L'ascesa del marketing diretto ai fan nell'industria musicale

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

"Direct-to-Fan Marketing" è una nuova parola d'ordine che, sebbene non ancora adottata a livello globale, sta notando un maggiore utilizzo in quanto l'industria musicale nel suo complesso riconosce l'importanza dell'artista come canale di marketing anziché come minaccia alla sua esistenza. Costituisce un modello di business solido ed efficace utilizzato da molti musicisti indipendenti ed etichette musicali in tutto il mondo. Di seguito, discuteremo ulteriormente dell'ascesa del marketing diretto ai fan nell'industria musicale.

Che cos'è il marketing diretto ai fan?

L'approccio di marketing diretto ai fan, come suggerisce il nome, è un modo per i musicisti di attrarre e commercializzare direttamente ai propri fan, senza la necessità di terze parti o intermediari.

Questi intermediari possono essere grandi etichette musicali o canali di social media e il marketing diretto ai fan li elimina e lascia il controllo completo nelle mani degli artisti stessi. Il marketing diretto ai fan è nato a causa del crollo del tradizionale modello di pagamento delle royalty e molti esperti del settore musicale vedono l'approccio diretto ai fan continuare a crescere.

Il marketing diretto ai fan consiste nel fare appello alle persone sulla questione; i fan!

Perché abbiamo bisogno del marketing diretto ai fan?

Sicuramente il modo migliore per attirare i fan è creare una pagina Facebook, creare alcuni Mi piace e poi pubblicare alcuni stati, giusto? Purtroppo non è così facile. Nell'era dei social media e della connettività, è facile presumere che la creazione di un canale social sia il modo più efficace per scoprire e servire la tua base di utenti.

Anche se potrebbe essere il percorso più semplice, non è certamente il percorso di maggior successo. I giganti dei social media come Facebook agiscono come custodi delle informazioni, mantenendo il controllo completo su ogni persona a cui piace una pagina Facebook. Ciò significa che il proprietario della pagina deve ancora esaminarli e pagare le spese pubblicitarie, ogni volta per interagire con la propria base di fan.

Questo, ovviamente, nonostante il fatto che questi utenti siano giunti alla pagina di un artista esclusivamente per avere loro notizie direttamente e molto probabilmente perché l'artista li ha guidati alla loro pagina in primo luogo.

È del tutto corretto affermare che i Facebook e gli Twitter di questo mondo non hanno a cuore i migliori interessi di un artista. Il successo e le entrate vengono misurati dal numero di Mi piace di ogni pagina. In fin dei conti, sono attività pubblicitarie quindi non possono essere incolpate, ma influenzano il modo in cui gli artisti possono interagire con i loro fan.

In che modo gli artisti possono promuovere efficacemente i loro fan senza sapere chi sono veramente? Se gli artisti fossero in grado di interagire con i propri utenti a un livello molto più profondo, in modo diretto ai fan, saprebbero immediatamente quali canzoni fanno o non piacciono, quale merce vogliono vedere in vendita e con quale probabilità devono acquistare i biglietti per il tour.

Senza un approccio diretto ai fan, gli artisti musicali stanno semplicemente producendo brani, t-shirt e prenotando luoghi senza sapere veramente quanto piaceranno ai loro fan. Eliminando l'intermediario, eliminando il controllo inutile da parte di coloro che non hanno un profondo interesse per la loro attività ed essendo in grado di interagire adeguatamente con i loro fan, gli artisti possono stabilire relazioni molto più strette tra loro e la loro base di fan.

Facendo appello ai tuoi "super fan"

Il marketing diretto ai fan non è qualcosa a cui ogni singolo "fan dei social media" sarà interessato. Alcuni fan saranno felici di aggiungere alcune nuove tracce dei loro artisti preferiti alle loro playlist su Spotify e interagisci semplicemente con loro ascoltando le nuove tracce mentre vai al lavoro.

Altri fan, super fan come vengono spesso chiamati, vogliono andare molto oltre. Vogliono il nuovo merchandise, l'esclusivo ascolta i nuovi brani, i biglietti per il tour e anche la possibilità di incontrare i loro artisti preferiti. Queste sono le persone per cui è stato creato il modello di business del marketing diretto ai fan e i fan che spendono soldi in merchandising, album e biglietti.

Un ottimo esempio di approccio di marketing diretto ai fan nel settore dei giochi che ha avuto un enorme successo è con la popolare app di gioco per dispositivi mobili Candy Crush, sviluppata da King Digital Entertainment PLC. Nel quarto trimestre del 2014, Candy Crush aveva oltre 356 milioni di utenti mensili unici, eppure solo 8,3 milioni hanno effettuato acquisti in-app. Eppure, hanno comunque prelevato $ 263,8 milioni da questi 8,3 milioni di utenti.

Come? Vedendo chi stava effettuando acquisti in-app, hanno iniziato a indirizzare questi utenti con più offerte e offerte, attirandoli ulteriormente, con conseguenti enormi ricavi per il quarto trimestre del 2014.

Ora, questo approccio può sembrare un po 'più losco, in quanto gli utenti spendono più soldi semplicemente facendo penzolare le offerte di fronte a loro. Il marketing diretto ai fan nell'industria musicale non ha questo approccio "losco". Si tratta essenzialmente di artisti musicali che hanno conversazioni con i loro super fan; scoprire quale merce e nuova musica vogliono. Comprerebbero davvero una nuova maglietta? In caso contrario, gli artisti possono risparmiare su vari costi e fornire ai fan ciò che vogliono veramente.

Ma va molto oltre. Non si tratta solo di artisti che scoprono cosa piace ai loro fan e vendono loro; si tratta di entrare in contatto con i loro super fan. Dando loro accesso esclusivo a ciò che accade dietro le quinte, offrendo ai fan nuove tracce esclusive o consentendo loro di incontrare l'artista dietro le quinte. È un modo per gli artisti musicali di mostrare alla loro base di fan che si preoccupano per loro tanto quanto i fan si preoccupano per l'artista e la loro musica.

Il marketing diretto ai fan consiste nel far avvicinare artisti e fan della musica

Cosa possono fare le app più recenti come GigRev e Bkstg per risolvere il problema?

Sono in fase di progettazione nuove piattaforme e app come GigRev e Bkstg con in mente il marketing diretto ai fan. Piattaforme come Facebook, Instagram e Twitter sono tutte piattaforme brillanti che fanno molto per riunire artisti e fan della musica. Ma creano ancora un muro tra le due parti, con, come sempre, il problema del denaro. Anche con Spotify, il problema dei soldi è tutt'altro che risolto, con le etichette musicali che conservano circa il 70% di ciò che un artista fa dalle piattaforme di streaming. Tuttavia, questo è un problema completamente diverso.