Lavoro profondo: 9 regole fondamentali per rimanere concentrati

John Hall è il co-fondatore e presidente di Calendar, un'app leader per la pianificazione e la produttività che cambierà il modo in cui gestiamo e investiamo il nostro tempo. Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

"Deep work" è stato coniato per la prima volta da Cal Newport, professore di informatica presso la Georgetown University, in un post sul blog del 2012. [1] Ha continuato a espandere questa idea nel suo libro bestseller del 2016, appropriatamente intitolato Deep Work: Rules for Focused Success in a Distracted World.

Che cos'è esattamente il "lavoro profondo"? Ebbene, secondo lo stesso Newport:

"Il lavoro profondo si riferisce a un'attività professionale svolta in uno stato di concentrazione priva di distrazioni che spinge le tue capacità cognitive al limite. Questi sforzi creano nuovo valore, migliorano le tue capacità e sono difficili da replicare. "

In parole povere, è essere in grado di rimanere concentrati sulle attività più importanti e impegnative. Quando sarai in grado di farlo, finirai per lavorare in modo più intelligente, non più duro ogni giorno. Ancora più importante, avrai una vita più significativa.

Ma come puoi svolgere un lavoro profondo in modo più efficace? Puoi iniziare seguendo queste 9 regole per rimanere concentrato.

1. Comprendi come lavori

Se desideri implementare un lavoro profondo nella tua vita, devi prima scegliere la filosofia di pianificazione che si adatta meglio al modo in cui lavori e vivi. Secondo Newport, ci sono quattro filosofie di pianificazione:

  • Monastico: qui è dove ti concentri quasi tutto il tuo tempo sul lavoro profondo, come le attività ad alto effetto leva. In quanto tale, elimini tutte le altre distrazioni, come i social media.
  • Bimodale: qui dividi il tuo tempo tra lavoro profondo e lavoro superficiale su base settimanale, mensile o annuale. Ad esempio, potresti dedicare un'intera settimana solo ad attività ad alto effetto leva, ma la settimana successiva sarà dedicata ad attività come il controllo delle email o l'aggiornamento di presentazioni di diapositive.
  • Ritmico: qui è dove dividi il tuo programma quotidiano tra lavoro profondo e superficiale, come fare il lavoro profondo al mattino e risparmiare lavoro superficiale per il tardo pomeriggio o la sera.
  • Giornalistico: in questo approccio, inserisci il lavoro in profondità quando hai disponibilità nel tuo programma. Un esempio potrebbe essere quando una riunione viene annullata: ora puoi dedicare quel tempo al tuo lavoro approfondito. Un altro sarebbe uccidere infinite riunioni, non aiutano

Sperimentali con ciascuno, se necessario. La filosofia ritmica è probabilmente la più realistica per la maggior parte dei lavoratori. A meno che tu non stia scrivendo un libro, la maggior parte di noi può concentrarsi solo su un lavoro profondo per così tanto tempo o rimandare alcune responsabilità a una data successiva. Inoltre, è la tecnica più semplice ed efficace perché puoi programmare il tuo lavoro approfondito quando sei più produttivo. [2]

2. Stabilisci routine e rituali di lavoro profondo

Dopo aver determinato come lavorare al meglio, devi renderti conto che abbiamo tutti una forza di volontà limitata. Ciò significa che devi avere la disciplina per rimanere completamente concentrato e concentrato sul compito su cui stai lavorando.

Il modo migliore per ottenere questo risultato è prepararsi mentalmente per un lavoro profondo, oltre a creare un ambiente che ti incoraggi a rimanere concentrato. Come ha spiegato Newport nel suo libro:

"La chiave per sviluppare un'abitudine di lavoro profonda è andare oltre le buone intenzioni e aggiungere routine e rituali alla tua vita lavorativa progettati per ridurre al minimo la quantità della tua limitata forza di volontà necessaria, per passare e mantenere uno stato di ininterrotto concentrazione. "

Ecco alcuni modi per sviluppare queste routine e questi rituali:

  • Sviluppa un programma e una routine di lavoro profondi. Oltre al tuo programma di lavoro, crea routine mattutine e serali che ti prepareranno al successo, come rivedere il tuo calendario al mattino e meditare la sera.
  • Stabilisci regole per immergerti nel tuo lavoro profondo. Ad esempio, quando ti concentri su un lavoro profondo, chiudi la porta dell'ufficio e spegni il telefono fino al momento della pausa.
  • Lavora in un ambiente confortevole e privo di distrazioni: non parcheggiare in un bar affollato con l'intenzione di svolgere un lavoro profondo.
  • Determina la durata della tua sessione di lavoro approfondito. Il cervello umano può concentrarsi solo per così tanto tempo. Anche se questo varia da persona a persona, un sondaggio condotto da Toggl ha rilevato che la maggior parte delle persone può concentrarsi su un'attività solo per una o due ore. [3] Inizia in piccolo, con sessioni di 15 minuti e lavora fino a sessioni più lunghe.
  • Prendi nota di tutto ciò che aiuta a sostenere il lavoro profondo, come rinfreschi specifici, musica, rumore bianco o strumenti. Assicurati di averli a disposizione.

3. Dai la priorità all'uso del framework 4DX

In Deep Work, Newport evidenzia il framework 4DX descritto in The 4 Disciplines of Execution. Sebbene sia stato sviluppato da consulenti aziendali per essere utilizzato per le aziende, è anche utile per aiutare le persone a lavorare su ciò che conta di più.

  • Concentrati su ciò che è estremamente importante. Si tratta di un numero limitato di obiettivi critici ed essenziali a cui riservare le ore di Deep Work.
  • Agire in base alle misure guida. Per misurare il tuo successo vengono utilizzate due metriche: lag e lead. Le misure del ritardo sono il tuo output, ad esempio quanti post sul blog hai scritto oggi. La misura del lead è il tempo trascorso impegnato in uno stato di lavoro profondo, facendo progressi verso i tuoi obiettivi più importanti.
  • Mantieni un quadro di valutazione convincente. Avere un sistema di monitoraggio visibile, come il segreto della produttività "Non rompere la catena" di Seinfeld.
  • Crea una cadenza di responsabilità. Tieniti responsabile impegnandoti in revisioni giornaliere o settimanali per vedere cosa hai realizzato. Puoi anche utilizzare queste informazioni per pianificare la settimana successiva.

4. Abbraccia la noia e fai delle pause

Può sembrare controproducente, soprattutto in un mondo così frenetico, ma annoiarsi è perfettamente normale. Infatti, Newport afferma che:

"Per avere successo con un lavoro profondo, devi ricablare il tuo cervello per sentirti a tuo agio nel resistere a stimoli che distraggono."

Ad esempio, se stavi aspettando in una fila di camion di cibo, non tenere il telefono incollato al viso. Accetta invece la noia e usa questo tempo improduttivo per riflettere profondamente. Questo è un tipo di meditazione che ti chiede di concentrare la tua attenzione su un singolo problema. Il trucco sta nell'imparare a riportare la tua attenzione su un problema specifico quando la tua mente inizia a vagare.

Inoltre, dovresti programmare delle pause durante la giornata per distrazioni come i social media o i colleghi chiacchieroni. Queste pause aiutano il cervello a riposare e ricaricarsi per la prossima sessione di lavoro profondo. In questo modo, non stai combattendo contro di loro: li stai semplicemente programmando in determinati momenti in modo che non interrompano la tua concentrazione.

5. Elimina il lavoro superficiale dalla tua vita

Secondo Newport:

"Il lavoro superficiale è un compito non cognitivamente impegnativo, in stile logistico, spesso svolto mentre si è distratti. Questi sforzi tendono a non creare molto nuovo valore nel mondo e sono facili da replicare. "

In altre parole, questo è un lavoro impegnativo.

Non vuoi dedicare troppo tempo a queste attività. Ad esempio, invece di dedicare gran parte della giornata ad attività amministrative e riunioni sparse, blocca orari specifici per queste attività, come tenere tutte le riunioni il martedì e controllare la posta in arrivo solo tre volte al giorno. Meglio ancora, se hai le risorse, delega o esternalizza il tuo lavoro superficiale.

6. Esci dalla griglia

Non devi andare all'estremo e disconnetterti letteralmente dal mondo esterno. Dopotutto, potresti ancora dover essere in qualche modo attivo sui social media per la tua attività. Ma l'idea qui è di staccare la spina durante le ore di lavoro intenso, così puoi rimanere concentrato al 100%.

Il modo più semplice per farlo è spegnere il telefono. Se questo non è qualcosa con cui ti senti a tuo agio, mettilo in modalità aereo o non disturbare. Puoi anche disattivare le notifiche per e-mail o social media o disconnetterti completamente. Ho riscontrato molto successo rimuovendo le app dei social media dal mio telefono.

7. Vai sulla stessa pagina con altri

Forse la forza più dirompente che ti distrae sono le altre persone. Non lo fanno per essere dannosi; semplicemente non sanno che un bussare innocente alla tua porta può interrompere la tua concentrazione.

Fai sapere ai tuoi colleghi quando non vuoi essere disturbato chiudendo la porta e mettendo un cartello "Non disturbare" su di essa. Condivido il mio calendario con i miei dipendenti in modo che sappiano quando sono disponibile e quando ho bloccato del tempo per un lavoro approfondito.

Lo faccio anche a casa. La mia famiglia sa di non contattarmi in ufficio fino al momento delle pause, a meno che non si tratti di un'emergenza. A casa, se ho bisogno di fare un po 'di lavoro, sanno anche di non interrompermi nel mio ufficio a meno che io non abbia segnalato che sono disponibile.

8. Fermati quando è il momento di fermarti

È un piacere colpevole, ma mi piace il film "Kingpin". In una scena, Woody Harrelson aiuta a costruire un granaio e suona la campana del pranzo. Si ferma immediatamente e corre a prendere il suo grub. Inutile dire che gli altri non reggono il fienile e questo crolla.