Ascolto attivo e ascolto passivo: uno è meglio dell'altro?

In missione per condividere su come la comunicazione sul posto di lavoro e le relazioni personali giocano un ruolo importante nella tua felicità Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

Sembra che siamo inondati di informazioni ogni giorno. Non so voi ma a volte trovo difficile staccare la spina e non sento di dover essere davanti a uno schermo o parlare con qualcuno.

Sicuramente sembra che stiamo digerendo informazioni e comunicando con gli altri in una forma o nell'altra tutto il tempo. Con così tante informazioni che ci arrivano da tutte le angolazioni, è facile distrarsi e non dare agli elementi importanti l'attenzione che meritano. È molto facile impostare l'ascolto passivo quasi sempre.

Sommario

  1. Ascolto passivo o ascolto attivo? Ascolto passivo Ascolto attivo
  2. Quando l'ascolto attivo è migliore
  3. Come migliorare le tue capacità di ascolto attivo
  4. Conclusione
  5. Altri suggerimenti per diventare un ascoltatore migliore

Ascolto passivo o ascolto attivo?

Se confrontiamo l'ascolto attivo con l'ascolto passivo, uno è migliore dell'altro? Come scopriremo nel quadro generale, uno è migliore dell'altro in molte situazioni ma non necessariamente in tutte.

Una comunicazione chiara tra le persone rende le relazioni più felici e appaganti. Gran parte dell'angoscia deriva da una comunicazione poco chiara o parziale. È facile dimenticare che l'ascolto è metà di tutta la comunicazione tra gli individui. Alcuni potrebbero obiettare che è più importante della parte parlante.

Sia l'ascolto attivo che quello passivo hanno i loro punti in cui sono efficaci. Continua a leggere per scoprire la differenza tra ascolto attivo e ascolto passivo e se uno è migliore dell'altro.

Ascolto passivo

Allora, cos'è l'ascolto passivo? L'ascolto passivo è ascoltare qualcosa o qualcuno senza prestargli la massima attenzione. Di solito è una comunicazione piuttosto unilaterale con poco o nessun feedback dato a ciò che viene detto o ascoltato. Richiede uno sforzo minimo oltre a sentire ciò che viene detto e anche in questo caso, l'ascoltatore passivo può perdere parti della conversazione perché non sta prestando completamente attenzione.

In genere, un ascoltatore passivo non annuisce nemmeno con la testa in segno di assenso, non mantiene il contatto visivo o non dà un'indicazione che sta ascoltando. Tendiamo a scivolare nell'ascolto passivo abbastanza spesso e in molti casi, va bene.

Situazioni adatte

L'ascolto passivo va bene per un'ampia varietà di situazioni. Consideralo perfettamente adatto per la maggior parte del tempo quando sei in modalità multi-task.

Un ottimo esempio è quello che sto facendo in questo momento. Sto ascoltando musica mentre scrivo questo articolo. Sto prestando molta più attenzione alla scrittura di questo articolo che alla musica che sto ascoltando. Di tanto in tanto, noto quale canzone sta suonando e o la canto nella mia testa o semplicemente riconosco la musica ma non sto davvero prestando attenzione. Il multi-tasking e l'ascolto passivo vanno bene insieme.

Alcune altre situazioni adatte includono cose come:

  • Ascolto di musica o notizie durante l'allenamento
  • Guardare la televisione mentre si recuperano le email di lavoro
  • Controllo del telefono durante l'ascolto di un oratore in una conferenza a cui non sei interessato
  • Ascolto di un aggiornamento della riunione di prodotto aziendale della durata di diverse ore
  • Lasciare che il tuo coniuge ti scarichi una lunga diatriba su quanto sia stata orribile la loro giornata di lavoro
  • Sentire tuo figlio che chiede il gelato per la sesta volta in un minuto

Ascolto attivo

Come puoi immaginare, l'ascolto attivo è diverso dall'ascolto passivo. L'ascolto attivo è quando focalizzi la tua attenzione per comprendere e comprendere appieno ciò che qualcuno sta dicendo. In molti casi, fornirai un feedback a intermittenza o quando la persona che parla ha finito di parlare.

Stai dando alla persona e alle informazioni la tua totale attenzione impegnata per assorbire completamente ciò che viene detto. Sei pienamente presente nel momento, concentrando la maggior parte della tua attenzione ed energia sull'individuo che parla e riconoscendolo in modo verbale e non verbale.

Come vedrai, l'ascolto attivo è adatto a un'ampia varietà di situazioni.

Situazioni adatte

  • Quando il tuo coniuge o la tua dolce metà ha un argomento serio che vorrebbero discutere con te
  • Parlare con il tuo capo della guida di un'importante iniziativa di progetto
  • Riunioni di lavoro in cui hai ruoli e responsabilità attivi in ​​
  • Quasi tutte le situazioni in cui l'argomento è più serio e tu sei attivamente coinvolto nella relazione
  • Ascoltare un buon amico condividere con te le sue recenti sfide e condividere con lui il tuo contributo e i tuoi pensieri
  • Parlare con i tuoi figli mentre ti raccontano qualsiasi tipo di difficoltà stanno affrontando o aiuto che stanno cercando

Quando l'ascolto attivo è migliore

Una regola pratica facile da seguire è essere un ascoltatore attivo in qualsiasi interazione in cui la relazione e l'argomento sono importanti. Dovresti impiegare le tue capacità di ascolto attivo quando hai bisogno di assorbire veramente le informazioni che vengono disperse.

Potrebbe essere quando il tuo coniuge vuole parlare di qualcosa di serio o il tuo capo ti sta parlando di un grande progetto imminente. Potrebbe essere tua figlia adolescente che vuole parlarti delle sfide che sta affrontando a scuola o il tuo migliore amico che parla della sua relazione difficile.

Quando devi essere pienamente presente e prestare attenzione, questo è il momento in cui dovresti ascoltare attivamente.

D'altra parte, l'ascolto passivo va benissimo quando non è importante assicurarsi di ricevere ogni dettaglio o mostrare alla persona che parla che stai assorbendo le informazioni.

Un modo semplice per valutarlo è chiedersi se quello che stai ascoltando deve essere ricordato e potenzialmente messo in pratica. Se la risposta è no e puoi immaginare di essere multitasking mentre ascolti, allora stai perfettamente bene usando l'ascolto passivo.

Pensi di poter usare un po 'di aiuto per affinare le tue capacità di ascolto attivo? Continua a leggere per scoprire come!

Come migliorare le tue capacità di ascolto attivo

Essere abili nell'ascolto attivo è vantaggioso per tutte le relazioni principali. Alcune persone sono brave per natura, altre, come i terapisti, sono addestrate per essere esperte. È qualcosa in cui un po 'di pratica può essere molto utile.

Ecco alcuni suggerimenti di vita reale per migliorare le tue capacità di ascolto attivo.

1. Evita distrazioni esterne e interne

L'esterno è piuttosto semplice. Quando l'altra persona sta parlando, metti giù il telefono e non continuare a guardare il monitor del computer. Fai tutto ciò che è necessario per eliminare le distrazioni esterne.

L'interno richiede un po 'più di pratica. Ogni volta che senti che la tua mente inizia ad allontanarsi da ciò che sta dicendo l'altra persona, fermati e riprendi la concentrazione su ciò che viene condiviso. Ci vuole pratica, ma puoi eliminare il rumore interno nella tua testa.

2. Ascolta il contenuto e il contesto delle loro parole

È importante ascoltare attentamente le parole pronunciate da qualcuno (contenuto) ed è anche importante ascoltare come vengono utilizzate le parole e le idee (contesto). Le parole ti diranno specificamente di cosa sta parlando l'altra persona.

Tenere un orecchio sul contesto ti consentirà di cogliere temi comuni o talvolta cose sottostanti che non sempre vengono dette esplicitamente. Si tratta di ascoltare l'intero insieme di parole e idee.

3. Mantieni il contatto visivo

Assicurati di mantenere il maggior contatto visivo possibile senza esagerare. Non vuoi fissare senza battere ciglio negli occhi dell'altra persona per 10 minuti, è un po 'troppo. La chiave qui è mantenere un contatto visivo abbastanza regolare mentre l'altra persona sta parlando. Li aiuterà a vedere che sei veramente concentrato su di loro.

A proposito ...

4. Sii consapevole del tuo linguaggio del corpo

Sia il tuo linguaggio del corpo che quello dell'altra persona sono importanti. Vuoi proiettare il tipo di linguaggio del corpo che mostra che stai prestando attenzione.

Il tuo corpo dovrebbe essere rivolto verso la persona che parla e inclinarsi verso di essa in una certa misura. È anche una buona idea guardare il linguaggio del corpo dell'altra persona mentre parla. Ricorda, gran parte della comunicazione è non verbale.

5. Guarda per Emotion

C'è molto da imparare guardando l'emozione con cui qualcuno ti dice qualcosa. Come tutti sappiamo, la maggior parte delle persone non fornisce informazioni in un monologo simile a un robot. Possiamo dire quando qualcuno è felice o triste o arrabbiato o ferito o eccitato quando ci sta dicendo qualcosa. Presta attenzione al tipo di emozione che l'altra persona mostra quando ti parla.

6. Stai bene con il silenzio

La maggior parte di noi si sente subito a disagio quando c'è un intervallo o un silenzio prolungato in una conversazione. Sentiamo il bisogno di riempire quello spazio tranquillo con un po 'di rumore, di solito noi stessi che parliamo. È una risposta nervosa ed è perfettamente naturale.