La scienza dietro il cibo piccante che aumenta la longevità

Copywriter ed editore Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

La prossima volta che suggerisci del cibo indiano per cena e i tuoi amici votano per gli hamburger, puoi dire loro che la scienza dice che il cibo piccante salverà le loro vite. Beh, almeno li aiuterà a vivere più a lungo e in salute.

Ovviamente, qui non stiamo parlando di Cheetos Flamin, né di alimentarti forzatamente con una doppia porzione di ali di bufalo piccanti a livello nucleare. Questo non deve in alcun modo essere inteso come il percorso verso la salute e il benessere.

Ma secondo questo studio molto citato dal BMJ le persone che mangiavano cibi speziati con peperoncino essiccato o fresco, in particolare su base costante, vivevano più a lungo e con meno disturbi rispetto a coloro che non lo facevano.

Qual è il collegamento?

Minor rischio di cancro e un cuore più sano

Ci sono molte ricerche là fuori che trovano forti connessioni tra la capsaicina, un importante ingrediente bioattivo nel peperoncino in polvere, e un minor rischio di cancro, una diminuzione delle complicanze gastrointestinali e una migliore salute cardiovascolare. Questi studi accreditano le proprietà antinfiammatorie di vasta portata della capsaicina come una delle ragioni alla base dei notevoli benefici che il cibo piccante può offrire al corpo.

Livelli di zucchero nel sangue e intestino bilanciati

Queste spezie hanno anche un potente effetto sul microbioma e sulla flora intestinale e hanno dimostrato di ridurre il rischio di sindrome metabolica e persino di diabete, poiché aiutano a migliorare l'omeostasi del glucosio.

Cioè, riequilibra il tuo ecosistema interno in un modo che aiuta il tuo corpo ad affrontare più prontamente la scomposizione degli alimenti e la distribuzione dello zucchero a un livello normale. È quando sei fuori di testa che sviluppi problemi come la resistenza all'insulina o il diabete.

Previene l'aumento di peso e promuove la perdita di peso

Un altro modo in cui il cibo piccante potrebbe essere collegato alla longevità è nel fatto che in realtà diminuisce l'appetito e può quindi ridurre il rischio di obesità e le numerose complicazioni che possono derivare dall'obesità.

Al cibo piccante è stato attribuito anche il merito di aiutare la perdita di peso in due modi:

  • Sollievo dal dolore: facilita l'esercizio e il recupero dagli infortuni.
  • Aumento del metabolismo: aumenta le tue capacità di bruciare i grassi.

Quindi, nel complesso, il cibo piccante può aiutare a combattere le numerose complicazioni associate all'obesità, sia prima che diventi un problema, sia dopo.

Rafforza il sistema immunitario e combatte le infezioni

Lo studio BMJ ha anche osservato che un maggiore consumo di cibi piccanti come il peperoncino in polvere riduce il rischio di morte a causa di infezioni nelle donne. Ciò è supportato da molti altri studi che associano il consumo di capsaicina a un miglioramento della salute fisica; questo si collega anche alla sua capacità di aiutare a fermare la crescita batterica.

Limitazioni dello studio

Lo studio BMJ, che ha ricevuto così tanto entusiasmo, ha rilevato alcuni dei propri limiti. Ad esempio, ha riconosciuto di non aver approfondito gli altri fattori che avrebbero potuto influenzare la longevità, come le ulteriori abitudini di vita dei partecipanti, come indicato in questo articolo sullo studio della CNN.