Come un diario della gratitudine può cambiare drasticamente la tua vita

Un life coach che aiuta le persone a scoprire come utilizzare al meglio le proprie passioni e talenti attraverso un processo collaudato. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Immagina di affrontare la vita quotidiana piena di tutte le solite responsabilità e sfide senza alcun senso di sollievo. Probabilmente avrai un sacco di risentimento accumulato nella tua mente.

E se ti dicessi che esiste un modo semplice per renderti più felice ogni giorno? Non è possibile, dici?

Si scopre che esiste davvero una semplice pratica che può renderti più felice, anche quando le tue circostanze rimangono le stesse: tenere un diario della gratitudine.

Continua a leggere per vedere tutte le prove convincenti che mostrano come praticare la gratitudine può davvero cambiare la tua vita in meglio.

Sommario

  1. Perché la gratitudine è importante per te
  2. In che modo la gratitudine ti rende più felice
  3. Avvio di un diario della gratitudine
  4. La gratitudine è l'atteggiamento
  5. Altri suggerimenti su come condurre una vita grata

Perché la gratitudine è importante per te

"Ogni volta che c'è un momento di gratitudine, lo prendo nota. So per certo che apprezzare qualunque cosa ti si presenti nella vita cambia la tua vibrazione personale. Emani e generi più bontà per te stesso quando sei consapevole di tutto ciò che hai e non ti concentri sui tuoi non abbienti. - Oprah [1]

Un sondaggio mondiale Gallup ha mostrato che l'85% delle persone ha dichiarato di non essere coinvolto nel proprio lavoro. [2] Molti di loro odiano il proprio lavoro e soprattutto i propri capi.

Per aggiungere a questo, 1 americano su 6 assume una qualche forma di farmaco psichiatrico. [3] Gli antidepressivi sono il tipo più comune, seguito dai farmaci anti-ansia.

Non si può negare che le persone siano infelici.

Ti starai chiedendo come puoi sentirti grato, soprattutto quando la tua situazione potrebbe essere legittimamente brutta. Potrebbe non essere facile, ma non perdere la speranza perché è sicuramente possibile.

Ecco la buona notizia:

La gratitudine è un'abilità che chiunque può sviluppare. Tutto ciò che serve è un po 'di pratica quotidiana.

È l'unica cosa che ti aiuterà a diventare più felice, anche se le circostanze difficili in cui potresti trovarti non sono ancora cambiate.

Il monaco e studioso interreligioso David Steindl-Rast dice quanto segue sulla gratitudine nel suo TED Talk:

"Sono davvero le persone felici a esserne grate? Conosciamo tutti un buon numero di persone che hanno tutto ciò che serve per essere felici, e non sono felici, perché vogliono qualcos'altro o vogliono più o meno lo stesso. E conosciamo tutti persone che hanno molte sfortune, disgrazie che noi stessi non vorremmo avere, e sono profondamente felici. Irradiano felicità. Sei sorpreso. Perché? Perché sono grati. Se pensi che sia la felicità a renderti grato, ripensaci. È la gratitudine che ti rende felice. " [4]

In che modo la gratitudine ti rende più felice

Le neuroscienze hanno dimostrato che l'atto di essere grati rilascia dopamina e serotonina nel cervello. [5]

La dopamina è ciò che ti fa sentire bene e ti fa desiderare di più, quindi semplicemente iniziare quella pratica di gratitudine ti aiuterà a sviluppare l'abitudine di farlo.

La serotonina è un neurotrasmettitore che attiva il centro della felicità del tuo cervello, che è simile a come funzionano gli antidepressivi. Quindi puoi sostanzialmente considerare la gratitudine come un antidepressivo naturale e alcuni sostengono che sia anche meglio dei farmaci.

Il tuo cervello non può concentrarsi su cose positive e negative allo stesso tempo. Questo è un motivo fondamentale per cui praticare la gratitudine può aiutarti a spostare la tua attenzione dall'essere triste per le cose che non hai nella tua vita all'essere felice per le cose che hai.

Avvio di un diario della gratitudine

Puoi usare qualsiasi cosa per iniziare a registrare le cose per cui sei grato.

Che si tratti di un normale diario, di un taccuino o solo della carta di scarto, qualsiasi cosa può essere usata semplicemente per prendere nota delle cose per cui sei grato. La chiave è farlo in modo sia intenzionale che coerente.

Suggerimenti per iniziare

1. Mantieni visibile il tuo diario

Tieni il tuo diario della gratitudine in un posto che vedrai regolarmente ogni giorno. Il tuo comodino è un buon posto dove lo vedrai per prima cosa quando ti svegli e prima di andare a letto. Personalmente, mi piace tenere il mio sul bancone del bagno in modo da farlo per prima cosa quando mi preparo per iniziare la mia giornata.

2. Non esiste un modo giusto o sbagliato

Non devi trovare le risposte "giuste". Inizia mantenendo le cose semplici e scrivi tutto ciò che ti viene in mente. Puoi essere grato per cose come un pasto che hai appena mangiato, un film che hai appena visto o un amico con cui hai passato del tempo.

3. Sviluppa coerenza

Cerca di prendere l'abitudine di prenderti un po 'di tempo regolarmente per rallentare e impegnarti solo a riflettere sulle cose di cui sei grato. È stato dimostrato che spendere un minimo di cinque minuti al giorno è efficace. Se perdi un giorno, va benissimo. Tornaci domani.

È importante scrivere tutto perché è stato dimostrato che l'inserimento nel diario attiva l'emisfero destro del cervello, che è la parte del cervello che elabora emozioni e sentimenti.

Quando inizi a tenere traccia delle cose per cui sei grato, inizierai a sentirti più felice per il fatto che l'emisfero destro del tuo cervello si connette con quelle emozioni positive associate alla gratitudine.

Uno dei massimi esperti mondiali di scienza della gratitudine, Robert Emmons, ha indicato una ricerca che mostra che esprimere i propri pensieri scrivendoli ha più vantaggi che se si pensasse solo ai pensieri [6]. Ti rende più consapevole di loro e può approfondire l'impatto emotivo che ha su di te.

Tecniche di base

Jason Marsh della rivista Greater Good della UC Berkeley ha intervistato Emmons per chiedere consigli su come ottenere il massimo dal tuo diario della gratitudine [7]. Ecco alcune delle cose più importanti da ricordare.

1. Non limitarti a seguire le mozioni

È importante essere intenzionali sul motivo per cui stai facendo questo esercizio. Invece di farlo perché qualcuno ti sta dicendo di farlo, pensa a ciò che speri di ottenere da questo esercizio. Prenditi il ​​tempo per riconoscere che lo stai facendo perché coltivare più felicità nella tua vita è importante per te. "La motivazione a diventare più felici gioca un ruolo nell'efficacia dell'inserimento nel diario", afferma Emmons.

2. Scegli la profondità sulla larghezza

Dopo aver sviluppato un'abitudine di scrivere nel diario della gratitudine, ti sarà utile diventare più specifico con le cose per cui sei grato. Essere in grado di esprimere una cosa per cui sei profondamente grato è molto più significativo che essere grato per un mucchio di cose generali e superficiali.

3. Ottieni personale

Dedicare del tempo a concentrarsi sulle persone per cui si è grati ha un impatto maggiore che concentrarsi su cose per cui si è grati.

4. Prova la sottrazione, non solo l'addizione

Se hai problemi a inventare cose per cui sei grato, un semplice trucco per stimolare un po 'di gratitudine è iniziare a pensare a come sarebbe la tua vita se non avessi alcune delle cose che hai ora.

5. Assapora le sorprese

Tieni traccia delle sorprese piacevoli o inaspettate poiché queste sono grandi cose su cui riflettere quando ne hai la possibilità. Potresti scoprire che riflettere su questi momenti può suscitare sentimenti di gratitudine più forti.

Emmons prosegue dicendo che raccomanda alle persone di vedere ogni elemento nel loro diario della gratitudine come un regalo e che l'intero processo non dovrebbe essere una commissione da fare solo per farla finita. Invece, dovrebbe essere qualcosa in cui ti impegni attivamente per connetterti con le cose per cui sei sinceramente grato.

“In altre parole, diciamo loro di non affrettarsi con questo esercizio come se fosse solo un altro elemento della tua lista di cose da fare. In questo modo, scrivere nel diario della gratitudine è davvero diverso dal semplice elencare un mucchio di cose piacevoli nella propria vita ", afferma Emmons.

Tecniche più avanzate

Anche se avere un diario della gratitudine si rivela utile, diventa più efficace quando non lo tieni solo per te.

A differenza di avere un diario personale in cui dovrebbe essere rinchiuso in uno spazio segreto, un diario della gratitudine ha il potere non solo di cambiare positivamente te, ma anche le persone intorno a te.

Ecco alcune tecniche avanzate che puoi utilizzare nel tuo diario di gratitudine per massimizzarne l'efficacia.

1. Usa il tuo diario per indirizzare le conversazioni verso argomenti positivi

È facile entrare in conversazioni che coinvolgono pettegolezzi, negatività e pessimismo perché in realtà è il modo in cui il nostro cervello cerca di farci sentire meglio. Sfortunatamente, questo tipo di conversazioni tende a essere improduttivo e deflazionante.

Guidare le tue conversazioni su cose per cui sei grato può elevare il tuo umore e le persone con cui stai parlando.

Come farlo

La prossima volta che parli con qualcuno, inserisci nella conversazione le cose per cui sei grato. Alcune idee includono sottolineare quanto è bello il tempo, quanto è stato delizioso il tuo pasto o quanto ti è piaciuto passare del tempo con il tuo amico.

2. Di 'alle persone che ami perché sei grato per loro

Potresti essere grato per qualcosa che un amico o il tuo partner fa per te, ma la gratitudine si sentirà molto più potente quando sarai grato per il loro carattere.

Ad esempio, potresti essere grato che il tuo partner porti fuori la spazzatura, ma sei ancora più grato perché lo fa solo perché è abbastanza premuroso da sapere che odi farlo.

Si scopre che essere grati per le persone nella tua vita avvia un ciclo di generosità. Ti rende disponibile a fare di più per loro e questo spesso li porta a rispondere con gratitudine facendo di più per te.

Come farlo

Scrivi cose specifiche sul carattere di qualcuno di cui sei grato e tieni il tuo diario a portata di mano. Quando passi del tempo con quella persona, prenditi un momento per condividere ciò che hai scritto su di lei.

3. Usa il tuo diario per scrivere note di ringraziamento

Il Journal of Happiness ha pubblicato uno studio in cui 219 uomini e donne partecipanti hanno scritto tre lettere di gratitudine in un periodo di tre settimane. [8] I risultati hanno mostrato che scrivere lettere di gratitudine aumentava la loro felicità e soddisfazione per la vita insieme a una diminuzione dei sintomi depressivi.

Dedicare del tempo a scrivere note di ringraziamento è un modo estremamente semplice e facile sia per scrivere ciò per cui sei grato sia per dare affermazioni positive a qualcun altro nel processo.

Se ne hai la possibilità, inviaci quei biglietti di ringraziamento. Farà sentire bene sia te che il destinatario.

Come farlo

Acquista un set di biglietti di ringraziamento o creane uno tuo. Una volta alla settimana, consulta il tuo diario della gratitudine per trovare qualcosa che hai scritto su qualcuno per cui sei grato e usa ciò che hai registrato per scrivere un biglietto di ringraziamento e spedirlo a lui o lei.

4. Lascia che la gratitudine trasformi le circostanze negative in positive

Ho incontrato una donna di nome Penny in Thailandia che gestiva un orfanotrofio con bambini colpiti dal virus dell'AIDS. Mi ha mostrato da sola il potere di praticare la gratitudine attraverso la sua stessa vita e ha cambiato la mia vita.

Si prendeva cura di tutti questi bambini malati che non erano i suoi, ma c'era anche un enorme ostacolo:

Ma non si è lasciata fermare da questo.

Invece di vedere la malattia come qualcosa che le stava rovinando la vita, ha condiviso questo con me:

"È un po 'come una condanna a morte quando il medico ti dice' sei sieropositivo 'o' hai il cancro 'e mi dà la capacità di identificarmi con questi bambini sieropositivi, quindi sono grato per il cancro a causa di esso, se non altro. "

È un esempio vivente di prova che possiamo trovare qualcosa di cui essere grati, anche nelle situazioni più difficili. Lo tengo a mente, soprattutto quando sto affrontando alcune delle mie difficili sfide.