Facilmente distratto? Ecco come ritrovare la concentrazione

Fondatore e CEO di Lifehack Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Stai leggendo questo articolo perché stai attualmente cercando una soluzione o un metodo per migliorare la tua concentrazione? Stai cercando un modo per concentrarti meglio in modo da poter fare di più nella tua giornata? Oppure, ti sembra di passare molto tempo facilmente distratto da cose diverse da quelle su cui dovresti veramente concentrarti?

Non preoccuparti, non sei solo! Man mano che la nostra società diventa sempre più avanzata, ci sono molte più informazioni da digerire e più opportunità di sperimentare. Questo può sicuramente essere travolgente e distraente! Che si tratti di una proposta di lavoro su cui stai cercando di concentrarti sulla scrittura o di un obiettivo nella vita per cui ti sforzi, le distrazioni ostacolano la tua concentrazione su quelle cose importanti della tua vita. E le distrazioni sono disponibili in un'ampia varietà!

Ad esempio, molti di noi sono facilmente distratti dai nostri telefoni cellulari. Che si tratti delle continue notifiche che appaiono o della necessità di scorrere i feed di notizie sui social media, queste sono tutte distrazioni che ci costano tempo. Ci sono anche distrazioni più grandi come voler andare a una partita in una bella giornata o fare una vacanza nel fine settimana anche se hai una scadenza prevista per lunedì.

Cosa sono le distrazioni?

Andiamo più a fondo per analizzare e capire come avvengono le distrazioni in primo luogo. Le distrazioni sono cose che distolgono la tua attenzione dall'azione che stai cercando di fare. Ti fanno perdere la concentrazione e ti mettono fuori strada. Il problema con le distrazioni è che non solo costano tempo, ma diluiscono anche la tua energia. Ripetute interruzioni di questo tipo possono portare alla demotivazione, perché ti sentirai sopraffatto ... ma non riuscirai a fare nulla!

Contrariamente alla credenza popolare, il nostro cervello funziona meglio quando ci concentriamo su un obiettivo alla volta. In genere non siamo bravi a spostare costantemente la nostra attenzione tra compiti diversi. Diversi studi hanno dimostrato che quando lo facciamo, le prestazioni di ogni attività ne risentono rispetto a se ci concentrassimo su di esse una per una. Quindi il multitasking non è l'opzione migliore quando si tratta di voler fare di più rapidamente.

Quanto costano le distrazioni?

Come ho detto in precedenza, nella società odierna ci troviamo di fronte a così tante informazioni che è facile essere bombardati da distrazioni.

Se sei un tipico americano che lavora, sarai distratto ogni 11 minuti; e ci vorranno 25 minuti per riprendere il tuo compito. Inoltre, più complicato è il tuo progetto, più tempo ci vorrà per ritrovare la concentrazione. Ciò accade perché il tuo cervello deve fare uno sforzo considerevole quando passa da un obiettivo complesso all'altro.

Le distrazioni hanno un costo enorme sulla nostra concentrazione e produttività. Se vuoi migliorare o aumentare la tua concentrazione, devi imparare ad affrontare le distrazioni della tua vita.

Informazioni sulle distrazioni interne

Quando si tratta di distrazioni, tendiamo a pensarle come eventi esterni: il tuo telefono inizia a squillare, qualcuno ti parla e interrompe il filo dei tuoi pensieri quando eri immerso in qualcosa di importante, o l'improvvisa comparsa di rumori di costruzione quando sei in una riunione importante.

È molto facile incolpare le distrazioni esterne come causa quando non riesci a concentrarti. Ma in realtà c'è un tipo nascosto di distrazione sotto la superficie che è altrettanto responsabile, se non di più, di distogliere la tua attenzione. Queste sono distrazioni interne.

Il problema con le distrazioni interne è che, se non ne sei pienamente consapevole, puoi sprecare tempo ed energia senza nemmeno saperlo. Quindi, prima di affrontare efficacemente le distrazioni esterne, devi prima prenderti cura delle tue distrazioni interne.

1. Caos prioritario

Esistono alcuni tipi di distrazioni interne, ma iniziamo con quella probabilmente più comune: il concetto di caos prioritario.

Una delle distrazioni più comuni che incontriamo è che abbiamo troppe opzioni a portata di mano. Ciò può causare il caos delle priorità.

Ad esempio, alcune persone potrebbero avere difficoltà a concentrarsi a casa perché ci sono troppe opzioni tra cui scegliere. Puoi scegliere di dare da mangiare al tuo cane, leggere un libro, guardare la TV, fare uno spuntino o fare un pisolino.

Oltre ai costi di distrazione menzionati prima, il caos prioritario è un grande demotivatore. Quando ci sono troppe opzioni potenzialmente attraenti, è difficile concentrare le tue energie e sceglierne una, idealmente quella che dovresti fare.

Il caos prioritario è anche un demotivatore perché ti fa sentire in colpa. Quando lasci che le tue distrazioni interne superino la tua concentrazione, sei tu quello che sceglie di distogliere la tua attenzione e la tua energia dal tuo compito. Quindi, quando l'attività che volevi completare non viene portata a termine, non puoi incolpare un fattore esterno. Che tu lo faccia consapevolmente o meno, finirai per incolpare te stesso!

Perché si verifica il caos delle priorità? Ebbene, il nostro cervello inconsciamente assegna la priorità ai compiti in base a tre fattori:

  1. Per soddisfare un'esigenza esistente. Ad esempio, devi andare in bagno con urgenza, quindi il tuo cervello ha la certezza di dare la priorità.
  2. Per ottenere una certa sensazione di soddisfazione, come la soddisfazione di mangiare una deliziosa torta al cioccolato fondente.
  3. Il costo percepito per ottenere il vantaggio. Qual è lo sforzo, l'energia o il tempo necessari per completare questa azione?

Il cervello prende automaticamente in considerazione questi 3 fattori anche quando non ci pensi.

Sfortunatamente, a meno che tu non stia compiendo uno sforzo cosciente, il tuo cervello non è sempre il migliore nel fare valutazioni accurate. Tende a privilegiare i vantaggi a breve termine e i costi a breve termine.

Poiché ci sono spesso molte più opzioni che il nostro cervello collega a benefici a breve termine, quando cerchi di concentrarti su un'attività che ti dà un vantaggio a lungo termine, tale attività di solito diventa di bassa priorità. Questa è l'essenza di Priority Chaos.

2. Vantaggi a lungo e breve termine

Come spiegato in precedenza, il nostro cervello non è bravo a valutare e confrontare i vantaggi a breve e a lungo termine.

I vantaggi a breve termine di solito hanno un costo relativamente basso e sono concreti, consentendo al nostro cervello di coglierli facilmente. Di solito associamo benefici a lungo termine a costi elevati e questi costi percepiti di solito non sono così netti. Più è lungo termine, maggiore è lo sforzo necessario per immaginare i benefici. Questo crea automaticamente una barriera mentale e resistenza nel nostro cervello. Di conseguenza, tendiamo a scambiare guadagni a lungo termine con guadagni a breve termine.

Questo è il motivo per cui potresti sapere che qualcosa ti fa bene a lungo termine, come perdere peso e fare esercizio, ma per qualche motivo non puoi forzarti a sentirti eccitato. D'altra parte, potresti sapere che qualcosa ti fa male, come mangiare cibo spazzatura. Ma l'anticipazione di una soddisfazione a breve termine travolge la tua capacità cosciente di resistere.

Questo è il prossimo tipo di distrazione interna che dobbiamo affrontare e si chiama Disadattamento a breve e lungo termine. Per fortuna, anche questo può essere affrontato.

Come superare la distrazione interna

La buona notizia è che non è così difficile superare queste comuni distrazioni interne.

Il primo passo che puoi compiere è identificare quale attività necessita di maggiore attenzione per essere portata a termine. Una volta che hai capito, suddividi semplicemente l'attività in attività più piccole e di piccole dimensioni. Ogni attività di piccole dimensioni dovrebbe avere un vantaggio a breve termine molto chiaro (qualcosa che puoi facilmente descrivere in una frase) e un costo a breve termine molto chiaro (qualcosa che puoi quantificare, come il tempo speso).

Ad esempio, supponiamo che tu abbia una proposta di sovvenzione da scrivere per un progetto imminente al lavoro. Il primo compito in piccolo che puoi portare a termine è delineare la proposta di sovvenzione e suddividerla in 4 diverse categorie. Ciò garantirà di coprire tutto ciò che è necessario e ti consentirà di concentrarti su ciascuna sezione una alla volta.

Inoltre, imposta un limite di tempo o una durata per ogni attività di piccole dimensioni. Il limite di tempo dovrebbe essere abbastanza breve in modo che sia un gioco da ragazzi volerlo controllare. Ricorda, il cervello ha una predilezione per i benefici a breve termine, quindi è probabile che troverai difficile resistere alla verifica di un'attività di piccole dimensioni!

Il passaggio successivo consiste nel valutare le altre opzioni. Oltre a concentrarti sulla tua proposta di sovvenzione, quali sono tutte le cose possibili che potresti fare per distogliere la tua attenzione? Sii realistico su quello che sono! Annotali tutti ed elenca i vantaggi ei costi associati. Non è necessario scriverli in dettaglio, basta una descrizione generale.

Ad esempio, invece di scrivere la tua proposta, potresti passare 20 minuti a guardare una serie comica su Netflix. Il vantaggio è che ti diverti e ti fai una bella risata. Il costo è che hai appena perso 20 minuti del tuo tempo e quella serie comica non ha fatto nulla per aiutarti con la proposta di sovvenzione.