Gli scienziati scoprono perché dovresti toglierti le scarpe prima di entrare in casa

Autore di Ziger the Tiger Stories, un appassionato di salute specializzato in relazioni, miglioramento della vita e salute mentale. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

È stato solo durante la visita di un ospite giapponese che ho capito l'importanza di togliermi le scarpe prima di entrare in casa. Dato che molti giapponesi mangiano sui tatami sul pavimento e dormono sui futon che vengono srotolati di notte, sembra perfettamente logico tenere le scarpe davanti alla porta. In effetti, questa è la norma nella maggior parte dei paesi asiatici. Tuttavia, è interessante notare che molte famiglie europee e americane non si preoccupano mai di insistere per lasciare le scarpe alla porta.

Ora, la scienza sta supportando questa pratica igienica e rivelando che ciò che raccogli dalle tue scarpe non sono solo pochi germi e sporcizia, ma piuttosto cattivi clienti che non dovrebbero mai essere ammessi nella tua casa! Questo è particolarmente importante quando hai bambini piccoli che rotolano sul pavimento.

Quali batteri cattivi stai portando a casa?

I ricercatori dell'Università di Houston hanno scoperto che circa il 40% delle scarpe trasportava il cattivo batterio "C.diff", che sta per Clostridium difficile. Queste spore non sono per niente facili da trattare.

Dallo studio è emerso che questo C.diff non era solo sulle suole delle scarpe (circa il 40% del totale esaminato), ma si diffondeva anche in altre aree domestiche come servizi igienici, top e superfici e ovunque si trovasse polvere del pavimento. Queste spore possono vivere a lungo sulle superfici asciutte.

Il problema con il trattamento di un'infezione causata da C.diff è che è resistente alla maggior parte degli antibiotici. Ciò può causare la proliferazione del batterio e rendere molto difficile il recupero per il paziente. I rivestimenti nell'intestino vengono attaccati, con conseguente colite. Molte persone negli ospedali contraggono l'infezione da C.diff e sta diventando più difficile da trattare.

Ora, non vuoi che questo batterio sia ospite a casa tua, vero? Via le scarpe e via le ciabatte.

Cos'altro c'è su quei fondi delle scarpe?

Bene, ci sarà una quantità disgustosa di polvere, escrementi di uccelli, cacca di cane, detriti frondosi e altre sostanze indesiderate. Il materiale frondoso funge da terreno fertile per i batteri.

"Ciò significa che i batteri potenzialmente dannosi possono sopravvivere sulle tue scarpe per giorni o addirittura settimane." - Dr. Reynolds, microbiologo, Università dell'Arizona

L'Università dell'Arizona ha deciso di valutare la quantità di batteri e non sono rimasti delusi: hanno trovato 421.000 unità diverse! Questi possono essere classificati in 9 diversi ceppi. Sono la causa di infezioni agli occhi, ai polmoni e allo stomaco. Due di questi sono sicuramente degni di nota in modo da poter prendere le pantofole nel momento in cui arrivi a casa.

Il primo è noto come E.coli (un organismo patogeno) e costituisce circa un terzo di tutti i batteri, quindi è un peso massimo. I ceppi di E.coli sono per lo più innocui, grazie al cielo, ma quelli nocivi (come E.coli 0157: H7) non lo sono. Spesso causano gravi problemi allo stomaco e all'intestino che portano a vomito e diarrea. Ora, potresti pensare che il rischio di contattare il batterio E. coli dalle tue scarpe sia minimo. Ma permettimi di farti una domanda: quante volte hai visitato i bagni al lavoro oggi?