardarci allo specchio e indossare subito la maschera.

Tutto inizia con la tua storia. Sei stato nel tuo viaggio unico. Quel viaggio ti ha portato qui, alla persona che sei oggi. Devi non aver paura e abbracciare tutti gli aspetti di quel viaggio.

Dovresti cercare di prosperare, non solo sopravvivere. Ciò significa che non devi competere o confrontarti con nessuno.

L'autenticità significa che sei abbastanza. È sufficiente essere chi sei per ottenere ciò che desideri.

E se per la prima volta in assoluto tu fossi reale? E se avessi detto quello che volevi dire, fatto quello che volevi e non ti scusassi per questo?

Sei stato assertivo, disponibile nelle tue opinioni o azioni per difendere ciò che è giusto per te, (piuttosto che essere passivo o aggressivo) nel farlo. Non hai lasciato che le cose ti prendessero. Sapevi di avere qualcosa di speciale da offrire.

È lì che dovremmo essere tutti.

Quindi, rispondimi:

Come stai davvero?

E sappi che, indipendentemente dalla risposta, dovresti comunque essere accettato.

Il coraggio sta nella comprensione che potresti ancora non essere accettato per la tua verità.

Il coraggio è sapere che sei importante anche quando gli altri dicono che non lo fai.

Il coraggio è credere in se stessi quando tutte le prove lo contrastano (ad es. fallimenti o perdite del passato)

Il coraggio sta nell'essere vulnerabili mentre sapere che la vulnerabilità è un segno di forza.

Sta prendendo il controllo.

2. Scegli il tuo atteggiamento nelle avversità

Puoi prendere il controllo del tuo destino e vivere la vita che desideri rimanendo fedele a te stesso. Puoi iniziare in qualsiasi momento. Puoi iniziare oggi.

Puoi iniziare con un giorno alla volta, affrontando ciò che accade quel giorno. La maggior parte di noi si sente sopraffatta dalla prospettiva di un grande cambiamento. Anche se l'unica cosa che cambiamo è il nostro atteggiamento.

In un istante, puoi diventare una persona diversa con un cambiamento di atteggiamento. Quando prendi il controllo del tuo atteggiamento, diventi in grado di capire meglio ciò che ti circonda. Questo ti permette di andare avanti.

In origine, potresti aver avuto un piano di vita. Potrebbe essere iniziato quando eri piccolo; quando sei cresciuto speravi di diventare una sirena, un dottore, un astronauta o tutti e tre. Speravi di essere qualcuno. Speravi di essere ricordato.

Puoi ancora sognare quei sogni, ma alla fine subentra la realtà. Sorgono ostacoli e lotte. Hai intrapreso un percorso diverso quando l'ultimo non ha funzionato. Pensi a tutti i "dovrei" nella tua vita nel vivere la vita che desideri. Dovresti farlo ... dovresti farlo ...

Clayton Barbeau, psicologo, ha coniato il termine "doversi fidare di te stesso". [2] Quando siamo impostati su una strada e ci troviamo a fare qualcosa di diverso. Diventa tutto ciò che dovresti fare piuttosto che vedere le opportunità proprio di fronte a te.

Ma in tutto questo disordine, hai perso di vista il vero te?

Può essere nei nostri errori e errori percepiti che perdiamo di vista chi siamo, perché cerchiamo di mantenere la posizione e lo status.

Per essere chi siamo veramente e ottenere ciò che vogliamo veramente, dobbiamo essere resilienti: come costruire la resilienza per affrontare ciò che la vita ti offre

Significa che non vediamo tutte le possibilità di ciò che potrebbe accadere, ma dobbiamo avere fiducia in noi stessi per ricominciare e continuare a costruire la vita che vogliamo. Di fronte alle avversità, devi scegliere il tuo atteggiamento.

L'atteggiamento può superare le avversità? Certamente aiuta. Mentre cerchi di essere fedele a te stesso e vivere la vita che desideri, dovrai affrontare un fatto:

Il cambiamento avverrà.

Che il cambiamento sia positivo o negativo è unico per ogni persona e per la sua prospettiva.

Potrebbe essere necessario ricominciare da capo, una, due, alcune volte. Non significa che andrà tutto bene, ma che starai bene. Ciò che rimane o dovrebbe rimanere è il vero te. Quando l'hai perso di vista, hai perso di vista tutto.

E poi, ricostruisci. Momento dopo momento, giorno dopo giorno. Abbiamo tutti una scelta e in questo momento è importante.

Puoi scegliere di avere un atteggiamento positivo, vedendo il rivestimento positivo in ogni situazione e, dove non ce n'è, il potenziale per uno. Forse quel rivestimento d'argento sei tu e cosa farai con la situazione. Come lo userai per qualcosa di buono?

È così che puoi attingere a te stesso e al tuo potere. A volte accade per caso, a volte apposta. Può accadere quando non lo stiamo nemmeno cercando, oppure può essere il tuo unico obiettivo. Ognuno ci arriva in modo diverso.

Puoi alzarti o restare. La tua scelta.

Quando accade il peggio, puoi fare affidamento sulla tua autenticità per farti superare. Questo perché Self Advocacy, parlare per far sapere agli altri di cosa hai bisogno, fa parte della ricerca del vero te.

Non c'è niente di sbagliato nel chiedere aiuto. O a volte, aiutare gli altri può aiutarci ad affrontare il dolore di una situazione dolorosa. Sei tu a decidere come aiutare gli altri e all'improvviso diventi il ​​meglio di te stesso.

3. Fai ciò che ti rende felice quando nessuno guarda

Essere la versione migliore di te non ha nulla a che fare con il tuo successo o il tuo stato. Ha tutto a che fare con il tuo personaggio, quello che fai quando nessuno ti guarda.

Per creare la vita che desideri, devi essere la persona che vuoi essere. Fingere fino a quando non lo fai è solo un modo per sbranarlo durante il tuo viaggio. Hai il fuoco dentro di te per fare le cose per bene, per mettere insieme i pezzi, per vivere autenticamente. E il carattere è come ci arrivi.

Se cadi e aiuti un altro a rialzarsi mentre sei laggiù, è come se ti rialzassi due volte.

Insieme all'atteggiamento, il tuo personaggio si occupa delle scelte che fai piuttosto che di ciò che ti accade.

Sì, si tratta di fare la cosa giusta anche quando gli ostacoli sembrano insormontabili. Si tratta di usare quella montagna che ti è stata data per mostrare agli altri che può essere spostata. Si tratta di essere te stesso senza scusarsi, prendere il controllo, scegliere il tuo atteggiamento nelle avversità ed essere la versione migliore di te per creare la vita che desideri.

Come fai a sapere cosa vuoi veramente? È davvero uno status o un successo?

Sfortunatamente, queste cose non sempre portano felicità. E alcuni aspetti della nostra immagine o "esistenza guidata dalla performance" potrebbero non essere soddisfatti. Il materialismo fa parte del nostro rifiuto di accettare noi stessi come abbastanza. Tutte le cose che usiamo per reprimere il nostro vero io riguardano l'essere sufficienti.

"La sufficienza" è ciò che cerchiamo veramente, ma l'ego si mette in mezzo.

L'ego è la percezione del sé come valore esteriore. Non è VERO valore personale.

L'ego reprime il nostro vero sé con un nuovo sé, l'io che insegue le domande "Sono mai abbastanza?" ". E invece di riempire il nostro vero sé con l'amor proprio e l'accettazione, quando "dovremmo noi stessi" e inseguiamo la "sufficienza", nutriamo l'ego o la nostra immagine.

È importante rendersi conto che SEI ABBASTANZA, senza tutti gli orpelli materiali.

La psicologa di Stanford Meagan O'Reilly descrive il danno di non pensare di essere abbastanza. Una delle sue tattiche per combatterlo è completare la frase, [3]

"Se credessi di essere già abbastanza, avrei ____"

Cosa faresti se sentissi di essere abbastanza?

Credendo di essere abbastanza, puoi vivere la vita che desideri.

Tanti fingono per cercare di arrivarci e finiscono per perdersi quando perdono sempre più contatto con la loro autenticità.

Considerazioni finali

Essendo te stesso, sei coraggioso. Riconoscendo tutto ciò che puoi essere, dici all'universo che puoi farlo finché non ci credi anche tu. I passaggi sono facili e ne vali la pena. Tutto dipende dallo scopo che stai guidando e dalla passione che è il tuo carburante.

Rimanere fedele a te stesso significa padroneggiare come vivere la vita in modo autentico, piuttosto che fingere o forzare. Avere la vita che desideri (e meriti) significa avere fiducia in te stesso e nello scopo per cui stai vivendo. Entrambi hanno bisogno di passione dietro di essa, alimentandola ogni secondo, altrimenti sperimenterai esaurimento.