Hai paura dell'abbandono? (Segni e modi per superarlo)

Un dottore in psicologia con specialità che includono bambini, relazioni familiari, violenza domestica e aggressioni sessuali. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Ci sono persone che avranno delle relazioni a causa della loro paura dell'abbandono. Potrebbe non avere alcun senso per te, ma ecco perché: hanno una paura così profonda dell'abbandono nella loro relazione attuale che perseguono relazioni esterne contemporaneamente, in modo da avere una relazione di riserva nel caso in cui accada qualcosa con il loro attuale matrimonio o relazione .

In questo articolo, approfondirò la causa e le conseguenze dell'avere la paura dell'abbandono e come superare questa paura per condurre di nuovo relazioni sane.

Sommario

  1. Cos'è la paura dell'abbandono Segnali di paura dell'abbandono
  2. Come gestire la paura dell'abbandono 1. Riconosci di essere degno di amore 2. Comprendi la tua paura per gestire la tua paura 3. Accetta che un certo livello di paura possa sempre esistere. 4. Smettila di cercare aiuto nella tua dolce metà per reprimere le tue paure. 5. Usa il dialogo interiore per sostituire la paura con pensieri positivi. 6. Accetta l'idea di essere solo. 7. Smettila di perseguire l'emozionalmente non disponibile. 8. Creare una rete di supporto. 9. Sii consapevole dei comportamenti che si nutrono di paura.
  3. Riassumendo

Cos'è la paura dell'abbandono

Bustle.com ha esaminato la ricerca sul tema della paura dell'abbandono e dell'infedeltà e ha affermato quanto segue: [1]

Le persone con problemi di abbandono e minore autostima hanno maggiori probabilità di imbrogliare.

Questo ovviamente non è un modo salutare per affrontare la paura dell'abbandono. È dannoso per la persona che viene tradita ed è anche un tormento mentale per la persona che cerca di gestire e mantenere a galla entrambe le relazioni. Mettono in gioco la loro relazione, vivono una menzogna e ovviamente non affrontano la loro paura dell'abbandono in modo sano.

Segnali di paura dell'abbandono

Le persone con paura dell'abbandono possono mostrare una varietà di comportamenti. Molti di questi comportamenti sono distruttivi per le relazioni, quindi la paura dell'abbandono dovrebbe essere riconosciuta e affrontata in modo appropriato per il bene della relazione e di entrambi gli individui coinvolti nella relazione.

Di seguito sono riportati alcuni segnali che indicano che qualcuno ha paura dell'abbandono:

  • Sentiti geloso spesso.
  • Percepisci gli altri del sesso opposto come una minaccia per la loro relazione.
  • Dare troppo o esagerare nella relazione.
  • Pensa al partner o al coniuge che li lascia.
  • Richiedi quantità di tempo irrealistiche con il loro partner.
  • Hanno difficoltà a fidarsi completamente del proprio partner o coniuge.
  • Guarda più ai difetti del coniuge o del partner che agli attributi positivi (di nuovo si tratta di allontanare la persona o di non fidarsi completamente di loro).
  • Fai fatica a stare da solo se una relazione finisce. Cerca sempre la prossima relazione o altra significativa per sostituire quella persa più di recente.
  • Provare risentimento se la loro dolce metà svolge un'attività senza di loro, come uscire con gli amici.
  • Sentiti indegno, meno o indegno dell'amore.
  • Avere una bassa autostima / fiducia in se stessi.
  • Termina le relazioni prima che l'altra persona possa farlo, in modo che abbia il controllo sul potenziale abbandono.
  • Muoviti troppo velocemente nelle relazioni perché hanno paura che la persona lascerà la relazione se le cose non passano al livello successivo abbastanza velocemente.
  • Resta in relazioni malsane o violente per paura di essere abbandonato o da solo.
  • Sentiti geloso delle relazioni platoniche che il loro coniuge o partner ha, ad esempio con i colleghi di lavoro.
  • Stanno controllando il loro altro significativo, soprattutto quando si tratta del loro tempo e dell'interazione con gli altri.
  • Analizzare eccessivamente la relazione su base regolare, spesso facendo la pignoleria sugli aspetti negativi o sui problemi piuttosto che concentrarsi sulle qualità positive del partner e della relazione.
  • Perseguirà relazioni con persone che sono emotivamente non disponibili.
  • Tradire il coniuge o il partner.

Un individuo non ha bisogno di avere tutti questi comportamenti per avere paura dei problemi di abbandono. Alcune persone con paura di problemi di abbandono possiedono solo alcuni di questi comportamenti. Tuttavia, avere anche solo alcuni di questi comportamenti è malsano e dannoso per la loro vita e le loro relazioni.

Ci sono anche alcune persone che saboteranno le proprie relazioni allontanando il proprio partner o coniuge. Possono avere comportamenti indesiderabili per mettere alla prova il loro partner. Il risultato in queste situazioni in cui il comportamento si intensifica abbastanza è che avevano ragione, il loro partner li ha lasciati. Sfortunatamente il coniuge o il partner che li ha lasciati è stato fatto da loro perché spingevano le cose troppo oltre e di conseguenza allontanavano l'altra persona.

Come gestire la paura dell'abbandono

Molte persone hanno paura dei problemi di abbandono perché sono state abbandonate in precedenza nella vita. Potrebbe essere stata una relazione precedente, ma probabilmente la fonte proviene dall'infanzia. L'abbandono durante l'infanzia, ad esempio, come avere un genitore o entrambi i genitori che non partecipano all'educazione infantile, può causare problemi psicologici profondi.

La chiave è riconoscere che esiste la paura dell'abbandono. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti su come gestire la tua paura dei problemi di abbandono in modo da poter condurre relazioni più sane e appaganti.

1. Riconosci di essere degno di amore

La battaglia emotiva sottostante con quasi tutti coloro che hanno paura dell'abbandono è la loro sensazione di non essere degni di essere amore. La loro paura dell'abbandono probabilmente deriva dall'abbandono avvenuto durante l'infanzia.

Perché qualcuno a cui erano attaccati li ha lasciati (per qualsiasi motivo) e successivamente hanno avuto la sensazione di non essere completamente amati. Il cervello di un bambino pensa qualcosa in questo senso "se mi amasse, allora non mi lascerebbe". Lasciare nella mente di un bambino significa che non sono stati completamente amati. Anche se questa probabilmente non è la verità, è così che funziona la mente più semplicistica di un bambino.

Col ​​passare del tempo, iniziano a chiedersi che cosa li rendeva inamabili. Non erano abbastanza belli? Non erano abbastanza intelligenti? Non erano abbastanza bravi? Questi pensieri possono mettere radici e portarsi all'età adulta. Il risultato è un adulto che sente ancora che c'è qualcosa in loro che li rende non degni di essere amati completamente e veramente.

Spesso credono (inconsciamente) che una volta in una relazione abbiano bisogno di controllare le cose in modo che la persona non le lasci. Cercheranno di controllare le loro relazioni e la loro dolce metà in base alla loro paura dell'abbandono.

Il primo passo per superare la paura dell'abbandono è riconoscere che sono degni di amore.

Accetta di essere degno di amore.

Tutti sono degni di amore. Non esiste una persona perfetta. Vogliamo tutti amare e sentirci amati. Abbiamo tutti dei difetti. Quindi l'amore coinvolge due individui imperfetti. Ognuno è degno di amore e di avere una relazione.

Sei degno di amore, difetti e tutto il resto. Non significa che tutti debbano amarti perché non è realistico. Tuttavia, c'è qualcuno là fuori per tutti. Quando trovi quella persona, ricorda a te stesso che sei degno dell'amore e dell'attenzione che ricevi. Reciprocati e prenditi cura della relazione. Tuttavia, non permettere che diventi la tua identità o il centro del tuo valore.

Diventa emotivamente autosufficiente.

La tua identità non dovrebbe mai essere esclusivamente legata a una relazione. Fa parte di ciò che sei ma non ti definisce. Assicurati di poter abbracciare questi pensieri e sappi che potresti stare bene se diventassi single o da solo. Non basi la tua dignità sull'essere nella relazione. Invece sei degno perché sei TU e nessun altro può essere un te migliore.

Diventare emotivamente autosufficienti potrebbe non essere facile se sei stato emotivamente dipendente nelle tue relazioni attuali o passate. La terapia può essere utile se hai difficoltà a essere emotivamente autosufficiente. Diventare emotivamente autosufficienti non avviene istantaneamente, quindi sii gentile con te stesso nel processo. Un giorno alla volta e continua a ricordare a te stesso che sei responsabile delle tue emozioni e che sei ancora un individuo anche se hai una relazione.

Ricorda a te stesso tutte le volte che ne hai bisogno che non è compito di un'altra persona farti sentire emotivamente sicuro. La tua sicurezza emotiva viene prima da te. Sei prima un individuo e poi un partner. Prendi possesso delle tue emozioni e sentimenti. Quando la paura inizia a emergere, affronta quei sentimenti piuttosto che trasformarli in comportamenti malsani sopra menzionati come la gelosia, dare troppo nella relazione o essere preoccupato dai pensieri del tuo altro significativo che ti lascia.

Essere emotivamente autosufficienti in un guscio di noce significa assumersi la responsabilità delle proprie emozioni e farlo in modo sano. Non sta più cercando il tuo coniuge o altra persona significativa per farti sentire sicuro nella relazione. Non è il loro lavoro farti sentire al sicuro nella relazione. Non possono toglierti la paura.

Devi affrontare le tue paure per essere emotivamente autosufficiente. Gestire la paura spesso implica capire dove è radicata la tua paura.

2. Comprendi la tua paura per gestire la tua paura

Dove è iniziata la tua paura dell'abbandono? Cosa è successo nella tua vita che ti ha fatto sentire in questo modo? Le tue paure in quel momento erano giustificate? Quelle paure stanno portando nella tua vita e nelle tue relazioni attuali? Domande come queste possono aiutarti a capire dove e quando è iniziata la tua paura e come ti stanno attualmente influenzando.

Se hai una comprensione di dove e come sono iniziati, puoi anche iniziare a capire che non ti stanno aiutando in questo momento. Queste paure in alcuni casi non possono mai essere completamente cancellate, ma affrontarle scoprendo la fonte e lo sviluppo della paura può aiutarti a dissipare meglio la paura quando si presenta. Quando sai che la radice di questa paura è la causa, la paura non è più utile alla tua vita.

Diario del tuo abbandono

Tenere un diario sul tuo abbandono è un modo per scoprire tutti i tuoi sentimenti, emozioni e pensieri su questo problema. Se riesci a metterli sulla carta, stai aiutando la tua mente a elaborare queste paure ed emozioni. Se rimani emotivamente bloccato in questo processo o scopri che non aiuta abbastanza, trova un terapista che possa aiutarti. In un modo o nell'altro devi scoprire ed elaborare queste emozioni per capire la radice della tua paura.

Comprendere la radice ti aiuta a riconoscere che non è più necessaria o utile per il funzionamento delle tue relazioni attuali, perché ha causato azioni malsane e paurose. Ecco alcune domande a cui puoi rispondere durante l'inserimento nel journal.

  • Quando hai riconosciuto per la prima volta il problema che ha causato la tua paura dell'abbandono?
  • Ci sono state più volte in cui ti sei sentito abbandonato nella vita? In caso affermativo, quali sono state quelle esperienze e come le hai affrontate?
  • Hai sentito che il tuo abbandono era colpa tua?
  • Quali messaggi, falsi o meno, ti sei detto sull'abbandono (in particolare sulla causa)?
  • In che modo l'abbandono in precedenza nella vita ha influenzato le tue relazioni, sia attuali che passate?
  • Quali comportamenti puoi riconoscere che sono stati causati dalla tua paura dell'abbandono?
  • Di quali comportamenti vorresti renderti più consapevole per cambiarli rispetto all'agire per paura dell'abbandono nella tua relazione attuale?
  • Cosa puoi fare oggi per fermare comportamenti indesiderati che si basano sulla paura dell'abbandono (ad esempio: invece di chiedere tempo con il tuo partner quando vuole stare con i suoi amici, chiami amico per uscire)?

Puoi rispondere a una o più domande durante una singola sessione di journaling.

3. Accetta che un certo livello di paura possa sempre esistere.

Avere paura significa essere umani. Potresti non eliminare mai completamente la tua paura dell'abbandono, ma puoi avere il controllo sulle tue reazioni alla paura.

È importante riconoscere quando stai vivendo quei momenti di paura nella tua relazione. Ad esempio, quei momenti di paura che ti fanno desiderare di controllare chi sta guardando il tuo coniuge, dove sta andando o cosa sta facendo senza di te al loro fianco. Devi riconoscere i modelli di pensiero malsani e capire dove si basa la radice di quella paura. Ciò può aiutarti a riconoscere che le paure e i pensieri successivi per controllare il tuo coniuge o la tua dolce metà non sono salutari per la relazione.

Canalizza i pensieri in un dialogo interiore positivo. Dì a te stesso che sei degno di amore. Ricorda anche a te stesso che il tuo valore non si basa su una relazione. Puoi stare bene in una relazione e puoi stare bene da solo. Riconosci la causa principale della paura e dì a te stesso che non è più necessario perché non ti aiuta a funzionare in modo sano nelle tue relazioni.

Potresti sempre avere un certo livello di paura perché la paura dell'abbandono è profondamente radicata e la paura è una reazione umana naturale. Ma puoi aiutare te stesso a ridurre al minimo il suo pedaggio non permettendogli di controllare più i tuoi schemi di pensiero e comportamenti.

4. Smetti di cercare il tuo altro significativo per trovare aiuto per reprimere le tue paure.

Per affrontare la paura dell'abbandono, devi smetterla di guardare al tuo altro significativo come soluzione. Se hai paura dell'abbandono, non devi affidare loro la responsabilità di farti sentire sicuro. Devi interrompere i comportamenti di controllo basati sulla paura e rimettere su te stesso l'onere della tua paura dell'abbandono.

Di nuovo, torni a ricordare a te stesso la causa di queste paure e come non sono più necessarie per la tua salute emotiva. In effetti, trattenere quelle paure ti ostacola solo.

Lascia andare i sentimenti di non essere degno. Inizia dicendo a te stesso che sei degno. Il dialogo interiore può aiutarti a ristabilire nuovi modi di pensare quando questi pensieri di indegnità basati sulla paura ti vengono in mente.

5. Usa il dialogo interiore per sostituire la paura con pensieri positivi.

Il dialogo interiore è incredibilmente potente. Aiuta a modellare il modo in cui pensi a te stesso. Stai permettendo al tuo dialogo interiore di crogiolarti nelle tue paure, dubbi e negatività su te stesso? Se lo sei, è ora di sostituire uno qualsiasi di questi pensieri con un dialogo interiore positivo.

Il tuo obiettivo con un dialogo interiore positivo non è quello di concentrarti sulla relazione perché questa non è la causa della tua paura dell'abbandono. La tua paura dell'abbandono si basa su sentimenti di indegnità che si sono verificati a causa di un abbandono in precedenza nella vita. Devi sostituire i tuoi pensieri negativi e paurosi con discorsi positivi su te stesso e sulla tua dignità.

Ricorda a te stesso che sei una persona di valore. Cerca attributi positivi in ​​te stesso che siano degni di lode su cui puoi concentrarti nuovamente quando provi emozioni per la paura dell'abbandono che si deposita su di te. Dissipa i brutti sentimenti di abbandono e paura sostituendoli con pensieri positivi sul fatto che tu sia una persona di valore e valore.

6. Accetta l'idea di essere solo.

Va ​​bene essere soli. Non hai bisogno di un'altra persona nella tua vita per essere una persona di valore. Sei degno perché sei te stesso. Va bene essere single e va bene avere una relazione.

Se hai una relazione che finisce, cerca l'opportunità di abbracciare la tua stagione da single e quello che potrebbe sembrare per te. Trova il positivo sia nello stato di relazione single che in quello coinvolto, in modo che tu possa stare bene in entrambi i casi. Il tuo valore non si basa sul tuo stato sentimentale.

7. Smetti di perseguire ciò che emotivamente non è disponibile.

Alcune persone che hanno paura dell'abbandono tendono a cercare ripetutamente relazioni con persone che sono emotivamente non disponibili.

Invece di cercare ciò che è emotivamente non disponibile, è tempo di rompere il ciclo e cercare partner pronti, disponibili ed emotivamente in grado di mantenere una relazione con te. Se hai un lungo schema di queste relazioni malsane ed emotivamente non disponibili, la terapia può essere molto utile.

8. Crea una rete di supporto.

Per alcuni individui che hanno paura di problemi di abbandono, diventano molto trincerati nelle loro relazioni sentimentali a causa della loro abitudine di dare troppo e della loro richiesta del tempo del coniuge o di un'altra persona significativa. Questo fa sì che altre relazioni cadano nel dimenticatoio.

È difficile mantenere amicizie con gli altri quando sei ossessionato da una persona escludendo gli altri. Parli insensatamente del tuo altro significativo quando sei con gli amici? Pensi senza sosta alla tua dolce metà quando sei fuori con gli amici? Questi comportamenti non ti aiutano a creare relazioni significative con gli altri.

Per avere una vita equilibrata, hai bisogno di amici al di fuori di una singola persona. Hai bisogno di una rete di persone che possano essere il tuo sistema di supporto. In questo modo, se la tua relazione sentimentale fallisce, hai l'incoraggiamento, l'amore e il sostegno degli amici e della famiglia intorno a te.

Apriti ad altre amicizie partecipando ad attività che ti interessano. Se ti piace correre, iscriviti a un club di corsa che si riunisce una volta alla settimana. Se ti piace cantare, unisciti a un coro locale oa un gruppo di cantanti. Se ti piace aiutare gli altri, allora unisciti a un'organizzazione di volontariato come il Rotary o la Junior League. Questi sono solo alcuni esempi.

Non passare il tempo così coinvolto con una sola persona da non riuscire a sviluppare amicizie durante questa stagione della tua vita perché hai bisogno di amici per ogni stagione della vita. La tua paura dell'abbandono ti fa fissare il tuo altro significativo e vuoi passare tutto il tuo tempo con questa persona. Allenta le redini e concediti il ​​tempo di coltivare amicizie con gli altri in modo che tu e la tua dolce metà non siate la vostra unica rete di supporto.

Hai bisogno di più persone nella vita perché non sei un'isola in questo mondo. È salutare avere amicizie con gli altri mentre mantieni la tua relazione sentimentale.

9. Sii consapevole dei comportamenti che si nutrono di paura.

Ci sono comportamenti causati dalla paura dell'abbandono, come discusso in precedenza. È importante non solo riconoscere che questi comportamenti si sono verificati in passato, ma anche diventarne consapevoli nel presente.

Esercita la consapevolezza consapevole per coglierti quando inizi con questi comportamenti in modo da poterli fermare sul loro percorso. Ricorda a te stesso che stai agendo sulla base della tua paura dei problemi di abbandono e questi comportamenti non ti hanno aiutato con le tue relazioni in passato, né ti aiuteranno in futuro.

Parla alle tue paure e dì loro che stai assumendo il controllo cambiando il tuo comportamento oggi.

Riassumendo

La paura dell'abbandono può essere dentro di te per molto tempo, ma riconoscendo la tua autostima e comprendendo la radice della paura, sarai in grado di superarla e condurre di nuovo relazioni sane.

Chiunque si senta insicuro sarà sempre insicuro se si affida solo agli altri per la sicurezza. Prendi il controllo della tua paura oggi seguendo il mio consiglio e vedrai le tue relazioni cambiare.