Come vivere una vita senza stress in un modo in cui la maggior parte delle persone non lo fa

Emma è una consulente aziendale creativa e coach e formatrice di leadership Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Imparare a vivere una vita senza stress può sembrare impossibile, ma la verità è che ci sono cose specifiche che puoi fare per iniziare a eliminare le fonti di stress.

No, non sembra un film destinato alla televisione. No, non sembra qualcosa che solo le persone con più tempo e denaro possono fare. Sembra la tua vita, ma senza alcun fattore scatenante di stress auto-creato.

Ecco 11 modi per aiutarti a vivere una vita senza stress:

1. Smetti di analizzare troppo le situazioni che non si sono verificate

Il primo passo per vivere una vita senza stress è smettere di analizzare troppo gli scenari immaginari. È facile trascorrere del tempo nel mondo degli scenari peggiori. Le persone tendono a coltivare questo mondo per uno dei due motivi.

Primo, perché se sai qual è lo scenario peggiore, non ti sorprenderà quando accadrà. Secondo, se sai qual è lo scenario peggiore, puoi fare tutto ciò che è in tuo potere per controllare l'universo in modo che il caso peggiore non accada mai.

Se questo è davvero il mondo che vuoi coltivare, diventa un valutatore del rischio professionale. In caso contrario, chiediti in che modo trarrai beneficio dal continuare a vivere in questo modo.

Ti fa sentire meglio con te stesso e con la tua vita? Ti fa venire voglia di saltare fuori dal letto la mattina, desideroso di abbracciare lo scenario peggiore? Ti porta gioia o appagamento?

Se la tua risposta a queste tre domande è no, allora smetti di vivere nel futuro e torna nel presente.

2. Non affrontare i problemi degli altri

L'intero vantaggio di altre persone che hanno problemi è che non sono i tuoi problemi. Quando affronti spesso i problemi di altre persone, prendi l'abitudine di abilitare.

Facciamo chiarezza sulla definizione di abilitazione: l'abilitazione è l'arte di continuare ad assumersi la responsabilità per altre persone, annullando così la loro responsabilità personale [1].

Non serve ad altre persone assumersi i propri problemi perché non possono / non possono / non sanno come risolvere il problema.

È utile consentire agli altri di assumersi la responsabilità di se stessi e della propria vita, incoraggiare, insegnare e motivare gli altri ad affrontare i propri problemi. Quindi smetti di abilitare e inizia a potenziare.

3. Fatti presente nel momento

Essere presenti nel momento implica essere nel proprio corpo e provare i propri sentimenti, due cose che molte persone in realtà non sanno come fare.

Poniti queste due domande: come si sente la paura nel tuo corpo? Di cosa hai paura?

Se non conosci la risposta a queste domande, probabilmente non sei presente in questo momento. Essere presenti implica vulnerabilità, umiltà e apertura [2].

Il passato e il futuro smettono di essere così rilevanti e intriganti quando sei in grado di entrare nel tuo corpo e sentire i tuoi sentimenti. Quando puoi fare queste due cose, in realtà vuoi essere nel momento presente.

Per iniziare, chiudi gli occhi, concentrati sulla respirazione e osserva il calo dei livelli di stress. Quindi, prova questi suggerimenti: Come vivere nel momento e smettere di preoccuparsi.

4. Concentrati su ciò che hai, non su ciò che non hai

Il modo più semplice per smettere di concentrarti su ciò che non hai è non guardare gli spot televisivi. Il marketing ci insegna a concentrarci su ciò che non abbiamo e le campagne pubblicitarie spendono milioni di dollari per convincerci che dobbiamo avere ciò che non abbiamo ancora.

Riesci a pensare a una campagna di marketing che ti insegni a goderti ciò che hai già senza acquistare qualcosa per migliorarlo? È probabile che non puoi.

In un mondo dettato dalle pubblicità del Super Bowl e dagli annunci di Facebook, ci vuole una concentrazione risoluta per riconoscere ciò che hai più di ciò che non hai. Se vuoi vivere subito una vita senza stress, fatti coraggio e smetti di lasciare che gli altri dettino la tua concentrazione.

Per fare ciò, prova a coltivare una pratica di gratitudine per aiutare a rimettere a fuoco la tua mente su ciò che è buono nella tua vita. Puoi iniziare con questa guida.

5. Smetti di circondarti di persone che non ti rendono felice

Onestamente, con che tipo di persone ti piace davvero stare in giro? Persone che ti capiscono, che ti vedono chiaramente, che accettano i tuoi difetti e tutto il resto; persone con cui puoi essere te stesso; persone che hanno interessi in comune?

Quante di queste persone ci sono nella tua vita? Quali caratteristiche hanno tutte le altre persone nella tua vita?

Se scopri che le persone nella tua vita non stanno aggiungendo nulla di positivo, potrebbe essere il momento di apportare alcune modifiche. Se scopri che le altre relazioni che hai sono decisamente tossiche, inizia a lavorare per tagliarle immediatamente.

6. Trova un lavoro che ti faccia sentire bene

Non devi rimanere in un lavoro solo perché paga i conti. La maggior parte delle persone trascorre più tempo a lavorare che a dormire. La persona media trascorre dalle 40 alle 80 ore settimanali, o dalle 2.000 alle 4.000 ore all'anno, lavorando. Questo è un investimento significativo!

Se il tuo migliore amico o figlio ti ha detto che avrebbe trascorso 4.000 ore a dare la sua energia emotiva, mentale e fisica a qualcosa (o qualcuno) che non gli avrebbe dato valore, restituisci loro qualcosa o pagateli quanto valevano, che consiglio gli dareste? Dai lo stesso consiglio a te stesso. Non sarai privo di stress a meno che non impari questo [3].

7. Affronta solo ciò che puoi gestire

L'attività è una dipendenza. Rallentare può effettivamente essere terrificante perché ti fa notare che hai sentimenti che ora hai il tempo di provare.

Quando ho rallentato, avevo decenni di frenesia alle spalle. Sono entrato in una depressione vertiginosa perché non capivo come essere nel giusto rapporto con le mie stesse emozioni.

Quando finalmente ho capito che i sentimenti sono solo sentimenti e che permettere loro di esprimersi è salutare e naturale, ho smesso di provare il ritiro dalla mia dipendenza dalla frenesia e ho iniziato a capire il ritmo della vita che mi sentivo meglio.

Sorprendentemente, ho scoperto che in realtà non mi piace essere occupato. Cosa scoprirai di te?

8. Lascia andare rancori e rabbia

Per me, ci sono voluti 20 anni di età adulta per capire che trattenere rancore e rabbia mi ha solo ferito. Fortunatamente per te, però, puoi trarre vantaggio indirettamente dalla mia esperienza semplicemente leggendo un breve paragrafo!

Nessuno ti sta tenendo i piedi davanti al fuoco, chiedendoti di mantenere rancore e rabbia. L'energia della rabbia divora lentamente il tuo corpo, la tua mente e il tuo spirito, finché un giorno ti svegli più risentito che ottimista.

Un giorno, le persone non vogliono più starti vicino perché il fetore della negatività sta colando dai tuoi pori. Un giorno ti stanchi persino di sentirti arrabbiato. E la persona o le persone con cui sei arrabbiato o con cui hai rancore probabilmente non ne sono state affatto influenzate.

Chi viene ferito di più durante il processo di ripetizione di pensieri negativi? Sì.

9. Smetti di rivivere il tuo passato

Per vivere una vita senza stress, devi smettere di rivivere il tuo passato. So che sembra divertente confrontare tutto ciò che è presente nel tuo passato e vivere il presente attraverso occhiali colorati, ma in realtà non lo è.

Quando indossi occhiali color pastello, non puoi veramente vivere il presente per quello che è. Il tuo ragazzo o la tua ragazza vengono confrontati con un elenco di aspettative e relazioni fallite piuttosto che riconosciuti per la benedizione unica che sono nella tua vita.

Il tuo capo viene paragonato a tutti i capi che l'hanno preceduto. La capacità di genitore dei tuoi amici è paragonata alla capacità di genitore dei tuoi genitori.

Le persone, te compreso, meritano di basarsi sui propri meriti liberi dal passato.

10. Non lamentarti di cose che non puoi cambiare

Ci saranno sempre persone elette in carica che non ti piacciono, tasse che non vuoi pagare, conducenti idioti che si rifiutano di uscire dalla corsia di sinistra e una persona davanti a te in fila alla cassa che non smetterà di chattare con l'impiegato.

Il grande vantaggio di essere umani è che possiamo sperimentare tutto ciò che la vita ci offre. Vivere senza stress significa imparare ad affrontare questo fatto.

Soffermarsi sulla tua frustrazione per qualcosa che non può essere cambiato non fa altro che trascinarti verso il basso. Sei l'unica persona che alla fine deciderà come rispondere a ciò che è.

11. Smetti di vivere la vita di altre persone

La vita di qualcun altro non è la tua vita. La tua vita è la tua vita.

Ciò significa che puoi vivere la tua vita nel modo che desideri. Puoi commettere errori ridicoli, compiere atti di fede e infilare cose nella tua borsa della paura tanto quanto la persona successiva.

Passare attraverso le cose è l'intera grande avventura disordinata dell'essere umano! Essere vivi e vivere la vita è terrificante e glorioso e tutto il resto.

Smetti di vivere attraverso i social media, cercando di immergerti in tutte le esperienze che stanno vivendo tutti gli altri. Concentrati, invece, su come ci si sente ad essere te in questo momento. Potresti scoprire che ti piace.

Considerazioni finali

Succede una cosa sbalorditiva quando riduci lo stress e l'ansia, entri in una relazione con il tuo corpo, la mente e lo spirito e sei semplicemente te stesso senza giudizio.

La tua vita rallenta letteralmente. Smetti di desiderare il fine settimana. Inizi a vivere in ogni momento e inizi a sentirti un essere umano. Cavalchi l'onda che è la vita, con questa sensazione di appagamento e gioia.

Ti muovi in ​​modo fluido, costante, calmo e riconoscente. Si solleva un velo e nasce una prospettiva completamente nuova attraverso una migliore salute mentale. Ed è così che vivi una vita senza stress.

Altri suggerimenti su come vivere una vita senza stress

  • Vuoi conoscere il segreto per vivere una vita appagante?
  • 7 tecniche di gestione dello stress per rimetterti in carreggiata
  • 18 regole fondamentali per condurre una vita appagante

Riferimento

[1] ^ Psychology Today: stai dando potere o abilitando? [2] ^ FreshFitNHealthy: come NON sprecare il tuo tempo e consigli per essere pienamente presente [3] ^ Le carriere di equilibrio: i 5 migliori consigli per trovare un lavoro che ti piacerà

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Leggi avanti

Altro di questo autore

Emma Churchman

Emma è una consulente aziendale creativa e coach e formatrice di leadership

Andamento dell'equilibrio della vita

Altro di questo autore

Emma Churchman

Emma è una consulente aziendale creativa e coach e formatrice di leadership

Andamento dell'equilibrio della vita

Leggi avanti

6 modi per implementare più gratitudine nella tua vita
Come non lasciare che il lavoro abbia la priorità sul trascorrere del tempo con la famiglia
Puoi avere affari e piacere e avere successo nella vita
Come affrontare i 5 fattori di stress comuni nella vita

Ultimo aggiornamento il 24 dicembre 2020

7 segni comuni di burnout lavorativo e come affrontarli

Certified NeuroHealth Coach, specializzato in gestione dello stress e stile di vita integrato nel benessere per l'equilibrio tra lavoro e vita privata Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Sei preoccupato di poter soffrire di esaurimento del lavoro? Quando cerchi segni di esaurimento lavorativo, è naturale considerare immediatamente la tua energia e il tuo umore durante l'orario di lavoro o come ti senti riguardo alla tua professione in generale. L'insoddisfazione, il calo delle prestazioni lavorative e l'escalation della frustrazione sul lavoro sono indicatori comuni del fatto che il tuo lavoro ti sta stressando oltre la tua capacità di affrontarli.

Sommario

  1. Che cos'è il burnout da lavoro?
  2. 7 segni comuni di burnout sul lavoro
  3. Qual è il fulcro del burnout del tuo lavoro?
  4. 3 passaggi per ricalibrare l'equilibrio tra lavoro e vita privata
  5. Considerazioni finali
  6. Altri articoli sui segni del burnout sul lavoro

Che cos'è il burnout da lavoro?

Uno sguardo più approfondito mostra sintomi di esaurimento del lavoro in alcuni punti sorprendenti. Gli studi hanno dimostrato una correlazione diretta tra i sentimenti di esaurimento lavorativo dei professionisti e il loro livello di soddisfazione per il loro equilibrio tra lavoro e vita privata. [1]

Immagina di essere centrato su una scala di equilibrio, la vita personale da un lato e il professionista dall'altro. La pressione inizia a crescere dal lato professionale, quindi salti lì per risolverla.

Nel frattempo, senza più nulla a fondare il tuo lato personale, tali responsabilità e bisogni vengono trascurati. Salti avanti e indietro cercando di sistemare ogni lato. Non è solo inefficace, è addirittura estenuante.

Sebbene questa dinamica avanti e indietro suona probabilmente familiare, è anche una descrizione eccessivamente semplificata. In realtà, i confini tra lavoro e casa non sono così netti. Le sfumature che racchiudono queste parti della nostra vita sono sfaccettate e complesse.

Questo è vero anche nei momenti migliori. Con l'attuale clima di fattori di stress socioeconomici e il fattore aggravante del caos del lavoro da casa, è più importante che mai affrontare gli elementi della nostra vita che potrebbero condurci - o causare definitivamente - il burnout lavorativo. (Ciò è particolarmente rilevante se non è possibile apportare modifiche alla tua situazione lavorativa in questo momento.)

Allora, cosa puoi fare per alleviare il burnout lavorativo senza rivedere tutta la tua vita?

7 segni comuni di burnout da lavoro

In primo luogo, daremo uno sguardo onesto ai segni comuni di esaurimento lavorativo che possono segnalare un equilibrio sbilenco vita-lavoro. Quindi, tratteremo alcuni passaggi importanti per terminare questo ciclo. La buona notizia è che con una consapevolezza più profonda e pochi semplici turni, possiamo sentirci più centrati e soddisfatti nel lavoro e nella vita.

1. Stanchezza non risolta dal riposo extra

L'esaurimento fisico di solito è il primo sintomo che notiamo. Sentirsi sempre stanchi può portarci in una spirale discendente di ulteriore stress e innescare molti degli altri sintomi elencati di seguito.

Tuttavia, le nostre energie fisiche, mentali ed emotive sono tutte correlate. [2] Nel caso del burnout, a volte il motivo per cui dormire in più non porta sollievo è che le cause profonde dell'affaticamento mentale ed emotivo non vengono affrontate.

Se ritieni che il problema sia puramente fisico, consulta un medico in quanto potrebbe essere un segno di depressione, disturbi del sonno, carenze nutrizionali o altri problemi che richiedono un trattamento professionale. Anche l'insonnia indotta da stress può essere parte del problema.

È importante comprendere alcuni ostacoli subdoli che potrebbero tenerti bloccato in un ciclo di esaurimento mentale-emotivo.

Il primo è il confronto. Ciò che potrebbe essere stressante o opprimente per una persona può essere un totale non-problema per un'altra, quindi cerca di non sbagliare per aver lottato dove gli altri sembrano non farlo.

Il secondo è l'aspettativa. I principali eventi della vita o catastrofi non sono le uniche condizioni legate al burnout lavorativo. I fattori di stress continui, anche quelli che a prima vista sembrano insignificanti o una combinazione di diversi tipi, possono logorarci nel tempo e alla fine creare una potente sconfitta della fatica dovuta allo stress.

Questi ostacoli possono causare un effetto valanga di stanchezza perché stiamo combattendo il nostro giudizio interno invece di usare quell'energia per affrontare il problema centrale in questione.

2. Posticipare i bisogni fondamentali di auto-cura (intenzionali o meno)

Uno dei segni più facilmente riconoscibili del burnout lavorativo è la frenesia e non aiuta il fatto che la nostra cultura predichi e premia costantemente lo stile di vita "dal caos ad ogni costo". Sfortunatamente, questo spesso si traduce in persone che indossano i loro impegni come un distintivo d'onore.

A volte, questo sembra annunciare con orgoglio che sei stato troppo impegnato a lavorare per fare una pausa pranzo. Altre volte, potresti sacrificare ore di sonno rimandando l'ora di andare a letto per lavorare a un progetto o cercare di recuperare il ritardo su compiti non completati.

Che sia intenzionale o meno, la mentalità "occuparsi è la cosa migliore" porta all'abbandono di sé, un fattore importante per il burnout lavorativo e una componente fondamentale dell'equilibrio tra lavoro e vita privata.

3. Malumore e irritabilità

È normale che un ambiente di lavoro stressante provochi fastidio. Sfortunatamente, è anche molto probabile che le tue reazioni scattanti non si limitino a situazioni professionali.

Un segnale sicuro di angoscia emotiva che può portare al burnout lavorativo è quando ci troviamo a scagliarsi contro persone e circostanze che non sono direttamente responsabili del nostro umore. Scontrosità inspiegabile può essere un segnale secondario che stai anche lottando con i segni 1 e / o 2 sopra.

4. Mancanza di concentrazione o concentrazione

Questi segni di affaticamento mentale possono essere causati da sopraffazione fisica o emotiva e dall'incuria. Ciò significa che se stai lottando con la stanchezza o con la stagnante cura di te stesso, come accennato in precedenza, è probabile che ti ritroverai a soffrire anche di questo sintomo.

Essere a corto di concentrazione significa che hai bisogno di più energia per completare anche le attività più elementari. La sensazione di non avere abbastanza tempo o energia per fare ciò che deve essere fatto è un catalizzatore per il travolgimento e il burnout.

5. Disturbi fisici minori inspiegabili

Quando si parla di burnout, la tensione è in cima alla lista dei colpevoli sottostanti. È normale che lo stress si manifesti come disagio fisico che non può essere attribuito a nessuna condizione medica. Questo può essere frustrante, soprattutto quando stiamo assolutamente soffrendo dei sintomi ma non siamo chiari sui legami tra loro e il burnout indotto dalla tensione.

Alcuni dei principali sintomi fisici della tensione includono mal di testa, dolore al collo e alle spalle e senso di oppressione e problemi digestivi (bruciore di stomaco, mal di stomaco, irregolarità intestinale). Anche dolori e dolori casuali frequenti, mascella rigida e variazioni di peso inspiegabili possono essere sintomi. [3]

Le persone in questa situazione spesso vanno da un medico all'altro alla ricerca di una spiegazione senza risoluzione. Sfortunatamente, questo è almeno in parte dovuto al fatto che il burnout non è una condizione medica diagnosticabile. Tuttavia, è stato finalmente aggiunto alla Classificazione internazionale delle malattie (ICD-11) con una definizione rigida come fenomeno occupazionale nel 2019, dopo decenni di dibattito. [4]

Se riscontri questi segni di esaurimento lavorativo e stress, prova ad affrontare le cause profonde descritte qui. Se fai uno sforzo onesto e continui a soffrire, porta queste informazioni al tuo medico e continua a sostenere la tua assistenza sanitaria.

6. Auto-medicazione, intorpidimento o evasione

Quando la vita è stressante, una tendenza umana è quella di fuggire. Invece di affrontare i nostri problemi a testa alta, cerchiamo un facile diversivo per evitare il disagio.

Cibo, alcol e droghe (su prescrizione o meno) rilasciano sostanze chimiche benefiche nel cervello. Questo effetto rafforza il nostro comportamento in modo che ogni volta che ci sentiamo stressati o infelici in una situazione, il nostro subconscio ci segnala automaticamente di raggiungere quella soluzione rapida per aiutarci a sentirci meglio.

Altri esempi di intorpidimento ed evasione dalla realtà includono eccessiva frenesia, dipendenza da videogiochi e altre attività insensate come spettacoli televisivi abbuffati o lo scorrimento infinito dei social media. In una certa misura, questi comportamenti sono generalmente considerati normali nella nostra società. Tuttavia, se scopri che ti stai impegnando per evitare determinati compiti, situazioni o emozioni, questo può essere un segno che qualcosa non è allineato nella tua vita.

7. Mancanza di soddisfazione in attività o compiti che ti piacevano

Questo sintomo è anche comunemente associato alla depressione. Ci sono diversi componenti della depressione e del burnout che si sovrappongono, ma ciò non significa che i due si escludano a vicenda. Puoi averli entrambi contemporaneamente o puoi averne uno senza l'altro. [5]

In caso di burnout, tendi a sentirti troppo esausto, stressato o preoccupato per le preoccupazioni per essere presente nelle attività. È difficile godersi qualcosa quando la mente e il cuore sono troppo distratti per essere pienamente coinvolti.

Un altro aspetto di questo è non sapere veramente quali attività ti piacciono. Quando il tuo obiettivo principale è lavorare e / o prenderti cura degli altri per la maggior parte della nostra vita, è facile perdere di vista le cose semplici che ti danno piacere.

Qual è il fulcro del tuo burnout lavorativo?

A volte, questi sintomi del burnout lavorativo sono un segno di disallineamento nel nostro lavoro, il che significa che potremmo essere meglio serviti per orientarci in una nuova direzione. Tuttavia, una delle cose più pericolose che possiamo fare è cercare di risolvere le cause legate al lavoro senza scavare più a fondo nei problemi sottostanti.

I sintomi sono esattamente questo: prove esterne di un problema interno.

Tempo ed energia mal gestiti, cercare di essere tutto per tutti e la mancanza di supporto socio-emotivo sono alcuni esempi delle cause profonde del burnout lavorativo. Quando li aggiriamo concentrandoci su correzioni a livello superficiale, rischiamo di ripetere questi schemi di burnout indipendentemente dalla nostra situazione lavorativa.