La dieta dimagrante Keto funziona davvero?

Evlin Symon è un esperto di salute e benessere specializzato in fitness, perdita di peso, gravidanza, nutrizione e bellezza. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Negli ultimi anni, sempre più persone hanno iniziato a soffrire di obesità, con problemi cardiaci e metabolici associati. Se stai lottando per mantenere il tuo peso sotto controllo, probabilmente ti stai anche preoccupando di ulteriori problemi come l'ipertensione e il diabete.

Le persone che combattono l'aumento di peso hanno infatti una predisposizione genetica, ma hanno anche bisogno di apportare alcune modifiche allo stile di vita, soprattutto per quanto riguarda il loro stile di vita e l'apporto calorico. È stato dimostrato che un'attività fisica regolare, così come le abitudini alimentari, possono favorire la perdita di peso e consentire di mantenere lo stesso peso su base regolare.

In questo articolo esamineremo la dieta dimagrante cheto comunemente nota e ti spiegheremo se funziona o meno.

Sommario

  1. Cos'è la dieta chetogenica?
  2. Benefici della dieta chetogenica
  3. I cambiamenti fisiologici associati a questa dieta
  4. Cosa succede quando consumi carboidrati in quantità elevate
  5. Come ci si sente a seguire l'approccio cheto
  6. Suggerimenti per perdere peso con successo Quali alimenti si possono mangiare? Quali alimenti sono soggetti a restrizioni?
  7. La verità: la dieta chetogenica promuove effettivamente la perdita di peso?
  8. Altri suggerimenti per dimagrire

Cos'è la dieta chetogenica?

La dieta chetogenica è stata presentata come uno degli approcci più efficaci per una rapida perdita di peso. [1] In effetti, questo approccio nutrizionale ha una base solida, che consente di perdere i chili in eccesso e tornare a una figura sana. E come vedrai tu stesso, può persino migliorare la salute cardiovascolare.

L'idea principale alla base di questa dieta è quella di ridurre drasticamente l'assunzione di carboidrati, quindi il corpo inizia a utilizzare i corpi chetonici prodotti dal fegato come energia. Man mano che i livelli di glucosio diminuiscono e il carburante per il corpo cambia, si verificherà una significativa perdita di peso.

Questa condizione è stata notata per la prima volta in soggetti a digiuno; all'inizio la dieta chetogenica veniva utilizzata per chi soffriva di epilessia. È stato solo di recente che i ricercatori hanno iniziato a raccomandarlo per scopi di perdita di peso.

Benefici della dieta chetogenica

È stato confermato che questo approccio alimentare può aiutare a combattere l'obesità, così come i livelli di colesterolo alto. Può migliorare i fattori di rischio cardiovascolare, proteggendo da ictus e aterosclerosi.

Potresti non esserne consapevole per certo, ma la dieta chetogenica può sopprimere l'appetito. Ciò è dovuto al fatto che si consumano più proteine, che hanno un maggiore effetto di sazietà.

Vale anche la pena ricordare che tali cambiamenti possono tenere sotto controllo gli ormoni per il controllo dell'appetito. Le proteine ​​hanno un effetto termico, contribuendo all'attivazione del metabolismo.

I corpi chetonici causano una serie di cambiamenti all'interno del corpo, contribuendo alla soppressione dell'appetito in modo diretto. Impediscono al corpo di immagazzinare il grasso, attivando il metabolismo e favorendo il processo di combustione dei grassi. Pertanto, si sperimenta una maggiore efficienza metabolica, consumando più calorie nel processo.

Quando si formula il miglior programma di dieta, è necessario considerare la dieta chetogenica tra le prime opzioni. [2] Tieni presente che questa dieta può aiutarti a perdere peso in eccesso e offrire una vasta gamma di altri benefici.

Ad esempio, i corpi chetonici prodotti nel fegato possono fornire protezione contro il deterioramento cognitivo (associato all'aumento di peso e all'obesità in generale). L'approccio dietetico può ridurre il rischio di cancro, morbo di Alzheimer ed epilessia.

Può anche essere utile a coloro che soffrono di morbo di Parkinson e facilita il recupero nei pazienti con diagnosi di lesioni cerebrali. La dieta chetogenica fa miracoli per chi soffre di sindrome dell'ovaio policistico e acne; questo è correlato alla riduzione dei livelli di insulina.

I cambiamenti fisiologici associati a questa dieta

Ciò che accade è che, riducendo l'assunzione di carboidrati, si verifica una condizione metabolica nota come chetosi fisiologica. [3] Questo è quando il corpo esaurisce il glucosio, utilizzando corpi chetonici (risultante dalla chetogenesi). Quando questi hanno iniziato ad essere utilizzati come energia, la perdita di peso avviene come conseguenza naturale.

Quando il livello glicemico inizia a stabilizzarsi, si verifica il processo di perdita di peso. Il rischio di sindrome metabolica è ridotto, il che aumenta l'aspettativa di vita per la persona in questione. Il livello di colesterolo cattivo si riduce e così anche quello dei trigliceridi (rischio associato di malattie cardiovascolari).

Il tasso metabolico viene alterato e si verificano cambiamenti fisiologici. Mentre la massa corporea magra viene preservata, la massa grassa inizia a essere consumata e la perdita di peso non è più difficile. È interessante notare che tutti questi cambiamenti non hanno un effetto negativo sul metabolismo del glucosio (eliminando la resistenza all'insulina).

Cosa succede quando consumi carboidrati in quantità elevate

Sfortunatamente, la dieta moderna è associata a un elevato consumo di carboidrati. I tassi di obesità sono aumentati solo negli ultimi anni, quando sempre più persone sono cadute nella trappola dei carboidrati.

L'eccessiva assunzione di carboidrati può portare ad aumento di peso e obesità nella maggior parte dei casi. Una dieta ricca di carboidrati ha un'influenza negativa sulla resistenza all'insulina. Inoltre, aumenta i livelli di glucosio e riduce il livello di colesterolo buono.

Tutti questi cambiamenti si traducono in un maggior rischio di diabete e problemi cardiaci, poiché il metabolismo è disturbato.

Come ci si sente a seguire l'approccio cheto

La riduzione dell'assunzione di carboidrati, associata a un maggior consumo di proteine, si è dimostrata piuttosto vantaggiosa (sia fisicamente che mentalmente). La sensazione di letargia, normalmente causata dall'aumento dell'assunzione di carboidrati, scompare e l'umore migliora.

All'inizio, si potrebbero avere difficoltà a ridurre l'assunzione di carboidrati. Tuttavia, man mano che il corpo si abitua a questi cambiamenti dietetici, la sensazione di fame scompare e si è meno tentati di cedere alle voglie. Man mano che il metabolismo dei grassi migliora, si inizia a notare la differenza di peso e ci si sente meglio in generale.

Suggerimenti per una perdita di peso efficace

Quando si tratta di consigli per perdere peso da ricordare, questo è il più importante: [4]

Devi assicurarti che l'assunzione giornaliera di carboidrati non superi i 20 grammi, indipendentemente da quanti grassi o proteine ​​intendi consumare quel giorno. L'assunzione di carboidrati non dovrebbe essere influenzata dall'apporto calorico totale.

Il passaggio dalla dieta normale all'approccio chetogenico non dovrebbe avvenire all'improvviso. Devi adottare un approccio graduale, in modo che il tuo corpo abbia la quantità di tempo necessaria per adattarsi alla nuova dieta.

Per facilitare questa transizione, puoi optare per pasti che imitano cibi regolari e ricchi di carboidrati. Questi ti aiuteranno a rimanere sulla dieta e raggiungere i tuoi obiettivi di perdita di peso, senza troppi sforzi.

Quali alimenti è consentito mangiare?

Se hai deciso di seguire la dieta chetogenica, devi aumentare l'assunzione di proteine. È consentito consumare carne magra, come pollo, uova e latticini, come il formaggio intero. È consentito il pesce grasso, come il tonno e le sarde, così come i frutti di mare.

Puoi anche consumare olio d'oliva e olio di semi di lino poiché forniscono grassi benefici al corpo. Sono consentite verdure come spinaci, cetrioli, lattuga, sedano, cavolfiore, melanzane e carote. Per quanto riguarda la frutta, puoi consumare bacche di vario tipo, agrumi, pomodori e avocado.

Non abbiate paura di consumare olio d'oliva di buona qualità poiché questo è uno dei migliori prodotti alimentari per chi segue una dieta dimagrante. Nell'area mediterranea l'olio d'oliva viene consumato in quantità generose e le persone qui non soffrono di obesità (hanno anche un ridotto rischio di problemi cardiaci).

Quali alimenti sono soggetti a restrizioni?

In poche parole, devi ridurre drasticamente l'assunzione di carboidrati. Ciò significa che dovresti mangiare il meno possibile prodotti a base di farina bianca, patate e pasta. Lo stesso vale per pane e riso.

È importante essere consapevoli del fatto che i carboidrati si trovano in altri prodotti alimentari, soprattutto nei dolci. Stai lontano da dolci, torte e altri oggetti simili che sono ricchi di zucchero. Ovviamente i succhi di frutta e le bevande analcoliche non sono nella lista.

La verità: la dieta chetogenica promuove effettivamente la perdita di peso?

Nell'introduzione abbiamo parlato dell'obesità e dei rischi associati all'aumento di peso. La dieta chetogenica può invertire tali cambiamenti, consentendo di tenere sotto controllo la sensazione di fame e ridurre l'assunzione di cibo.

Le proteine ​​sono una parte importante di questo approccio dietetico, offrendo una sensazione di sazietà prolungata. D'altra parte, sia i carboidrati che i grassi saziano meno, provocando una sensazione di fame più rapida.

Quando si inizia a consumare più proteine, la sensazione di fame appare a intervalli più lunghi. La dieta chetogenica non farà sentire sempre affamato, ha presentato un tasso di successo più elevato rispetto ad altri approcci dietetici.