Determina di non restare mai inattivo: una semplice strategia di produttività

Donald Latumahina è il fondatore di Life Optimizer, un blog di miglioramento personale per aiutare le persone a raggiungere il loro pieno potenziale. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Determina di non restare mai inattivo. Nessuno avrà occasione di lamentarsi della mancanza di tempo che non ne perde mai. È meraviglioso quanto si può fare se lo facciamo sempre.
Thomas Jefferson

Ci manca il tempo non perché non ce ne sia abbastanza, ma perché ne perdiamo troppo. Ecco perché credo che questa citazione rappresenti una strategia semplice ma efficace per aumentare la nostra produttività. Se stabiliamo di non rimanere mai inattivi, ridurremo al minimo il tempo perso e renderemo prezioso ogni momento.

Guardandomi, spesso perdo tempo rimanendo inattivo senza rendermene conto. Quindi "determinare di non restare mai inattivo" è una buona strategia per me. Mi aiuta a riconoscere i tempi morti e mi riporta allo stato di fatto. Mentre ho ancora tempo di inattività qua e là, imparo a minimizzarlo. Un giorno spero di poterlo eliminare.

Prima di tutto, definiamo cosa si intende per "inattivo". Secondo me, il tempo di inattività è il tempo che dedichiamo a qualcosa di diverso da quello che dovremmo fare. Sappiamo che dovremmo fare qualcosa, ma procrastiniamo a farlo o ci distraggiamo da qualcos'altro. Questo è il tempo di inattività.

Ci sono tre semplici passaggi per ridurre al minimo il tempo di inattività:

1. Pianifica cosa vuoi fare ogni giorno

Il primo passo è avere un'idea chiara di ciò che viene considerato "non inattivo". Pianifica ciò che vuoi fare ogni giorno. A tal fine, ho alcune routine che coprono la maggior parte di ciò che devo fare ogni giorno. Ho anche impostato alcuni compiti più importanti della giornata, anche se in alcuni casi sono già coperti dalla mia routine quotidiana. Tutto ciò mi dà un'idea chiara di cosa sia "non inattivo".

2. Fai attenzione all'ozio

Il passo successivo è cercare i segni di ozio. Dato che hai già un piano, dovrebbe essere più facile farlo. Chiediti ogni tanto: "Ora sono inattivo?"

Il semplice indizio dell'ozio è tutto ciò che è al di fuori del tuo piano. Le eccezioni sono cose inaspettate che hanno una priorità più alta, come le attività legate alla famiglia.

Ecco alcuni esempi di pigrizia per aiutarti a riconoscerli:

  • Navigazione casuale
  • Leggere le email quando è il momento di fare qualcos'altro
  • Conversazioni non necessarie
  • Pensare troppo prima di agire
  • Guardare la TV più di quanto dovresti
  • Sdraiato sul letto, a meno che tu non decida che è ora di riposare

3. Torna a fare ogni volta che sei inattivo

Ogni volta che la tua risposta alla domanda "ora sono inattivo?" è sì, dovresti tornare allo stato di fatto il prima possibile. Smetti di essere inattivo e inizia a fare quello che dovresti fare. Il tuo piano in # 1 dovrebbe aiutarti a decidere la cosa giusta da fare senza spendere troppo tempo per pensare.