La moda come comodità: usare i vestiti per guarire

Scrittore e ricercatore Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Una crisi sanitaria può presentarsi in molte forme e dimensioni. Per alcune persone, sta gestendo una malattia o un difetto per tutta la vita. Questa malattia o difetto potrebbe essere visivo o potrebbe essere interno. In molti casi, è entrambe le cose. Per altri, potrebbe essere un infortunio subito durante il servizio o durante uno sport.

Dr. Laura Miele-Pascoe, una professoressa del Master in Coaching Education dell'Università dell'Ohio, ha scritto sulla psicologia degli infortuni per gli atleti professionisti in un articolo per Psychology Today. Discutendo degli infortuni che hanno posto fine alla carriera di atleti come Lamar Odom, Miele-Pascoe sottolinea che, "Non tutti hanno la capacità di superare quella che io chiamo l'oscurità all'interno della loro psiche. Alcune persone si rivolgono al bere; altri si rivolgono alla droga. . . " Questo si può dire per chiunque abbia subito una crisi di salute e stia lottando per farcela.

Se la crisi riguarda l'aspetto di una persona, affrontarla a volte può essere ancora più difficile, poiché tutti possono vedere le cicatrici, la perdita di capelli o qualsiasi cosa abbia alterato l'aspetto di quella persona. Tutti affrontiamo in modo diverso. Anche se ad alcune persone può sembrare superficiale, la moda può fare miracoli per le persone che gestiscono le crisi di salute. Alcuni lo usano per coprirsi; altro uso per migliorare.

La moda come copertura

Ho subito un intervento a cuore aperto quando avevo otto mesi e da allora ho avuto un'enorme cicatrice sul petto. È visibile sopra la maggior parte delle scollature. Sono stato fortunato che il mio cuore sia rimasto relativamente sano per il resto della mia vita. Non ho bisogno di ulteriori interventi chirurgici e la mia cicatrice è guarita bene senza alcun aiuto aggiuntivo, sebbene ci siano alcuni fantastici nuovi trattamenti là fuori.

Se il mio intervento fosse stato eseguito quando ero più grande, o se ne avessi avuto bisogno più di uno, forse ero meno sicuro di avere questa cicatrice. Per molte delle mie compagne sopravvissute a questo tipo di intervento chirurgico, è possibile trovare conforto nell'indossare una sciarpa strategicamente legata o una scollatura più alta.

Ho una seconda cicatrice del mio intervento chirurgico, che è guarita in modo improprio. Questo è psicologicamente più traumatizzante per me rispetto agli altri, perché sono sempre stato preso in giro per avere un secondo ombelico. Ancora oggi preferisco i costumi da bagno che lo coprono piuttosto che quelli che coprono la gigantesca linea rossa che mi scende lungo il petto.

La moda come un modo per mettersi in mostra

Per più di cinque anni lavoro come volontario presso la mia filiale locale dell'American Cancer Society (ACS). Ho incontrato persone straordinarie che sono sopravvissute al cancro e che lo stanno ancora combattendo. Ho incontrato un giovane uomo che si sta riprendendo da un cancro al seno e bambini piccoli che combattono il linfoma.

Per questi combattenti, una delle più grandi battaglie sono gli effetti fisici che il trattamento del cancro ha su di loro. Non solo si occupano del pedaggio emotivo dell'udito "Hai il cancro", ma molti sopportano trattamenti dolorosi che salveranno le loro vite, ma nel frattempo danneggeranno il loro aspetto.