Le 10 migliori domande di colloquio per i manager per assumere dipendenti eccezionali

Consulente esecutivo, filantropo, imprenditore Leggi il profilo completo

  • Condividi
  • Blocca
  • Tweet
  • Condividi
  • Email

L'assunzione è una delle maggiori preoccupazioni dei dirigenti nelle posizioni di livello dirigenziale. Come dovrebbe essere, assumere persone che lavorino per la tua azienda può essere gratificante o rischioso.

Scelte sbagliate nelle assunzioni possono influire drasticamente sul successo dell'azienda. Per non parlare del fatto che chi assumi ha una riflessione diretta su di te come manager. Considerando che grandi scelte di assunzione possono migliorare la coesione generale dell'ambiente di lavoro e aumentare la produzione.

La creazione di un eccellente processo di reclutamento inizia con la presentazione del talento giusto. Oggi è considerata più un'arte che una scienza, soprattutto per le startup e indipendentemente dalla struttura o dalle rubriche dell'azienda.

Viene sottolineata l'importanza di porre le domande giuste durante le interviste. Hai solo poco tempo con ogni potenziale candidato, quindi devi massimizzare il tuo tempo di conseguenza. Come si fa?

Sommario

  1. Le 10 migliori domande di colloquio per i manager per assumere ottimi dipendenti
  2. Visualizza le domande dell'intervista da più angolazioni
  3. Altre importanti domande dell'intervista da considerare di chiedere agli intervistati
  4. Domande frequenti durante i colloqui per evitare di chiedere a candidati qualificati

Le 10 migliori domande di intervista per i manager per assumere ottimi dipendenti

Ci sono centinaia di domande per le interviste, ma poche sono consigliate da un dirigente senior nei rispettivi campi.

1. Qual è qualcosa di te che gli altri potrebbero trovare sorprendente?

Quale modo migliore per far fluire i succhi cognitivi e impostare il ritmo per un colloquio che dare all'intervistato la possibilità di pensare fuori dagli schemi?

Invece di iniziare con una domanda o un'affermazione non guidata del colloquio come "Raccontami un po 'di te", mantieni la conversazione concentrata e richiedi sincerità fin dall'inizio. È importante porre domande uniche per ottenere risposte uniche.

2. Perché hai scelto questo settore e questa carriera?

Invece di fare domande che meritano una risposta di una o due frasi come Perché sei qui? Perché sei interessato alla nostra azienda? Perché sei interessato a questo lavoro? Dove ti vedi esattamente tra 5 anni? E 10 anni? Qual è il lavoro dei tuoi sogni?

Questa domanda ha lo scopo di consentire all'intervistato di iniziare ad aprirsi ed esprimere i propri interessi e obiettivi professionali e personali.

In qualità di manager, è importante saperne di più sugli obiettivi di carriera del potenziale cliente e su come la posizione si adatta al suo piano. Vuoi anche assicurarti che siano sinceramente interessati al lavoro e saranno motivati ​​a esibirsi se scelto.

Allo stesso tempo, questa domanda è il ponte per costruire una relazione più personale con il tuo candidato nelle prime fasi del processo di assunzione. In base ai tuoi criteri, devi assumere qualcuno appassionato della propria carriera o qualcuno che si è appena presentato per raccogliere uno stipendio e vantaggi?

Puoi persino conoscere il loro piano quinquennale e decennale da questa domanda e vedere quali posizioni sperano di raggiungere nei prossimi anni.

3. Cosa sai della nostra azienda, cosa ti interessa di più e perché vuoi lavorare qui?

Dovremmo credere che con il comodo accesso alle informazioni online oggi la maggior parte dei candidati farebbe i compiti, ma non è sempre così. Sfortunatamente, alcuni candidati a un lavoro potrebbero non sapere nemmeno il tipo di attività in cui opera l'azienda per cui hanno presentato domanda.

Fai questa domanda per l'intervista e scoprirai rapidamente chi è sinceramente interessato a lavorare per te e chi no.

L'abilità è qualcosa che può essere insegnato ma l'entusiasmo no. Quando un potenziale dipendente è sinceramente entusiasta di un'opportunità, questo di solito si traduce in un lavoro eccellente e una maggiore longevità con la tua azienda.

Chiedi al tuo intervistato cosa lo ha inizialmente attratto verso la posizione? Cosa ha suscitato la loro attenzione? Cosa li rende più entusiasti della prospettiva di lavorare per la tua azienda?

In questo modo non solo fornirai un'ulteriore conferma della loro comprensione dei doveri del ruolo, ma avrai anche la possibilità di capire quali aspetti della descrizione del lavoro li interessano di più.

4. Da tutto quello che hai imparato su questo ruolo, io e la nostra azienda, dimmi come pensi che potresti dare un contributo.

Questa dichiarazione ti consente di vedere quante ricerche ha svolto il tuo potenziale dipendente prima di arrivare al colloquio. Mentre la maggior parte dei candidati qualificati in genere conduce ricerche sull'azienda e sulla posizione prima del colloquio, un ottimo candidato farà quel passo in più per essere meglio preparato.

La stessa mentalità verrà trasferita nelle loro abitudini lavorative. Preferiresti avere una nuova assunzione troppo preparata o poco preparata?

5. Cosa ti sarebbe piaciuto fare di più nella tua ultima posizione? Cosa ti ha trattenuto?

Un ottimo modo per un candidato di esprimere la propria precedente esperienza lavorativa e le proprie sfide senza chiedere: "Quali sono alcune sfide?" Sei tu a controllare la direzione e puoi facilmente aggirare qualsiasi sfida non correlata alla questione.

Dovevano affrontare responsabilità limitate, formazione professionale insufficiente o scarsa leadership? Chiedere cosa ha trattenuto quel potenziale dipendente da qualcosa che desiderava di più dalla sua ultima posizione offrirà informazioni su se si sentiranno allo stesso modo riguardo al loro lavoro per la tua azienda in futuro.

6. Scegliendo solo l'uno o l'altro, lavori duro o in modo intelligente?

Simile ma molto diversa dalla famigerata domanda posta dal 36enne CEO di Burger King Daniel Schwartz. [1]

Le domande che non vengono pubblicate sui siti web delle domande di lavoro hanno maggiori probabilità di giustificare una risposta improvvisa. Costringere il candidato a pensare sul posto e scegliere se vuole apparire come la persona giusta per il lavoro è un ottimo modo per testare il proprio pensiero critico e le capacità di critica costruttiva.

Nella mente di Schwartz, c'è una risposta giusta e una risposta sbagliata a questa domanda. Preferisce semplicemente le persone che lavorano sodo.

Un lavoro duro e impegnativo può giustificare una risposta laboriosa, mentre una posizione che richiede più organizzazione, programmazione e molte altre attività può richiedere la risposta del lavoratore intelligente. Un lavoratore intelligente potrebbe essere in grado di gestire periodi di stress prolungati mentre qualcuno che lavora troppo duramente per lunghi periodi di tempo potrebbe essere sopraffatto e andare in crash.

7. Come descriveresti ulteriormente il tuo stile di lavoro e come riesci a gestire scadenze ravvicinate?

Questo si basa sull'ultima domanda, anche se non vuoi creare un team di persone completamente omogenee, è importante assicurarsi che le nuove aggiunte siano flessibili e possano funzionare in un modo che non crei un buco nel modo in cui funzionano attualmente le cose.

Per questo motivo, impara a conoscere lo stile di lavoro di ogni candidato. A loro piace collaborare con altri membri del team o preferiscono lavorare in modo indipendente? Richiedono molte indicazioni o possono prendere l'iniziativa, usando il buon senso e completare l'attività senza supervisione?

La comprensione acquisita da questa domanda dell'intervista da sola è inestimabile per determinare la giusta corrispondenza per il lavoro e, cosa ancora più importante, per l'intero team.

Un altro aspetto che dovrebbe essere incluso in questa domanda è il potenziale stile di lavoro dei dipendenti con vincoli di tempo, soprattutto per le posizioni che richiedono costantemente una scadenza.

Hai bisogno di qualcuno che possa lavorare bene sotto pressione? Ancora più importante, hai bisogno di qualcuno che possa gestire gli altri o qualcuno che possa prendere bene gli ordini mentre si occupa di tempi limitati per i progetti?

Poni questa domanda ai tuoi candidati e acquisirai la loro opinione su quanto sono in grado di gestire lo stress e sulla possibilità di tenere il passo con la tua organizzazione.

Altri follow-up a questa domanda potrebbero includere chiedere se:

  • Hanno mai mancato una scadenza?
  • Come hanno gestito il mancato rispetto di una scadenza?
  • Se è meglio essere bravi e puntuali o perfetti e in ritardo?

8. Come ti sviluppi al di fuori dell'ambiente di lavoro? E quali sono alcuni dei tuoi hobby?

Che si tratti di sviluppo personale, professionale o di leadership, è disponibile in tutte le forme e dimensioni e può essere facilmente identificato negli hobby, nello scopo o nella voglia di esplorare di qualcuno.

La domanda non è la più convenzionale domanda dell'intervista, ma è sempre importante ricordare che stai assumendo una persona. Vuoi qualcuno che possa entrare in contatto con te e il tuo team o un robot incapace di condividere interessi, formare legami e costruire relazioni?

È un fatto comunemente accettato dai responsabili delle decisioni aziendali che le competenze dei dipendenti rappresentano l'85% delle risorse di un'azienda. Pertanto, le organizzazioni dedicano gran parte delle proprie risorse alla formazione e al miglioramento del luogo di lavoro. L'efficienza e il talento dei dipendenti determinano il ritmo e la crescita delle organizzazioni.

Non dovresti sentirti a disagio nel fare una domanda come questa, soprattutto se questa domanda viene posta più tardi durante il colloquio dopo che hai avuto l'opportunità di saperne di più sul potenziale cliente.

Comprendere il loro investimento personale in se stessi ti consentirà di entrare in contatto a un livello più personale e allo stesso tempo avere un quadro più ampio di ciò che li rende "soddisfacenti".

9. Perché dovremmo assumerti?

Molti esperti concordano che questa sia tra le migliori domande per il colloquio perché chiedi al candidato di definire ciò che lo distingue da tutti gli altri che hai intervistato in un mercato del lavoro ad alta concorrenza.

Se ti capita di trovarti di fronte a un mucchio di curriculum o di intervistati che raccontano storie simili su se stessi, questa domanda ti aiuta a determinare il candidato migliore.

Uno studio condotto da Altimeter e LinkedIn ha dimostrato che le aziende socialmente impegnate hanno maggiori probabilità di scoprire che: [2]

I dipendenti sono più coinvolti, più propensi a rimanere e a segnalare grandi talenti, sono più competitivi e ottimisti e più propensi ad aumentare le opportunità di business e di vendita, promuovere una maggiore generazione di lead, coltivare l'innovazione e produrre i migliori talenti.

Un altro ottimo modo per considerare l'importanza di questa domanda è che un intervistato che spiega bene il proprio background, esperienza, credenziali e hobby farà la stessa cosa per la tua azienda una volta assunto.

10. Hai domande per me?

Un'ottima domanda con cui concludere il colloquio mentre si acquisiscono ulteriori informazioni sulla qualità del potenziale dipendente. Le ultime impressioni sono importanti quanto le prime impressioni, soprattutto per processi di assunzione estesi e colloqui multipli.

Se il candidato ha prestato attenzione durante il colloquio, non troverà che questa sia una domanda difficile a cui rispondere, quindi non c'è una spiegazione logica per una risposta con sguardo vuoto.

Risposte sostanziali a questa domanda segnalano un livello più elevato di preparazione e iniziativa.

Inoltre, i candidati che hanno preso appunti durante il colloquio e annotato alcune domande da porre indicano il loro livello di interesse per l'azienda al di là di un ruolo individuale e mostrano il loro interesse per la relazione generale all'interno e tra l'organizzazione.

Visualizza le domande dell'intervista da più angolazioni

La ricerca suggerisce che la maggior parte delle decisioni di assunzione vengono prese entro 15 secondi. [3] Se questo tempo sia sufficiente per giustificare una buona decisione è discutibile da molti esperti, ma a meno che non siano vestiti male o abbiano una cattiva igiene, si consiglia di evitare di esprimere giudizi fino a quando l'intervista non è completa almeno al 50%.

Le migliori domande dell'intervista ti racconteranno una storia sulla persona dietro il curriculum. Queste domande sono progettate per rivelare le loro abitudini, stile di vita, personalità, conoscenze, punti di forza, debolezze, abilità e abilità.

Le domande del colloquio dovrebbero anche avvantaggiare la persona in cerca di lavoro e fornire loro la possibilità di parlare su dettagli che non si adattano a uno o due fogli di carta.

L'esperto intervistatore di oggi includerà sempre domande di intervista su misura per l'azienda e la posizione. Questo elenco delle 10 migliori domande funziona in vari settori e descrizioni dei lavori.

Altre importanti domande dell'intervista da considerare di chiedere agli intervistati

Nella mia esperienza, molti processi di assunzione e interviste non pongono domande che richiedono una riflessione sufficiente o risposte sincere. Ponendo le domande giuste durante l'intervista, stabilisci il ritmo e richiedi più della normale risposta ben provata.

Tra le 10 migliori domande che aiutano i manager ad assumere ottimi dipendenti ci sono domande che sono più direttamente associate alle esigenze specifiche di determinate aziende o descrizioni di mansioni.

Potresti includere domande come:

Perché lasciano il lavoro attuale? Qual è l'ambiente di lavoro ideale del candidato? Il candidato lavora meglio da solo o in squadra?

Poi, ovviamente, ci sono altre domande che sono più adatte a determinati casi, come:

  • Il tuo candidato dovrà trasferirsi se viene scelto per la posizione?
  • Sono disponibili a viaggiare, se necessario?
  • Possono lavorare molte ore, straordinari, vacanze e fine settimana?

Queste domande possono anche derivare dalle 10 domande e possono anche essere formattate in modo da sembrare organiche anziché provate.

Le aziende con il maggior successo impiegano spesso il talento giusto. Nell'assumere il talento giusto, i datori di lavoro di successo amano individuare domande specifiche che chiariscano se il candidato sarebbe la soluzione ideale.

Le migliori domande per il colloquio dovrebbero far riflettere anche il responsabile delle assunzioni.

Le domande del colloquio dovrebbero essere impegnative e dovrebbe essere più difficile prepararsi per gli intervistati. Queste domande hanno lo scopo di rivelare il massimo sul tuo candidato e nel minor tempo possibile.

Ho spesso chiesto a manager di diversi ceti sociali le loro domande di colloquio "vai a" e perché sono così importanti. Delle centinaia di domande circa ho trovato un tema comune.

Ecco cosa ho raccolto:

  • La maggior parte evita domande facili da esercitarsi.
  • La maggior parte evita di porre le stesse domande che sono state poste durante la domanda di lavoro.
  • La maggior parte fa domande aperte per input e risposte bidirezionali in modo che le interviste siano conversazioni piuttosto che interrogatori. Questo è chiaro perché ti offre maggiori opportunità di entusiasmare il candidato per il lavoro per cui si sta candidando.

Mentre la persona in cerca di lavoro è all'estremità snervante del tavolo, i colloqui di lavoro possono ispirare un certo livello di ansia anche nei manager. Fare le domande giuste con ti consente di concentrarti sul miglior candidato per l'apertura.

Domande frequenti durante i colloqui per evitare di chiedere a candidati qualificati

Un'ultima cosa da tenere a mente. Allo stesso modo, è importante porre le domande giuste, evitare di interrogare i candidati e invece dovresti entusiasmarli per il lavoro! Ciò ha la stessa importanza del motivo per cui dovresti evitare le comuni domande del colloquio che alcuni candidati potrebbero addirittura respingere.